Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Eventi e news: archivio 2005-2011


  • 22/12/2011, ore 00:00 - Novara

    Chiusura dell'Istituto

    Dal pomeriggio del 22 dicembre al 2 gennaio compresi L'Istituto sarà aperto al pubblico fino alle ore 12 di giovedì 22 dicembre. Riaprirà martedì 3 gennaio 2012.

  • 28/11/2011, Milano Casa della Cultura

    Un libro per Lica alla Casa della Cultura

    ANPI – CASA DELLA CULTURA UN LIBRO PER LICA LICA COVO STEINER (1914 – 2008) A cura di Luisa Steiner e Mauro Begozzi Lunedì 28 novembre 2011 ore 18.00 Casa della Cultura Via Borgogna 3, Milano Un omaggio dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO di Novara a una donna fragile e infrangibile, come tutte le donne guerriere, una donna della borghesia milanese, una cultura cosmopolita, mitteleuropea, antifascista nella Resistenza, nella Ricostruzione Carlo Smuraglia – ANPI, Presidente Nazionale Giovanni Anceschi una straordinaria bellezza Mauro Begozzi il libro, l’antifascista, l’intellettuale Annalisa Bemporad una donna che parla di una donna Liliana Picciotto Lica e le stragi del Lago Maggiore Inge Rasmussen coordina Luisa Steiner risponde

  • 12/11/2011, ore 9:00 - Verbania

    LEGGERE I FILI DEL TEMPO

    Convegno Nino Chiovini. LEGARE I FILI DEL TEMPO Ripensare il rapporto tra civiltà rurale montana e civiltà urbana VERBANIA - VILLA GIULIA 12 NOVEMBRE 2011 Programma ore 9,00 presentazione e saluti ufficiali relazioni: Mauro Begozzi Nino Chiovini. Il rapporto tra Resistenza e civiltà montana, nel Verbano, un ap¬proccio non “tradizionale”. Erminio Ferrari Nino Chiovini. La “lettura” del¬la storia locale per comprendere “la vita”. Spunti e suggerimenti sulla trasformazione. Annibale Salsa Le identità alpine e i mutamen¬ti culturali. Una possibile lettura diacronica. Albino Gusmeroli Lettura sincronica delle dina¬miche del rapporto tra cultura alpina e cultura ur¬bana. I mutati contesti. pausa caffè ore 11,00 Tavola rotonda Montagna e città oggi, il ridefinirsi delle reciproche identità. con: Tullio Bagnati, Mauro Begozzi, Albino Gusmeroli, Annibale Salsa. Coordina Andrea Dallapina, direttore di EcoRisveglio buffet Il convegno in ricordo del par¬tigiano, storico verbanese Nino Chiovini, a vent’anni dalla sua morte, pone al centro dell’in¬teresse l’attualizzazione di un tema ricorrente (per Chiovini) nella narrazione del mondo con-tadino montano, ovvero il rap¬porto di queste comunità e di questi luoghi con il centro urba¬no maggiore. Oggi, è interessante riprendere le anticipazioni e le intuizioni di Chiovini e da esse, ripensare ai nuovi e mutati contesti. Esplorare quindi, l’attuale stato di quella relazione non solo nel Verbano, ma possibilmente nel più ampio contesto prealpino, misurare la sua asimmetricità, comprendere le prospettive di composizione di un più equo scambio, di una reciproca fun¬zionalità entro un quadro che sappia meglio intendere il terri¬torio come integrazione tra ur¬bano ed extra-urbano. INOLTRE sera del 12 novembre: ore 21,00 alla Casa della Resistenza di Fondotoce andrà in scena la rappresentazione teatrale CLEONICE di Maria Silvia Caffari tratto dal testo di Nino Chiovini “Classe IIIa B. Cleonice Tommasetti, vita e morte”, del gruppo teatrale: Il Teatrino al forno del pane “Giorgio Buridan” UILT (Unione Italiana Libero Teatro) con M.Silvia Caffari e Mario Cottura; musiche: Paolo Margaria, fisarmonica luci: Desy Massa; tecnici: B&M Fotovideolab fotografie, sguardi e interpretazione visiva del percorso di Fabio Ranieri, fo¬tografie di repertorio della Casa della Resistenza, a cura di Roberto Begozzi. Con una poesia di Irene Magistrini, i versi del poeta Clemente Maria Rebora, una memoria di Ermanno Olmi. Domenica 13 novembre Una passeggiata per ripercorrere alcuni sentieri della Resistenza.

  • 25/6/2011, ore 00:00 - nOVARA

    LA PRIMA STELLA VALGRANDE '44 di Guido Petter

    Guido Petter, La prima stella. Valgrande ’44, con una nota di Mauro Begozzi Interlinea, Novara 2011, pp. 128, euro 10, Isbn 978-88-8212-589-9 Riccardo, Marcello ed Emiliana si ritrovano tutte le sere con gli amici sul lungolago di Intra per chiacchierare e confrontarsi su idee e speranze. Ma siamo nell’estate del 1944 e la quotidianità per loro significa il coprifuoco, le ronde dei repubblichini, la preoccupazione e la paura per le nefaste conseguenze della guerra. Sui vicini monti della Valgrande avverrà, sotto gli occhi atterriti dei ragazzi, un’operazione di rastrellamento in grande stile compiuta da nazisti e fascisti per catturare i partigiani, tra i quali c’è Armando, fratello di Emiliana, e fare terra bruciata intorno a loro. Questi terribili avvenimenti, conclusi nel giugno 1944 dagli eccidi di Fondotoce e Baveno, porteranno Riccardo e Marcello a interrogarsi sui propri convincimenti e ideali e a porsi il problema di una scelta che sia in armonia con i valori in cui credono. L’autore del romanzo, Guido Petter, è stato partigiano in queste terre e ha dedicato tutta la vita ai giovani, come docente universitario e come scrittore. L'AUTORE Guido Petter, nato a Colmegna di Luino nel 1927, professore emerito di Psicologia dello sviluppo all’Università di Padova, è stato partigiano nella 10ª brigata Garibaldi “Rocco”, che ha operato sui monti intorno al lago d’Orta e nel Vergante. Alla Resistenza ha dedicato il libro Ci chiamavano banditi (Giunti, Firenze 1995) in cui narra la sua esperienza partigiana, e altri libri destinati a preadolescenti o adolescenti: Una banda senza nome (ivi, 1996), Nel rifugio segreto (ivi, 1998), Sempione ’45. Il salvataggio della galleria (Interlinea, Novara 2006). Destinati invece agli insegnanti sono vari suoi libri di psicologia dello sviluppo o dell’educazione, come Dall’infanzia alla preadolescenza (Giunti, Firenze 1992), Problemi psicologici dell’adolescenza (La Nuova Italia, Firenze, 1990), Ragionare e narrare. Aspetti psicologici dell’insegnamento della storia (La Nuova Italia, Milano 2002), La narrativa a scuola. Il lavoro sul testo e l’incontro con l’autore (Erickson, Trento 2007), Ragione, fantasia e creatività nel bambino e nell’adolescente (Giunti, Firenze 2010), Il mestiere di insegnante. Aspetti psicologici di una delle professioni più interessanti e impegnative (ivi, 2006). È mancato il 24 maggio 2011, pochi giorni prima della commemorazione, che avrebbe dovuto tenere, dei martiri di Fondotoce, al centro del suo ultimo libro La prima stella. Valgrande

  • 19/6/2011, ore 11:00 - Fondotoce (Vb)

    Le valli della memoria

    Dimenticare è più facile che ricordare. Basta abbassare gli occhi e non farsi domande. Basta passare sotto un monumento e non alzare gli occhi, evitare di chiedersi cosa commemora e chi ricorda. È quello che è successo in questi anni con la Resistenza e tante storie eroiche a essa legate. Storie come quella della Repubblica Partigiana dell'Ossola, di cui ormai pochi conoscono l'epopea. Ed è proprio per riflettere e far riflettere su quanto oggi sia semplice dimenticare che è nato questo progetto. Il progetto "Le valli della memoria" consiste in due mostre fotografiche distinte e complementari, che affrontano il tema della memoria raccontando come oggi viene vissuta e ricordata (o dimenticata) l’esperienza delle lotte partigiane e della Repubblica dell’Ossola. Le due mostre si terranno quasi contemporaneamente in due diverse sedi espositive: presso la Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano e presso la galleria della Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce. "Le valli della memoria: tracce e luoghi", avrà luogo dal 6 al 30 giugno nello spazio la Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano, per presentare i luoghi e i monumenti della Resistenza ossolana lontano dalla loro terra. Foto scarne ed emblematiche, che ritraggono i paesaggi teatro delle battaglie e degli eccidi, e i monumenti che li ricordano. Immagini che diventano motore di una riflessione, stimolo per documentarsi e mettersi in moto: per salire in Val d’Ossola e ritrovare da vicino i personaggi e le storie che hanno animato quei luoghi. “Le valli della memoria: volti e voci” sarà allestita, dal 19 giugno al 24 luglio, nella galleria espositiva della Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce. Con immagini scattate lo scorso anno, racconta le commemorazioni che si tengono nelle zone del Verbano e dell’Ossola, mostrando con discrezione i protagonisti di quei giorni e i momenti in cui si onora la Resistenza ossolana e i suoi interpreti. La mostra di Verbania Fondotoce sarà inaugurata domenica 19 giugno alle 11.30, in occasione della giornata in ricordo dei Martiri di Fondotoce. Per informazioni: Michele Morosi: 339/4120940, michele@michelemorosi.com Tino Mantarro: 347/0704094, tino.mantarro@touringclub.it Eva Zamboni: 349/4429861, eva@iloveva.it Associazione Casa della Resistenza: 0323/586802 Per scaricare foto della mostra: www.michelemorosi.com/fotostampalevallidellamemoria.zip

  • 19/6/2011, ore 10:00 - Verbania Fondotoce

    67° anniversario degli eccidi di Fondotoce e Baveno

    Domenica 19 giugno dalle ore 10.00, presso il Parco della Memoria e della Pace di Fondotoce, celebrazione del 67°anniversario dei 42 martiri di Fondotoce e dei 17 di Baveno. Questo il programma di massima: VERBANIA Casa della Resistenza, via Turati 9, Fondotoce l VENERDÌ 17 GIUGNO, ore 21.00 Concerto dell’Ente Musicale Verbania l SABATO 18 GIUGNO Tradizionale corsa 24 x 1 ora sul lungolago di Pallanza, dalle ore 15.00 Fiaccolata commemorativa con partenza da Intra e da Baveno l DOMENICA 19 GIUGNO, ore 10.00: Manifestazione 67° anniversario degli Eccidi di Fondotoce e Baveno Saluti del Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza Vittorio Beltrami. Coordina la vice Presidente Irene Magistrini. Interventi delle autorità Orazione ufficiale di Antonella Braga, ricercatrice dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio-Ossola “Piero Fornara” di Novara. Consegna da parte del Prefetto delle onorificenze ai deportati ed ex internati Inaugurazione della mostra fotografica “Le valli della memoria” di Michele Morosi Presentazione del libro “La Prima Stella. Valgrande 1944”, di Guido Petter. A cura di Roberto Cicala e Mauro Begozzi

  • 9/6/2011, ore 18:30 - Milano - Punto Rosso

    Memorie dell'Unità d'Italia, le avventure di un lombardo.

    incontro-dibattito MEMORIE DELL'UNITA' D'ITALIA. LE AVVENTURE DI UN LOMBARDO: GARIBALDINO ALLA CONQUISTA DEL REGNO BORBONICO, BERSAGLIERE NELLA GUERRA CONTRO IL BRIGANTAGGIO. In occasione della presentazione del libro di Gaetano Ferrari, Memorie di guerra e brigantaggio. Diario inedito di un garibaldino (1860-1872), a cura di Carlo Bonfantini, Interlinea Edizioni, Novara 02011 Milano – giovedì 9 giugno 2011 – ore 18.30-20.30 Punto Rosso – Via G. Pepe 14 (angolo Via Carmagnola – MM2 Garibaldi) partecipano MAURO BEGOZZI (Istdella Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio-Ossola “Piero Fornara”) CARLO BONFANTINI (storico, curatore del libro) MAURIZIO GUSSO (presidente Iris/Insegnamento e ricerca interdisciplinare di storia, Gruppo di lavoro “Presidio della Storia”) Iniziativa promossa dal Gruppo di lavoro “Presidio della Storia” presso l'Associazione Culturale Punto Rosso. Associazione Culturale Punto Rosso Via G. Pepe 14 20159 Milano tel. E fax 02-874324 info@puntorosso www.puntorosso.it

  • 7/6/2011, ore 20:45 - Cameri (No)

    1970-1980. Dall'impegno al riflusso

    Consiglio di Amministrazione Circolo “G. Matteotti” 1970 –1980. Dall’impegno al riflusso Iniziative culturali Arte, Conversazioni, Film, Musica 21 maggio -18 giugno 2011 Calendario degli eventi 21 maggio, ore 17.30 Inaugurazione della mostra: 1980 e dintorni. Quattro artisti novaresi Dibattito con gli artisti partecipanti: Belio (Elio Bozzola) - Corrado Bonomi - GP Colombo - Luigi Sergi 24 maggio, ore 20.45 Proiezione e commento del film La classe operaia va in Paradiso, regia di Elio Petri, 1971, Italia 31 maggio, ore 20.45 Proiezione e commento del film La Signorina F, regia di Wilma Labate, 2007, Italia 7 giugno, ore 20.45 Incontro /dibattito “1970-1980. Dall’impegno al riflusso” Condotto da Sergio Ferrario con la partecipazione di Mauro Begozzi dell’Istituto storico della resistenza e della società contemporanea di Novara 18 giugno, ore 21.30 Serata musicale La musica degli anni Settanta e Ottanta Sala riunioni Circolo “G. Matteotti” - Cameri, via Mazzucchelli, 75 In collaborazione con ERIDANUS, Circolo culturale “G. Matteotti”. ARCI, Circolo Culturale “A.Colli”, Cineforum NORD, NOVACOOP Sezione Soci di Cameri, Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara” Associazione Culturale De Arte. Con il Patrocinio del Comune di Cameri

  • 06/6/2011, ore 18:00 - Milano - Feltrinelli

    Le valli della memoria

    Dimenticare è più facile che ricordare. Basta abbassare gli occhi e non farsi domande. Basta passare sotto un monumento e non alzare gli occhi, evitare di chiedersi cosa commemora e chi ricorda. È quello che è successo in questi anni con la Resistenza e tante storie eroiche a essa legate. Storie come quella della Repubblica Partigiana dell'Ossola, di cui ormai pochi conoscono l'epopea. Ed è proprio per riflettere e far riflettere su quanto oggi sia semplice dimenticare che è nato questo progetto. Il progetto "Le valli della memoria" consiste in due mostre fotografiche distinte e complementari, che affrontano il tema della memoria raccontando come oggi viene vissuta e ricordata (o dimenticata) l’esperienza delle lotte partigiane e della Repubblica dell’Ossola. Le due mostre si terranno quasi contemporaneamente in due diverse sedi espositive: presso la Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano e presso la galleria della Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce. "Le valli della memoria: tracce e luoghi", avrà luogo dal 6 al 30 giugno nello spazio la Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano, per presentare i luoghi e i monumenti della Resistenza ossolana lontano dalla loro terra. Foto scarne ed emblematiche, che ritraggono i paesaggi teatro delle battaglie e degli eccidi, e i monumenti che li ricordano. Immagini che diventano motore di una riflessione, stimolo per documentarsi e mettersi in moto: per salire in Val d’Ossola e ritrovare da vicino i personaggi e le storie che hanno animato quei luoghi. “Le valli della memoria: volti e voci” sarà allestita, dal 19 giugno al 24 luglio, nella galleria espositiva della Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce. Con immagini scattate lo scorso anno, racconta le commemorazioni che si tengono nelle zone del Verbano e dell’Ossola, mostrando con discrezione i protagonisti di quei giorni e i momenti in cui si onora la Resistenza ossolana e i suoi interpreti. La mostra di Verbania Fondotoce sarà inaugurata domenica 19 giugno alle 11.30, in occasione della giornata in ricordo dei Martiri di Fondotoce. Per informazioni: Michele Morosi: 339/4120940, michele@michelemorosi.com Tino Mantarro: 347/0704094, tino.mantarro@touringclub.it Eva Zamboni: 349/4429861, eva@iloveva.it Associazione Casa della Resistenza: 0323/586802 Per scaricare foto della mostra: www.michelemorosi.com/fotostampalevallidellamemoria.zip

  • 21/5/2011, ore 17:30 - Omegna

    Il Premio Omegna a Bianca Guidetti Serra

    Sabato 21 maggio 2011 ore 17.30 Cerimonia di premiazione del: PREMIO LETTERARIO DELLA RESISTENZA CITTA’ DI OMEGNA 2010-2011 assegnato a: BIANCA GUIDETTI SERRA E SANTINA MOBIGLIA per i libro "Bianca la rossa", ed. Einaudi Auditorium del Forum, Parco Maulini 1, Omegna

  • 20/5/2011, ore 17:30 - Fondotoce di verbania

    Un libro per Lica

    VENERDI’ 20 MAGGIO 2011 ALLE ORE 17,30 Fondotoce di Verbania, Casa della Resistenza, Via Turati 9 presentazione del volume Un libro per Lica Lica Covo Steiner (1914-2008) a cura di Luisa Steiner e Mauro Begozzi edito dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara” nella collana “I nostri maggiori”, con il contributo del Politecnico di Milano e della Fondazione CRT Intervengono, con i curatori, Giovanni Anceschi e Annalisa Bemporad Leggerà brani del libro Italo Dall’Orto

  • 30/4/2011, ore 18:00 - Lodi - Libreria Mondadori

    Memorie di guerra e brigantaggio

    PRESENTAZIONE DEL LIBRO MEMORIE DI GUERRA E BRIGANTAGGIO. Diario inedito di un garibaldino (1860- 1872) Interlinea, Novara, 2011 di GAETANO FERRARI e a cura di CARLO BONFANTINI sabato 30 aprile ore 18.00 Libreria Mondadori Piazza della Vittoria, 21 - Lodi - Tel. 0371/425697

  • 30/4/2011, ore 00:00 - Novara

    E' uscito il n. 12 de 'I sentieri della ricerca'

    Sommario vivere la resistenza Memoria e storia delle deportazione: il “caso" Piemonte di Fabiana Giordano (on line)..........………………….p.13 Valtellina, il movimento partigiano in alta valle di Gian Paolo Ghirardini……………………………..p. 29 L’interprete Malreaux Emanuele Farina: il difficile percorso di un intellettuale antifascista di Alberto Magnani…….………………………………p. 65 1944-45. Lettere dal carcere fascista di Torino di Gianni Alasia (on line)..........................................p. 81 Storia nazionale La lotta politica degli insegnanti nel primo dopoguerra di Vanni Clodomiro….………………..………………p.91 Da non pubblicare. Occultamenti, ripensamenti e scarti nel Fondo fotografico Lavatelli di Giuseppe Veronica (on line)..………………….….p.123 l’Africa e il resto del mondo Tra esplorazione, ideologia e scienza. Ugo Ferrandi, Guido Boggiani e Alessandro Faraggiana: tre viaggiatori novaresi a confronto di Maurizio Leigheb…………………………..…….p.133 Per un bilancio dell’agricoltura italiana nella Libia coloniale di Gabriele Bassi.………………….………………..p.171 I diari di mio padre di Romano Morlotti…………………………………p.203 ‘Abd el-Krim e al guerra del rif (1921-1926). Una pagina eroica nella storia della lotta di liberazione del Marocco di Stefano Fabei……………………………………p.265 rassegna bibliografica La riflessione sulla storia in Germania tra Sette e Ottocento di Vanni Clodomiro………....…………………..…p.299 La revisione dello statuto epistemologico della storia nel dibattito apertosi negli anni settanta del Novecento tra filosofi e storici di Severina Fontana……………………………….p. 307 Schede (on line)...........………………………….p. 313 notizie sugli autori di questo numero…...p. 321

  • 15/4/2011, ore 21:00 - Maggiora (Novara)

    La nascita del movimento resistenziale nei territori di Borgomanero e Novara

    Nel 150° Anniversario della Unità d’Italia Il Comune di Maggiora e il Gruppo Anpi invitano al ciclo di incontri Presso la Biblioteca Comunale di Maggiora Via Gattico, Maggiora Venerdì 15 aprile ore 21.00 "La nascita del movimento resistenziale nei territori di Borgomanero e di Novara", incontro con Dott. Gianni Cerutti. Del Comitato scientifico dell’Istituto storico della Resistenza “P. Fornara di Novara.

