Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Eventi e news: archivio 2005-2011


  • 3/12/2011, Sala dell'Associazione generale di mutuo soccorso, via Zambonate 33, Bergamo

    "Nè elemonisa, nè pietà". Solidarietà e previdenza nella storia dell'Associazione generale di mutuo soccorso di Bergamo (1860-1890)

    L'Isrec Bg con l'Associazione generale di mutuo soccorso promuove la presentazione del libro di Dario Carta, "Nè elemonisa, nè pietà". Solidarietà e previdenza nella storia dell'Associazione generale di mutuo soccorso di Bergamo (1860-1890), Il filo di Arianna, 2011. Alla presentazione interveranno, oltre all'autore, Claudio Stefanoni, presidente dell’Associazione generale di mutuo soccorso di Bergamo, Claudio Merati, vicepresidente dell’Associazione generale di mutuo soccorso di Bergamo e Angelo Bendotti, presidente dell’Isrec Bg.

  • 29/11/2011, ore 17:30 - Sala alla porta Sant'Agostino, Bergamo

    "Qui si fa l'Italia o si muore". Letture incrociate tra Risorgimento e Resistenza

    Terzo appuntamento degli incontri di approfondimento all'interno della mostra "W l'Italia liberata" (28 ottobre-11 dicembre 2011, Salla alla Porta di Sant'Agostino). Questo terzo incontro presenta l'ultima pubblicazione curata dall'Isrec, in collaborazione con la Fondazione Gritti-Minetti, che propone, nel centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, una riflessione che si metta all’ascolto delle possibili eco tra Risorgimento e Resistenza per affermare, con determinazione, la necessità dell’imprescindibile continuità del processo unitario, non negando le rotture e i cedimenti che tale processo ha conosciuto negli anni, ma ritenendo impossibile considerare le tappe che hanno portato alla costituzione del nostro paese separatamente e indipendentemente le une dalle altre. Presenteranno il lavoro gli stessi autori del volume tutti dell'Isrec Bg: Angelo Bendotti, Luciana Bramati, Dario Carta, Giorgio Mastrorocco, Andrea Pioselli, Marco Quadri e Elisabetta Ruffini. Introdurrà l'incontro Giovanni Barbieri della Fondazione Gritti-Minetti.

  • 17/11/2011, ore 17:30 - Sala alla porta Sant'Agostino, Bergamo

    La memoria conflittuale

    Secondo appuntamento all'interno della mostra "W l'Italia liberata" (28 ottobre-11 dicembre 2011, Sala all Porta di Sant'Agostino). Il tema di questo secondo appuntamento è una riflessione sulla memoria divisa e conflittuale che ha caratterizzato e caratterizza il discorso sulla guerra di Liberazione. Interverranno, portando gli esiti della loro ricerca, Lorenzo Migliorati e Luca Mori (Università degli studi di Verona).

  • 10/11/2011, ore 17:30 - Sala alla porta Sant'Agostino, Bergamo

    I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni

    Primo incontro di approfondimento organizzato dall'Isrec Bg all'interno della mostra "W l'Italia liberata" (28 ottobre - 11 dicembre, Sala alla Porta Sant'Agostino). Oggetto dell'iniziativa, la presentazione del libro di Angelo Bendotti, "I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni" (Il filo di Arianna, 2011). Ne discuteranno con l'autore, Manlio Calegari (Università di Genova) e Elisabetta Ruffini (direttore Isrec Bg).

  • 5/11/2011, ore 16:00 - Sala "Antonio Curò", piazza Cittadella, Bergamo Alta

    Ebrei italiani. L'ebraismo nella storia dell'Italia Unita

    L'Isrec Bg, in collaborazione con l'Archivio storico bergamasco e il Sistema bibliotecario urbano, promuove in occasione delle celebrazioni per il 150° dell'unità, un convegno dedicato al contributo degli ebrei nella storia d'Italia. Sabato 5 novembre 2011, dalle 16:00 alle 19:00, si terrà la prima sessione del convegno dal titolo "I lineamenti di una storia complessa" a cui interverranno: Alberto Cavaglion (Università di Firenze), "Trent'anni di studi sull'ebraismo. Un bilancio storiografico; Ester Capuzzo (Università La Sapienza di Roma) , "Gli ebrei italiani dal Risorgimento alla prima guerra mondiale"; Elena Mazzini (Università di Firenze), "Dall'infedeltà religiosa all'infedeltà patriottica: l'ebreo come nemico di Dio e di Cesare nella pubblicistica cattolica italiana degli anni Trenta"; Simon Levis Sullam (Università di Venezia), "La via italiana all'antisemitismo". Introduce Giulio Orazio Bravi e presiede Rodolfo Vittori (presidente Archio storico bergamasco). Domenica 6 novembre 2011, dalle 9:30 alle 12:30, si terrà la seconda sessione dal titolo "Chiavi di lettura" a cui interverranno: Silvio Cavati (Isrec Bergamo), "Peresecuzione e deportazione a Bergamo"; Giorgio Mangini (Archivio storico bergamasco), "Una famiglia ebraica italiana: il caso dei Muggia"; Elisabetta Ruffini (Isrec Bergamo), "Argonopoli: rappresentazione e autorappresentazione dell'identità ebraica nell'Italia del Novecento"; Conclusioni di Bruno Segre (direttore di "Keshet"). Presiede Angelo Bendotti (Isrec Bg).

  • 28/10/2011, ore 17:30 - Sala alla porta Sant'Agostino, Bergamo

    W l'Italia liberata. Mostra documentaria

    In occasione del 150° dell'Unità d'Italia l'Isrec, in collaborazione con l'Anpi provinciele e il Comitato bergamasco antifascista, propone il proprio contributo per riflettere sul processo unitario che ha portato alla creazione dello stato in cui viviamo. Attravreso i documenti dell'archivio, una rilettura del regime fascista e della guerra partigiana ribadisce con chiarezza le ragioni, le convinzioni e le passioni da cui nasce il nostro vivere insieme come cittadini della Repubblica italiana. La mostra, coordinata da Elisabetta Ruffini con l'allestimento di Angelo Colleoni e il restauro dei documenti di Ilaria Lanfranconi (Accademia di Brera), verrà inaugurata venerdì 28 ottobre 2011 alle ore 17:30 e resterà aperta fino all'11 dicembre 2011 con i seguenti orari: venerdì: 17-19; sabato, domenica e festivi: 10-13/15-19. Sono previste visite guidate per gruppi e scuole in ogni giorno della settimana, prenotando al 035 238849. Durante l'epertura della mostra si terranno alcuni incontri di approfondimento.

  • 25/10/2011, ore 17:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo Ciclo: La memoria dello spazio. Ciclo di conferenze, workshop, mostra

    Monumento e antimonumento (Andrea Pinotti, Università degli studi di Milano)

    "Monumento e antimonumento" è il titolo della quarta ed ultima lezione del ciclo di conferenze del progetto "La memoria dell spazio" elaborato dall’Isrec Bg in collaborazione con l’Accademia Carrara di Belle Arti. La lezione sarà tenuta da Andrea Pinotti dell’Università degli studi di Milano.

  • 23/10/2011, Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo

    La prigionia nella seconda guerra mondiale

    Per ricordare il quinto anniversario della scomparsa del prof. Pietro Raffaelli l'Isrec Bg, in collaborazione con l'Associazione nazionale superstiti reduci e familiari caduti Divisione Acqui sezione di Bergamo, organizza un convegno sul tema "La prigionia nella seconda guerra mondiale". Dopo i saluti introduttivi ci saranno le relazioni di: Angelo Bendotti, "Pietro Raffaelli, la prigionia in Germania e l'impegno civile", Nicolò Conti, "Prigionieri militari in Gran Bretagna", Simona Cantoni, "Fort Missoula e l'internamento degli italiani negli Stati Uniti" e Elisabetta Ruffini, "La difficile memoria della deportazione". Il convegno si terrà domenica 23 ottobre, presso la Sala Galmozzi di via Tasso, 4 a Bergamo, a partire dalle ore 10:00.

  • 18/10/2011, ore 17:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo Ciclo: La memoria dello spazio. Ciclo di conferenze, workshop, mostra

    A Marsala e oltre. I giovani bergamaschi di Garibaldi (Valentina Colombi, Università degli studi di Torino)

    "A Marsala e oltre. I giovani bergamaschi di Garibaldi" è il titolo della terza lezione del ciclo di conferenze del progetto "La memoria dell spazio" elaborato dall’Isrec Bg in collaborazione con l’Accademia Carrara di Belle Arti. La lezione sarà tenuta da Valentina Colombi dell’Università degli studi di Torino.

  • 13/10/2011, ore 20:45 - Biblioteca Centro Cultura, Piazza Italia, Nembro (Bg)

    Momenti di storia - I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni

    L'Associazione Amici della Biblioteca Centro Cultura di Nembro, nell'ambito del ciclo "Momenti di storia", organizza con l'Isrec Bg la presentazione del libro di Angelo Bendotti, "I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni" (Il filo di Arianna, 2011). Interverrà Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg.

  • 10/10/2011, ore 20:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo

    La scoperta del mondo

    L'Isrec Bg in collaborazione con l'Arci di Bergamo organizza la presentazione dell'ultimo recente libro di Luciana Castellina, La scoperta del mondo (Notettempo, 2011). Ne discuteranno con l'autrice Massimo Cortesi, presidente Arci Bg e Simona Cantoni, collaboratrice Isrec Bg. Coordina Angelo Bendotti, presidente Isrec Bg.

  • 8/10/2011, ore 15:30 - Endine Gaiano (Bg)

    Premiazione della XV edizione della Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" per tesi di laurea sulla storia del Novecento

    L'Isrec Bg, in collaborazione con il Comune e la sezione Anpi di Endine Gaiano e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell'Anpi provinciale e delle Camera del lavoro Cgil di Bergamo, organizza la premiazione della XV edizione della Borsa di studio Brighenti. Interverranno all'iniziativa, Angelo Pezzetti, sindaco di Endine, Carlo Salvioni, presidente del Comitato antifascista bergamasco, Salvo Parigi, presidente dell'Anpi provinciale, Luigi Bresciani, segretario generale Cgil di Bergamo e Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg. Introdurrà e coordinerà i lavori, Elisabetta Ruffini, direttore dell'Isrec Bg. Durante l'incontro verranno premiati i due vincitori di quest'anno: Nicolò Conti e Adele Ballini che presenteranno i loro lavori.

  • 10/9/2011, ore 17:00 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo

    I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni

    L'Isrec Bg, per ricordare l'8 settembre 1943: la scelta degli italiani, organizza la presentazione dell'ultimo libro di Angelo Bendotti "I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni" (Il filo di Arianna, 2011). Un lavoro sulla Resistenza bergamasca che racconta "I giorni alti" quelli vissuti nei venti mesi tra il 1943 e il 1945 da Bepi Lanfranchi come partigiano e comandante della formazione GL "Camozzi". Ne discuteranno con l'autore: Enzo Collotti, Daniele Jalla, Diego leoni, Giovanni Miccoli, Gianfranco Petrillo, Fabrizio Rasera e Giorgio Rochat. Seguirà un momento conviviale con Sandra Boninelli e Rosanna Sfragara.

  • 27/5/2011, ore 18:00 - Spazio Incontri Ubik, Via Sant'Alessandro 1, Bergamo

    Autopsia di un falso

    In collaborazione con la Libreria Ubik, l'Isrec Bg promuove la presentazione del libro di Mimmo Franzinelli, Autopsia di un falso. I Diari di Mussolini e la manipolazione della storia (Bollati Boringhieri, 2011). Ne discute con l'autore Angelo Bendotti, Presidente dell'Istituto.

  • 13/5/2011, ore 9:00 - ITIS"Majorana", via Partigiani 1, Seriate (Bg)

    E' successo un Sessantotto!

    Nell'ambito delle iniziative legate al 150° dell'unità italiana Luciana Bramati incontra le studentesse e gli studenti dell'ITIS "Majorana" di Seriate (Bg) proponendo un percorso sul Sessantotto che, attraverso l'utlizzo di diversi linguaggi - la musica, la letteratura, la fotografia, il cinema - , tracci il contesto internazionale e nazionale per giungere alla dimensione locale attrverso i documenti e le fotografie del Movimento degli studenti bergamasco conservati presso l'Archivio dell'Isrec Bg.

  • 10/5/2011, ore 17:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo Ciclo: La memoria dello spazio. Ciclo di conferenze, workshop, mostra

    La monumentalizzazione del Risorgimento (Giovanni Villa, Università di Bergamo)

    Alla "Monumentalizzazione del Risorgimento" è dedicata la seconda lezione del ciclo di conferenze del progetto "La memoria dell spazio" elaborato dall’Isrec Bg in collaborazione con l’Accademia Carrara di Belle Arti. La lezione sarà tenuta da Giovanni Villa dell’Università degli studi di Bergamo.

