Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Le colonie di confino politico del fascismo

Santo Stefano di Ventotene, l’isolotto dove si ergeva il carcere per il confino politico fascista.
Foto di SailkoOwn work, CC BY 3.0, Link

Ventotene 8-10 maggio 2020

Le colonie di confino politico del fascismo

Luoghi – organizzazione – memorie

Il corso di formazione rivolto ai docenti, agli operatori e a tutti gli appassionati, intende far conoscere la storia del confino politico e i principali luoghi utilizzati dal regime fascista per relegare gli oppositori politici. Partendo dall’analisi dell’apparato legislativo, utilizzato per limitare le libertà e isolare gli antifascisti, si approfondiranno i temi legati a come fu introdotto e come fu organizzato. Ulteriore riflessione sul suo funzionamento sarà dato dal confronto con le misure restrittive naziste. Per rendere tangibile come si viveva in un’isola di confino è prevista una visita guidata sui luoghi della memoria di Ventotene. Inoltre, il corso si concluderà con una riflessione su cosa rimane oggi di questi siti e su come poter realizzare laboratori e percorsi didattici.

Questa proposta è stata ideata dall’Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea, in collaborazione con l’Archivio Storico di Ventotene e Istoreco Reggio Emilia.

Programma del corso

Venerdì 8 maggio
Ore 17,00 registrazione dei partecipanti presso Archivio di Ventotene, Piazza Castello n. 1
04031 Ventotene (LT)
Ore 17,30 – 19,30 Detenere senza imputare: Il confino politico e la distruzione dello stato di diritto
Camilla Poesio (Ricercatrice indipendente)
20,30 Cena conviviale

Sabato 9 maggio
Ore 10,00 – 11,00 Organizzazione e apparato repressivo nelle isole di confino
Costantino Di Sante (Istituto Nazionale Ferruccio Parri Milano)
Ore 11,30 – 12,30 Analogie e differenze con la “Schutzhaft” nazista
Camilla Poesio (Ricercatrice indipendente)
Ore 13 pranzo in ristorante
Ore 16,00 – 17,30 L’isola di confino di Ventotene
Filomena Gargiulo (Centro di ricerca Ventotene e Santo Stefano)
Ore 17,30 – 18,30 Percorso storico didattico ai luoghi di memoria dell’isola di Ventotene
Anthony Santilli (Centro di ricerca Ventotene e Santo Stefano)
19,00 Oltre il confino. Note per la libertà
Concerto al tramonto del violinista cantante Paolo Buconi
Ore 20,30 cena conviviale

Domenica 10 maggio
Ore 9,00 – 10,30 I luoghi di confino: tra storia e memoria?
Alessandro Portelli (Università degli Studi di Roma La Sapienza)
10,45 -12,00 Isole di reclusione: storia e percorsi didattici
Maurizio Guerri (Istituto Nazionale Ferruccio Parri Milano)

Il programma di viaggio può subire variazioni per ragioni tecniche indipendenti dall’organizzazione.

Quota di partecipazione individuale
Iscrizioni entro il 15 gennaio 2020

290€ in camera doppia (minimo 40 persone)
Supplemento singola 45€.
Posti limitati.

Le iscrizioni si ricevono entro il 15 gennaio 2020. All’atto dell’iscrizione dovrà essere versato un acconto di 90€.
Il saldo dovrà essere effettuato entro 1° marzo 2020.
Possibilità di pagare il saldo con bonus scuola per un valore massimo di 200€.

CODICE SOFIA: 38541

Per informazioni e iscrizioni:
Istoreco Reggio Emilia
viaggimemoria@istoreco.re.it
Tel 392 9878976

La quota di partecipazione comprende

  • Storico accompagnatore per tutta la durata del viaggio
  • 2 pernottamenti in hotel *** in camere doppie con prima colazione
  • 3 pasti in hotel o in ristorante
  • 9 incontri, conferenze, visite guidate
  • Spettacolo teatrale
  • Ingressi nei musei e luoghi di memoria indicati
  • Sistema di auricolari radioriceventi per ogni partecipante
  • Materiale didattico, progettazione e amministrazione
  • Assicurazione medica, RCT
  • Consulenza storica, progettazione e logistica

La quota di partecipazione NON comprende

  • Trasferimento da/per Isola di Ventotene
  • I pasti non indicati nel programma e le bevande
  • Mance ed extra personali
  • In genere tutto quanto non menzionato nel programma

Pagamento e recesso
CultureLabs può annullare il contratto di viaggio quando il numero di partecipanti, minimo per l’attuazione del viaggio stesso non sia raggiunto. In tal caso l’Agenzia si obbliga a dare notizia al partecipante dell’annullamento del viaggio non oltre i 15 giorni antecedenti la data di partenza prevista dal programma di viaggio.
L’organizzazione tecnica del viaggio è demandata all’agenzia CultureLabs.