  • 6/4/2011, ore 21:00 - Maggiora (Novara)

    Dalla resistenza all'unità europea

    Nel 150° Anniversario della Unità d’Italia Il Comune di Maggiora e il Gruppo Anpi invitano al ciclo di incontri Presso la Biblioteca Comunale di Maggiora Via Gattico, Maggiora Mercoledì 6 aprile ore 21.00 "Dalla Resistenza all’unità europea", incontro con Antonella Braga insegnante di Storia e Filosofia, dottore di ricerca in "Storia del federalismo e della unità europea", dell’Istituto storico della Resistenza “P. Fornara di Novara. Venerdì 15 aprile ore 21.00 "La nascita del movimento resistenziale nei territori di Borgomanero e di Novara", incontro con Dott. Gianni Cerutti. Del Comitato scientifico dell’Istituto storico della Resistenza “P. Fornara di Novara.

  • 30/3/2011, ore 21:00 - Maggiora (Novara)

    Risorgimento Resistenza Repubblica

    Nel 150° Anniversario della Unità d’Italia Il Comune di Maggiora e il Gruppo Anpi invitano al ciclo di incontri Presso la Biblioteca Comunale di Maggiora Via Gattico, Maggiora Mercoledì 30 marzo ore 21.00 "Risorgimento, Resistenza, Repubblica" le Memorie garibaldine di Gaetano Ferrari, incontro con Mauro Begozzi, direttore scientifico dell’Istituto storico della resistenza “P. Fornara”di Novara. Mercoledì 6 aprile ore 21.00 "Dalla Resistenza all’unità europea", incontro con Antonella Braga insegnante di Storia e Filosofia, dottore di ricerca in "Storia del federalismo e della unità europea", dell’Istituto storico della Resistenza “P. Fornara di Novara. Venerdì 15 aprile ore 21.00 "La nascita del movimento resistenziale nei territori di Borgomanero e di Novara", incontro con Dott. Gianni Cerutti. Del Comitato scientifico dell’Istituto storico della Resistenza “P. Fornara di Novara.

  • 24/3/2011, ore 16:30 - Novara

    Risorgimento Resistenza Repubblica

    GIORNATA MARIO BONFANTINI RISORGIMENTO RESISTENZA REPUBBLICA NOVARA 23-24 MARZO 2011 In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia • L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “P. Fornara” • L’Associazione “Mario Bonfantini” • L’Anpi Comitato provinciale di Novara • Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce • Il Cineforum Nord • L’Arci- Circolo XXV Aprile • Il Centro Novarese di Studi Letterari • La casa editrice “Interlinea” di Novara Invitano MERCOLEDI’ 23 MARZO 2011 ORE 16,00 Presso il Circolo XXV Aprile (Vicolo San Giacomo) Proiezione dei film: • Piccolo mondo antico (regia di Mario Soldati, cosceneggiatura di Mario Bonfantini), 1941 • La pattuglia sperduta (regia di Piero Nelli), 1953 Presentazione a cura di Enrico Zaninetti e Renzo Fiammetti (ingresso gratuito) ORE 21,00 Cinema Araldo Proiezione del film • Noi credevamo (regia di Mario Martone), 2010 (ingresso € 6,00) GIOVEDI’ 24 MARZO 2011 ORE 16,30 Circolo XXV Aprile (Vicolo San Giacomo) Il Risorgimento lungo un secolo 1848-1948 Tavola rotonda con Mauro Begozzi, Massimo Bonfantini, Carlo Bonfantini, Roberto Cicala, Francesco Omodeo Zorini e Antonella Braga A seguire presentazione di: Gaetano Ferrari, Memorie di guerra e brigantaggio. Diario inedito di un garibaldino (1860-1872), Interlinea, Novara, 2011 a cura di Carlo Bonfantini ORE 19,00 Aperitivo Tricolore “Nella stanchezza della luce grigia, mi attraversano la mente vaghi ricordi garibaldini: la lettura infantile dell’Abba, quella più recente di una lettera di Nievo sulla sua entrata in Palermo; i racconti che a me fanciullo dipanava paziente mio nonno, che era stato alla presa di Milazzo. Non bisogna esagerare, va bene, siamo modesti, ma c’è pure un’analogia dopo tutto…” Mario Bonfantini, L’epopea dell’Ossola nel ricordo di un testimone. 10 settembre 1944: Domo liberata, “Milano sera”, 10 settembre 1945

  • 23/3/2011, ore 16:00 - Novara

    Risorgimento Resistenza Repubblica

    GIORNATA MARIO BONFANTINI RISORGIMENTO RESISTENZA REPUBBLICA NOVARA 23-24 MARZO 2011 In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia • L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “P. Fornara” • L’Associazione “Mario Bonfantini” • L’Anpi Comitato provinciale di Novara • Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce • Il Cineforum Nord • L’Arci- Circolo XXV Aprile • Il Centro Novarese di Studi Letterari • La casa editrice “Interlinea” di Novara Invitano MERCOLEDI’ 23 MARZO 2011 ORE 16,00 Presso il Circolo XXV Aprile (Vicolo San Giacomo) Proiezione dei film: • Piccolo mondo antico (regia di Mario Soldati, cosceneggiatura di Mario Bonfantini), 1941 • La pattuglia sperduta (regia di Piero Nelli), 1953 Presentazione a cura di Enrico Zaninetti e Renzo Fiammetti (ingresso gratuito) ORE 21,00 Cinema Araldo Proiezione del film • Noi credevamo (regia di Mario Martone), 2010 (ingresso € 6,00) GIOVEDI’ 24 MARZO 2011 ORE 16,30 Circolo XXV Aprile (Vicolo San Giacomo) Il Risorgimento lungo un secolo 1848-1948 Tavola rotonda con Mauro Begozzi, Massimo Bonfantini, Carlo Bonfantini, Roberto Cicala, Francesco Omodeo Zorini e Antonella Braga A seguire presentazione di: Gaetano Ferrari, Memorie di guerra e brigantaggio. Diario inedito di un garibaldino (1860-1872), Interlinea, Novara, 2011 a cura di Carlo Bonfantini ORE 19,00 Aperitivo Tricolore “Nella stanchezza della luce grigia, mi attraversano la mente vaghi ricordi garibaldini: la lettura infantile dell’Abba, quella più recente di una lettera di Nievo sulla sua entrata in Palermo; i racconti che a me fanciullo dipanava paziente mio nonno, che era stato alla presa di Milazzo. Non bisogna esagerare, va bene, siamo modesti, ma c’è pure un’analogia dopo tutto…” Mario Bonfantini, L’epopea dell’Ossola nel ricordo di un testimone. 10 settembre 1944: Domo liberata, “Milano sera”, 10 settembre 1945

  • 23/2/2011, Novara

    Passo dopo passo...anche a Novara

    Passo dopo passo …. anche a Novara (IX tappa) www.viaggioadauschwitz.com Viaggio a piedi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz in ricordo degli ebrei deportati nel febbraio 1944 (15 febbraio -1° maggio 2011) Il viaggio, di 1.913 chilometri, che durerà 76 giorni e attraverserà l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia seguendo il più possibile l’itinerario ferroviario compiuto dai deportati (Borgo San Dalmazzo-Fossoli-Auschwitz), farà tappa a Novara tra il 23 e il 24 febbraio 2011, provenendo da Vercelli (arrivo in città previsto verso le 16.00 del 23 febbraio da Via XXIII Marzo e attraversamento della città sino alla stazione ferroviaria) e muovendosi in direzione di Olengo-Trecate verso Milano (partenza alle ore 8.00 del 24 febbraio dalla stazione ferroviaria). L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, l’ANPI provinciale di Novara, il Circolo ARCI “XXV Aprile”, l’Associazione per la Pace, Libera Novara e l’associazione Sermais invitano il 23 febbraio a o ritrovarsi in via XXIII Marzo (all’incrocio con via Monte San Gabriele) alle ore 16.00 per accogliere e accompagnare il passaggio del viaggio-pellegrinaggio per le vie di Novara sino alla Stazione ferroviaria o partecipare alle ore 21.00 a un incontro pubblico con il regista Gimmi Basilotta della Compagnia teatrale “Il Melarancio” di Cuneo,che ha ideato e coordinato il viaggio, presso la sede del “Circolo XXV aprile”, in via San Giacomo. Un gruppo dell’ANPI provinciale accompagnerà la marcia il 23 febbraio dalla stazione di Vercelli (partenza: ore 8.00) sino al suo arrivo alla stazione di Novara. Anche a Novara, come in ogni tappa, verrà lasciato un libro e chiesto in cambio un altro, per sottolineare l’importanza della scrittura per la documentazione della memoria. Ogni tappa verrà inoltre dedicata a un deportato e ai suoi discendenti. Come atto simbolico che guarda al futuro, si intende trasportare un albero di betulla da piantare all’arrivo ad Auschwitz, mentre nelle diverse tappe, nelle stazioni ferroviarie, nelle scuole o nei luoghi di aggregazione, laddove si trovi qualcuno disposto a prendersene cura e a rendere tangibile la memoria del viaggio alla vita, si consegnerà un seme da far germinare e crescere.

  • 9/2/2011, ore 18:00 - Pieve Vergonte (VB)

    I PAJETTA: UNA STORIA ITALIANA

    In occasione del 67° Anniversario della Commemorazione dei Caduti della Battaglia di Megolo presso la Casa Museo di Megolo l'Amministrazione Comunale di Pieve Vergonte ospita la mostra I PAJETTA: UNA STORIA ITALIANA realizzata dalla Fondazione Centofiori, dal Comune di Savona e dall'ANPI Provinciale di Savona La mostra sarà inaugurata mercoledì 9 febbraio alle ore 18 e sarà visitabile: mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 18,00 alle ore 20,00, sabato dalle ore 10,00 alle ore 22,00, domenica dalle ore 10,00 alle ore 18,00

  • 28/1/2011, ore 9:30 - Novara

    Even 1943

    Giorno della Memoria 2011 L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara”, in collaborazione con il Cineforum Nord e il Circolo XXV Aprile, il patrocinio del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, organizza la presentazione del documentario prodotto dall’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce EVEN 1943 Olocausto sul Lago Maggiore Regia di Lorenzo Camocardi e Gianmaria Ottolini Venerdì 28 gennaio ore 9,30 Novara - Cinema Araldo La proiezione, a ingresso gratuito, è riservata alle ultime classi degli istituti medi superiori. In considerazione dei limitati posti occorre prenotarsi o telefonando alla Segreteria dell’Istituto storico “P. Fornara”(tel. 0321/39.27.43) o inviando un mail all’indirizzo: fornara@fausernet.novara.it

  • 15/1/2011, ore 15:00 - Verbania

    EVEN 1943

    EVEN 1943 Olocausto sul Lago Maggiore Un Film di Lorenzo Camocardi e Gianmaria Ottolini L'Associazione Casa della Resistenza vi invita alla " prima ": SABATO 15 GENNAIO 2011 ORE 15.00 Le SS del 1° battaglione Leibstandarte (Guardia del Corpo) Adolf Hitler arrivano sul Lago Maggiore la notte dell’11 settembre ’43. Il giorno successivo installano il comando nell’albergo Beaurivage di Baveno e si dislocano nei principali centri della costa piemontese. Si fermeranno per un mese. Il documentario ripercorre la vicenda dei 57 ebrei trucidati tra settembre e ottobre in nove località: sulla costa piemontese del Lago (Baveno, Arona, Meina, Stresa), nei paesi di Orta e Mergozzo che si affacciano sui due laghi omonimi, a Novara, in un piccolo paese collinare sopra Verbania (Pian Nava) ed infine, tra l’8 e l’11 ottobre, a Verbania Intra. Nella tradizione ebraica si usa posare un sasso sulla tomba dei defunti (Even: il sasso della memoria). Il sasso del film non trova tomba su cui posarsi perché a tutt’oggi non si sa dove sono i corpi dei 57 ebrei trucidati. Va a trovare i testimoni superstiti, i documenti e gli storici, ricostruendo gli eccidi e i processi di Torino del 1955 e di Osnabrück del 1968 a cui, con scarso esito, furono sottoposti alcuni dei responsabili. Con il sostegno di Piemonte Doc Film Found e di: Provincia del Verbano Cusio Ossola - Comune di Arona - Comune di Baveno - Comune di Bee - Comune di Meina - Comune di Mergozzo - Comune di Stresa - Comune di Verbania - Comunità Montana Due Laghi, Cusio Mottarone e Valstrona - ARS.UNI.VCO - ANPI sezione di Verbania - Comitato Unitario per la Resistenza nel Verbano 115 minuti, suddivisi in 18 capitoli, che raccontano di 57 ebrei trucidati tra il 12 settembre e l'11 ottobre del 1943. Questi i numeri del lungometraggio "Even 1943 Olocausto sul Lago Maggiore". Film documentario prodotto da "La Casa della Resistenza" di Verbania con la regia di Lorenzo Camocardi e Gianmaria Ottolini e con la partecipazione straordinaria di Moni Ovadia. L'obiettivo è quello di ripercorrere la tragica strage di ebrei avvenuta nei comuni di Baveno, Arona, Meina, Mergozzo, Stresa, Pian Nava, Novara, Verbania e Intra. Un tributo a quelle vittime quasi a concedere oggi, simbolicamente, la pietra della memoria della tradizione funeraria ebraica ("even") che allora non fu possibile deporre. 25 le interviste realizzate per la raccolta di informazioni e di testimonianze. 4 delle quali agli storici del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea e dell'Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara". Prezioso il valore dei racconti di chi, quella terribile esperienza, la serba ancora oggi nel cuore e sulla pelle. Aldo Toscano e Becky Behar i due sopravvissuti oggi scomparsi che, nitidamente, ricordano ogni istante, ogni barbarie subita.

  • 10/12/2010, ore 10:00 - Domodossola, Novara e Verbania

    150 anni dall'Unità d'Italia

    Nell’ambito del CORSO DI FORMAZIONE per il CONCORSO REGIONALE DI STORIA CONTEMPORANEA a.s. 2010/2011 Giovedì 9 dicembre2010, ore 10-13 Aula Magna, Liceo “Spezia”, Domodossola, via Menotti 5/7 Venerdì 10 dicembre 2010, ore 11-13 Aula Magna, Liceo “Antonelli”, Novara, via Toscana 20 Martedì 21 dicembre2010, ore 10-13 Aula Magna, Liceo “Cavalieri”, Verbania, Madonna di Campagna 18 MARIO RENOSIO direttore dell’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Asti svolgerà una lezione di preparazione allo svolgimento della TRACCIA 1 proposta dal Concorso regionale di Storia Contemporanea e dedicata a: 150 anni dall’Unità d’Italia: dal Risorgimento alla Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza La partecipazione è rivolta, in via prioritaria, agli studenti e ai docenti residenti nelle provincie di Novara e del Verbano Cusio Ossola che risultino iscritti al Concorso regionale di storia contemporanea e abbiano scelto di svolgere la TRACCIA 1 proposta dal concorso (v. elenchi allegati). La partecipazione è però aperta anche agli altri studenti delle ultime classi delle scuole superiori coinvolte.