  • 3/5/2011, ore 17:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo Ciclo: La memoria dello spazio. Ciclo di conferenze, workshop, mostra

    Garibaldi e le camicie rosse. Dalla realtà al mito (Eva Cecchinato, Università Ca’ Foscari, Venezia)

    In occasione del 150°, l’Isrec insieme all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo, con la collaborazione del Credito Bergamasco e con il patrocinio di "Bergamo per i 150 anni", hanno incentrato la loro attenzione sulle modalità con cui si è andata definendo e radicando la memoria dei garibaldini sul territorio bergamasco per metterne a fuoco i luoghi e i modi del ricordo e i luoghi e i temi dell’oblio. Ne è scaturito un progetto articolato in tre momenti: un ciclo di conferenze, un workshop e una mostra. Le conferenze, che affronteranno i temi dal punto di vista storico e artistico, costituiranno la fase preparatoria di un workshop progettuale rivolto a giovani artisti che, guidati da Rossella Biscotti, ridaranno forma alla memoria garidaldina restituendola alla città di Bergamo. Il ciclo di conferenze si svolgerà tra maggio (il 3 e il 5) e ottobre (il 18 eil 25) 2011 e sarà aperto dalla conferenza di Eva Cecchinato dal titolo: "Garibaldi e le camicie rosse. Dalla realtà al mito". Seguirà il worhshop con Rossella Biscotti e tra il 28 gennaio e il 5 febbraio 2012, presso la Sala dell’ex-Ateneo, verrà allestita una mostra dei lavori elaborati. Il progetto è stato ideato da Alessandra Pioselli per l’Accademia Carrara di Belle Arti e da Elisabetta Ruffini per l’Isrec e curato in collaborazione con Marco Quadri.

  • 3/5/2011, ore 9:00 - ITIS"Majorana", via Partigiani 1, Seriate (Bg)

    50X3=Centocinquanta

    Secondo incontro di Luciana Bramati dell'Isrec Bg con le studentesse e gli studenti dell'Itis "Majorana" di Seriate proponendo loro un percorso nei primi centocinquant’anni della storia unitaria dell’Italia: dal cinquantennio di consolidamento dell’unificazione, al cinquantennio delle guerre, del fascismo, della Resistenza e della nascita della Repubblica italiana, fino alle contraddizioni dell’ultimo cinquantennio in corso. Attraverso una lezione supportata da materiali audiovisivi, si analizzeranno le continuità, le cesure, i nodi irrisolti della giovane storia unitaria del nostro paese.

  • 29/4/2011, ITIS"Majorana", via Partigiani 1, Seriate (Bg)

    50X3=Centocinquanta

    Luciana Bramati dell'Isrec Bg incontra le studentesse e gli studenti dell'Itis "Majorana" di Seriate proponendo loro un percorso nei primi centocinquant’anni della storia unitaria dell’Italia: dal cinquantennio di consolidamento dell’unificazione, al cinquantennio delle guerre, del fascismo, della Resistenza e della nascita della Repubblica italiana, fino alle contraddizioni dell’ultimo cinquantennio in corso. Attraverso una lezione supportata da materiali audiovisivi, si analizzeranno le continuità, le cesure, i nodi irrisolti della giovane storia unitaria del nostro paese.

  • 25/4/2011, ore 16:00 - Sede Isrec Bg, Via Tasso, 4 - Bergamo

    Dal Risorgimento alla Resistenza. Idee per ripensare alla nostra storia

    Dopo un percorso sui luoghi cittadini della Resistenza e della memoria del Risorgimento, ci sarà un momento di riflessione e di incontro intorno a temi e questioni che legano questi due momenti storici fondamentali per la costruzione del nostro paese. Sede Isrec Bg, via Tasso , ore 16:00 - partenza per il percorso in città sui luoghi della Resistenza e della memoria del Risorgimento guidato da Angelo Bendotti, presidente Isrec Bg e Marco Quadri collaboratore Isrec Bg Sede Isrec Bg, via Tasso 4, ore 18:00 - letture, riflessioni critiche e canti. Intervengono: Angelo Bendotti, Luciana Bramati, Andrea Pioselli, Marco Quadri e Elisabetta Ruffini. Le letture e i canti sono a cura del gruppo teatrale Araucaìma Teater

  • 19/4/2011, Sala Conferenze Associazione generale di mutuo soccorso, via Zambonate 33. Bergamo

    Luigi Cortesi. Il percorso di un intellettuale militante

    La giornata di studio in onore del professor Luigi Cortesi (Bergamo, 1929 – Todi, 2009) è un appuntamento che Isrec Bergamo e Associazione circolo Gramsci Bergamo hanno fortemente voluto, grazie anche al sostegno del Credito Bergamasco e al patrocinio del Comune di Bergamo, per ricordare uno dei più noti storici del Novecento italiano, al quale è stato recentemente riconosciuta la benemerenza alla memoria da parte del Comune di Bergamo, proprio per la sua attività di studioso e di pubblicista. I lavori si articoleranno in due sessioni: Introduzione – ore 16.30 Intervento della dott.ssa Elisabetta Zonca (Biblioteca Isrec Bg) Introduzione a cura di Alberto Scanzi, presidente Circolo Gramsci di Bergamo 1° sessione – ore 18.00-19.30 Cortesi storico del movimento comunista, intervento di Aldo Agosti (Università di Torino) Cortesi e l’interpretazione della nascita della Repubblica, intervento di Marco Albeltaro (Università di Torino) Luigi Cortesi e la collaborazione con Stefano Merli, intervento di Maria Grazia Meriggi (Università di Bergamo) 2° sessione – ore 20.30-22.00 Saluti del sindaco di Bergamo Franco Tentorio Luigi Cortesi: interprete e storico dei problemi globali, intervento di Francesco Soverina (Istituto campano per la storia della Resistenza) Luigi Cortesi intellettuale comunista fra tradizione e innovazione, intervento di Alexander Höbel (Università di Napoli - Federico II) Ricordo di un amico, intervento di Andrea Panaccione (Università di Roma) Conclusione dei lavori: Angelo Bendotti, presidente Isrec Bergamo

  • 15/4/2011, ore 9:15 - ISIS Galli Bergamo, Aula Magna

    Centocinquant'anni di storia d'Italia, centocinquant'anni di storie di migrazioni. La storia dell'unità del nostro paese attraverso la particolare lente dei fenomeni migratori.

    In collaborazione con la Presidenza e il Collegio docenti dell'Istituto Professionale per i Servizi commerciali "Galli" di Bergamo, l'Isrec Bg ha promosso un progetto che ha coinvolto tutte le studentesse e gli studenti delle classi quinte. Il progetto, inserito nelle attività legate ai Centocinquantesimo dell'unità d'Italia, si è articolato nella visita guidata da Luciana Bramati dell'Isrec Bg alla mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" curata dall'Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo e in collaborazione con la Fondazione Bergamo nella storia, avvenuta presso il Museo storico della città il 18 e il 25 marzo scorso, cui segue la lezione sempre di Luciana Bramati dell'Isrec Bg sulla storia unitaria italiana alla luce dei fenomeni migratori. Attraverso i fenomeni dell'emigrazione e dell'immigrazione si è inteso così legare la storia del territorio bergamasco e quella più generale dell'Italia, cercando di erodere alcuni stereotipi o luoghi comuni che generalmente accompagnano il discorso pubblico su questi temi.

  • 31/3/2011, ore 20:30 - Auditorium del Polo scolastico di Madone (Bg) Ciclo: Centocinquant'anni di storia dell'Italia e degli italiani

    L’italia democratica alla prova: contraddizioni e cambiamenti nella politica e nella società italiana dal secondo dopoguerra alla crisi della "Prima Repubblica"

    Seconda lezione dell’iniziativa organizzata dall’Isrec Bg con la collaborazione del Comune di Madone nell’ambito delle celebrazioni dedicate al 150° dell’unità d’Italia. In questo secondo appuntamento, sempre attreverso l’utilizzo di filmati d’epoca, fotografie e documenti, si analizzerà il primo cinquantennio del dopoguerra fino alla crisi e all’implosione del sistema politico italiano provocata da tangentopoli. La lezione sarà tenuta da Luciana Bramati dell’Isrec Bg.

  • 17/3/2011, ore 20:30 - Auditorium del Polo scolastico di Madone (Bg) Ciclo: Centocinquant'anni di storia dell'Italia e degli italiani

    Dall’unità d’Italia alla Costituzione repubblicana: la costruzione dell’Italia e dell’identità degli italiani

    In collaborazione con il Comune di Madone (Bg), l’Isrec organizza per il 150° dell’unità d’Italia due lezioni che ripercorrono la storia del nostro paese dal Risorgimento alla crisi della "Prima Repubblica". Attraverso filmati d’epoca, fotografie e documenti si ricostruisce la storia con particolare attenzione alla formazione dell’identità nazionale e ai suoi simboli. La prima lezione, tenuta da Luciana Bramati dell’Isrec Bg, si svilupperà dal Risorgimento alla Costituzione repubblicana nell'ambito cronologico di un secolo (1848-1948). Durante la serata verrà anche presentata la mostra del 2008 "Vita di scuola. Documenti e immagini sulla scuola a Bergamo dalla fine dell'Ottocento agli anni Cinquanta" a cura dell'Isrec Bg, una piccola storia dell'educazione nazionale attraverso il particolare osservatorio della realtà bergamasca. La mostra, allestita nell'Auditorium del polo scolastico di Madone, resterà aperta fino al 31 marzo a disposizione delle classi che vorranno visitarla.

  • 19/2/2011, ore 11:00 - Sala Capitolare - Museo storico di Bergamo, P.zza Mercato del Fieno, 6a - Bergamo alta Ciclo: Incontri di approfondimento

    Culture popolari in dialogo

    Il sesto e ultimo degli incontri di approfondimento promossi dall’Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil e la Fondazione Bergamo nella storia organizzati in parallelo all’apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" (Museo storico di Bergamo, 13 novembre 2010-27 febbraio 2011) è una comunicazione - spettacolo con Sandra e Mimmo Boninelli e Dudù Kouate.

  • 18/2/2011, ore 16:00 - Sede Isrec Bg, via Tasso 4, Bergamo Ciclo: Memoria: fantasia delle forme. Seminario annuale per insegnanti

    La Resistenza

    Quarta ed ultima lezione del Seminario annuale per insegnanti "Memoria: fantasia delle forme" Tema: La Resistenza Approcci: Crisi e capacità di immaginazione: il caso della Resistenza (Angelo Bendotti, presidente Isrec Bg) Strumenti: La rappresentazione della lotta (Gianluca Schiavo, Università degli studi di Bergamo)

  • 3/2/2011, ore 17:30 - Sala Galmozzi, Via Tasso, 4 - Bergamo Ciclo: Incontri di approfondimento

    Oltre il binomio welfare-immigrazione

    Il quinto degli incontri di approfondimento promossi dall’Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil e la Fondazione Bergamo nella storia organizzati in parallelo all’apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" (Museo storico di Bergamo, 13 novembre 2010-27 febbraio 2011) è dedicato alla presentazione del volume "Oltre il binomio welfare-immigrazione. Un’esperienza locale: l’Agenzia per l’integrazione" (Franco Angeli, 2010) di Eugenio Torrese. Ne discute con l’autore Emilia Naldi, giurista. Introduce e coordina, Eugenia Valtulina della Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo.

  • 25/1/2011, ore 17:30 - Sala Capitolare - Museo storico di Bergamo, P.zza Mercato del Fieno, 6a - Bergamo alta Ciclo: Incontri di approfondimento

    Le migrazioni dei lavoratori nella storia del movimento operaio italiano

    Il quarto degli incontri di approfondimento promossi dall’Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil e la Fondazione Bergamo nella storia organizzati in parallelo all’apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" (Museo storico di Bergamo, 13 novembre 2010-27 febbraio 2011) è dedicato all’intraccio tra migrazione e storia del movimento operaio attraverso una lezione di Maria Grazia Meriggi (Università degli studi di Bergamo). Introduce e coordina Eugenia Valtulina, Biblioteca "Di Vittorio" Cgil Bergamo

  • 14/1/2011, ore 16:00 - Sede Isrec Bg, via Tasso 4, Bergamo Ciclo: Memoria: fantasia delle forme. Seminario annuale per insegnanti

    La deportazione

    Terza lezione del Seminario annuale per insegnanti "Memoria: fantasia delle forme" Tema: La deportazione Approcci: Il passato nella ricostruzione dell’identità il caso della Shoah (Elisabetta Ruffini, direttore Isrec Bg) Strumenti: Tracce: i luoghi della memoria (Elena Pirazzoli, Università di Bologna)

  • 14/1/2011, ore 17:30 - Sala Capitolare - Museo storico di Bergamo, P.zza Mercato del Fieno, 6a - Bergamo alta Ciclo: Incontri di approfondimento

    Per una didattica interculturale: la letteratura delle migrazioni in lingua italiana

    Il terzo degli incontri di approfondimento promossi dall’Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil e la Fondazione Bergamo nella storia organizzati in parallelo all’apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" (Museo storico di Bergamo, 13 novembre 2010-27 febbraio 2011) è dedicato alla letteratura della migrazione in lingua italiana e al suo utilizzo nella pratica didattica, con un intervento di Silvia Camilotti (Università di Bologna). Introduce e coordina Luciana Bramati, Isrec Bg.

  • 16/12/2010, ore 16:00 - Sede Isrec Bg, via Tasso 4, Bergamo Ciclo: Memoria: fantasia delle forme. Seminario annuale per insegnanti

    La Seconda guerra mondiale

    Secondo incontro del Seminario annuale per insegnanti "Memoria: fantasia delle forme" Tema: La Seconda guerra mondiale Approcci: La Seconda guerra mondiale e il lavoro (Gianfranco Petrillo) Strumenti: Il caso della Volkswagen (Gianluca Piccinini, Isrec Bg)

  • 10/12/2010, ore 17:30 - Sala Capitolare - Museo storico di Bergamo, P.zza Mercato del Fieno, 6a - Bergamo alta Ciclo: Incontri di approfondimento

    Fotografare i migranti

    Il secondo degli incontri di approfondimento promossi dall’Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil e la Fondazione Bergamo nella storia organizzati in parallelo all’apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" (Museo storico di Bergamo, 13 novembre 2010-27 febbraio 2011) è dedicato alla fotografia dei migranti. Isabella Balena e Roberto Giussani, che hanno fotografato gli uomini e le donne della sezione immigrazione della mostra "Gli Altri", raccontano il loro lavoro sull’immigrazione e il percorso fatto per la mostra. Introduce e coordina Luciana Bramati, Isrec Bg.

  • 26/11/2010, Sala Capitolare - Museo storico di Bergamo, P.zza Mercato del Fieno, 6a - Bergamo alta Ciclo: Incontri di approfondimento

    Insegnare storia nella scuola multietnica

    Durante l'apertura della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di immigrazione a luogo di immigrazione" (13 novembre 2010 - 27 febbraio 2011, Museo storico di Bergamo) l'Istituto, la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo e la Fondazione Bergamo nella storia promuovono sei incontri di approfondimento diretti particolarmente a docenti e studenti. Il primo incontro: "Insegnare storia nella scuola multietnica" vedrà la presenza di Paolo Ceccoli, insegnante e membro del Landis di Bologna. Coordina Luciana Bramati, Isrec Bg

  • 26/11/2010, ore 10:30 - Liceo Classico "Paolo Sarpi", p.zza Rosate, Città alta - Bergamo

    L'USO POLITICO DEL PASSATO. Per fare l'Italia o per disfarla.

    Con il Liceo Classico "Poalo sarpi" di Bergamo, su iniziativa degli insegnanti dell'area di Storia e Filosofia, l'Isrec Bg organizza un incontro con il prof. Mario Isnenghi. Alle classi terze del Liceo Isnenghi farà una lezione dal titolo "L'USO POLITICO DEL PASSATO. Per fare l'Italia o per disfarla" particolarmente incentrata sul Risorgimento. Saranno presente all'incontro Valentina Colombi, collaboratrice dell'Isrec, e i docenti di Storie e Filosofia della scuola.

  • 18/11/2010, ore 16:00 - Sede Isrec Bg, Via Tasso 4, Bergamo Ciclo: Memoria: fantasia delle forme. Seminario annuale per insegnanti

    La guerra di Spagna

    Che cosa resta del passato? Come il passato si sedimenta e interagisce con il presente, il suo farsi e il suo pensarsi? Questi gli interrogativi che muovono una riflessione sul significato e le forme dello studio, della trasmissione e dell’insegnamento della storia della Resistenza e della Seconda Guerra Mondiale. Il corso si compone di quattro incontri, affronta alcuni grandi temi del Novecento, valorizzando gli approcci innovativi di alcune ricerche in corso e si avvale della collaborazione di giovani ricercatori. Ogni incontro è suddiviso in due momenti: uno di approccio al tema e l’altro di riflessione sugli strumenti. Primo incontro: La guerra di Spagna Approcci: Spagna, prove generali per la Seconda guerra mondiale (Mireno Berrettini, Università cattolica di Milano) Strumenti: I materiali di propaganda (Enrico Lodi, Università degli studi di Bergamo)

  • 13/11/2010, ore 9:30 - Sala dei Giuristi, Piazza Vecchia, Bergamo alta

    Altrove. Le migrazioni rappresentate: studi e memorie parole e immagini

    A chiusura del convegno organizzato dall'Isrec Bg e dalla Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo la Tavola rotonda: "Alien. dall'emergenza dello straniero la realtà multiculturale". Dopo un'introduzione di Patrizia Audenino, Università degli studi di Milano, curatrice scientifica del Convegno, interverranno Maria Chiara Boninsegna, Associazione Oikos di Bergamo, Leonio Callioni, Assessore alle politiche sociali del Comune di Bergamo, Giuseppe Errico, Ufficio Diritti della Cgil Bergamo, Bruno Goisis, Cooperativa sociale Ruah di Bergamo, Eugenio Torrese, Agenzia per l'integrazione di Bergamo, Marco Zucchelli, Caritas Bergamo. Chiude i lavori Enrico Pugliese, Università degli studi "La Sapienza" IRPPS CNR, Roma. La Tavola rotonda è coordinata da Eugenia Valtulina della Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo. Nel pomeriggio alle ore 17:00 presso il Museo storico di Bergamo inaugurazione della mostra "Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione" a cura di Luciana Bramati, Dario carta, Eugenia Valtulina e Mimmo Boninelli.

  • 12/11/2010, ore 9:30 - Sala dei Giuristi, Piazza Vecchia, Bergamo alta

    Altrove. Le migrazioni rappresentate: studi e memorie parole e immagini

    Prosegue il Convegno organizzato dall'Isrec Bg e dalla Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil; nel programma di oggi due sessione di interventi e una proiezione serale. Questo il programam della giornata: ore 9:30-13:00 La rappresentazione dei clandestini (Sandro Rinauro, Università degli studi di Milano) Donne migranti: continuità e cambiamento (Mara Tognetti, Università degli studi di Milano-Bicocca) Nuove sfide letterarie rappresentazioni e autorappresentazioni nei testi di autori e autrici immigrati in Italia (Silvia Camilotti, Università degli studi di Bologna) La scrittura dei migranti: il caso degli emigranti scozzesi del XIX secolo attraverso le loro lettere (Marina Dossena, Università degli Studi di Bergamo) ore 15:00 – 18:30 La corrispondenza degli italiani all'estero e degli immigrati in Italia (Paola Corti, Università degli studi di Torino) Le rappresentazioni delle migrazioni nelle mostre e nei musei (Maddalena Tirabassi, Direttrice del Centro Altreitalie) Fotogiornalismo e immigrazione: pratiche e rappresentazioni (Andrea Pogliano, Università del Piemonte Orientale – Fieri) Al termine della sessione è prevista, presso il Museo storico della città in P.zza Mercato del Fieno, la visita in anteprima alla mostra Gli Altri. La transizione del territorio bergamasco da luogo di emigrazione a luogo di immigrazione ore 21:00 - in collaborazione con la Lab80 film presoo l'Auditorium P.zza della Libertà, Bergamo Incontro con Alvaro Bizzarri e proiezione de “Lo stagionale” 1971, 50’, a cura di Luciana Bramati. Partecipano all'incontro Angelo Signorelli, Alberto Valtellina e Sergio Visinoni della Lab80 film. Porterà i suoi saluti il Console generale Massimo Baggi del Consolato generale di Svizzera a Milano

  • 11/11/2010, ore 15:00 - Sala dei giuristi, Piazza Vecchia, Bergamo alta

    Altrove. Le migrazioni rappresentate: studi e memorie parole e immagini

    L'Isrec Bg con la Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo e in collaborazione con la Lab80 film organizza a Bergamo l'11,12 e 13 novembre un convegno dedicato ai fenomeni migratori. L'iniziativa è patrocinata dal Comune e dall'Università degli studi di Bergamo, dal Centro interdipartimentale di storia della Svizzera "Bruno Caizzi" dell'Università degli studi di Milano e dal Consolato generale di Svizzera a Milano. Il convegno si articola in sei sessioni: tre sessioni di interventi, una proiezione, una tavola rotonda e una mostra fotografica documentaria. I due assi portanti dell'iniziativa sono la lettura comparata di emigrazione e immigrazione e la scelta di affrontarla attraverso la chiave della rappresentazione e dell'autorappresentazione. La prima sessione di interventi si aprirà giovedì 11 novembre alle ore 15:00 secondo il seguente programma: Saluti delle Autorità. Introduzione, Angelo Bendotti, presidente Isrec Bg e .Luigi Bresciani, segretario generale Cgil Bergamo. Relazioni:Il racconto dell’emigrazione italiana nella seconda metà del Novecento (Michele Colucci, Università della Tuscia);Emigranti lombardi: rappresentazioni e autorappresentazioni (Patrizia Audenino, Università degli studi di Milano);Il “buon bergamasco” (Dario Carta, Isrec Bg – Università degli studi di Bergamo); Scene d'immigrazione: come i migranti hanno cambiato la società italiana (Laura Zanfrini, Università Cattolica di Milano) L'iniziativa è curata da Luciana Bramati e Dario Carta dell'Isrec Bg e da Eugenia Valtulina della Biblioteca "Di Vittorio" della Cgil di Bergamo. La cura scientifica è di Patrizia Audenino, Università degli studi di Milano

  • 23/10/2010, ore 15:00 - Sala Consiliare, Comune di Schilpario (Bg)

    Corso di Formazione per guide del Museo Etnografico di Schilpario (Bg)

    Il Comune e il Museo etnografico di Schilpario in collaborazione con la Regione Lombardia, hanno chiesto all'Isrec Bg di organizzare un corso di formazione per le guide del Museo Etnografico. Gli incontri inizieranno sabato 23 ottobre 2010 con una relazione di Luciana Bramati (Isrec Bg) e Dario Carta (Università degli studi di Bergamo), dal titolo "Un paese di emigranti. Culture a confronto". Il corso proseguirà il 30 ottobre con un intervento di Angelo Bendotti (presidente Isrec Bg) dal titolo "Fotografi montanari della prima metà del secolo: Luigi Bonomi, Lazzaro Bendotti, Stefano Magri; quindi il 6 novembre Elisabetta Ruffini (direttore Isrec Bg) interverrà su "Storia e memoria del 'secolo breve'. Testimonianze scritte e orali." A chiusura del corso, il 20 novembre, Angelo Bendotti e Elisabetta Ruffini presenteranno alcune proposte per la realizzazione di un Museo della Memoria.

  • 21/10/2010, ore 18:30 - Spazio Incontri Ubik, via Sant'Alessandro 1 - Bergamo

    La banda Carlo Pisacane

    In collaborazione con la Libreria Ubik di Bergamo, l'Istituto di Bergamo organizza la presentazione del libro di Gabriele Fontana, "La banda Carlo Pisacane Carenna Erna Santa Brigida Corni di Canzo" (Como, NodoLibri, 2010) per iniziativa dell'Isitutto di storia contemporanea "Pier Amato Perretta" e dell'Associazione culturale Banlieue. Ne discuterà insieme all'autore Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg.

  • 9/10/2010, ore 15:30 - Sala consiliare, piazzale Aldo Moro, Endine Gaiano (Bg)

    Premiazione della Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" per tesi di laurea sulla storia del Novecento - XIV edizione

    La Commissione giudicatrice della Borsa di studio Brighenti, importante appuntamento annuale – giunto ormai alla quattordicesima edizione - promosso dall’Isrec Bg in collaborazione con il Comune di Endine e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Anpi provinciale e della Camera del lavoro Cgil di Bergamo, ha in questi giorni assegnato il premio intitolato a Giuseppe Brighenti il partigiano Brach, poi sindacalista e deputato della Repubblica. Come previsto dal Bando sono state prese in esame le tesi di laurea specialistiche, partecipanti al concorso e la giuria ha deciso di conferire il primo premio ex aequo a Veronica Epis autrice della tesi, “La Cittadella”. Un quindicinale bergamasco di politica e cultura nell’Italia del secondo dopoguerra (1946-1948) e a Marco Quadri autore della tesi, Dalla tragedia al mito: la memoria della Grande Guerra nella bergamasca. La prima tesi, discussa presso l’Università degli studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia, analizza la storia del quindicinale bergamasco di politica e cultura inserendolo nell’effervescente clima del dopoguerra non solo a Bergamo. Si tratta di un lavoro di spessore e rigore scientifico che, pur affrontando un tema già studiato, offre nuove elementi di conoscenza, in particolare la sezione dedicata agli intrecci tra il periodico e Il Movimento di religione. La ricerca che utilizza in gran parte le carte e la documentazione a stampa presenti nell’archivio dell’Isrec contiene anche interviste a due testimoni di quella esperienza. La seconda tesi, discussa anch’essa presso l’Università degli studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia, indaga il formarsi del mito della Grande Guerra nel nostro territorio attraverso i monumenti eretti in città e in provincia, soprattutto nell’area dell’Isola Bergamasca. Con un attento lavoro di ricerca e di interpretazione della varie fonti utilizzate, ci viene raccontato la nascita, lo sviluppo e il consolidamento del mito postumo della Grande guerra – attraverso la documentazione d’archivio, la stampa, la memorialistica, gli “omaggi marmorei” – finalizzato all’elaborazione pubblica del lutto. L’aspetto innovativo della ricerca – che si colloca all’interno di un approccio storiografico di recente sviluppo in Italia – è proprio il censimento e la catalogazione dei monumenti presenti sul territorio di cui è stata ricostruita la storia. I monumenti presenti nell’Isola Bergamasca sono stati quindi oggetto di un’analisi più specifica. La premiazione avrà luogo presso la Sala consiliare del Comune di Endine sabato 9 ottobre 2010 a partire dalle ore 15:30. All’incontro, coordinati da Elisabetta Ruffini, direttore dell’Isrec Bg, parteciperanno Angelo Pezzetti, sindaco di Endine, Carlo Salvioni, presidente del Comitato antifascista bergamasco, Salvo Parigi, dell’Anpi provinciale, Luigi Bresciani, segretario generale della Cgil di Bergamo, Angelo Bendotti, presidente dell’Isrec Bg. I vincitori del premio, Veronica Epis e Marco Quadri, esporranno una sintesi dei loro lavori e verrà presentato il bando per la XVa edizione.