  • 3/12/2010, ore 10:00 - Omegna e Arona

    Elvira Mujcic incontra gli studenti

    Nell’ambito del CORSO DI FORMAZIONE per il CONCORSO REGIONALE DI STORIA CONTEMPORANEA a.s. 2010/2011 Venerdì 3 dicembre 2010, ore 10-13 Aula Magna, Liceo “Gobetti”, Omegna, Via Novara 7 Sabato 4 dicembre 2010, ore 10-13 Aula Magna, Liceo “Fermi”, Arona, via Monte Nero15/a MARIA BACCHI Istituto mantovano di storia contemporanea e “Articolo 3. Osservatorio sulle discriminazioni” di Mantova ELVIRA MUJCIC autrice di Al di là del caos e di E se Fuad avesse avuto la dinamite? (Infinito Edizioni) svolgeranno una lezione di preparazione allo svolgimento della TRACCIA 3 proposta dal Concorso regionale di Storia Contemporanea e dedicata a: Il ruolo dei mezzi d’informazione nel contesto della guerra nell’ ex-Jugoslavia La partecipazione è rivolta, in via prioritaria, agli studenti e ai docenti residenti nelle provincie di Novara e del Verbano Cusio Ossola che risultino iscritti al Concorso regionale di storia contemporanea e abbiano scelto di svolgere la TRACCIA 3 proposta dal concorso . La partecipazione è però aperta anche agli altri studenti delle ultime classi delle scuole superiori coinvolte. In allegato una scheda su Envira Mujcic e una sua lettera aperta nell'anniverario della strage di Srebrenica

  • 3/12/2010, ore 21:00 - Oleggio (No)

    Gianni Rodari e la Resistenza

    3 dicembre 2010 - ore 21,00 INCONTRO PUBBLICO Salone Enaip di Oleggio 2010 Anno Rodariano Gianni Rodari e la Resistenza Interventi: _ INTRODUZIONE a cura di un rappresentante dell’A.N.P.I. _ A PARTIRE DA “LA STORIA DEGLI UOMINI”: UN RODARI POLITICO CESARE BERMANI, storico, ricercatore dell’Istituto “De Martino” _ IDEALI E VALORI DELLA RESISTENZA NELL’OPERA RODARIANA GUIDO PETTER, partigiano, docente presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova

  • 30/11/2010, ore 20:45 - Ramate di Casale Corte cerro (Vb)

    Rodari e la Resistenza

    Associazione Nazionale Partigiani d’Italia Sezione di Omegna e Zona Cusio in collaborazione con Comitato Provinciale ANPI del Verbano Cusio Ossola Sezione ANPI Ovest Ticino Comune di Casale Corte Cerro Associazione Casa della Resistenza - Parco della Memoria e della Pace Circolo Operaio ARCI “Franco Ferraris” - Omegna Comitato dei Rodariani Omegnesi con il sostegno di Lega Coop Piemonte, Nova Coop, e Unipol Martedì 30 novembre 2010 - ore 20,45 INCONTRO PUBBLICO Centro Culturale “Il Cerro” Ramate di Casale Corte Cerro 2010 Anno Rodariano Gianni Rodari e la Resistenza Interventi: _ INTRODUZIONE a cura di un rappresentante dell’A.N.P.I. _ A PARTIRE DA “LA STORIA DEGLI UOMINI”: UN RODARI POLITICO CESARE BERMANI, storico, ricercatore dell’Istituto “De Martino” _ IDEALI E VALORI DELLA RESISTENZA NELL’OPERA RODARIANA GUIDO PETTER, partigiano, docente presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova Evento collegato: Incontro pubblico organizzato dalla Sezione ANPI Ovest Ticino Venerdì 3 dicembre 2010, ore 20,30 presso il Salone ENAIP di Oleggio (NO)

  • 13/11/2010, ore 18:00 - Novara

    Novara in orbace

    Nell'ambito della Settimana Novarese della lettura si terrà Sabato 13 novembre alle ore 18.00 presso la Biblioteca Civica Negroni a Novara la presentazione della terza parte di "Novara in orbace" dal titolo: "La resa dei conti: la Squadraccia" curato da Silvano Crepaldi per i tipi Lampi di Stampa. Con l’editore e l’autore sarà presente Mauro Begozzi, direttore dell’Istituto storico “P.Fornara

  • 22/10/2010, ore 9:30 - Sant'Ambrogio Olona di Varese

    Eugenio Colorni federalista

    Organizzato dall’Università degli studi dell’Insubria, dall’Università di Pavia e dal Comitato Nazionale Eugenio Colorni si terrà a Varese, il 22 ottobre prossimo, il convegno “Eugenio Colorni federalista” incentrato sulla figura di uno dei massimi promotori del federalismo europeo, che partecipò con Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi alla scrittura del Manifesto di Ventotene. L’incontro si svolge con il patrocinio e la collaborazione dell’AICCRE Lombardia, dell’Associazione Universitaria di Studi Europei (AUSE), delle Sezioni Movimento federalista europeo (MFE) di Belgioioso e di Varese, dell’Istituto varesino per la storia dell’Italia contemporanea e del movimento di liberazione, dell’Istituto Pavese per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea di Pavia, del Comune e della Provincia di Varese. Questo il programma della giornata Villa Toeplitz - Sant'Ambrogio Olona di Varese ore 9.30 Saluti Renzo Dionigi Magnifico Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria Dario Galli Presidente della Provincia di Varese Attilio Fontana Sindaco di Varese Carlo G. Lacaita Direttore Istituto varesino “Luigi Ambrosoli” per la storia dell’Italia contemporanea e del movimento di liberazione Giuseppe Viola Segretario Generale AICCRE Lombardia Prima Sessione Presiede Claudio Bonvecchio Università degli Studi dell’Insubria Introduce Maurizio Degl’Innocenti Presidente del Comitato Nazio-nale “Eugenio Colorni” Relatori Luigi Vittorio Majocchi Università degli Studi di Pavia Eredità e attualità di Eugenio Colorni Francesco Gui Università di Roma “La Sapienza” Spinelli, Colorni e il Manifesto di Ventotene Antonella BragaIst. Storico della Resistenza e della società contemporanea “P.Fornara” di Novara «Commodo», «Ritroso» e «Severo»: dialoghi filo-sofici e politici al confino Luigi Zanzi Università degli Studi di Pavia Colorni federalista fra storia e filosofia Fabio Zucca Università degli Studi dell’Insubria Dalla carta di Chivasso alle autonomie locali ore 14.30 Seconda Sessione Presiede Dario Velo Università degli Studi di Pavia Relatori Daniela Preda Università degli Studi di Genova Dal Manifesto di Ventotene al processo d’integrazione europeo Giuseppe Barbalace Università degli Studi di Roma Tre Colorni, il federalismo e le riviste socialiste del dopoguerra: Italia socialista, Iniziativa socialista ed Europa socialista Cristiano Zagari Università La Tuscia di Viterbo Mouvement Socialiste pour les Etats Unis d’Europe e la Gauche Europèenne Daniele Pasquinucci Università degli Studi di Siena La forma dell’eredità. I socialisti delle Comunità e il Parlamento Europeo 1952-1960 Antonio Maria Orecchia Università degli Studi dell’Insubria Federalismo europeo e centralismo italiano. Le ipotesi della stampa e l’opinione pubblica (1945-1948) Roberta Pezzetti Università degli Studi dell’Insubria Verso una politica industriale e della ricerca co-mune per un’Europa federale.

  • 10/10/2010, ore 10:45 - Domodossola

    66° DELLA REPUBBLICA PARTIGIANA DELL'OSSOLA

    66° anniversario della Repubblica partigiana dell'Ossola 9 settembre - 21 ottobre 1944 Domenica 10 ottobre 2010 ore 10,30 – Piazza Matteotti. Ritrovo presso il Monumento alla Resistenza. Ricevimento e onori al Gonfalone della Città di Domodossola decorato di M.d’O. al V.M. e ai Medaglieri. Alzabandiera e deposizione corona. ore 10,45 – Formazione corteo e sfilata per le vie cittadine: da Corso Paolo Ferraris a Piazza Mercato ore 11,00 – Teatro Galletti. Saluto delle Autorità. Commemorazione della storica ricorrenza con "letture sceneggiate" tratte da libri e documenti dell'epoca, a cura dell'Associazione l'Altro Teatro. Sarà presente il Civico Corpo Musicale

  • 7/10/2010, Torino

    Il Centro Primo Levi incontra gli insegnanti piemontesi

    Incontro con gli insegnanti piemontesi Giovedì 7 ottobre, ore 15.30. Centro Internazionale di Studi Primo Levi - via del Carmine 13, Torino. Il Centro Internazionale di Studi Primo Levi organizza un seminario per discutere con gli insegnanti di eventuali strumenti e iniziative utili a sollecitare il lavoro e la riflessione degli studenti. L’incontro è organizzato a seguito dell’indagine conoscitiva Primo Levi nelle scuole in Piemonte, proposta online ai docenti negli scorsi mesi, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale. Saranno presentati i risultati del questionario, volto ad analizzare la rilevanza e il significato del lavoro svolto sulle opere di Primo Levi nelle scuole piemontesi, dalle elementari alle superiori, e il rapporto degli studenti con l’autore. Interverranno, tra gli altri, Fabio Levi, direttore del Centro e Domenico Scarpa, studioso di Levi e docente universitario. Per maggiori informazioni: http://www.primolevi.it/Web/Italiano/Strumenti/News/230_Seminario_con_gli_insegnanti_delle_scuole_piemontesi%2c_gioved%C3%AC_7_ottobre%2c_ore_15.30 Per informazioni: Valeria Sesia - Centro Internazionale di Studi Primo Levi via del Carmine, 13 - 10122 Torino Cell. (+39) 346 3197042 Tel. (+39) 011 4369940 valeria.sesia@primolevi.it www.primolevi.it

  • 1/10/2010, ore 00:00 - Novara

    NUOVO CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE ALL'ISTITUTO 'P.FORNARA'

    L'Assemblea Consorziale dell’Istituto nella seduta del 30 settembre 2010 ha proceduto con voto unanime alla nomina del nuovo Consiglio d’Amministrazione confermando alla Presidenza Francesco Omodeo Zorini e votando Consiglieri: Vittorio Beltrami, Riccardo Borgna, Mimma Calletti, Paolo Cattaneo, Giovanna Del Savio, Antonio Fina, Stefano Pistochini, Vittorio Tarditi Contestualmente è stato approvato il Documento di programma per il quadriennio 2010-2014 consultabile in allegato.

  • 29/9/2010, verbania

    LA MEGLIO GIOVENTU'

    Lo “Speciale Qui Touring” n. 41 del settembre 2010 è interamente dedicato al Piemonte.Tra i diversi è importanti servizi, la rubrica “Storia” è dedicata alla proposta di un “Viaggio alla scoperta della straordinaria epopea della Resistenza italiana tra le montagne dell’Ossola, pp. 136-143. Firma il reportage, dal bel titolo “La meglio gioventù”, Tino Mantarro (foto di Michele Morosi) che ha raccolto testimonianze e visitato i luoghi (in particolare la Casa della Resistenza di Fondotoce), proponendo un documentato servizio storico a cui si accompagnano utili informazioni turistiche e culturali

  • 20/9/2010, ore 00:00 - Crodo (Vb)

    I sentieri della ricerca n. 11/2010

    E' uscito il n. 11 giugno 2010 della rivista diretta da Angelo Del Boca. Di seguito il sommario del numero. Invitiamo tutti i lettori a sottoscrivere l'abbonamento fissato a euro 30,00. Sostenitore euro 100,00 Il presente numero costa euro 20,00 Sommario Dall’aggressione di Berlusconi alla beatificazione di Bettino Craxi di Angelo Del Boca …………………………………. P.7 vivere la resistenza Valtellina, il movimento partigiano in bassa valle di Gian Paolo Ghirardini……………………………p.13 Storia nazionale Le picconate di Berlusconi ai tabù della memoria storica di Aram Mattioli………………………………………….p.61 Il mito dell’eroe crociato: padre Reginaldo Giuliani “soldato di Cristo e della Patria” di Giovanni Cavagnini…….………………………….p.75 Primi appunti per una storia dei prigionieri austro-ungarici e tedeschi nel Novarese durante la Grande guerra (on line) di Renzo Fiammetti………………………………………p.99 l’Africa e il resto del mondo Guido Valabrega “Gadi” pioniere del kibbuz Ruchama, 1951-53 L’esperienza i un giovane socialista sionista ricostruita attraverso le sue carte di Paolo Valabrega………………………………………p.115 Un caso di mancato attacco preventivo: gli Stati Uniti di fronte al programma nucleare cinese (1962-1964) di Paolo Soave…………………….…………………………p.147 Dopo la perdita delle colonie: una psichiatria post-coloniale italiana? I casi della Somalia e della Libia di Luigi Benevelli…………………………………………………p.179 Il programma coloniale della Germania nel 1915 di Vanni Clodomiro…………………………………………… p.207 internet e storia I sentieri della rete di Andrea Paracchini…………….………………………………p.237 rassegna bibliografica Criminali di guerra in libertà (on line) di Francesco Omodeo Zorini…...…………………………p.253 Schede (on line)...........………………………………………p.270 vita della rivista………………………………………………………p.287 notizie sugli autori di questo numero………………p-295

  • 8/9/2010, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania

    8 Settembre 1943-2010

    Celebrazione del 67° anniversario organizzato dalla Casa della resistenza e dal Comitato della Regione Piemonte per l'affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana Mercoledì 8 settembre ore 10.00 presso la Casa della Resistenza, via Turati 9 Verbania Fondotoce. Programma Ore 10 Saluti del Presidente Vittorio Beltrami Saluti delle autorità Irene Magistrini introduce la testimonianza di Mario Parachini, ex internato militare Ore 11 Spettacolo teatrale “Il più bello di tutti i fratelli”. Testo di Aquilino, messo in scena dalla compagnia L’Altra Eva Lo spettacolo Teatrale “Il più bello di tutti i fratelli” sarà replicato per gli studenti intorno alla metà di settembre in occasione della testimonianza di Franca Volpe, figlia del Tenente Volpe internato militare in Germania dopo Corfù

  • 1/7/2010, ore 00:00 - Novara

    Orario estivo

    Durante i mesi di luglio e agosto l'Istituto di Novara osserverà un orario ridotto e sarà aperto al pubblico solo al mattino, sempre dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,00. Ci scusiamo anche per alcuni disservizi o limitazioni che potranno verificarsi soprattutto in biblioteca e archivio. Nella settimana dal 16 al 20 agosto (riapetura lunedì 23) l'Istituto resterà chiuso.

  • 25/6/2010, ore 00:00 - Verbania

    LETTERALTURA 2010

    LAGO MAGGIORE LETTERALTURA FESTIVAL DI LETTERATURA DI MONTAGNA, VIAGGIO, AVVENTURA Associazione Culturale “LetterAltura” - C/o il Chiostro, Via F.lli Cervi 14 – 28921 Verbania Telefono: +390323581233 – Web Site: www.letteraltura.it Codice Fiscale e Partita Iva: 02052260037 LETTERALTURA 2010 (R)esistenze (R)esistenze, Montagna e spiritualità, Alpinismo, L’asino, Il formaggio, e Montagne d’Europa: questi i percorsi tematici che, seguendo il fil-rouge della montagna, del viaggio e dell’avventura, hanno guidato l’ideazione di alcuni fra gli appuntamenti di LetterAltura 2010. (R)esistenze, con la “R” tra parentesi, significa tante cose, non tutte facili da descrivere. Certi grandi temi, che hanno in sé un portato storico, ma anche sociologico ben presente e vivo, eccedono l’orizzonte limitato di qualunque spiegazione. (R)esistenza è, per esempio, quella del piccolo paese di montagna che non vuole accettare passivamente le regole delle stagioni e si inventa uno stratagemma per “conquistare” il sole. (R)esistenza è la vita difficile di chi non si arrende mai, ma combatte ogni giorno con coraggio e orgoglio, per ricordare a sé e agli altri i propri cari scomparsi in nome della libertà. (R)esistenza è sempre e soprattutto un atto d’amore. Lago Maggiore LetterAltura ripropone, fuor da consunte retoriche, quelle forme di esistenza nelle quali la laboriosa tenacia e l’impegno strenuo sono resistenza in atto. Vivere in montagna in certe condizioni è già di per sé una resistenza. Ne parleremo allora con: lo scrittore Goffredo Fofi in dialogo con il giornalista Erminio Ferrari, il regista canadese David Christensen accompagnato dall’intera comunità di Viganella, gli scrittori Alberto Cavaglion e Roberto Cazzola, la scrittrice Benedetta Tobagi in dialogo con il giornalista Romano Giuffrida e gli scrittori Boris Pahor e Mila Orlic. Ecco gli eventi: Venerdì 25 giugno ore 16.30 a Verbania, Casa Ceretti – Museo del Paesaggio R-Esistere, R-Esistere, R-Esistere Goffredo Fofi dialoga con Erminio Ferrari La libertà non è stare sopra un albero, e la resistenza non è farsi legare all’albero per non cedere al richiamo delle sirene. L’intellettuale, e non solo oggi, né solo in Italia, ha spesso scelto di stare sul ramo più in alto, o si è dato alle sirene del successo e del mercato. La resistenza (a queste e ad altre lusinghe) è ciò che Goffredo Fofi pratica da oltre mezzo secolo: agendo, intervenendo. E soprattutto facendo della cultura un bene condiviso e un’affermazione di libertà. Scendendo, insomma, dall’albero. Venerdì 25 giugno ore 21.00 a Verbania, Cinelandia, Via Lamarmora, 14 Lo specchio Cine-incontro con il regista del film David Christensen e la comunità di Viganella In un remoto angolo del Piemonte sorge il piccolo borgo di Viganella, uno dei rari luoghi in Europa dove la Natura sembra aver reclamato indietro la terra. Tante sono le storie vissute e raccontate, seguendo più di un filo narrativo, giorno dopo giorno, dagli abitanti del paese e della Valle Antrona, e tutte si intrecciano con la storia dello specchio, con il tentativo estremo e quasi onirico di riportare la luce nel proprio piccolo rifugio. Sabato 26 giugno ore 15.00 a Verbania, Sala Rosmini dell’Hotel Il Chiostro C’era una volta la Resistenza Alberto Cavaglion dialoga con Roberto Cazzola Se sono le grandi narrazioni uno degli elementi fondativi delle nazioni, è giusto chiedersi oggi se la Resistenza può finalmente - o ancora - essere considerata un evento in cui tutta una collettività può e vuole riconoscersi. A disposizione ci sono una mole imponente e autorevole di saggistica e un repertorio di narrativa non meno ricco. Alberto Cavaglion e Roberto Cazzola si iscrivono nell’uno e nell’altro filone, e discuteranno la necessità di interrogarsi su come raccontare la Resistenza ai nostri figli.

  • 18/6/2010, ore 21:00 - casa della Resistenza di Fondotoce (Vb)

    Classe III B - Presentazione

    Venerdì 18 giugno alle ore 21.00, presso la Biblioteca Aldo Aniasi della Casa della Resistenza di Fondotoce, presentazione della ristampa del libro di Nino Chiovini “Classe III B”, dedicato a Cleonice Tomassetti partigiana fucilata a Fondotoce il 20 giugno 1944 con altri 41 resistenti. Saranno presenti i curatori Gianmaria Ottolini, Mauro Begozzi e Maria Silvia Caffari. Moderatrice: Irene Magistrini

  • 13/6/2010, ore 00:00 - Massiola-Ormavasso (Vb)

    Sentiero 'Alfredo Di Dio'

    Domenica 13 giugno si terrà la quarta edizione del Sentiero “Alfredo Di Dio”, percorso della memoria per conoscere e ripercorrere i luoghi e le vicende della guerra di Liberazione che ha portato alla nascita della Repubblica Italiana. La manifestazione è organizzata dalla Comunità Montana Due Laghi Cusio Mottarone e Val Strona, dal Raggruppamento Divisione Patrioti Alfredo Di Dio – Divisione Valtoce, dai Comuni di Ornavasso e Massiola con la partecipazione di CAI, ANA, ANPI Zona Cusio, Casa della Resistenza di Fondotoce e di altre Amministrazioni Comunali e Associazioni. PROGRAMMA ore 7,30 con il Raduno nella Piazza del Municipio del Comune di Massiola; alle 7,45 momento di preghiera in suffragio dei fratelli Di Dio e dei Caduti della II Guerra Mondiale tenuto dal sac. can. don Giuseppe Duella - Saluto inaugurale - Omaggio al Monumento ai Caduti, ore 8,00 Partenza, sosta ad Inuggio per la posa di un omaggo floreale alla lapide intitolata ai F.lli Di Dio, proseguimento della camminata con l'ascesa al Monte Massone, passando dal Poggio Frera da dove si scende alla Bocchetta. Sul versante di ornavasso si scende all'alpe Caortevecchio (poco distante è l'alpe Rossombolmo dove trovò rifugio per lunghi mesi la "Valtoce")per poi scende al Boden. ore 17,00 previsto arrivo al santuario del Boden in Comune di ornvasso: testimonianze del Presidente dell'Associazione Patrioti Di Dio Guido De Carli, deposizione omaggio floreale al monumento dedicato ai "patrioti che hanno dato la vita per l'Italia" Al termine, l'Amministrazione Comunale di Ornavasso offrirà un rinfresco a tutti i partecipanti.

  • 12/6/2010, Cannobio (Vb)

    IL SENTIERO CHIOVINI

    "Sentiero Chiovini" XII edizione. Il classico trekking tra Italia e Svizzera, la cui organizzazione è anche quest’anno affidata alla Valgrande Società Cooperativa, percorre i sentieri usati dai partigiani per sfuggire al rastrellamento della Val Grande del Giugno ¹44; si partirà da Cannobio alle ore 8.00 e, dopo 9 tappe lungo un percorso definito ed attrezzato con pannelli informativi, si giungerà alla Casa della Resistenza, Parco della Memoria e della Pace, a Fondotoce (Verbania) in tempo per partecipare alla solenne Manifestazione celebrativa nel 66° anniversario dei 42 martiri prevista per le ore 11. Si parte sabato 12 giugno con la prima tappa da Cannobio a In L'Agher in concomitanza con l'escursione della serie "Libri in cammino" dedicata al libro "I sentieri della libertà" di M. Begozzi e A. Braga (in collaborazione con il Parco Nazionale Val Grande). Il trekking continuerà poi fino a domenica 20 giugno con l'arrivo a Fondotoce. Inoltre segnaliamo l'appuntamento il 16 giugno per la commemorazione dei 15 Partigiani fucilati e di altri Partigiani caduti in questo Comune ¬ 66° anniversario (23 giugno 1944). Organizzata dall¹ A.N.P.I. Ossola e Vigezzo. In collaborazione con l'Associazione Casa della Resistenza. Patrocinano e collaborano numerosi Enti ed Associazioni tra cui Regione Piemonte, Provincia del VCO, CONI VCO, Pro Centovalli e Pedemonte, Regio Insubrica Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla Valgrande Società Cooperativa, 0323.402852 - 0323.468506 (e-mail: valgrandelavori@societar3.191.it) ¬ Tiziano Maioli, 368.201688 Itinerario storico-naturalistico da Cannobio passando per la Svizzera fino a Fondotoce lungo i sentieri teatro delle vicende della lotta di liberazione. L’arrivo a Fondotoce presso la Casa della Resistenza avverrà in concomitanza con la tradizionale manifestazione in memoria dell’eccidio dei 42 martiri in collaborazione con l’Associazione Casa della Resistenza e numerosi 12 giugno: Cannobio – In l’Agher 13 giugno: In l’Agher - Rif. Al Legn (CH) - Palagnedra (CH) 14 giugno: Palagnedra (CH) - L’ Alpino 15 giugno: L’ Alpino - Montevecchio 16 giugno: Montevecchio - Finero - Alpe Cortechiuso 17 giugno: Alpe Cortechiuso - Alpe Pian di Boit 18 giugno: Alpe Pian di Boit - Alpe Prà 19 giugno: Alpe Prà - Cicogna - Corte Buè - Alpe Ompio 20 giugno: Alpe Ompio - Fondotoce (VB) Difficoltà E Il trekking completo è gratuito (escluso vitto e alloggio). E’ comunque possibile iscriversi alle singole tappe.

  • 2/6/2010, Tornaco (No)

    Festa della Repubblica

    I Comuni di Borgolavezzaro, Garbagna, Nibbiola, Terdobbiate, Tornaco e Vespolate, in collaborazione con Immagina e Istituto storico "P. Fornara", organizzano per la Festa della Repubblica Mercoldì 2 giugno alle ore 21,15 presso il Teatro Comunale di Tornaco (Via Girella) Proiezione del film Novara Millenovecentoventidue (con Nino Castelnuovo, Marco Morelllini, Sergio Danzi, Bruna Vero) Introduce la serata Mauro Begozzi, direttore dell'istituto storico "P. Fornara"

  • 2/6/2010, ore 21:00 - Galliate (No)

    Galliate per la Festa della Repubblica

    In occasione della Festa della Repubblica, mercoledì 2 giugno, alle ore 21, presso la Sala Parrocchiale della Domus Mariae di Galliate in Piazza Vittorio Veneto avrà luogo la tavola rotonda "Dalla Resistenza alla Costituzione". L'iniziativa è organizzata dalla Cooperativa Verde Azzurra e dall'Associazione Tenda Gialla in collaborazione con l'A.N.P.I., sezione di Novara, e l'Istituto Storico "Piero Fornara" di Novara. Partecipano all'incontro Giovanni Cerutti, ricercatore presso l'Istituto Storico "Piero Fornara" di Novara, con una relazione sul tema "La nascita della Repubblica", e Claudio Vercelli, ricercatore Istituto di Studi Storici "Salvemini" di Torino, con una relazione sul tema "Le ragione della Costituzione italiana". Modera il dibattito Luciano Lombardi, giornalista

  • 28/5/2010, ore 9:00 - VERBANIA - CASA DELLA RESISTENZA

    Cittadini Under 18

    Scuole Partecipanti: S.M.S. Ranzoni- Verbania (Scuola Secondaria I° di Trobaso e Pallanza) - Scuola Polo della Rete "Cittadini under 18" S.M.S. "Quasimodo" Verbania” VB III Circolo - Verbania (Scuola Primaria “Guglielmazzi” Pallanza) VB IV Circolo - Verbania (Scuola Primaria – "Bachelet" Trobaso) Istituto Comprensivo “Carmine “ - Cannobio Istituto Comprensivo del Vergante – Invorio – Novara (sede diLesa e Massino Visconti) Istituto Comprensivo “C.Rebora” - Stresa Con la collaborazione e il supporto tecnico del'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" Invito alla giornata conclusiva del progetto sperimentale "Cittadini under 18" Promossa dalla Scuola Media Statale Ranzoni Verbania 28 Maggio 2010 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso la Casa della Resistenza, Via Turati 9, Fondotoce Tel.0323 586802 - Fax 0323 586649 Email: info@casadellaresistenza.it Programma Ore 9.00 Saluti delle Autorità Introduzione: “La sperimentazione del progetto Cittadini under 18” Intervento di Antonella Braga, Sezione didattica dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara” Le scuole protagoniste: presentazione degli elaborati prodotti durante l’a.s. 2009-2010 a cura degli studenti (proiezioni multimediali) Consegna degli attestati di partecipazione alle scuole coinvolte nella rete provinciale Inaugurazione della mostra delle opere realizzate dai ragazzi La mostra resterà aperta al pubblico fino al 03 Giugno 2010 negli orari di apertura della Casa della Resistenza "Cittadini under 18" Titolari di diritti, protagonisti attivi,costruttori di futuro Anno Scolastico 2009—2010 “La domanda è se si possa insegnare non la democrazia ma l’adesione alla democrazia:, se si possa insegnare non che cosa è la democrazia ma ad essere democratici, cioè ad assumere nella propria condotta la democrazia come ideale, come virtù da onorare e mettere in pratica. Più in generale si tratta di sapere se gli ideali, le virtù, e in particolare la virtù politica, si possano insegnare oppure no”. Gustavo Zagrebelsky, Imparare democrazia, Torino, Einaudi, 2007, p. 39. La giornata sarà dedicata alla condivisione delle attività progettuali che le scuole della rete provinciale hanno effettuato durante l’anno scolastico all’interno del progetto sperimentale “Cittadini under 18”. Gli studenti si aprono al territorio nella condivisione dei loro percorsi di crescita attraverso presentazioni e mostre dei loro elaborati.

  • 1/5/2010, ore 17:00 - Varzo (Vb)

    Il salvataggio del Tunnel del Sempione

    Il Comune di Varzo, i Libri della Torre di Varzo e la Biblioteca “Andrea Bertocchi” nel quadro dell’iniziativa “I libri che raccontano la nostra storia”, organizzano per Sabato 1° Maggio 2010 alle ore 17,00 presso Torre di Varzo Una conferenza su: 23 aprile 1945 Il salvataggio del Tunnel del Sempione Ricostruzone storica e immagini di Pier Antonio Ragozza. Lettura di alcuni brani dal libro di Guido Petter “Il Salvataggio del Sempione” con Silvia Poletti e Roberto Bassa Nel 65° anniversario di un eroico episodio della Resistenza Ossolana una commemorazione dedicata ai pochi che ricordano e ai molti che non conoscono

  • 30/4/2010, ore 00:00 - Verbania

    Classe III° B. Cleonice Tomassetti. Vita e Morte, di Nino Chiovini, Tararà, Verbania 2010

    Nel 1981 Nino Chiovini dava alle stampe, col medesimo titolo, il suo omaggio, il suo studio, dedicato a Cleonice Tomassetti, fucilata con altri 42 partigiani a Fondotoce il 20 giugno 1944, restituendole dimensione e dignità al di là delle fantasiose biografie apparse per lungo tempo su libri e giornali. Nel 1994 il libro veniva ristampato sempre a cura del Comitato della resistenza verbanese. Ora, l'editore Tatarà ne pubblica un'edizione critica che si arricchisce di nuove ricerche e studi. Il lavoro è stato curato da Gianmaria Ottolini, ha una nuova presentazione di Franca Giordano, una prefazione di Maria Silvia Caffari e alcune annotazioni storiche di Mauro Begozzi (sulla storia delle famose fotografie che ritraggono il corteo dei Martiri di Fondotoce) e di Gianmaria Ottolini (sul mito che ha sempre circondato questa donna semplice, ma straordinaria). Il volume esce nella collana "storie" al costo di € 10.000.

  • 25/4/2010, ore 00:00 - Verbania

    I giorni della semina - Per il 25 aprile

    I giorni della semina per il 25 aprile a Verbania CONFERENZA STAMPA presentazione dell’iniziativa (16 MARZO Ore 17.00 presso La CASA DELLA RESISTENZA) SERATA DI APERTURA: "I GIORNI DELLA SEMINA" (1 APRILE ORE 21 Casa della Resistenza) dedicata alla rilettura di brani e itinerari di riflessione tratti dagli scritti di Nino Chiovini (Conduttore Silvia Magistrini) IRONIKONTEMPORANEO (8 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) Si tratta di un appuntamento per giovani: reading, cabaret e musica per piano e voce con Roberto “Freak”Antoni e Alessandra Mostacci L'INFORMAZIONE, QUESTA SCONOSCIUTA (14 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) serata di riflessione su come viene a proporsi l'informazione ai nostri giorni (1° relatore M. Santoro (da verificare); 2° relatore Walter Passerini PAROLE E CANZONI RESISTENTI (21 APRILE Ore 21 Sala polivalente di Arizzano) Presentazione del libro "14 giorni di agosto - Verbania 1944" di Gianni Maierna, alla presenza dell'autore. Reading e prosa: (Silvia Magistrini, Silva Cristofari) Musica : Concerto gli YOYO MUNDI. RACCONTARE E' ASCOLTARE (24 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) La sera del 24 Aprile, alle ore 21, presso la sala grande de "La casa della Resistenza" si svolgerà un evento di esperienze teatrali, letture e musica: Reeding di Alberto Patrucco e Adele Pellegatta sui temi della resistenza e della liberazione, con la partecipazione dei musicisti "Los Chitarones" BICIPace CITTADINA (25 APRILE ore 9,00-12,30) Corteo ciclopacifico “per una memoria del futuro” nel nome della pace e dei diritti di tutti. Partenza dal parcheggio Villa Taranto, passaggio nelle vie di Verbania e arrivo alla Casa della Resistenza. FESTA DEI BAMBINI (ore 14.30 Casa della Resistenza) spettacolo Storia a Pedale (La Furattola) LA VOCE DELLA MEMORIA (25 APRILE Ore 21 Centro di Incontro Sant’Anna) Spettacolo teatrale: Per dignità, non per odio” (Ass. Vento di Teatro) Proiezione del Film “L’Ombra del Lago” regia di Werner Weick. RIDERE PER SPERARE (22 MAGGIO ore 21 Casa della Resistenza) Il 25 Aprile si dovrebbe festeggiare sempre, anche dopo la ricorrenza e d’altra parte i giorni della semina debbono incominciare a dare germogli. Da qui l’idea di un evento a Maggio, che faccia da ponte ideale verso una nuova “stagione” di riflessioni, ricordi, feste, ricorrenze. Si tratta di un intrattenimento dell'intelligenza arguta presentato da Zuzzurro e Gaspare. Con il patrocinio della Regione Piemonte e la collaborazione di: Associazione Casa della Resistenza; Il Baobab; Punto e a capo; SottoSopra; Istituto Evangelico; Agesci Intra; Le coccinelle; Il cerchio; Anpi- Verbania; Arci verbania; Il Mosaico; Emergency; Tante voci; Mani tese; Bicincittà; Coop-Novacoop

  • 25/4/2010, ore 00:00 - Verbania

    Il Rosso, l'Azzurro e il Verde

    Piccolo manuale della bandiere della Resistenza (a cura di Mauro Begozzi), Associazione Casa della Resistenza, Istiuto storico 'P.Fornara', Istituto storico 'C. Moscatelli', Borgomanero, 2009. Tra l'11 dicembre 2008 e la fine di gennaio del 2009 si tenne alla Casa della Resistenza di Fondotoce una "singolare" mostra delle bandiere delle Resistenza appartenute alle formazioni partigiane del Novarese, del Vercellese, del Biellese, della Valsesia e del Verbano Cusio Ossola. Furono allora esposti alcuni pezzi originali (una cinquantina) frutto del comune lavoro di ricerca della Casa della resistenza e degli Istiuti storici della resistenza "P. Fornara" e "C. Moscatelli". Nonostante l'inclemenza del tempo di quel periodo, la mostra ebbe un discreto successo. Esce ora un piccolo "catalogo" o meglio un piccolo "manuale" che riproduce le schede delle bandiere allora ritrovate ed esposte (ma non solo). L'intento è quello di servire da stimolo a tutti perché quei preziosi cimeli vengano recuperati e salvati non solo nelle nostre zone.

  • 24/4/2010, ore 00:00 - nOVARA

    FESTIVAL DELLE NUOVE RESISTENZE

    Due giorni di festa a Novara in occasione del 25 aprile "Sermais. Società civile responsabile", insieme ad "ANPI Comitato provinciale Novara. Sezione Marcella Balconi”, "ARCI", I’Istituto Storico della Resistenza P. Fornara di Novara”, "Libera. Associazioni e numeri contro le mae" organizzano: Una grande manifestazione a Novara il 24 e il 25 Aprile 2010. Una “due giorni” di festa, spettacoli, proiezioni, concerti, reading teatrali, testimonianze, cacce al tesoro e mangiate collettive aperta a tutta la cittadinanza, per festeggiare la liberazione valorizzandola nel presente. La manifestazione si svolgerà nel “Circolo Operaio Agricolo” della Bicocca, al Circolo della Resistenza XXV Aprile di vicolo San Giacomo e nel centro città. Correlati al Festival, saranno i due concorsi indetti per l’occasione: uno aperto alle scuole e uno per chiunque voglia cimentarsi con racconti o scatti fotografici. Presto sul sito i dettagli del programma e... l’invito ufficiale alla caccia al tesoro. Pronti, resistenza, via!." I luoghi della manifestazione: "Circolo della Resistenza XXV Aprile"; via San Giacomo 4, Novara (Centro città) “Circolo Operaio Agricolo”: via Sforzesca 99, Novara (Bicocca) 24 aprile Ore 15: Apertura della manifestazione in centro città Ore 15:30: reading delle “Lettere dei condannati a morte della Resistenza” da parte di un gruppo di studenti della scuola “Bellini” di Novara. Ore 16: 00: Sulle tracce della libertà. Gioco per ragazzi di tutte le età Dalle ore 19:30: cena resistente presso il Circolo Operaio Agricolo della bicocca Ore 21:00: spettacolo di improvvisazione teatrale sulla Costituzione della compagnia milanese Improvincia: “139 - di sana e robusta costituzione" presso il Circolo Operaio Agricolo della Bicocca. 25 aprile Ore 10 ritrovo in Piazza Martiri per dare inizio alla biciclettata tra i monumenti della Resistenza (qui il percorso) Ore 11:30: arrivo in piazza Cavour, tappa alla commemorazione di Prefettura, Comune e Provincia di Novara, ANPI e ISRN Ore 12: concerto del gruppo della scuola “Bellini”. Ore 13:00: arrivo della biciclettata al Circolo Operaio Agricolo della bicocca Ore 13: pranzo presso il Circolo Operaio Agricolo della bicocca Ore 15: testimonianze di nuove resistenze: Pino Masciari, imprenditore che ha denunciato la 'ndrangheta Ore 16: reading teatrale a cura degli attori Lores Bartelle e dell'attore Dario M. Desantis Ore 16:30: premiazione dei vincitori dei concorsi Ore 17:00: chiusura della manifestazione con il concerto a cura del gruppo Clan Mamacè Eventi collaterali: Allestimento di una mostra che espone le opere partecipanti al concorso presso il Circolo della Resistenza XXV Aprile Istallazione di “sagome resistenti” preso il Circolo Operaio Agricolo della Bicocca