  • 25/9/2010, ore 16:00 - Liceo Scientifico "F. Lussana", via Angelo Mai, 1 - Bergamo

    "Come la brezza che congeda il giorno..."

    Nel decimo anniversario della scomparsa di Enzo Quarenghi, l'Isrec Bg che fu la sua casa , vuole ricordarlo a tutti quelli che gli furono amici. In collaborazione con il Liceo Scientifico Lussana, scuola in cui Enzo a lungo insegnò Storia e Filosofia, e la Lab80film, l'Istituto organizza una giornata dedicata alle sue due passioni: il cinema e la storia. Dopo un introduzione di Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec ci sarà una lezione magistrale di Diego Leoni, Museo storico italiano della guerra di Rovereto, dal titolo: Cinema e storia nei lavori di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi.

  • 24/9/2010, Sala Lupini Centro Polifunzionale F.lli Cervi, via Curie, Paladina (Bg)

    la Resistenza nella bassa Valle Brembana: l'azione della Brigata "Valbrembo"

    In occasione della Commemorazione del 66° anniversario della fucilazione dei partigiani a Petosino (Bg), l'Assessorato alla cultura del Comune di Paladina in collaborazione con l'Isrec Bg promuove la presentazione del libro "La diserzione. I 'mongoli' nella resistenza bergamasca e la strage di Monte di Nese" (Bergamo, Il Filo di Arianna, 2010). Durante l'incontro, oltre ad Andrea Pioselli autore della ricerca e collaboratore dell'Isrec Bg, interverranno Oscar Locatelli, sindaco di Paladina e Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg.

  • 8/9/2010, ore 17:30 - Biblioteca Isrec Bg, Via Tasso, 4 - Bergamo

    8 settembre 1943: la scelta degli italiani. I militari prigionieri in Germania e il loro "no"

    Per ricordare l’8 settembre non come “morte della patria”, ma momento di crisi in cui gli italiani seppero esprimere una capacità di immaginarsi diversi e liberi dal nazifascismo, la biblioteca dell’Isrec apre le porte per una lettura incontro sulla storia degli internati militari italiani. Dagli archivi emergono storie di concittadini che si intrecciano a quelle rese celebri dalla lettaratura per creare il contesto di una riflessione storica. All'incontro partecipano Angelo Bendotti, presidente Isrec Bg; Gianluca Piccinini, collaboratore Isrec Bg e Elisabetta Ruffini, direttore Isrec Bg. Le letture saranno a cura di Rosanna Sfragara. L'iniziativa, in collaborazione con il Teatro Tascabile di Bergamo, si colloca nel progetto "Liber a nos". I libri, il teatro, la città. Progetto per le biblioteche.

  • 9/6/2010, ore 17:30 - Bergamo, Spazio incontri Libreria Ubik, Via Sant'Alessandro 1

    1946: Le donne, la Repubblica

    In occasione della Festa della Repubblica 2010, l'Isrec Bg in collaborazione con la libreria Ubik di Bergamo, promuove la presentazione del libro "1946: Le donne, la Repubblica" (Donzelli, 2010). Intervengono Patrizia Gabrielli, autrice del libro, e Camillo Brezzi (Università degli studi di Siena e Arezzo). Introduce l'incontro, Angelo Bendotti presidente dell'Istituto.

  • 27/5/2010, ore 8:15 - Sede ISREC BG - Bergamo, Via Torquato Tasso, 4

    Una visita all'Isrec Bg

    Angelo Bendotti e Luciana Bramati incontreranno - nella sede dell'Istituto - i ragazzi della 3E del Liceo classico Paolo Sarpi di Bergamo, accompagnati dalla loro docente prof.ssa Agata Salomone. Nel corso delle due ore dell'incontro i ragazzi, dopo aver visitato l'Archivio dell'Isrec , seguiranno una lezione sul Sessantotto e gli anni Settanta nelle scuole bergamasche condotta attraverso il materiale documentario dell'archivio degli studenti e le fotografie dell'Archivio fotografico ell'Istituto.

  • 2/5/2010, ore 18:00 - Bergamo, Teatro Donizetti - Salone Riccardi, p.zza Cavour 4

    Il corpo degli alpini fra mito e storia

    In collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo e in occasione dell'adunata nazionale degli alpini, l'Isrec organizza il 2 maggio presso il teatro Donizetti un incontro con Giorgio Rochat - Università degli studi di Torino - sulla storia e il mito del copo degli alpini. Introdurrà Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg. Al termine, la compagnia teatrale Araucaìma Teater eseguirà una lettura scenica di brani tratti da "Come il mare che non si vede la fine. Memorie della campagna di Russia" Quaderni dell'Archivio della cultura di base a cura di Angelo Bendotti, Oriella Della Torre e Eugenia Valtulina.

  • 29/4/2010, Bergamo, Teatro Donizetti - Salone Riccardi, p.zza Cavour 4

    La diserzione. I "mongoli" nella Resistenza bergamasca e la strage di Monte di Nese (Il filo di Arianna, 2010)

    La sera del 12 aprile 1945 centinaia di soldati, originari di diverse nazioni dell'Unione Sovietica e inquadrati nelle forze armate tedesche, giunsero a Monte di Nese... Questa è l'apertura de La diserzione. I "mongoli" nella Resistenza bergamasca e la strage di Monte di Nese ultima pubblicazione della collana saggi de "Il filo di Arianna" , che verrà presentata a Bergamo in collaborazione con l'Assessorato alla cultura e allo spettacolo del Comune di Bergamo. Andrea Pioselli è l'autore di questa ricerca che prende in esame gli inizi della Resistenza in bassa Valle Brembana, le difficoltà di organizzare la lotta - di cui è testimonianza l'episodio di Villa Masnada - e la presenza russa nella fase insurrezionale, per ricostruire il quadro della strage di Nese. Il lavoro verrà presentato dallo stesso autore che ne discuterà con Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg.

  • 27/4/2010, ore 17:00 - Sede ISREC BG - Bergamo, Via Torquato Tasso, 4

    Attento passante! La storia nei luoghi: A ricordo della Resistenza

    In occasione del 25 aprile, terzo e ultimo incontro, organizzato dall'Isrec Bg, del ciclo "Attento passante! La storia nei luoghi", destinato a docenti, studenti e a tutta la cittadinanza che voglia riscoprire la storia del passato fascista e resistenziale a Bergamo, "solidificatosi" in alcuni luoghi della città. Dopo aver analizzato il fascismo a Bergamo e la figura di Antonio Locatelli, in questa ultima lezione si affronterà la Resistenza. Angelo Bendotti, presidente dell'Isrec Bg, ne analizzarà la storia, mentre Chiara Pizzi, esperta d'arte, descriverà il monumento al partigiano di Giacomo Manzù, posto in viale Papa Giovanni XXIII a Bergamo. A conclusione del corso potrà essere richiesta una visita ai luoghi.

  • 25/4/2010, ore 16:00 - Bergamo, cortile di via Tasso, 4

    i cannoni precedettero il sole - donne e uomini nella Resistenza bergamasca

    L'Isrec Bg per il sessantacinquesimo anniversario della Liberazione organizza un pomeriggio di testimonianze, riflessioni, canti e festa per ricordare e meditare la Resistenza. All'iniziativa partecipano, portando la loro testimonianza, Angelica Casile, Olga Mantovani, Lidia Minardi, Amalia Mosconi Lanfranchi, Luigi Alborghetti, Bruno Codenotti, Luigi Nando Nebiolo, Salvo Parigi, Giancarlo Pozzi, Giuseppe Popi Taino. L'introduzione della giornata e delle letture è affidata ai collaboratori dell'Isrec Bg. La lettura scenica e i canti è a cura di Araucaìma Teater con Pietro Bailo, Elena Borsato, Miriam Gotti, Francesca Minutoli, Ilaria Pezzera, Alberto Salvi. Alla chitarra: Angelo Bonfanti E' previsto un momento di rinfresco e scambio conviviale. In caso di pioggia l'iniziativa si svolgerà presso l'Auditorium di P.zza della Libertà a Bergamo.

  • 24/4/2010, ore 15:00 - Bergamo, via Tasso 4 e piazzale ex convento di Sant'Agostino

    Sulle tracce della libertà - percorsi cittadini per conoscere la Resistenza a Bergamo

    Nell'ambito della iniziativa "i cannoni precedettero il sole" organizzata dall'Isrec Bg per il sessantacinquesimo anniversario della Liberazione si propongono, a insegnanti, studenti e a tutta la cittadinanza, due percorsi guidati per conoscere la Resistenza a Bergamo. Il primo percorso sarà in Città Alta con partenza dal piazzale dell'ex convento di sant'Agostino alle ore 15:00 e alle ore 16:00. Il secondo percorso sarà nel centro di Bergamo con partenza dalla sede dell'Isrec Bg in via Tasso, 4 alle ore 15:00 e alle ore 16:00. Per il complesso delle iniziative si veda l'allegato

  • 20/4/2010, ore 17:00 - Sede ISREC BG - Bergamo, Via Torquato Tasso, 4

    Attento passante! La storia nei luoghi: Antonio Locatelli e la sua memoria

    In occasione del 25 aprile secondo incontro, organizzato dall'Isrec Bg, del ciclo "Attento passante! La storia nei luoghi", destinato a docenti, studenti e a tutta la cittadinanza che voglia riscoprire la storia del passato fascista e resistenziale a Bergamo, "solidificatosi" in alcuni luoghi della città. Dopo la prima lezione dedicata al fascismo a Bergamo e alla piazza della Libertà, in questo secondo incontro, si affronterà la figura di Antonio Locatelli, "eroe bergamasco". Elisabetta Ruffini, direttore dell'Isrec Bg, ne analizzarà la storia, il mito e la memoria mentre Chiara Pizzi, esperta d'arte, descriverà il monumento a lui dedicato: la fontana Locatelli posta in Viale Vittorio Emanuele a Bergamo. A conclusione del corso potrà essere richiesta una visita ai luoghi.

  • 13/4/2010, ore 17:00 - Sede ISREC BG - Bergamo, Via Torquato Tasso, 4

    Attento passante! La storia nei luoghi: Il fascismo a Bergamo

    In occasione del 25 aprile, l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea propone a docenti, studenti e a tutti i cittadini interessati di ritrovare il passato fascista e resistenziale bergamasco “solidificatosi” in alcuni luoghi della nostra città. Il rapporto tra memoria del passato e tessuto urbano è una questione complessa che vogliamo cominciare ad affrontare attraverso lo studio specifico di tre luoghi: Piazza della Libertà, la fontana Locatelli, il monumento ai partigiani di Manzù. Questi luoghi pongono alcune domande cui vorremmo cercare di rispondere: come si è messo in scena il fascismo a Bergamo? Come emerge nella città la memoria di Antonio Locatelli intorno alla cui figura si addensano gli impliciti, i non detti del passato fascista? Con quale forma si è inteso dare uno spazio alla memoria della Resistenza e predisporre un luogo intorno a cui celebrarne il ricordo? Attraverso tre incontri, in cui la voce della storia si intreccia a quella della critica dell’arte, si vorrà da un lato rendere esplicito l’intreccio tra storia e memoria e dall'altro descrivere lo spazio in cui la consapevolezza del passato emerge nel tessuto urbano e interpella il passante. Il primo incontro, dedicato al fascismo a Bergamo e alla Piazza della Libertà si terrà martedì 13 aprile alle ore 17:00 presso la sede dell'Isrec Bg. Elisabetta Ruffini, direttrice dell'Isrec Bg e Chiara Pizzi, esperta d'arte presenteranno l'iniziativa. Giorgio Scudeletti collaboratore dell'Isrec Bg interverrà sul fascismo a Bergamo mentre Sandro Scarrocchia, professore dell'Accademia di Brera analizzerà la piazza dal punto di vista artistico. A conclusione del corso potrà essere richiesta una visita ai luoghi.

  • 27/3/2010, Aula magna Istituto "Vittorio Emanuele II°, via Lussana 2 - Bergamo

    L'attualità di Ernesto Rossi - Convegno pubblico

    La Commissione Documentando dell'Istituto tecnico commerciale "Vittorio Emanuele II°" di Bergamo, in collaborazione con l'Isrec Bg, promuove, sabato 27 marzo 2010, un convegno pubblico dedicato alla figura di Ernesto Rossi, insegnante di economia presso la stessa scuola durante la seconda metà degli anni Venti fino all'arresto per la sua attività antifascista. Interverranno all'iniziativa Giovanni Scirocco, Rodolfo Vittori, Paolo Arnoldi, Gino Sossi, Dario Frigerio coordinati da Luciana Bramati dell'Isrec Bg e Giancarlo D'Onghia del ITCT "Vittorio Emanuele". Durante il convegno verrà presentato il sito web della Fondazione Rossi-Salvemini e proiettata un'intervista a Maria Luisa Marconi allieva di Rossi durante il periodo in cui insegnò a Bergamo. Per i maggiori dettagli si veda l'allegato alla notizia.

  • 5/3/2010, ore 14:30 - Aula Audiovisivi, Liceo Scientifico Satatale "F. Lussana", Via Mai, 1 - Bergamo

    Percorsi nel Novecento

    In collaborazione con il Liceo Scientifico Statale "F. Lussana" di Bergamo, l'Isrec Bg organizza un ciclo di lezioni pomeridiane per le studentesse e gli studenti della classi terze, quarte e quinte intitolato Percorsi nel Novecento. Si tratta di due incontri sulla Costituzione, uno sul Sessantotto e l'ultimo su Letteratura e Resistenza. Il primo incontro, venerdì 5 marzo 2010 presso l'Aula Audiovisivi del Liceo Lussana, ha per titolo "Costituzione, costituzionalismo e diritti della persona" è organizzato da Barbara Pezzini, costituzionalista e preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bergamo, membro del Direttivo dell'Istituto, e dai collaboratori della cattedra di diritto costituzionale. Propone una riflessione sui diritti della persona, considerata come essere umano a prescindere dalla sua cittadinanza e nell’appartenenza ad uno stato determinato (cittadinanza). Interroga la Costituzione repubblicana e la sua attuale capacità di riconoscere e garantire i diritti della persona, ma anche la sua storia e la più ampia cornice del costituzionalismo, cioè di una tradizione politico-filosofica e di una dottrina circa la funzione della costituzione. Stefano Rossi, avvocato, incontrerà gli studenti in questo primo appuntamento sulla Costituzione. Per il programma completo del ciclo si veda l'allegato.

  • 3/2/2010, ore 9:00 - Biblioteca Comunale "Don Lorenzo Milani", Bonate Sopra (Bg)

    Restare umani: storie di coloro che attivamente non collaborarono alla deportazione ebraica durante il nazi-fascismo

    Su invito del Comune di Bonate Sopra, Luciana Bramati dell'Isrec Bg incontrerà gli studenti e gli insegnanti della Scuola secondaria di primo grado "Aldo Moro" e proporrà loro alcune storie di chi si oppose fattivamente alla deportazione e ricostruirà la vicenda del "Giusto fra le nazioni" il riconoscimento che viene dato dalla Corte suprema d'israele a coloro che salvarano la vita agli ebrei durante la Shoah.

  • 27/1/2010, ore 18:00 - Palazzo Ex-Ateneo, Piazza Reginaldo Giuliani, Città Alta, Bergamo

    LUOGHI. QUATTRO CAMPI, LA LORO STORIA, LA NOSTRA MEMORIA (mostra documentaria e fotografica)

    In occasione del Giorno della memoria 2010 l'Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, con la collaborazione del Comune di Bergamo, della Scuole di restauro "Camillo Boito" dell'Accademia di Belle Arti di Brera e dell'Aned, allestisce la mostra documentarie e fotografica "Luoghi. Quattro campi, la loro storia, la nostra memoria, curata da Elisabetta Ruffini (Isrec Bg). Si tratta della ricostruzione storica di quattro campi: Fossoli, Bolzano, Mauthausen, Auschwitz e del loro costituirsi come luoghi di memoria. Se la storia dei quattro luoghi è affidata ai documenti, le testimonianze dei sopravvissuti (disegni e parole) tracciano quel percorso di memoria che dalla loro voce arriva al nostro presente che lo sguardo della fotografa Isabella Balena indaga e documenta. La mostra, dopo l'inaugurazione il 27 gennaio, resterà aperta fino al 14 febbraio 2010. Per le scuole sono previste visite guidate e laboratori di approfondimento Per maggiori informazioni aprire gli allegati alla presente notizia.

  • 27/1/2010, ore 10:30 - Sede delle scuole secondarie di primo grado di Cividino e Tagliuno (Bg)

    Giorno della memoria 2010: conoscere il passato per comprendere il presente

    L'Isrec Bg in collaborazione con la Sezione Anpi Val Calepio promuove, in occasione del Giorno della memoria, un'iniziativa con gli studenti e gli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado di Cividino e Tagliuno. Angelo Bendotti, direttore dell'Isrec Bg, incontrerà gli studenti proponendo loro un percorso tra storia e memoria e sollecitando la riflessione sul presente.

  • 27/1/2010, ore 10:30 - Sala Consiliare del Comune di Endine Gaiano (Bg), piazzale Aldo Moro

    Giorno della memoria 2010: conoscere il passato per comprendere il presente

    Su invito del Comune di Endine Gaiano, Luciana Bramati dell'Isrec Bg incontrerà gli studenti e gli insegnanti della Scuole secondaria di primo grado di Endine. Attarverso un percorso di letture e testimonianze preparate dai ragazzi, intrecciato con immagini e approfondimenti, storici si ricostruirà la vicenda della deportazione razziale e no durante la seconda guerra mondiale.

  • 19/12/2009, ore 10:00 - Lovere (Bg), Auditorium di Villa Milesi

    Ricordando i "tredici martiri"

    Sabato 19 dicembre presso l'auditorium di Villa Milesi alle ore 10:00 Dario Carta e Luciana Bramati dell'Isrec Bg incontreranno gli studenti della scuola media e del liceo di Lovere, in occasione del 66° anniversario della fucilazione dei tredici martiri. Dario Carta ripercorrerà le vicende della Resistenza loverese inserendole nel contesto nazionale, mentre Luciana Bramati svilupperà il tema della memoria della Resistenza dal dopoguerra ad oggi. In seguito verrà presentato il bando di concorso per lavori sulla Resistenza locale svolti da studenti (19-21 dicembre 2009 / 19-20-21 marzo 2010).

  • 23/10/2009, ore 17:30 - Bergamo, Auditorium p.zza della Libertà

    Jugoslavia: una memoria da (ri)costruire

    L'Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età contemporane in collaborazione con la Lab 80 film propone, attraverso un ciclo di film e documentari, un'occasione di di riflessione sulla Jugoslavia e sulla parabola che portò alla sua cruenta dissoluzione. Presso l'Auditorium di p.zza della Libertà, venerdì 23 ottobre alle ore 17:30 e alle ore 21:00 verrà proiettato "Le sorprese del divorzio" di Krešimir Golik (Jugoslavia, 1970, 91'). Sabato 7 novembre 2009 introdotto da Giacomo Bosisio, collaboratore dell'Isrec Bg, Marco Cuzzi - ricercatore di storia contemporanea presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università degli studi di Milano - aprirà il pomeriggio con una relazione dal titolo "Il sogno e l'incubo. Breve storia dell'ultima Jugoslavia". Seguirà la propiezione di "Rata neće biti. Non ci sarà la guerra" di Daniele Gaglianone (Italia, 2008, 170') vincitore nel 2009 del David di Donatello come miglior documentario. Chiuderà alle 21:30 il film di Bata Cengic "Il ruolo della mia famiglia nella rivoluzione mondiale" (Jugoslavia, 1971, 107', v.m.18).

  • 17/10/2009, Endine Gaiano (Bg), Sala consiliare, piazzale Aldo Moro

    Premiazione Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" per tesi di laurea sulla storia del Novecento - XIII edizione

    Sabato 17 ottobre 2009 a partire dalle ore 15:30, presso la Sala consiliare del Comune di Endine, avrà luogo la premiazione della tredicesima edizione della Borsa di studio “Giuseppe Brighenti", per una tesi di laurea sulla storia del Novecento. Così, ogni anno, l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, in collaborazione con il Comune di Endine Gaiano - paese natale di Brighenti - e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Anpi provinciale e della Camera del Lavoro Cgil di Bergamo, vuole ricordare la figura del partigiano Brach poi sindacalista, sindaco e parlamentare nel dopoguerra Interverranno Angelo Pezzetti, Sindaco di Endine Gaiano, Eugenio Bruni, Presidente del Comitato antifascista bergamasco, Salvo Parigi, Presidente dell’Anpi di Bergamo, Luigi Bresciani, Segretario generale della Cgil di Bergamo, Elisabetta Ruffini, coordinatrice delle attività scientifiche dell’Isrec Bg, coordinati da Luciana Bramati, vicepresidente dell’Istituto. Nel corso della cerimonia le vincitrici del premio Valentina Bailo e Stefania Bursomanno esporranno i loro lavori e verrà inoltre presentato il nuovo bando per la XIV edizione della Borsa di studio.

  • 14/9/2009, ore 17:00 - Bergamo, Sala del teatro Tascabile, Città Alta, via Boccola ang. P.zza Mascheroni

    8 settembre 1943: la scelta degli italiani

    In collaborazione con il Teatro Tascabile e la Lab 80 film, l'Isrec Bg propone un'iniziativa sull'8 settembre. Intendiamo così dare a tutti i cittadini e al mondo della scuola un'occasione di racconto e di riflessione sulle "origini" del 25 aprile 1945. L'8 settembre quindi non come "morte della patria" ma come atto di nascita di una nuova identità, come momento in cui gli italiani si riappropriano della propria facoltà di scegliere da che parte stare e chi combattere, come inizio della Resistenza. Il programma dell'incontro prevede gli interventi di Angelo Bendotti (direttore dell'Isrec Bg), "L'inizio della Resistenza nella bergamasca, di Adriano Piccardi (direttore di "cineforum" e critico cinematografico), "Il racconto della Resistenza nel cinema" coordinati da Andrea Pioselli (collaboratore Isrec Bg). Seguirà la prioezione de "Il terrorista" di Gianfranco De Bosio (1963, It./Fr., 95', b/n) con successivo confronto con il regista, coordinato da Pietro Crivellaro (direttore dell'Archivio del Teatro stabile di Torino) e dai collaboratori dell'Isrec Bg.

  • 15/6/2009, ore 09:00 - Bergamo, sede Isrec Bg, via Torquato Tasso 4

    Esperienza di orientamento all’Isrec Bg

    Dal 15 giugno l’ISREC Bergamo, in collaborazione con il Liceo Scientifico Statale "Filippo Lussana" e l’Istituto Superiore Statale "Oscar Romero", avvia un progetto di stage di tirocinio/formazione e orientamento, che vedrà coinvolti due studenti: Vito Cilluffo e Lisa Manini. Lo stage, che avrà inizio il 15 e terminerà il 27 giugno, si svolgerà secondo una convenzione, stipulata dall’ISREC Bg e dalle scuole coinvolte, il cui obbiettivo è favorire l’orientamento universitario degli allievi, attraverso la frequentazione di un luogo in cui si svolge ricerca storica. Gli studenti verranno seguiti da Luciana Bramati e potranno nel corso della loro permanenza in Istituto conoscere ambienti, materiali e strumenti utilizzati nell’attività di ricerca, di conservazione e di divulgazione storica.

  • 12/6/2009, ore 10:30 - Roma, Casa della memoria e della Storia, via San Francesco di Sales, 5

    Comunicare la memoria della storia: Il memoriale italiano di Auschwitz e la consegna dei fondi per il Cantiere Blocco 21

    Presso la Casa della memoria e della Storia a Roma, venerdì 12 giugno, si svolgerà una mattinata di lavori dedicati al Memoriale italiano di Auschwitz. L’iniziativa promossa da Isrec Bg, Aned, Accademia delle Belle Arti di Brera e dai sindacati edili di Cgil, Cisl, Uil (Lazio e nazionale) prevede una seduta di lavori coordinati da Vera Michelin Salomon (Aned, Roma) a cui daranno il loro contributo Elisabetta Ruffini (Isrec Bg), Sandro Scarrocchia (Accademia di Brera) e Marco Dezzi Bardeschi (Politecnico di Milano-Ananke). Seguirà la consegna dei fondi raccolti dai sindacati per il progetto "Cantiere Blocco 21" e la documentazione video del primo lavoro di restauro svolto ad Auschwitz - nel settembre del 2008 - dagli allievi dell’Accademia di Brera. Chiuderà l’iniziativa Gianfranco Maris Presidente dell’Aned nazionale. Maggiori informazioni sull’iniziativa e un ampio ragguaglio sul progetto Cantiere blocco 21 e sugli Enti paritetici che lo sostengono sono contenuti nell’allegato alla presente notizia.

  • 22/5/2009, ore 18:00 - Bergamo, ex chiesa della Maddalena, via Sant’Alessandro 39d

    Giustizia bendata

    L’Isrec Bg, in collaborazione con il Comune e l’Università degli studi di Bergamo e con la libreria Punto Einaudi, organizza la presentazione dell’ultimo lavoro di Adriano Prosperi, "Giustizia bendata. Percorsi storici di un’immagine". L’autore discuterà del tema oggetto della sua ricerca con Massimo Zaggia della Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università degli studi di Bergamo. Modera l’incontro Francesco Mores della Scuola Normale Superiore di Pisa e collaboratore dell’Isrec Bg.

  • 20/5/2009, ore 20:45 - Biblioteca Centro Cultura di Nembro (Bg)

    Momenti di storia

    Nell’ambito dell’iniziativa "Momenti di storia" organizzata dalla Biblioteca Centro Cultura di Nembro (Bg), Luciana Bramati dell’Isrec Bg presenta il libro di Matteo Dominioni, Lo sfascio dell’impero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941) edito da Laterza nel 2008.