  • 19/4/2010, Napoli

    L'esperimento di democrazia della repubblica partigiana dell'Ossola

    Università degli Studi di Napoli L'Orientale, Facoltà di Scienze Politiche L'ESPERIMENTO DI DEMOCRAZIA DELLA REPUBBLICA PARTIGIANA DELL'OSSOLA CONVEGNO DI STUDI 19.4.2010, ore 15, Università L'Orientale, Palazzo du Mesnil Via Chiatamone 61/72 Napoli Apertura dei lavori Sessione presieduta da Amedeo Di Maio Preside della Facoltà di Scienze Politiche, Università di Napoli L'Orientale Lida Viganoni, Rettore dell'Università L'Orientale Indirizzo di saluto Amedeo di Maio Presentazione del Convegno Relazioni Sessione presieduta da Guido D'Agostino Università degli Studi di Napoli Federico II Istituto Campano per la Storia della Resistenza, Napoli Luigi Mascilli Migliorini Università degli Studi di Napoli L'Orientale “La Repubblica dell'Ossola: storia e memoria nell'Italia contemporanea” Eugenio Capozzi Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli “Alfredo Di Dio, Aristide Marchetti e la Divisione Valtoce” Mauro Begozzi Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara”, Novara-VCO “L'esperimento di democrazia della Repubblica partigiana dell'Ossola” Francesco Omodeo Zorini Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara”, Novara-VCO “Scuola e cultura, nella Repubblica partigiana” Paolo Bologna Associazione Nazionale Partigiani, Domodossola “L'amministrazione della giustizia, nella Repubblica partigiana” Pier Antonio Ragozza Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara”, Novara-VCO “Aspetti giuridico-istituzionali della Zona Liberata” Andrea Geremicca, Almerico Realfonzo: testimonianze Guido D'Agostino Relazione conclusiva

  • 17/4/2010, ore 17:30 - Novara

    Angelo Del Boca a Novara

    Sabato 17 aprile ore 17,30 alla Libreria Lazzarelli di Novara Angelo del Boca presenta il suo ultimo libro La guerra d’Etiopia. L’ultima impresa del colonialismo, Longanesi, Milano 2010 "Oggi 5 maggio, alle ore 16, alla testa delle truppe vittoriose, sono entrato in Addis Abeba." Con queste parole il Maresciallo Pietro Badoglio telegrafava a Mussolini la fine ufficiale delle ostilità in Etiopia, costate 4350 morti, 9000 feriti e 40 miliardi di lire. Ma la guerra era tutt'altro che finita. Meno di un quarto del territorio etiopico era stato occupato. Almeno centomila soldati dell'esercito di Hailé Selassié restavano in armi. Da quel giorno cominciò una guerra segreta, senza comunicati, nascosta dalla censura, nel corso della quale restarono uccisi dieci volte più soldati che nella guerra ufficiale. Angelo Del Boca è stato il primo storico a dare una lettura molto critica del colonialismo italiano, del quale ha denunciato i crimini (uso massiccio di armi chimiche, creazione di veri e propri campi di concentramento, deportazioni e uccisioni di massa). In questo volume ricostruisce in modo dettagliato le varie fasi della campagna d'Etiopia, che fu il preludio alla pomposa proclamazione dell'Impero. Ma quel conclamato trionfo, che segnò il culmine del favore (e fervore) popolare verso Mussolini, segnò anche l'inizio di una guerra di resistenza locale che tenne impegnate le truppe italiane fino al 1941, anno in cui gli inglesi attaccarono la colonia e misero fine al sogno imperiale fascista. Un sogno breve e, nonostante le atrocità, oggi ben note dopo l'apertura degli archivi di Stato e la pubblicazione di montagne di documenti, persino "innocente".

  • 15/4/2010, Novara

    Memoria in viaggio con Ferruccio Maruffi

    Memoria in viaggio / Viaggi nella memoria Percorsi tra passato e presente contro l’intolleranza, la discriminazione, il razzismo 15 aprile 2010, ore 10.30-12.30, Novara, Liceo sociale “Castelli”, Via Frasconi 6/a 15 aprile 2010, ore 17.30-19.30, Novara, Palazzo Natta, Sala del Consiglio provinciale, Piazza Matteotti 1 Dialogo con Ferruccio Maruffi (ANED Torino) Ferruccio Maruffi è stato partigiano, deportato a Mauthausen, presidente dell’Associazione nazionale ex deportati (ANED) di Torino, scrittore e autore di numerosi volumi, tra i quali: Codice Sirio, La pelle del latte, Francesco Albertini. Un resistente nel lager (con Mauro Begozzi), La fanciulla vestita di blu, Laggiù dove l’offesa, Fermo posta Paradiso. Negli anni ha accompagnato numerose scolaresche sui luoghi della memoria della deportazione, raccontando la realtà del lager e sapendo trovare il giusto equilibrio tra la memoria personale, la ricostruzione storica degli eventi e la capacità di trasmettere ai giovani la speranza nel futuro. Parlare con lui significa capire che la prima forma di resistenza nel lager fu quella di trovare la forza per “sopravvivere” e così tramandare la memoria. Parlare con lui significa capire che la Resistenza, prima di essere rivolta armata, fu rivolta delle coscienze, frutto di un’indignazione morale contro la violenza, la guerra e il razzismo. Parlare con lui significa ritrovare la speranza e il desiderio di costruire un mondo migliore. Incontrarlo è un’esperienza indimenticabile che può cambiare la percezione con cui guardiamo non solo al passato ma anche al nostro presente. Farsi carico di una “memoria” significa, infatti, impegnarsi per essere insieme testimoni di quel passato e protagonisti attivi del proprio tempo. Partecipare a quest’incontro in forma di “dialogo” potrebbe segnare l’inizio di un nuovo cammino. INFORMAZIONI E ISCRIZIONI PER LE SCUOLE SUPERIORI: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, Corso Cavour 15, 28100 Novara Tel. 0321 392743; fax 0321 399021; email: didattica@isrn.it; sito web: www.isrn.it

  • 10/4/2010, ore 15:30 - Novara

    Mario Bonfantini e l'histoire

    Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara” Associazione per la memoria di Mario Bonfantini GIORNATA DI STUDIO “MARIO BONFANTINI” Mario Bonfantini e l’historie Novara sabato 10 aprile 2010 Circolo Aci XXV Aprile Vicolo San Giacomo 4 Novara Ore 15,30 – 18,30 Introducono e coordinano Massimo A. Bonfantini, Mauro Begozzi Intervengono Carlo Bonfantini, Lino Cerutti, Roberto Cicala, Rossana Infantino, Vanni Vallino Per informazioni rivolgersi a: Istituto Storico Resistenza Novara Tel 0321 392743 Fax 0321 399021 E-mail:fornara@fausernet.novara.it

  • 20/3/2010, ore 16:00 - Borgomanero

    Omaggio a Marcella Balconi

    Presso la Fondazione Biblioteca A. Marazza di Borgomanero Ore 16.00 – Sala Fonoteca Omaggio a Marcella Balconi. Grazie Marcella e Una vita in forma di dialogo. Francesco Omodeo Zorini, presidente dell'Istituto Storico della Resistenza di Novara, dialoga con autrici, autori, curatrici e pubblico.

  • 19/3/2010, Arona (No)

    Il valore di un'Idea

    La Città di Arona, l'Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" e la Civica Biblioteca “Sen. Avv. Carlo Torelli” Invitano Presentazione degli atti del convegno Il valore di un’Idea. L’esperienza umana e politica di Carlo Torelli (1904-1994) venerdì 19 marzo 2010 ore 17,30 presso la Biblioteca Civica “Sen. Avv. Carlo Torelli” P.zza San Graziano Arona Introduce: prof. Gianni Di Bella, Presidente del Consiglio di Biblioteca Saranno presenti: la curatrice (prof.ssa Antonella Braga) e gli autori. Il volume esce nella collana "I nostri maggiori" dell'Istituto storico "P. Fornara"

  • 19/3/2010, ore 9:30 - Novara

    Un secolo, due primavere

    L’Istituto tecnico statale per periti aziendali e corrispondenti in lingue estere “Alessandro Bermani” di Novara Propone la mostra UN SECOLO, DUE PRIMAVERE. Gli ebrei piemontesi nella societa' contemporanea 1848-1948 Scopo della mostra è sollecitare l’interesse e la riflessione dei visitatori sulla storia del rapporto fra gli ebrei e la società di maggioranza, con riferimento alle vicende concrete di Torino e del Piemonte fra Otto e Novecento Venerdì 19 marzo 2010 Inaugurazione mostra Istituto, viale Verdi 3/a a Novara, ore 9.30. A cura di: Consiglio Regionale del Piemonte, Comunità ebraica di Torino, Archivio Ebraico B.e A. Terracini; con il contributo di Consiglio Regionale del Piemonte, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Compagnia di San Paolo e con il patrocinio di Consiglio Regionale del Piemonte, ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte – Direzione Generale Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. All’inaugurazione presenzierà il Prof. Fabio Levi, docente all’Università di Torino e curatore della mostra, che terrà nella stessa mattina una conferenza agli allievi delle classi quinte dell’Istituto. La mostra verrà successivamente aperta alla visita di tutti gli studenti del territorio

  • 19/3/2010, Arona (Novara)

    Il valore di un'Idea

    Antonella Braga (a cura di), Il valore di un’Idea. L’esperienza umana e politica di Carlo Torelli (1904-1994), Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola e Comune di Arona, Coll. “I nostri maggiori”, Arona, 2010, pp. 287, ill. Ottavo volume della collana “I nostri maggiori” il volume raccoglie gli Atti del Convegno di studi, su Carlo Torelli tenutosi ad Arona il 15 novembre 2008. Oltre alle relazioni, agli interventi, alle testimonianze e ai ricordi, il libro propone importanti documenti e un primo sguardo sull’archivio di carlo Torelli versato proprio in concomitanza con il Convegno all’Istituto ed ora in fase di descrizione. Ricchissimo l’apparato iconografico. Questo l’indice del volume Prefazione di Antonio Catapano, Sindaco di Arona Indirizzi di saluto al Convegno di Oscar Luigi Scalfaro, Enrico Massara e Francesco Omodeo Zorini Per una nuova stagione di studi tra antifascismo e Repubblica di Antonella Braga I. Carlo Torelli antifascista. Dall’adesione al Partito popolare alla Liberazione Introduzione di Giannino Piana Aspetti e caratteri del cattolicesimo democratico dal fascismo al secondo dopoguerra di Mauro Forno “Una severa regola di vita”: la giovinezza di Carlo Torelli tra Giac e Ppi di Pier Giorgio Longo L’esperienza di commissario prefettizio, l’esilio in Svizzera, la Resistenza di Antonella Braga II. Carlo Torelli amministratore pubblico e senatore della Repubblica Introduzione di Vittorio Beltrami La Democrazia Cristiana alla prova del dopoguerra nel Novarese di Mauro Begozzi Carlo Torelli ad Arona: amministratore pubblico di Giovanni Di Bella Carlo Torelli Senatore della Repubblica. L’attività di legislatore di Anna Cardano III. Testimonianze Ricordi famigliari di Anna e Antonio Torelli L’attività professionale di Lorenzo Rotondi Il ricordo di un maestro, con affetto e gratitudine di Barbara Padulazzi Settantatre anni di intensa vita politica nel movimento cattolico di Alessandro Giordano Con il cappello d’alpino, paladino dell’Europa unita di Sergio Vedovato IV. L’archivio privato di Carlo Torelli Le carte Torelli. Testimonianza umana e politica La battaglia all’interno della Commissione Antimafia: il “caso Matta” Curare e non punire: il disegno di legge sulla tossicodipendenza V. Appendice documentaria (a cura di Antonella braga) In memoria di Elisa Bazzica Schede degli autori

  • 6/3/2010, ore 21:00 - Varallo Pombia (No)

    Ma la fortuna dei poveri dura poco

    La Corte dei Miracoli presenta Ma la fortuna dei poveri dura poco La storia di una donna che incrocia la storia d'italia. Lettura interpretativa dell'omonimo libro di Carolina Bertinotti curato da Giovanni Cerutti e dell'Istituto storico "p. Fornara" di Novara per l'editore Interlineaa Teatro La Tinaia Palazzo Comunale - Villa Soranzo Varallo pombia Sabato 6 marzo 2010 - ore 21,00

  • 2/3/2010, ore 11:00 - Novara

    Gli Internati Militari Italiani

    Liceo Classico “Carlo Alberto” Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “P. Fornara” Fondazione Europea Memoria e Futuro Cefalonia/Corfù Presentazione del volume di Mario Avagliano e Marco Palmieri. Gli Internati Militari Italiani. Diari e lettere dai lager nazisti 1943-1945, Einaudi, Torino, 2009 Martedì 2 marzo 2010 ore 11,00-13,00 Aula Magna Liceo Classico “Carlo Alberto Baluardo Lamarmora - Novara Saluti degli organizzatori Interventi Dott. Marco Palmieri coautore Prof. Giorgio Rochat autore del saggio introduttivo al libro æææææææææ Nell’occasione sarà proiettato il video curato dagli allievi del Liceo in occasione della pubblicazione del libro La divisa del Tenente Volpe. I ricordi di Giuseppe Volpe dalla Somalia a Corfù ai campi di internamento tedeschi, a cura di Francesca Ferri, Laura Lampugnani, Giovanni Galli, Interlinea, Novara 2004

  • 26/2/2010, ore 15:00 - Romagnano Sesia (no)

    Una vita in forma di dialogo

    Comune di Romagnano Sesia, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara” e Anpi di Romagnano Organizzano la presentazione del volume Una vita in forma di dialogo. Marcella Balconi 1919-1999 a cura di Giuseppe Veronica, Istituto storico “P. Fornara”, Borgomanero, 2009 Venerdì 26 febbraio 2010- Romagnano Sesia Ore 15,00 – Al Centro Incontri Via Passerella n.2 - c/o ex Istituti Iviglia Saluto degli organizzatori Interventi di: Giuseppe Veronica, curatore del volume Giuliana Manica, Assessore alle Pari opportunità della Regione Piemonte Neuropsichiatra infantile, fondatrice con altri di quell'importante ramo della neuropsichiatria italiana, Marcella Balconi è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua vita spesa in difesa dei più deboli: come antifascista, come partigiana, come amministratrice pubblica e come deputata. Soprattutto però è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua straordinaria umanità. Il volume non è solo un saggio biografico, ma raccoglie i contributi di altri amici e studiosi come Francesco Omodeo Zorini, nella lunga introduzione, Jeannot ed Elvira Pajetta, Claudia Banchieri, Giancarlo Grasso ed Enrica Crivelli. Il libro è, come consuetudine della collana, ricco di immagini e documenti e non avrebbe visto la luce senza la fattiva collaborazione di molte persone e istituzioni. A cominciare dai famigliari e in particolare da Margherita Balconi, dalla famiglia Mira d'Ercole, dall'Associazione Elvira Berrini Pajetta, da Roberto Leggero e dal circolo del partito democratico di Novara intitolato a Marcella, da Margherita Gionni. Un sincero ringraziamento va poi alla Regione Piemonte, alla sua Presidenza e all'Assessore alle Pari Opportunità, Giuliana Manica.

  • 15/2/2010, ore 10:00 - Novara

    Viaggio fuori dal lager

    GIORNO DELLA MEMORIA 2010 Memoria in viaggio / Viaggi nella memoria Percorsi tra passato e presente contro l’intolleranza, la discriminazione, il razzismo 15 febbraio 2010, ore 10.00-13.00, Novara, Liceo classico “C. Alberto”, Baluardo La Marmora 15 febbraio 2010, ore 17.30-19.30, Novara, Palazzo Natta, Sala del Consiglio provinciale, Piazza Matteotti 1 Viaggio fuori dal lager Presentazione della video-intervista Incontro con Edith Bruck (Roma, 15 ottobre 2009) Una produzione: Fondazione Villa Emma, Nonantola (Mo) Con il patrocinio dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, del Comune e della Provincia di Modena Il video presenta un recente incontro a Roma con la scrittrice e sceneggiatrice Edith Bruck, nata in Ungheria (ma residente dal 1954 in Italia), sopravvissuta ai lager nazisti e autrice del volume Quanta stella c’è nel cielo, Milano, Garzanti, 2009 (con il quale ha vinto il Premio letterario “Città di Bari 2009”). La conversazione si snoda tra storia, memoria e vicende personali. Riemergono i tratti salienti della prigionia nei campi di concentramento, i traumi della guerra, i difficili transiti del dopoguerra (tra Europa centro-orientale, Israele e Italia) e gli esili segni di speranza. In un dialogo serrato ed emozionante, vengono affrontati anche i temi della scrittura e della costruzione della memoria, dello svilimento e della resistenza del corpo, delle delusioni e delle “rinascite” che segnano la vita di una testimone e di una scrittrice. Intervenie: Fausto Ciuffi (Fondazione Villa Emma, Nonantola – Modena), curatore dell’intervista con Maria Bacchi INFORMAZIONI E ISCRIZIONI PER LE SCUOLE SUPERIORI: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, Corso Cavour 15, 28100 Novara Tel. 0321 392743; fax 0321 399021; email: didattica@isrn.it; sito web: www.isrn.it

  • 13/2/2010, ore 21:00 - Megolo (Vb)

    Una mostra per Enrico Massara

    Nel quadro delle iniziative per il 66° anniversario della battaglia di Megolo Sabato 13 febbraio Ore 20.00 - Megolo Santa Messa in ricordo dei Caduti, con la partecipazione del Coro “Sant'Orsa” Ore 21.00 - Megolo alla Casa-Museo: Proiezione del filmato “Novara Millenovecentoventidue” con l’intervento del Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza di Novara “P. Fornara” Mauro BEGOZZI e del regista del film Vanni VALLINO. Inaugurazione della mostra dedicata a Enrico MASSARA

  • 10/2/2010, Novara

    Selezione comando

    All'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara", viene indetta selezione pubblica per titoli di un Insegnante per il quale richiedere al MIUR, per il tramite dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI) - ai sensi dell‘art. 7 della L. 16.1.67 n. 3 e dell’art. 5 del Dlgs. 12.2.93 n. 35 - il comando presso l’Istituto “P.Fornara” a partire dall’a.s. 2010-2011. Le domande dovranno essere indirizzate al Presidente dell’Istituto e dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 10 marzo 2010 (consegnate a mano o spedite tramite posta o inviate via fax o via e-mail) presso la sede dell'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara", Corso Cavour 15, 28100 Novara, tel.0321/39.27.43 – fax 0321/39.90.21 – e.mail: fornara@fausernet.novara.it. Per i dettagli sulle condizioni occorre vedere l'allegato bando