  • 18/5/2009, ore 10:00 - Colli di san Fermo

    Sulle Tracce della libertà - Dai Colli di San Fermo a Fonteno

    Nell’ambito del progetto "Sulle tracce della libertà", organizzato dall’Isrec Bg con la partecipazione del CAI di Bergamo, che prevede per i mesi di aprile e maggio l’offerta - a tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado di Bergamo e provincia - di un programma di escursioni didattiche in città e provincia in alcuni fra i più importanti luoghi della Resistenza bergamasca, Matteo Cavalleri, collaboratore dell’Isrec Bg, accompagnerà cento studenti delle classi II e III medie dell’Istituto comprensivo di Cologno al Serio e i loro insegnanti lungo il percorso "Dai Colli di san Fermo a Fonteno" teatro dell’attività della 53a Brigata Garibaldi "Tredici martiri di Lovere" e della battaglia di Fonteno del 31 agosto 1944. Il progetto "Sulle tracce della libertà" intende coniugare la conoscenza dei fatti con quella dei luoghi, offrendo un’opportunità di "didattica esperienziale" per uscire dalla ritualità delle celebrazioni del 25 aprile e premettere agli studenti un confronto con la Resistenza partendo dalla storia locale e saldandola al più ampio quadro nazionale.

  • 12/5/2009, ore 18:00 - Bergamo, sala ex Consiliare, via Tasso 4

    Intorno a un libro

    Nell’ambito dell’iniziativa "Intorno ad un libro" organizzata dall’Isrec Bg in collaborazione con le librerie di Bergamo:Palomar, Punto Einaudi e Ubik, viene presentato il volume "Naufraghi della pace. Il 1945, i profughi e le memorie divise d’Europa" (Donzelli, 2008). Eva Banchelli dell’Università degli studi di Bergamo, coautrice del volume, ne discute con Giacomo Bosisio collaboratore dell’Isrec Bg. L’incontro è rivolto in particolare agli studenti e agli insegnanti delle scuole superiori della città e della provincia.

  • 6/5/2009, ore 10:00 - Colli di San Fermo, Bergamo

    Sulle tracce della libertà - Dai Colli di San Fermo a Fonteno

    Nell’ambito del progetto "Sulle tracce della libertà", organizzato con la partecipazione del CAI di Bergamo, che prevede per i mesi di aprile e maggio un programma di escursioni didattiche a Bergamo e nella provincia in alcuni fra i più importanti luoghi della Resistenza bergamasca, Matteo Cavalleri e Silvia Ghezzi, collaboratori dell’Isrec Bg, accompagneranno 100 studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto Marzoli di Palazzolo sull’Oglio e i loro insegnanti lungo il percorso "Dai Colli di San Fermo a Fonteno" teatro dell’attività della 53a Brigata Garibaldi "Tredici martiri di Lovere" e della battaglia di Fonteno del 31 agosto 1944. Il progetto "Sulle tracce della libertà" intende coniugare la conoscenza dei fatti con quella dei luoghi, offrendo un’opportunità di "didattica esperienziale" per uscire dalla ritualità delle commemorazioni del 25 aprile e permettere agli studenti un confronto con la Resistenza partendo dalla storia locale e saldandola al più ampio quadro nazionale.

  • 6/6/2008, ore 10:00 - Lovere (BG), Auditorium Villa Milesi

    La voce di una testimone. Marisa Scala dal lager di Bolzano al Tribunale di Verona

    In collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Bergamo, il Dipartimento di scienze giuridiche dell’Università degli studi di Bergamo e l’Anpi "13 martiri" di Lovere, l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza organizza due giornate di studio dedicate rispettivamente al lager di Bolzano e al processo a Michael Seifert. Il primo incontro, dal titolo "Il lager di Bolzano. La storia del luogo e dei prigionieri", è organizzato a Lovere, presso l’Auditorium Villa Milesi, venerdì 6 giugno 2008 dalle ore 10:00. Apriranno i lavori Grazia Milesi dell’Anpi di Lovere e Gabriella Riva, insegnante del locale Liceo artistico. Seguiranno gli interventi di Marisa Scala, "La storia di prigioniera nel campo di Bolzano"; Carla Giacomozzi (Archivio comunale di Bolzano), "La storia del campo"; Dario Venegoni (Aned Milano), "La storia dei prigionieri". Il secondo incontro, dal titolo "Il processo a Michael Seifert. Prospettive a confronto", si terrà a Bergamo, presso la Sala ex Consiliare, sabato 7 giugno 2008 dalle ore 10:00. Dopo i saluti introduttivi di Barbara Pezzini, Presidente dell’Isrec Bg e Preside della Facoltà di giurisprudenza dell’Università degli studi di Bergamo, e di Eugenio e Roberto Bruni per l’Ordine degli avvocati di Bergamo, seguiranno gli interventi di Marisa Scala, "Una testimone nel processo a Michael Seifert"; di Bartolomeo Costantini (Procuratore militare della Repubblica - Verona), "Il processo e la sua struttura"; Carla Giacomozzi (Archivio comunale di Bolzano), "L’influenza del processo sulla ricerca storica e la costruzione della memoria del luogo"; Fabrizio Revelli (giornalista de "La Repubblica"), "La stampa: uso e abuso di un processo". Il progetto e il coordinamento dell’iniziativa è a cura di Elisabetta Ruffini dell’Isrec Bg.

  • 8/5/2008, ore 11:00 - Accademia di Brera, Aula 10, Via Brera 28, Milano

    Auschwitz CANTIERE BLOCCO 21

    L’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea convinto che il memorial in onore degli italiani caduti nei campi di sterminio che sorge in Auschwitz sia un importante documento della nostra storia del Novecento e un prezioso monumento della nostra arte contemporanea, insieme all’Accademia di Brera ha deciso di promuovere un laboratorio di studio e lavoro per riportare il memorial alla sua originaria bellezza e imparare a conoscerlo e a raccontarlo alle future generazioni. Il laboratorio verrà presentato da Sandro Scarrocchia dell’Accademia di Brera e da Elisabetta Ruffini dell’Isrec Bg. Partecipano all’iniziativa: Gianfranco Maris, Dario Trento, Elisabetta Longari, Laura Lombardi, Dulio Tanchis, Barbara Ferriani, Marco Dezzi Bardeschi, Serena Maffioletti, Alberico Belgiojoso, Fulvio Gervasoni e Martino Signori. Contestualmente verrà presentato un manifesto per raccogliere firme a favore della salvaguardia integrale del memorial.

  • 10/4/2008, ore 21:00 - Bergamo, Sala ex Consiliare, Via Tasso, 4

    Gli ultimi fuochi. 28 aprile 1945, a Rovetta

    Angelo Bendotti e Elisabetta Ruffini, autori di "Gli ultimi fuochi. 28 aprile 1945, a Rovetta" (Il filo di Arianna, 2008) discutono del loro lavoro con Santo Peli, Università degli studi di Padova e Massimiliano Della Torre, Università degli studi di Bergamo. L’iniziativa è promossa dall’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.

  • 24/2/2008, ore 10:00 - Bergamo, Sala ex Consiliare, Via Torquato Tasso 4

    La storia del ritorno. I reduci italiani del secondo dopoguerra

    Per ricordare la scomparsa del Prof. Pietro Raffaelli, l’Isrec Bg in collaborazione con l’Associazione nazionale superstiti reduci e famiglie caduti divisione Acqui - Sezione di Bergamo e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, organizza la presentazione del libro di Agostino Bistarelli, "La storia del ritorno. I reduci italiani del secondo dopoguerra" (Torino, Bollati Boringhieri 2007). Ne dicutono con l’autore, Erika Lorenzon, Università degli studi di Venezia e Angelo Bendotti, direttore Isrec Bg. Coordina Elisabetta Ruffini, Isrec Bg. L’iniziativa prevede un momento musicale in cui verranno eseguiti brani di G. B. Pergolesi e A. Vivaldi sotto la direzione del maestro Marco Maisano.

  • 19/1/2008, ore 18:30 - Palazzo dell’ex Ateneo, P.zza Duomo, Città Alta, Bergamo

    Primo Levi, i giorni e le opere - Inaugurazione della mostra

    In occasione della Giornata della Memoria 2008 l’Isrec, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del comune di Bergamo e con il sostegno di alcune librerie della città, accoglie la mostra itinerante Primo Levi, i giorni e le opere, che viene ospitata per la prima volta in Lombardia, dopo essere stata portata alla Casa delle Letterature di Roma e a Belgrado. La mostra, prodotta dal Centre d’Histoire de la Résistance et de la Déportation di Lione per cura di Philippe Mesnard e Carlo Saletti, è stata presentata a Torino dal Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, dei Diritti e della Libertà, nella versione italiana realizzata da Alberto Cavaglion ed Elisabetta Ruffini. La mostra non solo intende ricordare Levi nel ventennale della sua morte (11 aprile 1987), ma lo ripensa come uno dei più significativi intellettuali del Novecento che grazie alla scrittura rielabora l’esperienza concentrazionaria e stabilisce un dialogo con la società a cui sottopone le proprie riflessioni sul passato e sul presente.Un’occasione per conoscere la figura di Primo Levi attraverso una complessa tessitura di immagini e di situazioni: il chimico, lo scrittore, il testimone, l’editorialista e il drammaturgo. A questo proposito la mostra presenta la ricostruzione in video (a cura di Lorenzo Barello, Pietro Crivellaro e Michele Sessa del Teatro Tascabile di Torino) della riduzione teatrale di Se questo è un uomo del 1966 per la regia di Gianfranco De Bosio. L’arrivo della mostra sarà l’occasione per ricostruire con materiale documentale e fotografico, pressochè inedito, l’attribuzione del Premio Bergamo a Primo Levi per "La chiave a stella" e ricordare la sua visita alla città nel settembre del 1979 per ritirare il premio. La ricerca e l’organizzazione delle attività proposte alle scuole che visiteranno la mostra sono state curate da Matteo Cavalleri, Elisabetta Ruffini ed Elisabetta Zonca dell’Isrec Bg. La mostra resterà aperta dal 20 gennaio al 3 febbraio 2008 con i seguenti orari: da lunedì a vernerdì 17:00-19:00; sabato e domenica 10:30-13:30/16:00-20:00. Per info: isrecbg@iol.it, tel. 035 238849.

  • 19/1/2008, ore 15:00 - Teatro Tascabile di Bergamo, Vicolo Sant’Agata 17, Città Alta, Bergamo

    Se questo è un uomo e le sue versioni - Convegno

    A Katovice, in attesa del ritorno, insieme all’amico De Bendetti, Levi scrive e consegna una relazione sulle condizioni igieniche del campo di Aschwitz-Monowitz che, rimaneggiata, verrà pubblicata subito nel dicembre del 1946 sulla rivista scientifica "Minerva Medica". Levi ricorda di essersi fatto narratore infaticabile del Lager sin dal suo arrivo a Torino; ricorda di aver scritto poesie "concise e sanguinose" e di aver raccontato a tutti "amici, nemici e estranei", fino ad accorgersi che il racconto andava "cristallizzandosi" in una forma definita. Nella primavera del 1947, sull’"Amico del popolo" di Vercelli (e poi su "il Ponte"), escono alcuni estratti di un libro di prossima uscita: Sul fondo. Si trattava di alcuni passi di quel testo che diventerà Se questo è un uomo. Finalmente, nell’ottobre del 1947, esce, presso la casa editrice Francesco De Silva, la prima edizione di Se questo è un uomo. Sul numero dello stesso mese della rivista "L’Italia che scrive", Primo Levi firma un’autopresentazione in cui precisa che il libro nasce dal bisogno di raccontare "agli altri", bisogno che "aveva assunto tra di noi, prima della liberazione e dopo, il carattere di un impulso immediato e violento" e aggiunge: "non sono in grado di giudicare il mio libro: può essere mediocre, cattivo e buono. Mi auguro che venga letto comunque: non solo per ambizione, ma anche nella sottile speranza che il lettore capisca che le cose raccontate lo riguardano." La piccola casa editrice non riesce a garantire una diffusione del libro, tanto che Levi si ricorderà di avere provato la sensazione di essere "l’autore di un libro che a me sembrava bello, ma che nessuno leggeva" (in Il sistema periodico). Nel 1958, il libro è ristampato da Einaudi: comincia una "nuova vita", ma varrà la pena ricordare che il testo viene parzialmente riscritto. La fortuna edizione del 1958 non esaurisce comunque la necessità di narrare il campo. Non soltanto il ricordo del lager lavorerà più o meno esplicitamente sulla scrittura di Levi, ma Se questo è un uomo sarà continuamente riscritto: alcuni capitoli genereranno racconti, ne sarà tratta una versione radiofonica nel 1964, una teatrale nel 1966 e l’ultimo libro di Levi porta il titolo di un suo capitolo. Da queste brevi note e dalla convinzione che la memoria sia un esercizio di racconto teso ad individuare le forme per un’autobiografia collettiva, nasce l’idea del convegno Se questo è un uomo e le sue versioni che l’Isrec Bg organizza a ridosso dell’inaugurazione della mostra Primo Levi, i giorni e le opere. Al Convegno, introdotto da Elisabetta Ruffini (Isrec Bg) e da Rossana Sfragara e Giovanna Scardoni (Teatro Tascabile di Bergamo) interverranno Pietro Crivellaro (Teatro Stabile di Torino), Gianfranco De Bosio (regista), Frediano Sessi (storico). Presiederà Daniele Jalla, Presidente del Comitato Italiano International Council of Museum.