  • 9/2/2010, ore 16:00 - Firenze

    Ernesto Rossi. Un democratico europeo

    Circolo Fratelli Rosselli Circolo Piero Gobetti Fondazione Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini Istituto Storico della Resistenza in Toscana Istituto Storico della Resistenza, Novara Martedì 9 febbraio 2010, ore 16 Istituto Storico della Resistenza in Toscana via Carducci 5/37, Firenze - www.istoresistenzatoscana.it Presentazione del libro Ernesto Rossi. Un democratico europeo a cura di Antonella Braga, ISRN e Simonetta Michelotti, Università di Siena Presiede: Sandro Rogari, Fondazione Rossi-Salvemini Intervengono: Marino Biondi, Università di Firenze Simone Neri Serneri, Direttore ISRT Adalberto Scarlino, Circolo Piero Gobetti Valdo Spini, Fondazione Circolo Rosselli Saranno presenti le curatrici del volume

  • 4/2/2010, ore 11:00 - Novara

    Esodo. Istrani, fiumani, dalmati in Piemonte. Il caso di Novara

    Memoria in viaggio / Viaggi nella memoria PERCORSI TRA PASSATO E PRESENTE CONTRO L’INTOLLERANZA, LA DISCRIMINAZIONE, IL RAZZISMO Giorno del Ricordo 2010 Giovedì 4 febbraio 2010, ore 11.00-13.00. Novara, Liceo scientifico “Antonelli”, Scuola polo per l’educazione alla cittadinanza Esodo Istriani, fiumani, dalmati in Piemonte. Il caso di Novara. Interverrà: Enrico Miletto, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Torino, autore di numerosi volumi dedicati al tema. Sarà presente anche Ausilia Zanghirella, della Comunità istriano-fiumano-dalmata di Novara. INFORMAZIONI E ISCRIZIONI PER LE SCUOLE SUPERIORI: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, Corso Cavour 15, 28100 Novara Tel. 0321 392743; fax 0321 399021; email: didattica@isrn.it; sito web: www.isrn.it

  • 22/1/2010, ore 17:00 - Roma - Casa della Memoria e della Storia

    Ventotene, isola di confino

    F.I.A.P. Federazione italiana Associazioni Partigiane in collaborazione con Edizioni Ultima spiaggia e Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara invita la S.V. alla presentazione del volume di Filomena Gargiulo, Ventotene, isola di confino. Confinati e isolani sotto le leggi speciali. 1926-1943, prefazione di Antonella Braga, Edizioni Ultima spiaggia, 2009, pp. 314, Euro 20.00 Casa della Memoria e della Storia Via San Francesco di Sales, 5 - Roma Venerdì 22 gennaio 2010, ore 17.00 Coordina: Vittorio Cimiotta, FIAP Introducono: Antonella Braga (Istituto storico della Resistenza "P. Fornara") Simonetta Michelotti (Università di Siena) Interverranno: Filomena Gargiulo, autrice del volume Riccardo Navone, ricercatore e editore (Edizioni Ultima Spiaggia) Fabio Masi, editore e libraio (Edizioni Ultima Spiaggia)

  • 21/1/2010, ore 10:00 - Verbania - Casa della Resistenza

    Il Giorno della Memoria a Verbania

    Organizza l'Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce, con il Contributo di Regione Piemonte, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l'affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Istituto storico "P. Fornara"; Anpi, Fiap, Aned, Anei, Comunità ebraiche, Arci 21 gennaio 2010 Programma Ore 10.00 Celebrazione del Giorno della Memoria Saluti del Presidente Vittorio Beltrami Saluti delle Autorità Presentazione Prof.ssa Irene Magistrini Ore 11.00 Spettacolo Teatrale “DI FILO ROSSO” Le donne di Ravensbrück di Paola Zoppi La donna che ha ispirato questo spettacolo teatrale è senza dubbio Lidia Beccaria Rolfi, sopravvissuta al campo di concentramento, figura di donna straordinaria che ha dedicato la vita alla memoria. Le parole di Anna Cherchi restano indelebili, inneggiano alla vita, anche dopo che il proprio corpo ha subito le sperimentazioni mediche del campo. Approfondimenti del prof. Bruno Maida, dell'Università di Torino 27 gennaio 2010 Programma ore 21,00 Presentazione prof. Irene Magistrini prof. Gianmaria Ottolini ore 21,30 Proiezione in anteprima di alcune sequenze del film documentario "Even 43" dedicato alla memoria della strage degli ebrei sul lago Maggiore ore 22.30 Inaugurazione delle Mostre OMOCAUSTO La persecuzione del "triangolo rosa". Lo sterminio dimenticato degli omosessuali IL LAGER DI BOLZANO "Oltre quel muro" 28 gennaio 2010 ore 17,30 Presentazione del libro Appunti sulla questione ebraica di Guido Bersellini Introduce la prof. ssa Antonella Braga

  • 15/1/2010, ore 10:00 - Novara

    Viaggio dentro al lager

    Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCo "P. Fornara" -Archivio di Stato di Novara - Consiglio regionale del Piemonte - Comitato per l'affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana - Provincia di Novara GIORNO DELLA MEMORIA 2010 Memoria in viaggio / Viaggi nella memoria PERCORSI TRA PASSATO E PRESENTE CONTRO L’INTOLLERANZA, LA DISCRIMINAZIONE, IL RAZZISMO Venerdì 15 Gennaio 2010, ore 10.00-13.00 Novara, ex convento di Maria Maddalena, Via dell’archivio, angolo corso Cavallotti Viaggio dentro al lager In ricordo di Lidia Beccari Rolfi e Anna Cherchi Presentazione della performance Di filo rosso, le donne di Ravensbrück Testimonianze provenienti dal campo di concentramento femminile di Ravensbrück Un progetto di Paola Zoppi Voce recitante: Paola Zoppi; Musiche: Roberto Gilio (viola, violino) Lo spettacolo è dedicato al lager di Ravensbrück, un campo prettamente femminile. I brani scelti restituiscono alcuni ritratti di donne che sono sopravvissute al campo e di altre che a Ravensbrück sono morte. Le donne che hanno ispirato per prime questo spettacolo sono Lidia Beccaria Rolfi e Anna Cherchi che, sopravvissute al campo di concentramento, hanno dedicato la loro vita alla trasmissione della memoria. Le parole di Anna Cherchi restano indelebili e inneggiano alla vita, anche dopo aver vissuto l’orrore del lager. Lo spettacolo ripercorre la vita delle deportate dal momento dell’arresto all’evacuazione del campo. Seguirà una riflessione guidata dalla storica Anna Bravo (Università di Torino). PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI PER LE SCUOLE SUPERIORI: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, Corso Cavour 15, 28100 Novara Tel. 0321 392743; fax 0321 399021; email: didattica@isrn.it; sito web: www.isrn.it

  • 13/1/2010, ore 9:00 - Novara

    Memorie disperse, memorie salvate

    Memorie disperse, memorie salvate mercoledì 13 gennaio 2010 Novara, ex convento di Maria Maddalena, Via dell’archivio, angolo corso Cavallotti Convegno organizzato dall’Archivio delle donne in Piemonte, in collaborazione con l’Archivio di stato di Novara, l’Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P: Fornara", il Centro novarese di studi letterari, e il patrocinio della regione Piemonte e del Comune di Novara. Programma prima sessione ore 9,00 – Apertura e saluti ore 9,15– Introduzione alla giornata e presentazione del progetto “Memorie disperse, memorie salvate" a cura dell’ArDP ore 9,30 - Memoria di genere Dall’Archivio notarile all’Archivio di Stato di Maria Marcella Vallascas Pescatrici di perle: la presenza delle donne nell’Archivio di Stato di Novara Giuseppa Tornielli Bellini: l’Istituto arti e mestieri di Fernanda Vigliani Ospedale Maggiore: la cattedra di ostetricia di Emiliana Losma Impegno civile delle donne: la resistenza, la politica La memoria delle donne all’Istituto storico della Resistenza di Mauro Begozzi Una vita in forma di dialogo. Marcella Balconi 1919-1999 di Francesco Omodeo Zorini Resistenza contadina...."ma la fortuna dei poveri dura poco" di Giovanni Cerutti ore 12,00 – Dibattito ore 12,30 - Saluto di Giuliana Manica, Assessora regionale alle Pari Opportunità seconda sessione ore 14,15 La Maddalena di Novara di Silvana Bartoli Le letterate La Marchesa Colombi e la sua opera: un contributo alla questione femminile di Silvia Benatti Tra arte e letteratura per l’infanzia: le sperimentazioni di Elve Fortis de Hieronymis tra Munari ed Einaudi di Roberto Cicala ore 15,15 - Le associazioni femminili novaresi di Sabrina Contini ore 15,45 - Pescatrici di perle: la presenza delle donne nell’Archivio di Stato di Novara Scrittura privata: il fondo Finazzi Donne sul palco: il teatro Coccia di Fernanda Vigliani ore 16,00 - Dibattito

  • 8/1/2010, Novara

    Riprendono 'I venerdì con l'autore'

    Riprendono I venerdì con l’autore presso la “Sala Bonfantini" al secondo piano della Sede dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO “P. Fornara" in Corso Cavour, 15 a Novara Venerdì 8 gennaio 2010 ore 17,00 Una vita in forma di dialogo. Marcella Balconi 1919-1999 a cura di Giuseppe Veronica, Istituto storico “P. Fornara", Borgomanero, 2009 Dialogano con l’autore Francesco Omodeo Zorini e Gian Carlo Grasso. Intervengono famigliari, amici e tutti coloro che non l’hanno dimenticata Giuseppe Veronica, già autore per l'Istituto del volume Novara anni trenta, dedicato al fondo fotografico Fratelli Lavatelli, cura questa volta un "ricordo" (ma il libro è molto di più) di una delle scienziate più note e amate del novarese. Neuropsichiatra infantile, fondatrice con altri di quell'importante ramo della neuropsichiatria italiana, Marcella Balconi è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua vita spesa in difesa dei più deboli: come antifascista, come partigiana, come amministratrice pubblica e come deputata. Soprattutto però è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua straordinaria umanità. Il volume non è solo un saggio biografico, ma raccoglie i contributi di altri amici e studiosi come Francesco Omodeo Zorini, nella lunga introduzione, Jeannot ed Elvira Pajetta, Claudia Banchieri, Giancarlo Grasso ed Enrica Crivelli. Il libro è, come consuetudine della collana, ricco di immagini e documenti e non avrebbe visto la luce senza la fattiva collaborazione di molte persone e istituzioni. A cominciare dai famigliari e in particolare da Margherita Balconi, dalla famiglia Mira d'Ercole, dall'Associazione Elvira Berrini Pajetta, da Roberto Leggero e dal circolo del partito democratico di Novara intitolato a Marcella, da Margherita Gionni. Un sincero ringraziamento va poi alla Regione Piemonte, alla sua Presidenza e all'Assessora alle Pari Opportunità, Giuliana Manica.

  • 25/12/2009, ore 00:00 - Novara

    I nostri auguri

    Immaginando di dover riempire un pacco. E se quest’anno provassimo a riempierlo di altre “cose"? Magari un po’ di solidarietà (per tutti quelli che hanno perso il posto di lavoro o non ce la fanno più); magari un po’ di libertà (per tutti quelli che l’hanno perduta o non l’hanno ancora conosciuta); magari un po’ di legalità (per chi ancora si ostina a credere che essere furbi è il massimo); magari un po’ di giustizia (anche per chi crede che se ne può fare a meno). E non dimentichiamoci un po’ di antifascismo, che certo non guasta, un po’ di memoria, un po’ di salute che è come la libertà (ci si accorge di quanto è importante quando manca). E se proprio vogliamo.... non dimentichiamo la frutta secca. Auguri dagli amici dell’Istituto di Novara

  • 24/12/2009, ore 00:00 - Novara

    Chiusura Istituto

    L'Istituto di Novara resterà chiuso al pubblico dal 24 dicembre 2009 al 6 gennaio 2010. Riapertura il 7 gennaio. Buone Feste

  • 18/12/2009, ore 14:30 - Novara - Liceo scientifico 'Antonelli'

    1914-1918 L'INUTILE MASSACRO

    iL 18 dicembre 2009 dalle ore 14.30 alle ore 16.30 si terrà nell’aula magna del Liceo Scientifico Antonelli di Novara un conferenza di presentazione della mostra 1914-1918. L’INUTILE MASSACRO Interverranno:  Dott. Giuliano Ladolfi, Dirigente Scolastico Liceo Antonelli di Novara  Dott.ssa Nicoletta Fasano, ricercatrice dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in provincia di Asti, curatrice della mostra La mostra promuove una riflessione sulla Prima guerra mondiale attraverso la ricerca di materiale iconografico e la raccolta delle fonti. L’esposizione si propone di far conoscere la tragica realtà della guerra. La mostra sarà aperta dal 19 dicembre 2009 al 31 gennaio 2009 dal lunedì al sabato dalle 08.00 alle 14.00. Le visite dovranno essere prenotate presso la segreteria del Liceo. L’iniziativa in oggetto è stata realizzata in collaborazione con l’Istituto Storico della resistenza e della Società Contemporanea Fornara di Novara.

  • 18/12/2009, ore 00:00 - Novara

    Una vita in forma di dialogo. Marcella Balconi 1919-1999

    Giuseppe Veronica (a cura di), Una vita in forma di dialogo. Marcella Balconi 1919-1999, Istituto storico "P. Fornara", Borgomanero, 2009 pp. 160, ill. Giusppe Veronica, già autore per l'Istituto del volume Novara anni trenta, dedicato al fondo fotografico Fratelli Lavatelli, cura questa volta un "ricordo" (ma il libro è molto di più) di una delle scienziate più note e amate del novarese. Neuropscichiatra infantile, fondatrice con altri di quell'importante ramo della neurpscichiatria italiana, Marcella Balconi è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua vita spesa in difesa dei più deboli: come antifascista, come partigiana,come amministratrice pubblica e come deputata. Soprattutto però è rimasta nel cuore di tutti i novaresi per la sua straordinaria umanità. Il volume non è solo un saggio biografico, ma raccoglie i contributi di altri amici e studiosi come Francesco Omodeo Zorini, nella lunga introduzione, Jannot ed Elvira Pajetta, Claudia Banchieri, Giancarlo Grasso ed Enrica Crivelli. Il libro è, come consuetudine della collana, ricco di immagini e documenti e non avrebbe visto la luce senza la fattiva collaborazione di molte persone e istituzioni. A cominciare dai famigliari e in particolare da Margherita Balconi, dalla famiglia Mira d'Ercole, dall'Associazione Elvira Berrini Pajetta, da Roberto Leggero e dal circolo del partito demcratico di Novara intitolato a Marcella, da Margherita Gionni Un sincero ringraziamento va poi alla Regione Piemonte, alla sua Presidenza e all'Assessora alle Pari Opportunità, Giuliana Manica.

  • 18/12/2009, ore 00:00 - Domodossola

    Almanacco storico ossolano 2010

    E' uscito in questi giorni l'Almanacco storico ossolano 2010, a cura di Edgardo Ferrari, Ed. Grossi, Domodossola 2009. Con saggi di: Edgardo Ferrari, Il mito di Geo Chavez e Cento anni fa Armando De Santis, La morte bella; Un concorso dimenticato; Nel ricordo di Chavez Giampaolo Pignatari, Paolo Buzzi: funzionario pubblico e poeta. Un rapido profilo; Geo Chavez: un eroe chiamato Gloria Benito Mazzi, L'anno che Togliatti si rifugiò a Toceno Paolo Crosa Lenz, La vera Istoria de l'Ottagono di Ornavasso Virginio Maulini, Ricordando Giovanni Leoni Torototela, Ul Marcà Mauro Begozzi, "Amelia Valli". Gisella Floreanini tra le donne e per le donne durante la Repubblica partigiana dell'Ossola Elena Poletti Ecclesia, Smeraldi ossolani Francesco Ferrari, Raffaele Calzini biografo di Segantini e di Fornara Giovanni Vittorio Moro, Il medico spirituale. malattia e assistenza del malato tra Sette e Ottocento in Ossola La cronaca della Fondazione galletti di Domodossola Massimo Gianoglio, "Quando il Gallo si abbassa al Nibbio". Le relazioni pericolose di un sacerdote ossolano in età napoleonica Carlo Alessandro Pisoni e Fabio Copiatti, "Il naso nelli boschi di Vigezzo"

  • 18/12/2009, Novara

    'Vieni o Maggio'

    Canto sociale, racconti di magia e ricordi di lotta della prima metà del XX secolo nella Bassa Novarese, di Cesare Bermani, con 2 CD Audio, Interlinea edizioni, Novara 2009, euro 22 Cesare Bermani racoglie in questo suo bel libro (e nei due preziosi Cd che l'accompagano) le memorie orali e il repertorio di canto sociale di sei cantanti e narratori scelti per l'importanza che essi rappresentano per conoscere il mondo proletario del Novarese tra la prima guerra mondiale e l'avvento del fascismo. Si tratta di registrazioni effettuate dall'autore (e in parte da Roberto Leydi) tra il 1963 e il 1970, che ci riportano in un tempo e in un clima che fatichiamo a riconoscere come nostro, ma che rappresenta invece una straordinaria memoria del mondo contadino e operaio in uno dei periodi più difficili della nostra storia.

  • 14/12/2009, ore 21:00 - Verbania - Casa della Resistenza

    Interdizioni israelitiche

    Presentazione del Libro "Interdizioni Israelitiche" di Carlo Cattaneo Inteventi di: Gianmaria Ottolini Paolo Pellegrini Paolo Guidera Antonella Braga Casa della Resistenza 14 Dicembre ore 21.00

  • 13/12/2009, Verbania Fondotoce Casa della Resistenza

    Adelina

    La Scuola primaria Rodari di Torchiedo presenta "Adelina" di Lorenzo Camocardi Cortometraggio liberamente tratto dal libro “La mia vita per l’Istituto Pedroni" sulla vita di Adelina Guadagnucci e dell’Istiuto Pedroni di Cresseglio Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania 13 Dicembre ore 15.00 Nell’occasione Inaugurazione della Mostra fotografica (restaurata) “I ragazzi del Pedroni" che rimarrà aperta sino al 31 dicembre 2009 In allegato una riflessione su Adelina Guadagnucci e l'Istituto Pedroni

  • 11/12/2009, ore 17:00 - Roma - Casa della Memoria e della Storia

    Ernesto Rossi alla Casa della Memoria e della Storia

    La Federazione italiana Associazioni Partigiane in collaborazione con Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara", Fondazione “Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini", Fondazione “Critica Liberale" organizza la presentazione del volume Ernesto Rossi, un democratico europeo a cura di Antonella Braga e Simonetta Michelotti, prefazione di Mauro Begozzi Soveria Mannelli, Rubbettino, 2009 Casa della Memoria e della Storia Via San Francesco di Sales, 5 - Roma Venerdì 11 dicembre 2009, ore 17.00 Coordina: Vittorio Cimiotta, FIAP Presiedono: Enzo Marzo (Fondazione “Critica Liberale") Sandro Figà Talamanca (Fondazione “Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini" di Firenze) Introducono: Gaetano Pecora (Università del Sannio) Sergio Lariccia (Università “La Sapienza") Saranno presenti: Mauro Begozzi (Istituto storico della Resistenza "P. Fornara", Novara) Antonella Braga (curatrice del volume, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara") Simonetta Michelotti (curatrice del volume, Università di Siena) Tra gli autori del volume sono stati invitati (in ordine alfabetico): Angiolo Bandinelli; Marino Biondi; Emma Bonino; Sergio Bucchi; Andrea Chiti-Batelli; Valerio Giannellini; Emanuele Macaluso; Andrea Ricciardi; Paolo Sammuri; Mario Signorino; Valter Vecellio.

  • 30/11/2009, ore 18:00 - Novara

    Novara Millenovecentoventidue: il libro

    Novara Millenovecentoventidue, a cura di Vanni Vallino e Mauro Begozzi, Edizione Immagina e Italgrafica, Novara 2009 Arricchito delle fotografie di Paolo Migliavacca e Paolo Zanforlin, oltre ad alcune immagini d'epoca, il volume racconta "il progetto e la conseguente realizzazione dell'omonimo film" uscito per la regia di Vanni Vallino. Nella presentazione lo stesso Vallino e Francesco Martelli scirvono: "Pensiamo sia occasione di riflessione sull'oggi ricordare episodi, anche minori, della nostra storia....nella consapevolezza che ognuno di noi è dentro la storia. Quest'anno regaliamo questo libro agli amici dell'Istituto stroico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola 'P.Fornara': il loro impegno quotidiano fa sì che la memoria di tutti non vada perduta." Presentazione a Novara, all'Albergo Italia, lunedì 30 novembre ore 18,00

  • 29/11/2009, ore 9:15 - Casa della Resistenza di fondotoce (Vb)

    La Resisetnza in Europa/Albania

    Mostra Convegno nel 65° anniversario della Liberazione dell'Albania Organizzano: Anpi, Istituto storico "P. Fornara", Casa della Resistenza A Fondotoce - Casa della Resistenza il 29 novembre 2009 Nel 65° anniversario della Liberazione dell'Albania. Mostra e Convegno Il contributo dei partigiani italiani e albanesi per la liberazione dell'Albania dal nazifascismo LA MOSTRA Da occupanti a combattenti per la libertà Gli Italiani della Divisione Antonio Gramsci nella lotta di liberazione del popolo albanese Straodinarie immagini di una "Resistenza italiana all'estero" La mostra resterà aperta dal 29 novembre al 19 dciembre 2009 IL CONVEGNO Apertura dei lavori ore 9,15 Saluto di Vittorio Beltrami, Presidente della Casa della Resistenza La Resistenza in Europa. Un progetto dell'Associazione Casa della Resistenza, relatore Mauro Begozzi La ristampa del libro di Bruno Brunetti, relatore Pierò Beldì La battaglia di Mavrove e Drashovice: video-testimonianza di Rrapo Dervisci. Intervento di Roland Alikaj La divisione "Antonio Gramsci". Testimonianze di Giovanni Villari, università di Torino, Maurizio Nocera, Anpi di Lecce, Xafer Peci, comandante di battaglione della prima brigata d'assalto albanese e compagno di lotta di Terzilio Cardinali Consegna onorificenze e intervento di Antonio Pizzinato, Anpi Lombardia Coordina il convegno e conclude: Irene Magistrini

  • 28/11/2009, ore 15:00 - Omegna (Vb)

    Ad Alessandro Leogrande il Premio letterario della Resistenza Città di Omegna

    Premio letterario “ Della Resistenza" Città di Omegna 2009 Città di Omegna Assessorato alla Cultura Con il patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia del VCO presso il Teatro Sociale di Omegna Venerdi 27 novembre 2009 Ore 11.00 Alessandro Leogrande incontra gli studenti delle scuole Superiori di Omegna SABATO 28 NOVEMBRE 2009 Ore 15.00 CERIMONIA DI PREMIAZIONE La giuria del Premio Letterario “Della Resistenza" Città di Omegna composta da Michele Beltrami, presidente, Alba Andreini, Giovanni Cerutti, Laura Pariani, Oreste Pivetta, Maria Grazia Rabiolo e Anna Ruchat proclama VINCITORE DELL’EDIZIONE 2009 ALESSANDRO LEOGRANDE per il libro “Uomini e caporali" Mondadori editore PREMIO SCAFFALE Dunja Badnjevic´, per il libro “L’isola nuda" - Bollati Boringhieri editore MENZIONE SPECIALE KAZIMIERZ MOCZARSKI, per il libro “Conversazioni con il boia" - Bollati Boringhieri editore Ore 16.30 Concerto dell’ORCHESTRA SINFONICA GIOVANILE DEL V.C.O. diretta dal Maestro Umberto Benedettia Michelangeli Programma di sala: Franz Schubert - Sinfonia n. 4 “La Tragica" Claude Debussy - Petite Suite Franz Joseph Haydn - Sinfonia n. 88

  • 20/11/2009, ore 21:00 - Borgomanero - Fondazione A. Marazza

    Parole per l'oggi: il messaggio di Piero Gobetti

    Convegno organizzato dall'Anpi di Borgomanero in collaborazione con il Comune e il Centro studi "Piero Gobetti" di Torino. Alle ore 21,00 presso il Salone d'Onore di Villa Marazza. Introduce: Stefano Zanetta, Assessore alla Cultura Città di Borgomanero Presenta: Gianni Cerutti, Istituto storico "P. Fornara" Relazione: Ersilia Alessandrone Perona, Centro Studi "Piero Gobetti" di Torino

  • 18/11/2009, Verbania - Casa della Resistenza

    Novara Millenovecentoventidue

    Il film di Vanni Vallino 'Novara Millenovecentoventidue' Un film per ricordare l'episodio del '22 a Lumellogno che ha procurato la medaglia d'oro al merito civile alla città di Novara Proiezione per le scuole Casa della Resistenza ore 10,30 Proiezione per il pubblico Casa della resistenza ore 17,00 NOVARA MILLENOVECENTOVENTIDUE produzione IMMAGINA regia VANNI VALLINO da un'idea di CARLO MIGLIAVACCA sceneggiatura: MAURO BEGOZZI e VANNI VALLINO musiche originali ANTONIO PAOLO PIZZIMENTI con NINO CASTELNUOVO, MARCO MORELLINI, BRUNA VERO, MARIA CRISTINA DI NICOLA, SERGIO DANZI, ILEANA SPALLA, VIOLA DONDERI LA POPOLAZIONE DI LUMELLOGNO, IL GRUPPO TEATRALE LARIBALTA L’Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara" di Novara e VCO, in collaborazione con il Comitato di Quartiere di Lumellogno e Immagina del regista Vanni Vallino ha realizzato questo film sull’anno 1922 nel territorio novarese, da un'idea di Carlo Migliavacca, partendo dall’episodio di Lumellogno del 16 luglio quando una squadra di fascisti tentò di dare l’assalto alla Frazione ma venne respinta una prima volta e ritornò accanendosi contro la popolazione causando tre morti e numerosi feriti. Per quell’atto di resistenza antifascista la città di Novara è stata insignita, il 25 aprile 2007, della Medaglia d’oro al Merito Civile dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel nostro film c'è un piccolo filo rosso che attraversa tutte le scene, ambientate ai giorni nostri ma anche nel '46 alla vigilia del referendum tra monarchia e repubblica ed ovviamente nel 1922; è rappresentato da una bimba vestita in modo impercettibile con i colori rosso, bianco e verde. Posa fiori al monumento dei caduti, raccoglie un libro durante l'incendio alla camera del lavoro, cammina con la popolazione di Lumellogno incontro ai fascisti, osserva curiosa il racconto delle memorie dentro la stalla... Insomma una presenza forte anche se, come personaggio simbolo, ha la stessa età in epoche diverse; rappresenta la nostra idea di Italia, un'Italia forse non ancora definitivamente “cresciuta" ma che c'è nei momenti importanti della Storia. Ecco perché siamo grati ad Enrico Massara e commossi nel ricordarlo, perché lui, uno dei protagonisti della nostra Storia, ha voluto esserci anche nel nostro film e proprio nella scena della battaglia. Il film è stato realizzato con il contributo di Film Commission Torino Piemonte e la collaborazione di: ATL Novara, Raffineria Sarpom Trecate, Unione Comuni Basso Novarese Granozzo con Monticello e Casalino, Clementoni Magis. Con il patrocinio di: Prefettura di Novara, Provincia di Novara. Per vedere il traile vedi link allegato

  • 18/11/2009, Crodo (Vb)

    I sentieri della ricerca n. 9/10 settembre 2009

    E' uscito il n. 9/10 settembre 2009 della rivista diretta da Angelo Del Boca per il Centro studi 'Piero Ginocchi' di Crodo Di seguito il sommario del numero. Invitiamo tutti i lettori a sottoscrivere l'abbonamento fissato a euro 30,00. Sostenitore euro 100,00 Questo numero doppio di 423 pagine costa € 30,00 Sommario p. 7 – Un’inaugurazione e due accorati appelli, di Angelo Del Boca vivere la Resistenza p. 13 - La lingua nei campi nazisti della morte, di Daniela Accadia p. 69 – 20 giorni fra i “Maquis", di Gian Carlo Pozzi p. 81 - Oreste Zecchinel, il Rocambole della bricolla, di Paolo Bologna storia nazionale p. 95 – Le chiese evangeliche di fronte al regime fascista, di Giorgio Rochat p. 113 – Uno straordinario campo da coltivare. Il Centro di documentazione inedita dell’Istituto agronomico per l’Oltremare di Firenze e le sue ricchezze, di Nicola Labanca p. 133 - La verità e il benessere. L’Usis in Italia tra 1945 e 1956, di Simona Tobia p. 171 – 8 maggio 1917: uno sciopero contro la guerra. Vigevano di fronte al primo conflitto mondiale, di Marco Savini p. 185 – Alcuni aspetti teorico-politici dell’atteggiamento dell’estrema destra italiana davanti al Sessantotto, di Francesco Germinario l’Africa e il resto del mondo p. 207 – Un’altra Storia. Le memorie di Mohamed Fekini, patriota libico, di Carlo Greppi p. 273 – La stele di Axum. Da bottino di guerra a patrimonio dell’umanità, di Massimiliano Santi p. 305 – Gli aeroplani del Negus. L’aviazione etiopica 1929-1936, di Alberto Magnani p. 317 La psichiatria coloniale italiana negli anni dell’Impero (1936-1941): prime acquisizioni, di Luigi Benevelli p. 329 – Urbanistica e architettura fasciste tra edificazione e edemolizioni nell’Africa Orientale Italiana, di Aram Mattioli p. 349 – Frammenti di vita “postcoloniale" negli articoli de “Il Quotidiano eritreo", di Nicholas Lucchetti p. 365 – Gli Stati disuniti d’America: politiche interne e disordini pubblici di matrice razziale negli anni sessanta, di Ottavio D’Addea p. 381 – La politica estera nella visione di un classico della scienza politica indiana: l’Arthashastra, di Mainardo Benardelli rassegna bibliografica p. 389 – Le ragioni per tornare a studiare il comunismo, di Severina Fontana p. 392 – La guerra dentro, di Luigi Benevelli p. 397 – Schede p. 421 - notizie sugli autori di questo numero

  • 13/11/2009, ore 18:00 - Torino - Unione Culturale Franco Antonicelli

    Presentazione di 'Ernesto Rossi: un democratico europeo'

    La Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel VCO “Piero Fornara" organizza la PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ERNESTO ROSSI: UN DEMOCRATICO EUROPEO" a cura di Antonella Braga e Simonetta Michelotti Rubettino 2009 VENERDI’ 13 NOVEMBRE 2009, ORE 18 Salone dell’Unione Culturale “Franco Antonicelli" Via Cesare Battisti 4, Torino Saluti: Mauro Begozzi Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea “P. Fornara" Roberto Placido Vice Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Introduce e modera: Tullio Monti Coordinatore della Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni Partecipano: Antonella Braga Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea “P. Fornara", curatrice del volume Simonetta Michelotti Università di Siena, curatrice del volume Umberto Morelli Università di Torino Gianni Oliva Assessore alla Cultura della Regione Piemonte Sarà allestita la mostra storico-fotografica “Utopie e riforme. L’attualità dell’insegnamento di Ernesto Rossi (1897-1967)".

  • 12/11/2009, ore 24:00 - Verbania - Casa della Resistenza

    Ernesto Rossi alla Casa della Resistenza

    Presentazione del volume curato da Antonella Braga e Simonetta Michelotti alla Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania ore 21,00 Coordina: Irene Magistrini, Casa della Resistenza Introducono: Silvia Magistrini Giampiero Bonfantini Saranno presenti: Mauro Begozzi (Istituto storico della Resistenza di Novara "P. Fornara") Antonella Braga (curatrice del volume, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara") Simonetta Michelotti (curatrice del volume, Università di Siena)

  • 3/11/2009, ore 16:30 - Borgomanero Fondazione Marazza

    Lezioni di Storia - Quarto incontro

    Lezioni di storia. Quattro incontri sui personaggi della Resistenza e della Nuova Italia nel Novarese Le lezioni sono promosse e organizzate dalla Fondazione Achille Marazza in collaborazione con la Fondazione Bonfantini e l'Istituto storico "P. Fornara" Programma ¨ 4. Martedì 3 novembre 2009 Idee e metodi per ricerche sulla storia italiana contemporanea Relatore Angelo Vecchi Orario per tutti gli incontri: 16.30 – 18.30 Indirizzo e informazioni: Fondazione Achille Marazza, viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO; tel. 0322 81485. Le lezioni sono rivolte particolarmente a insegnanti, bibliotecari, operatori culturali; sono tuttavia aperte a tutti. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato.

  • 3/11/2009, ore 18:00 - Milano Casa della Cultura

    Ernesto Rossi alla Casa della Cultura

    Presentazione del volume curato da Antonella Braga e Simonetta Michellotti alla casa della Cultura di milano alle ore 18,00 Coordina: Ferruccio Capelli, Casa della Cultura Introducono: Arturo Colombo (Università di Pavia) Giovanni Scirocco (Università di Bergamo) Saranno presenti: Mauro Begozzi (Istituto storico della Resistenza di Novara "P. Fornara") Antonella Braga (curatrice del volume, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara") Mimmo Franzinelli (ricercatore) Andrea Ricciardi (Università di Milano) Tra gli altri autori del volume sono stati invitati (in ordine alfabetico): Tito Boeri (Università “Bocconi"); Dario Frigerio e Gino Sossi (ITC “Vittorio Emanuele II" di Bergamo); Luigi Vittorio Majocchi (Università di Pavia); Lorenzo Strik Lievers (Università Milano “Bicocca"); Rodolfo Vittori (ricercatore).

  • 28/10/2009, Novara e Verbania

    Corso di formazione per il Concorso regionale di storia contemporanea

    L'Istituto promuove, tra ottobre 2009 e dicembre 2009, nelle Province di Novara e Verbania attività di formazione destinate ai docenti e agli studenti delle scuole secondarie di II grado che partecipano al Concorso regionale di storia contemporanea. Per vedere il programma degli incontri occorre aprire il primo allegato e per aderire occorre compilare l'allegato modulo.

  • 27/10/2009, ore 16:30 - Borgomanero - Fondazione Marazza

    Lezioni di Storia - Terzo Incontro

    Lezioni di storia. Quattro incontri sui personaggi della Resistenza e della Nuova Italia nel Novarese Le lezioni sono promosse e organizzate dalla Fondazione Achille Marazza in collaborazione con la Fondazione Bonfantini e l'Istituto storico "P. Fornara" Programma ¨ 3. Martedì 27 ottobre 2009 Gisella Floreanini: ministro della Repubblica dell’Ossola e deputato Relatore Mauro Begozzi Orario per tutti gli incontri: 16.30 – 18.30 Indirizzo e informazioni: Fondazione Achille Marazza, viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO; tel. 0322 81485. Le lezioni sono rivolte particolarmente a insegnanti, bibliotecari, operatori culturali; sono tuttavia aperte a tutti. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato.

  • 27/10/2009, ore 17:00 - Carpignano Sesia (No)

    Cittadinanza e Costituzione

    Cittadinanza e Costituzione Educazione alla cittadinanza democratica e alla cultura costituzionale Ipotesi per un curricolo integrato Incontri di formazione per docenti di diversi ambiti disciplinari di scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di I grado Istituto comprensivo di Carpignano Sesia, ottobre-novembre 2009 Programma e calendario degli incontri di formazione Primo incontro, Martedì 13 ottobre 2009, ore 17-19 Educazione alla cittadinanza democratica e alla cultura costituzionale: problemi di definizione e di contesto o “Cittadinanza e Costituzione": verso una definizione condivisa o La Costituzione a scuola o Articolazione tra curricolo esplicito (disciplinare e trasversale alle discipline) e implicito (espresso nei comportamenti e nell’organizzazione scolastica) o Riferimenti normativi e nodi problematici Secondo incontro, Martedì 27 ottobre 2009, ore 17-19: Educazione alla cittadinanza in ambito storico o Memoria e conoscenza storica o L’utilità del metodo storico o Approccio storico e approccio transdisciplinare all’educazione alla cittadinanza o Itinerari tra conoscenza storica ed educazione alla cittadinanza Terzo incontro, Martedì 10 novembre 2009, ore 17-19: Verso un curricolo integrato di Educazione alla cittadinanza democratica e alla cultura costituzionale o Condivisione e valorizzazione dei progetti in corso nelle scuole dei diversi ordini o La sfida della “continuità" tra i diversi gradi di istruzione come strategia vincente o Ipotesi per un curricolo “integrato" tra discipline e diversi gradi d’istruzione Metodo di lavoro Il metodo di lavoro prevede la condivisione di esperienze, il confronto diretto, la libera discussione e la rielaborazione autonoma e di gruppo. All’inizio di ogni incontro la coordinatrice provvederà a fornire materiali, spunti di riflessione e un quadro sintetico per chiarire l’ambito teorico-pratico e normativo di riferimento ed evidenziare i principali nodi problematici delle tematiche di volta in volta affrontate. Coordinamento L’attività di formazione sarà coordinata dalla prof.ssa Antonella Braga, docente di Filosofia e Storia, responsabile della Sezione didattica dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “P. Fornara". L’Istituto fa parte della rete INSMLI (Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia) che ha stipulato una convenzione con il MIUR per la formazione di docenti e studenti sulla storia contemporanea e sui temi dell’educazione alla cittadinanza.