  • 22/11/2007, ore 17:00 - Bergamo, Via Torquato Tasso 4 Ciclo: Primo Levi a scuola. Corso per docenti

    Primo Levi e la ragione che non può andare in vacanza

    Presso l’aula seminari dell’Isrec Bg si svolge il terzo appuntamento del corso per docenti: Primo Levi a scuola. Coordinato da Elisabetta Ruffini e dai collaboratori dell’Isrec Bg, l’incontro seminariale rintraccerà nell’opera di Levi quei passi in cui l’attitudine alla distinzione e all’analisi sono assunte come modalità di pensiero, di approccio e di decodificazione del mondo.

  • 8/11/2007, ore 20:30 - Bergamo, Sala ex Consiliare, Via Torquato Tasso 4 Ciclo: Primo Levi a scuola

    Primo Levi, la voce del testimone, la storia e il revisionismo

    Nell’ambito del corso per docenti "Primo Levi a scuola" Giovedì 8 novembre si svolgerà il terzo incontro. Enzo Collotti, Università di Firenze terrà una "lezione magistrale" analizzando il ruolo del testimone nella costruzione e decostruzione della storia. L’incontro è aperto a tutti anche a coloro che non sono iscritti al corso.

  • 25/10/2007, ore 16:00 - Bergamo, Via Torquato Tasso 4

    Primo Levi a scuola - Corso per docenti

    Presso l’aula seminari dell’Istituto bergamasco della storia della Resistenza e dell’età contemporanea si svolgerà dalle ore 16:00 alle ore 18:30 il secondo incontro del corso "Primo Levi a scuola". La lezione seminariale dal titolo "Primo Levi, sopravvissuto e testimone" verrà coordinata da Elisabetta Ruffini e dai collaboratori dell’Isrec Bg. In questo secondo appuntamento verranno messi a fuoco i passi dell’opera di Levi in cui si delineano il significato, le sfide e i rischi del portare testimonianza. Parteciperà all’incontro Ferruccio Maruffi (presidente dell’Aned di Torino) che accompagnò numerose volte Levi nella sua attività di testimone nelle scuole. Per il programma completo del corso si veda l’allegato. L’orario di questo secondo incontro - rispetto al programma - è stato anticipato per esigenze organizzative. Sono confermati orari e sedi dei successivi incontri.

  • 11/10/2007, ore 17:00 - Bergamo, Via Torquato Tasso, 4

    Primo Levi a scuola - Corso per docenti

    Nell’ambito delle iniziative per il ventennale della morte di Primo Levi, l’Isrec intende promuovere un corso di aggiornamento per docenti che si articolerà in cinque incontri - tra ottobre e dicembre - alternando momenti seminariali a lezioni magistrali. Il corso, limitato a trenta iscritti per favorire il lavoro collettivo di lettura e analisi dei testi, tenterà di far risuonare la voce di Levi non solo come scrittore della deportazione ma, più in generale, come voce del Novecento attraverso un percorso tra letteratura, storia e filosofia. La prima lezione tenuta da Elisabetta Ruffini, ricercatrice dell’Isrec Bg, dal titolo "Primo Levi, scrittore per necessità" si terrà giovedì 11 ottobre 2007 presso la sala seminari dell’Isrec Bg in Via Tasso 4. Il corso ha ottenuto il patrocinio del Comune e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo. Per l’intero programma si veda l’allegato.

  • 6/10/2007, ore 15:30 - Endine Gaiano (Bg), Sala consiliare, piazzale Aldo Moro

    Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" per tesi di laurea sulla storia del Novecento - XI edizione

    In collaborazione con il Comune di Endine e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Anpi e della Camera del Lavoro Ggil di Bergamo, l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea premierà - ad Endine Gaiano sabato 6 ottobre alle ore 15:30 - i vincitori della undicesima edizione della Borsa di studio "Giuseppe Brighenti". Andrea Caponeri - autore di "I processsi per collaborazionismo alla Corte d’assise straordinaria di Bergamo (1945-1947)", Università degli studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia - vincitore del primo premio e Maria Vertova - autrice di "Cultura politica e organizzazione comunista: il rapporto militante-partito a Bergamo (1945-1948)", Università degli studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia - vincitrice del secondo, presenteranno i loro lavori. Per maggiori dettagli si veda il comunicato allegato.

  • 9/5/2007, Bergamo, ore 17.00, Sala conferenze del Teatro Donizetti, Piazza Cavour 14

    Presentazione del libro "Streghe" di Grado Giovanni Merlo

    L’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea e la Libreria Palomar promuovono la presentazione del libro "Streghe" di Giovanni Grado Merlo (il Mulino, 2006). Ne discuteranno con l’autore, Maurizio Bertolotti, presidente dell’Istituto mantovano di storia contemporanea e Claudia Villa, preside della Facoltà di Scienze umanistche dell’Università degli studi di Bergamo. Coordina l’incontro Elisabetta Ruffini, Isrec Bg.

  • 24/4/2007, ore 21:00 - Bergamo

    Noi e loro. Scene dalla Resistenza

    Martedì 24 aprile alle ore 21:00, presso l’Auditorium della Circoscrizione di Loreto in via Roengten 3 a Bergamo, verrà prsentato lo spettacolo teatrale "Noi e loro. Scene dalla Resistenza", a cura dell’Isrec Bg e con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo. Per maggiori informazioni si veda l’allegato.

  • 16/4/2007, Bergamo e provincia

    Sulle tracce della libertà. Escursioni didattiche sui luoghi della Resistenza bergamasca - 16/30 aprile 2007

    L’istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, con la collaborazione della Sezione di Bergamo del Club alpino italiano, propone un programma di escursioni didattiche a Bergamo e provincia (Malga Lunga Valle Seriana; Colli di San Fermo e Fonteno Val Cavallina; Serina e Cornalba Val Brembana)in alcuni fra i più importanti luoghi della Resistenza bergamasca. Il progetto Sulle tracce delle libertà è rivolto alle classi terze delle scuole medie inferiori e a tutte le classi delle scuole medie superiori. L’iniziativa mira a condurre gli studenti attraverso un percorso didattico innovativo che coniuga lo studio della storia alla conoscenza del territorio. Le visite vedranno le classi coinvolte in percorsi didattici in città e su percorsi di media montagna privi di difficoltà della durata complessiva di 3 ore. Le escursioni didattiche saranno guidate e illustrate dai collaboratori dell’ISREC con la collaborazione di soci del Cai. E’ possibile prenotarsi telefonando all’ISREC BG o mandando un’e-mail tenendo conto che dal periodo 16/30 aprile sono esclusi i giorni festivi. Alle scuole il compito di organizzare l’eventuale trasporto. Riferimenti organizzativi: ISREC BG tel. 035 238849 e-mail: isrecbg@iol.it. Per ulteriori informazioni si veda l’allegato.

  • 1/2/2007, ore 17:30 - Bergamo, Sala Mutuo Soccorso Via Zambonate 33

    Non parlo a tutti. Franco Fortini intellettuale politico

    Daniele Balicco, autore di "Non parlo a tutti. Franco Fortini intellettuale politico" (manifestolibri, 2006) discuterà del suo libro con Romano Luperini, ordinario di Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli studi di Siena e con Riccardo Bellofiore, ordinario di Economia Politica presso la Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Bergamo. L’iniziativa promossa dall’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea è coordinata da Angelo Bendotti, direttore dell’Isrec Bg.

  • 26/1/2007, ore 21:00 - Bergamo, Sala ex Consiliare, Via Tasso 4

    Tra De Gasperi e Togliatti. Memorie degli anni Cinquanta

    Giuseppe Chiarante, autore di "Tra De Gasperi e Togliatti. Memorie degli anni Cinquanta" (Carocci, 2006), discute del suo libro con Daniele Menozzi, ordinario di Storia contemporanea presso la Scuola Normale Superiore, e con Francesco Mores, borsista presso la Scuola Normale Superiore e collaboratore dell’Isrec di Bergamo. Coordina la serata Angelo Bendotti, direttore dell’Isrec Bg e portano i loro saluti Enrico Fusi, Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo, Matteo Rossi, Segretario cittadino dei Ds e Mario Casati del Circolo Luigi e Roberto Minardi. L’iniziativa è promossa dall’Isrec Bg in collaborazione con "la Città" trimestrale dei Democratici di Sinistra di Bergamo, Officina 33 - Associazione universitaria, il Circolo Luigi e Roberto Minardi e l’Assessorato alla cultura del Comune di Bergamo.

  • 25/1/2007, ore 17:30 - Bergamo, Pallazzo dell’Ex Ateneo - Città Alta

    Immagini dal silenzio. La prima mostra nazionale dei lager nazisti attraverso l’Italia 1955-1960

    Arriva a Bergamo la mostra che nel 2005 l’Istituto di Modena, in collaborazione con il Comune di Carpi e la Fondazione ex-campo Fossoli, ha allestito per raccontare la storia della "Mostra nazionale dei Lager Nazisti" presentata per la prima volta a Carpi nel 1955 e poi itinerante per l’Italia. Tra le varie città toccate, la mostra giunse anche a Bergamo nel 1960. Elisabetta Ruffini, curatrice assieme a Marzia Luppi dell’allestimento di Modena, ha per l’Isrec Bg documentato con nuovi pannelli il passaggio della mostra in città, iniziando così a tracciare le linee generali di un possibile percorso di costruzione della memoria della deportazione nel contesto cittadino bergamasco. La mostra verrà inaugurata il 25 gennaio alle ore 17:30 al Palazzo dell’Ex Ateneo in Città Alta e poi resterà aperta dal 26 gennaio all’11 febbraio, ogni giorno, dalle ore 16:00 alle ore 19:30. Sono previste visite guidate per le scuole (per ulteriori informazioni si veda il materiale allegato). L’iniziativa, sotto il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, è dedicata dall’Istituto alla memoria di Primo Levi.

  • 28/11/2006, ore 17:30 - Bergamo - sala conferenze Porta di Sant’Agostino

    A settant’anni dalla guerra civile spagnola - Ciclo di incontri

    A settant’anni dalla guerra civile spagnola, l’Isrec, l’Assessorato alla cultura del Comune di Bergamo e la Lab80 film promuovono un ciclo di incontri, presso la Sala conferenze Porta di Sant’Agostino, che si svolgeranno tra il 28 novembre e il 1 dicembre 2006. Il primo appuntamento è affidato allo storico militare Lucio Ceva (La guerra civile 1936-1939, 28 novembre, ore 17,30) che affronterà la ricostruzione delle vicende militari e politiche della guerra civile con qualche riferimento alla sua rappresentazione cinematografica non solo coeva. Il ciclo, nella sua parte centrale, sarà dedicato al cinema (Angelo Bendotti, Dos Passos, Hemingway, Hellman e altri, per un film e proiezioni di Terra di Spagna, 1937, 52’, di Joris Ivens e Terra e libertà, 1995, 109’, di Ken Loach, 29 novembre, ore 20,30; Luciana Bramati, Dalla grande alla piccola storia e proiezioni di Spagna ’37, 1937, 35’, di Luis Buñuel e No pasaràn: album souvenir, 2003, 70’, di Henry-Francois Imbert, 30 novembre, ore 20,30) che ebbe, all’interno della guerra civile un ruolo amplissimo e, insieme alla fotografia e alla letteratura, ha non poco contribuito a creare il mito della guerra di Spagna. Nella scelta dei film, accanto a due opere (Terra di Spagna e Spagna ’37) - in qualche modo paradigmatiche all’interno della vastissima produzione “in presa diretta” - due lavori più recenti, il famosissimo Terra e libertà di Loach e il documentario di Imbert No pasaran, che tessono la trama tra passato e presente attraverso il filo della costruzione/ri-costruzione della memoria. L’ultimo dei quattro incontri (Matteo Cefis, I volontari bergamaschi nelle Brigate Internazionali; Andrea Pioselli, Dino Moretti: dalla guerra di Spagna al maquis francese; Giovanni Pesce, Con la Spagna nel cuore, 1 dicembre 2006) è dedicato alla partecipazione degli antifascisti bergamaschi alle Brigate Internazionali, alla ricostruzione della eccezionale biografia umana e politica di uno di loro Dino Moretti (1918-1984), prima in Spagna poi nelle Resistenza francese, e alla testimonianza di uno dei protagonisti di quella straordinaria mobilitazione, poi organizzatore della Resistenza gappista a Torino e a Milano, Giovanni Pesce, il Comandante “Visone”, insignito il 25 aprile del 1947 della Medaglia d’oro al valor militare. All’apertura del ciclo di incontri interverranno, portando i loro saluti, Enrico Fusi, Assessore alla cultura del Comune di Bergamo e Barbara Pezzini, Presidente dell’Isrec Bg. Ai partecipanti agli incontri verranno distribuite schede descrittive relative alle proiezioni e una bibliografia aggiornata sulla guerra civile spagnola.

  • 9/11/2006, ore 17:30 - Bergamo, Sala Ex Consiliare, Via Tasso 4

    Il podestà ebreo. La storia di Renzo Ravenna tra fascismo e leggi razziali

    Ilaria Pavan (Scuola Normale di Pisa), autrice de "Il podestà ebreo. la storia di Renzo Ravenna tra fascismo e leggi razziali" (Laterza, 2006) ne discute con Elisabetta Ruffini (Isrec Bg - Università di Paris III Sorbonne Nouvelle) e con Francesco Mores (Isrec Bg, Scuola Normale Superiore di Pisa). Coordina l’incontro Luciana Bramati (Isrec Bg).

  • 27/10/2006, ore 20:45 - Palamonti (Sezione CAI Bergamo) - Via Pizzo della Presolana, 15 Bergamo

    Prigionieri della libertà. Alpinisti a Campo Yol (1941-1945)

    In collaborazione con il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra e delle Libertà del Comune di Torino e con il Club Alpino Italiano sezione di Bergamo, l’Isrec Bg promuove l’inaugurazione della mostra "Prigionieri della Libertà. Alpinisti a Campo Yol (1941-1945)" sulla straordinaria avventura dei soldati italiani prigionieri a Campo Yol (Himalaya) durante la seconda guerra mondiale. In occasione della apertura della mostra, dopo l’introduzione di Angelo Bendotti, direttore dell’Isrec Bg, seguirà la presentazione del libro "Cavalcata selvaggia" di Carlo Grande e la proiezione del filmato "Prigionieri della Libertà" di Fredo Valla. Porteranno i loro saluti Enrico Fusi, Assessore alla cultura del Comune di Bergamo e Paolo Valoti, Presidente della sezione di Bergamo del CAI.

  • 20/10/2006, ore 20:45 - Palamonti (Sezione CAI Bergamo) - Via Pizzo della Presolana, 15 Bergamo

    "Cittadini da ringraziare, cittadini da ricordare: Giovan Battista Cortinovis Giamba (1903-2003)"

    L’Isrec Bg, in collaborazione con il Club Alpino Italiano sezione di Bergamo, organizza una serata per ricordare Giovan Battista Cortinovis, partigiano, nel dopoguerra tra i fondatori dell’Istituto di Bergamo e alpinista che disegnò il sentiero delle Orobie. Introdurrà la serata Angelo Bendotti, direttore dell’Isrec Bg, seguito dagli interventi di Stefano Morosini, (Università degli studi di Milano) "L’alpinista e l’uomo civile" e di Angelo Gamba, (CAI Bergamo) "Ricordo di un compagno di cordata". Porteranno i loro saluti Enrico Fusi, Assessore alla cultura del Comune di Bergamo e Paolo Valoti, Presidente della Sezione di Bergamo del CAI.

  • 7/10/2006, ore 15:00 - Endine Gaiano (BG), Sala consiliare, piazzale Aldo Moro

    Premiazione della Borsa di studio "GIUSEPPE BRIGHENTI" per tesi di laurea - X edizione

    Sabato 7 ottobre 2006 alle ore 15:00 ad Endine Gaiano, presso la Sala consiliare in piazzale Aldo Moro, verranno premiati i due vincitori ex aequo della Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" giunta alla X edizione. Quest’anno essendo il decismo anniversario della scomparsa di Giuseppe Brighenti "Brach", importante figura della Resistenza bergamasca, e dell’istituzione del premio a lui intitolato, oltre alla cerimonia di premiazione delle tesi (Valentina Colombi, "Questa buona gioventù studiosa. L’educazione dell’Italiano al Regio Liceo Paolo Sarpi di Bergamo 1859-1924", Università Cà Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e filosofia, rel. Mario Isnenghi, a.a. 2004-2005 e Davide Lantieri, "Una memoria condivisa: l’occupazione della Filati Lastex, Bergamo 1974-75", Università degli studi di Trieste, Facoltà di Lettere e filosofia, rel. Gloria Nemec, a.a. 2004-2005)verrà inaugurata una mostra che raccoglie le opere di Brighenti pittore e presentato un opuscolo a lui dedicato. Alla premiazione intervereanno, oltre ai vincitori, Angelo Pezzetti , sindaco di Endine Gaiano; Eugenio Bruni, presidente del Comitato antifascita bergamasco; Salvo Parigi, presidente dell’Anpi provinciale di Bergamo; Maurizio Laini, segretario della Cgil di Bergamo; Angelo Bendotti, direttore dell’Isrec Bg. Alla fine della premiazione verrà pubblicizzato il nuovo bando per la XI edizione del concorso, riservato alle tesi di laurea vecchio ordinamento e lauree specialistiche, discusse nell’anno accademico 2005/2006. L’iniziativa è promossa dall’Isrec Bg in collaborazione con il Comune di Endine Gaiano e con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia e della Camera del lavoro Cgil di Bergamo. Per maggiori dettagli si vedano i materiali allegati.

  • 30/6/2006, Bergamo

    Borsa di studio "Giuseppe Brighenti" per una tesi di laurea sulla storia del Novecento - X edizione

    L’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, con il patrocinio del Comitato antifascista bergamasco, dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia, della Camera del lavoro Cgil di Bergamo, ha bandito la X edizione della "Borsa di studio Giuseppe Brighenti per una tesi di laurea sulla storia del Novecento". La borsa prevede l’assegnazione di un primo premio di € 1.033,00 e di un secondo premio di € 516,00 a tesi di laurea inedite (vecchio ordinamento o lauree specialistiche) in lingua italiana sulla storia del Novecento, discusse nell’anno accademico 2004-2005. Le autrici e gli autori dovranno far pervenire i loro lavori - allegando il proprio curriculum e una sintesi della tesi di duemila parole - entro il 30 giugno 2006, presso la sede dell’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea in Via Torquato Tasso, 4 24121 - Bergamo. Per tutte le informazioni si veda il bando allegato.

  • 15/6/2006, ore 09:30 - Bergamo - Città Alta, Sala Conferenze Università degli studi di Bergamo Sede di Sant’Agostino

    Apprendere a guardare. Antropologia della visione e sguardi competenti

    Il CE.R.CO. (Centro di Ricerca sull’Antropologia e l’Epistemologia della Complessità Dipartimento di Scienze della Persona dell’Università degli Studi di Bergamo, in collaborazione con l’Isrec Bg e la Lab 80 film, organizzano il convegno "Apprendere a guardare. Antropologia della visione e sguardi competenti", 15-16 giugno 2006, presso la Sala conferenze dell’Università degli studi di Bergamo - sede di Sant’Agostino. Il convegno, a cura di Cristina Grasseni, si articola in tre sessioni: Prima sessione - "Lo sguardo antropologico"; Seconda sessione: "Sguardi nell’arte"; Terza sessione: Lo sguardo storico, tra cinema e antropologia. Le tre sessioni si svolgeranno tutte nella giornata di giovedì 15 giugno a partire dalle 09:30. In serata si svolgerà, presso il "Seminarino" in Città Alta, la proiezione del film di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, "Prigionieri della guerra" (1995). Il Convegnoi proseguirà nella mattinata di venerdì 16 giugno, presso l’Università degli studi di Bergamo, sede di Sant’Agostino - Aula 2, con una tavola rotonda conclusiva. Per una più dettagliata informazione su orari e interventi si veda l’allegato.

  • 12/4/2006, ore 21:00 - Bergamo, Teatro Donizetti

    La ragazza del secolo scorso

    Rossana Rossanda discute del suo ultimo libro "La ragazza del secolo scorso" (Einaudi, 2005) con lo storico Enzo Collotti. Intervengono Angelo Bendotti (Isrec Bg) e Gabrio Vitali (Direttore direttore di Bergamopoesia). L’incontro, promosso dall’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea e dalla Biblioteca "Di Vittorio" Cgil-Bergamo, si colloca nell’ambito della "Rassegna di scritture letterarie Bergamopoesia 2006", organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo e dalla Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli studi di Bergamo.

  • 22/3/2006, ore 17:30 - Bergamo, Sala conferenze Teatro Donizetti

    Italiani, tedeschi e russi sul fronte del Don

    Intervento di Alessandro Massignani (storico militare) sul tema: "Italiani, tedeschi e russi sul fronte del Don". Introduce Giuliana Bertacchi (Isrec Bg). Secondo incontro dell’itinerario "Il sergente nella neve: la campagna di Russia", organizzato dall’Isrec Bg in collaborazione con il Teatro Donizetti e l’Assessorato alla cultura del Comune di Bergamo, nell’ambito del progetto "Città: luogo d’incontro".

  • 15/3/2006, ore 17:30 - Bergamo, Sala conferenze Teatro Donizetti

    IL SERGENTE NELLA NEVE: LA CAMPAGNA DI RUSSIA

    In occasione dello spettacolo "Il sergente" (rivisitazione de "Il sergente nella neve" di Mario Rigoni Stern) di e con Marco Paolini - che verrà presentato al Teatro Donizetti di Bergamo l’11 aprile - l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, in collaborazione con il Teatro Donizetti e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, propone un itinerario dedicato alla campagna di Russia dal titolo "Il sergente nella neve: la campagna di Russia". Il percorso prevede due incontri e tre proiezioni così articolati: Interventi: Mercoledì 15 marzo, ore 17:30, presso la Sala conferenze del Teatro Donizetti, "La memoria dei militari bergamaschi nella campagna di Russia", Angelo Bendotti (Isrec Bg), introduce Eugenia Valtulina (Biblioteca Di Vittorio - Cgil Bergamo. Mercoledì 22 marzo, ore 17:30, presso la Sala conferenze del Teatro Donizetti, "Italiani, tedeschi e russi sul fronte del Don", Alessandro Massignani, (studioso di storia militare), introduce Giuliana Bertacchi (Isrec Bg). Proiezioni: Mercoledì 29 marzo, ore 17:30, presso la Sala conferenze del Teatro Donizetti, "L’altra riva del Don. I soldati italiani in Russia nei filmati dell’archivio storico centrale dell’ex Urss", 1996, b/n, 45’, introduce Luciana Bramati (Isrec Bg). Mercoledì 5 aprile, ore 17:30, presso la Sala conferenze del Teatro Donizetti,"La gioventù di Salvino 1940-1924", a cura di Angelo Bendotti - video di Nazareno Marinoni, in collaborazione con il Comune di Schilpario. Domenica 9 aprile, ore 21:00, presso l’Auditorium di P.zza della Libertà a Bergamo, presentazione e proiezione di "Passano i soldati", di Luca Gasparini, 2001, col, 57’, in collaborazione con Lab80.

  • 25/2/2006, ore 11:00 - Albino (BG), Comunità montana Valle Seriana, Viale Libertà 21

    Presentazione del libro "Piccola guida alla valle Seriana Inferiore. Viaggio minimo tra il fiume e la strada"

    Nel mese di ottobre 2005 è uscito, a cura dell’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, della Comunità montana Valle Seriana e del Consorzio depurazione Valle Seriana Inferiore, il volume di Walter Giliberto, "Piccola guida alla Valle Seriana Inferiore. Viaggio minimo tra il fiume e la strada"(Bergamo, Il filo di Arianna - Il punto 4, ottobre 2005). La guida si propone, attraverso un vero e proprio itinerario di viaggio, di "leggere" in una piccola porzione del territorio bergamasco - una lunga e stretta fascia che corre tra il fiume Serio e le strade comunali e priovinciali che risalgono la Valle Seriana - le grandi trasformazioni: l’insediamento industriale tra Otto e Novecento, la dismissione, la nuova caotica edificazione produttiva e le timide prospettive di riconversione. Il lavoro verrà presentato da Bernardo Mignani, Presidente della Comunità Montana Valle Seriana, Giampaolo Casari, Presidente del Consorzio di Depurazione Valle Seriana Inferiore, e Angelo Bendotti, Direttore dell’Isrec Bg, Sabato 25 febbraio 2006 alle ore 11:00, presso la sede della Comunità Montana Valle Seriana ad Albino. Sarà presente Walter Giliberto autore dell’opera.

  • 15/2/2006, ore 17:30 - Sala Conferenze Teatro Donizetti, Bergamo

    Migrazioni fra passato e presente

    Nell’ambito del programma "Altri percorsi 2006 - Tracce straniere", il Teatro Donizetti, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, l’Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, promuovono il secondo incontro di approfondimento del ciclo "Migrazioni fra passato e presente". Daiana Kovacs, mediatrice culturale, traccerà, dal suo particolare punto di vista di migrante che si occupa di migranti, uno spaccato attuale e concreto della condizione dei migranti nella bergamasca. Coordina Luciana Bramati dell’Isrec Bg.

  • 10/2/2006, ore 20:45 - Cologno al Serio (Bg), Biblioteca comunale

    L’esodo istriano tra storia e memoria

    Venerdì 10 febbraio 2006 alle ore 20:45, presso la Biblioteca comunale di Cologno al Serio, una "lettura" della vicenda dell’esodo istriano, che intreccia la complessità delle vicende storiche dei confini orientali italiani tra fascismo e dopoguerra e il racconto di una memoria familiare raccolta nel libro di Alessandra Fusco, "Tornerà l’imperatore. Storia di una donna istriana tra guerra e esodo". Intervengono Angelo Bendotti e Luciana Bramati dell’Isrec Bg.

  • 7/2/2006, ore 21:00 - Bergamo, Sala ex Consiliare, Via Tasso, 4

    Un lapsus di Primo Levi. Il testimone e la ragazzina

    Elisabetta Ruffini, Dottoranda all’Università della Sorbonne-Nouvelle, autrice di "Un lapsus di Primo Levi. Il testimone e la ragazzina" (Bergamo, Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo-Isrec Bg, Tracce-1, 2006) discute del suo lavoro con Daniele Jalla. Introduce Enrico Fusi, Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo, coordina Angelo Bendotti, Isrec Bg.