  • 20/10/2009, ore 16:30 - Borgomanero Fondazione Maraza

    Lezioni di Storia - Secondo Incontro

    Lezioni di storia. Quattro incontri sui personaggi della Resistenza e della Nuova Italia nel Novarese Le lezioni sono promosse e organizzate dalla Fondazione Achille Marazza in collaborazione con la Fondazione Bonfantini e l'Istituto storico "P. Fornara" Programma ¨ 2. Martedì 20 ottobre 2009 Giacomo Luigi Borgna: un popolare alle origini della nostra democrazia Relatore Giovanni A. Cerutti ¨ Orario per tutti gli incontri: 16.30 – 18.30 Indirizzo e informazioni: Fondazione Achille Marazza, viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO; tel. 0322 81485. Le lezioni sono rivolte particolarmente a insegnanti, bibliotecari, operatori culturali; sono tuttavia aperte a tutti. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato.

  • 14/10/2009, ore 21:00 - Novara e Lumellogno

    Anteprima e Prima del film 'Novara Millenovecentoventidue'

    Novara Millenovecentoventidue un film per ricordare l'episodio del '22 a Lumellogno che ha procurato la medaglia d'oro al merito civile alla città di Novara ANTEPRIMA mercoledì 14 ottobre – ore 21,00 CINEMA VIP – NOVARA nell'ambito del Novara Cine Festival PRIMA giovedì 15 ottobre – ore 21,00 SPAZIO COPERTO di Vicolo Canonica a LUMELLOGNO Scheda NOVARA MILLENOVECENTOVENTIDUE produzione IMMAGINA regia VANNI VALLINO da un'idea di CARLO MIGLIAVACCA supervisione storica MAURO BEGOZZI musiche originali ANTONIO PAOLO PIZZIMENTI con NINO CASTELNUOVO, MARCO MORELLINI, BRUNA VERO, MARIA CRISTINA DI NICOLA, SERGIO DANZI, ILEANA SPALLA, VIOLA DONDERI LA POPOLAZIONE DI LUMELLOGNO, IL GRUPPO TEATRALE LARIBALTA L’Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara" di Novara e VCO, in collaborazione con il Comitato di Quartiere di Lumellogno e Immagina del regista Vanni Vallino ha realizzato questo film sull’anno 1922 nel territorio novarese, da un'idea di Carlo Migliavacca, partendo dall’episodio di Lumellogno del 16 luglio quando una squadra di fascisti tentò di dare l’assalto alla Frazione ma venne respinta una prima volta e ritornò accanendosi contro la popolazione causando tre morti e numerosi feriti. Per quell’atto di resistenza antifascista la città di Novara è stata insignita, il 25 aprile 2007, della Medaglia d’oro al Merito Civile dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel nostro film c'è un piccolo filo rosso che attraversa tutte le scene, ambientate ai giorni nostri ma anche nel '46 alla vigilia del referendum tra monarchia e repubblica ed ovviamente nel 1922; è rappresentato da una bimba vestita in modo impercettibile con i colori rosso, bianco e verde. Posa fiori al monumento dei caduti, raccoglie un libro durante l'incendio alla camera del lavoro, cammina con la popolazione di Lumellogno incontro ai fascisti, osserva curiosa il racconto delle memorie dentro la stalla... Insomma una presenza forte anche se, come personaggio simbolo, ha la stessa età in epoche diverse; rappresenta la nostra idea di Italia, un'Italia forse non ancora definitivamente “cresciuta" ma che c'è nei momenti importanti della Storia. Ecco perché siamo grati ad Enrico Massara e commossi nel ricordarlo, perché lui, uno dei protagonisti della nostra Storia, ha voluto esserci anche nel nostro film e proprio nella scena della battaglia. Il film è stato realizzato con il contributo di Film Commission Torino Piemonte e la collaborazione di: ATL Novara, Raffineria Sarpom Trecate, Unione Comuni Basso Novarese Granozzo con Monticello e Casalino, Clementoni Magis. Con il patrocinio di: Prefettura di Novara, Provincia di Novara.

  • 13/10/2009, ore 16:30 - Borgomanero - Fondazione A. Marazza

    Lezioni di Storia. Quattro incontri sui personaggi della resistenza e della Nuova Italia

    dal 13 ottobre al 3 novembre Programma: Quattro incontri sui personaggi della Resistenza e della Nuova Italia nel Novarese Le lezioni sono promosse e organizzate dalla Fondazione Achille Marazza in collaborazione con la Fondazione Bonfantini e l'Istituto storico "P. Fornara" Programma ¨ 1. Martedì 13 ottobre 2009 Corrado Bonfantini: comandante delle Brigate Matteotti e Costituente Relatore Massimo Bonfantini ¨ 2. Martedì 20 ottobre 2009 Giacomo Luigi Borgna: un popolare alle origini della nostra democrazia Relatore Giovanni A. Cerutti ¨ 3. Martedì 27 ottobre 2009 Gisella Floreanini: ministro della Repubblica dell’Ossola e deputato Relatore Mauro Begozzi ¨ 4. Martedì 3 novembre 2009 Idee e metodi per ricerche sulla storia italiana contemporanea Relatore Angelo Vecchi Orario per tutti gli incontri: 16.30 – 18.30 Indirizzo e informazioni: Fondazione Achille Marazza, viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO; tel. 0322 81485. Le lezioni sono rivolte particolarmente a insegnanti, bibliotecari, operatori culturali; sono tuttavia aperte a tutti. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato.

  • 20/9/2009, ore 00:00 - Novara

    Archivio della Cisl Novarese

    L’Archivio della Cisl Novarese In questi giorni è stato completato il trasloco dell’Archivio storico della Cisl novarese. Si tratta di circa 900 faldoni per circa 100 metri lineari di scaffalatura. L’archivio copre un arco cronologico che va dagli anni ’50 agli anni ’90 ed è stato nel tempo già parzialmente riordinato. Il versamento è particolarmente significativo perché nel 2010 correrà il 60° anniversario di fondazione del sodalizio sindacale e sono già in studio iniziative di valorizzazione e promozione storico-culturale. Entro l’anno infatti l’Archivio sarà messo a disposizione di ricercatori e studiosi. In questa fase, è stata acquisita solo la parte documentaria avendo dovuto rinunciare per ora e per motivi di spazio a trasferire le raccolte dei periodici e legislative (se non quelle locali). Terminato il progetto di completamento del riordino, di catalogazione e di informatizzazione previsto in un anno di lavoro (si veda “Carte popolari e carte sindacali: gli archivi “Carlo Torelli" e “Cisl") si cercherà di completare l’acquisizione anche dei materiali a stampa. Il progetto, sottoposto all’attenzione della Regione Piemonte e che ha ottenuto un finanziamento da parte della Fondazione Comunità del Novarese Onlus e della stessa Cisl, si segnala come prosecuzione del pluriennale progetto di tutela, valorizzazione e studio della documentazione sul tema della “memoria del lavoro", lanciato qualche anno fa dall’Istituto e che ha già consentito l’acquisizione dell’Archivio della Camera del lavoro di Novara, nonché di alcuni fondi privati e di fabbrica.

  • 11/9/2009, ore 00:00 - Beura Cardezza (Vb)

    Sentiero Teresa Binda

    Sentiero Teresa Binda 11-13 settembre 2009 Seconda edizione del sentiero partigiano dedicato alla medaglia d'Oro al Merito civile come simbolo di tutte le donne Cadute per la Libertà Iniziativa promossa dall'Anpi provinciale del VCO, Regione Piemonte, Comune di Beura Cardezza, in collaborazione con l'Istituto e la Casa della Resistenza di Fondotoce, e il patrocinio/contributo di: Provincia del VCO e i Comuni di Verbania, Domodossola, Omegna, Gravellona Toce, Vogogna, Premoselllo Chiovenda, San Bernardino Verbano, Malesco, Masera, Cossogno, Parco Nazionale della Valgrande. Programma 1° tappa 11 settembre Da Fondighebi a Scaredi e da Scaredi a in la Piana (Bivacco) Totale ore 3,45 Dislivello in salita 600 mt e in discesa 940 mt 2° tappa 12 settembre Da In la Piana a Mottac; dal mottac a Punta Pozzolo; da Punta Pozzolo all'Alpe Pozzolo (Bivacco) Totale ore 6,30 Dislivello in salita 1140 mf e in discesa 470 mt 3° tappa 13 settembre dall'Alpe Pozzolo a Beura Cardezza Dislivello discesa 1350 mt Il sentiero è affidato alla guida alpina Nando Danini Prenotazioni 0323 /553250 o 0323/586802

  • 9/9/2009, ore 15:30 - Novara

    ADDIO ENRICO

    Si è spento nella sua casa di Novara, all’età di novant’anni, Enrico Massara, il comandante partigiano, il socialista, il “nostro" Presidente Lo avevamo incontrato a fine giugno scorso durante le riprese del film “Novara Millenovecentoventidue" e poi ancora in Camasca, il 16 agosto al sentiero Beltrami, e infine il 30 agosto alla commemorazione dei Martiri di Vignale. Ancora a far progetti, ancora a dare suggerimenti, ancora a difendere la memoria della Resistenza, Sempre presente, pacato e saggio. E’ con grande dolore che annunciamo la scomparsa del nostro indimenticabile “Presidente". I funerali si svolgeranno mercoledì 9 settembre alle ore 15,30 alla Chiesa di S. Andrea a Novara Biografia Novara 24 novembre 1918 – Novara 7 settembre 2009 Socio fondatore e Presidente dell’Istituto dal 1986 al 1998. Maestro elementare, nel 1941 è richiamato alle armi nel 4° reggimento carristi di stanza a Vercelli dove incontra Alfredo Di Dio suo capo istruttore. Trasferito prima a Roma e poi ad Abano Terme, viene destinato nel ’43 a Casale Monferrato come sottotenente di complemento. Qui lo coglie l’8 settembre. Fugge dalla caserma e nei giorni successivi raggiunge a Quarna il Capitano Filippo Maria Beltrami diventando ben presto comandante di distaccamento della gloriosa “Brigata Patrioti Valstrona". Partecipa alle principali azioni del gruppo ed è coinvolto il 13 febbraio ’43 nella battaglia di Megolo in cui cadono Beltrami, Antonio Di Dio, Gaspare Pajetta e altri nove partigiani. Arrestato, picchiato, riesce a fuggire. Torna in montagna ed è tra i fondatori, con Alfredo Di Dio, del gruppo “Patrioti Ossola", divenuto in seguito divisione “Valtoce". Ufficiale di collegamento, partecipa alla liberazione dell’Ossola nel settembre ’44. Durante i famosi “quaranta giorni di libertà" è comandante del presidio di Domodossola. Nell’ottobre è costretto a seguire partigiani e popolazione in Svizzera dove è internato in diversi campi. Nonostante ripetuti tentativi di fuga rientra in Italia solo a liberazione avvenuta. Tra il 1945 e il 1948 è Capitano di Pubblica Sicurezza a Novara. Aderisce al Partito socialista nel 1945 ne diviene segretario della federazione provinciale: in quel periodo è anche segretario provinciale dell’Anpi. Esponente di spicco del movimento cooperativo, tra il 1961 e il 1970 è assessore comunale a Novara, poi presidente dell’Istituto Autonomo case Popolari (1970-1974), componente il collegio sindacale della Cariplo, del fondo pensioni e infine del Finafrica (1975-1998). Convinto assertore dell’unità della Resistenza è tra i fondatori nel 1968 del Raggruppamento unitario di Novara (Anpi-Fiap-Fivl) e dell’Istituto di cui è ininterrottamente consigliere dalla nascita, poi vicepresidente dal 1975 al 1986 e infine presidente. La sua presidenza è caratterizzata da una forte crescita dell’Istituto e dalla razionalizzazione del Consorzio di gestione. Oggi è presidente onorario dell’Anpi interprovinciale e Presidente onorario dell’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce, di quella splendida realtà culturale di cui è stato uno dei più accaniti fautori e primo Presidente. Dal 1967 è Cavaliere dell’Ordine al Merito della repubblica italiana e, dal 1995, Grande Ufficiale. Nel 1998 la sua Città, lo ha insignito del titolo di “Novarese dell’anno".

  • 8/9/2009, ore 10:00 - Verbania Fondotoce Casa della resistenza

    8 settembre 1943. 'La scelta'

    Iniziativa organizzata da: Associazione Casa della Resistenza, Istituto storico “P.Fornara", Istituto storico della resistenza in provincia di Asti, Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione del valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana in collaborazione con: Anei, Aned, Anpi, Comunità ebraiche, Comune e Provincia di Verbania, Regione Piemonte, Consiglio regionale del Piemonte. Programma ore 10,00 – Omaggio al sacrario dei Caduti della Resistenza e deposizione di fiori al monumento agli Internati Militari Italiani ore 10,30 – Saluto di Vittorio Beltrami, Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza Interventi di: Irene Magistrini (moderatrice), vicepresidente della casa della Resistenza Roberto Placido, Presidente Comitato della Regione Piemonte Resistenza/Costituzione Mercedes Bresso, Presidente della Regione Piemonte 0re 11,30 – Inaugurazione della mostra sulla Prima guerra mondiale “L’inutile massacro" a cura di Nicoletta Fasano e Mario Renosio ore 12,00 – Inaugurazione del monumento in ricordo della Strage degli ebrei del Lago Maggiore, con Mercedes Bresso, Roberto Placido e Carla Bonecchi (scultrice)

  • 1/9/2009, ore 22:00 - Ventotene

    Ernesto Rossi. Un democratico europeo - Presentazione volume

    Organizzata dal Comune di Ventotene e dalla Libreria "Ultima spiaggia" di Fabio Masi, si terrà la prima presentazione del volume Ernesto Rossi. Un democratico europeo con la partcipazione delle curatrici dell'opera Antonella Braga e Simonetta Michelotti. Il volume raccoglie gli atti del Convegno organizzato tra gli altri dal nostro Istituto a Verbania ("Ernesto Rossi. Una vita per la libertà") tra il 24 e il 28 ottobre 2007. In allegato l'indice del volume e la locandina invito alla presentazione del 1° settembre a Ventotene

  • 23/8/2009, ore 8:00 - Boleto-Castagneia

    Il sentiero Nello

    da Boleto (Madonna del Sasso)-Castagneia (Comune di Breia) Nel 65° anniversario della morte di Nello Olivieri, 6° edizione della camminata aperta a tutti Organizzato da: Comunità montana Cusio-Mottarone, Comuni di Breia, Cellio, Villafranca Lunigiana (Ms), Istituto storico "P.Fornara", Istituto storico "C. Moscatelli", Casa della Resistenza, Anpi Basso Cusio, Borgosesia, La Spezia, Omegna e Zona Cusio. Programma: ore 8,00 - Ritrovo in Piazza Nello a Boleto e partenza per Alpe Cambocciolo-Monte Briasco accompagnati dai volontari della locale squadra AIB oppure ore 9,00 Ritrovo a Castagneia e partenza per il Monte Briasco lungo il Sentiero della Libertà ore 11,30 Arrivo al Monte Briasco ore 12,00 Pranzo al sacco o su prenotazione ore 14,00 Prosecusione per Castagneia. Trasferiemnto in pullman da Breia a Valpiana ore 16,30 Arrivo a Merlera, presso la Lapide del Capitano Nello commemorazione tenuta dal dott. Giovanni Cerutti dell'Istituto storico "P. Fornara" ore 17,30 - Rientro a Boleto o a Breia con possibilità di utilizzare da Valpiana il pullman gratuito. In caso di maltempo si terrà comunque la commorazione alla lapide di Merlera alle 16,30 All'organizzazione collabora il Soccorso Alpino stazione di Omegna Per informazioni rivolgersi alla Comunità Montana Cusio Mottarone, Via De Angeli 35/a Omegna tel. 0323/61687 interno 3.

  • 23/8/2009, ore 8:00 - Ponte Falmenta-Socraggio

    Il sentiero Cucciolo

    Seconda edizione del sentiero dedicato a Ubaldo Cavallasca, il partigiano 'Cucciolo' a cui fu intitolata la volante distrutta a Trarego Quest’anno la II edizione del Sentiero Cucciolo, variante del Sentiero Chiovini, si svolgerà in un’unica tappa che porterà da Ponte Falmenta, attraverso alcuni luoghi della resistenza partigiana, a Socraggio, per partecipare alla festa campestre del paese. 23 agosto: Ponte Falmenta - Falmenta Crealla - Luera - Calachina - Socraggio Il trekking è completamente gratuito.

  • 1/7/2009, ore 00:00 - Novara

    Orario Estivo

    L' Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “P. Fornara” durante i mesi di luglio e agosto osserverà un orario ridotto e sarà aperto al pubblico solo al mattino, sempre dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,00. E' inoltre prevista la chiusura totale nella settimana dal 10 al 14 agosto. Riapertura il 17 agosto

  • 26/6/2009, ore 00:00 - Verbania

    LETTERALTURA 2009 - (R)ESISTENZE

    LAGO MAGGIORE LETTERALTURA FESTIVAL DI LETTERATURA DI MONTAGNA, VIAGGIO, AVVENTURA Associazione Culturale "LetterAltura" - C/o il Chiostro, Via F.lli Cervi 14 – 28921 Verbania LETTERALTURA 2009 (R)esistenze Alpinismo, Orso, Confini, (R)esistenze e Scalatori su due ruote: questi i percorsi tematici che, seguendo il fil-rouge della montagna, del viaggio e dell’avventura, hanno guidato l’ideazione di alcuni fra gli appuntamenti di LetterAltura 2009. (R)esistenze, con la "R" tra parentesi, significa tante cose, non tutte facili da descrivere. Certi grandi temi, che hanno in sé un portato storico, ma anche sociologico ben presente e vivo, eccedono l’orizzonte limitato di qualunque spiegazione. (R)esistenza è, per esempio, quella della minuscola scuola di montagna che non vuole essere cancellata ma, anzi, torna oggi a vivere grazie a un progetto culturale e cinematografico di salvaguardia e di ri-vitalizzazione. (R)esistenza è la vita difficile di chi non si arrende mai, ma combatte ogni giorno con coraggio e orgoglio, in un piccolo paese sperduto tra le montagne così come tra i ghiacciai della Lapponia. (R)esistenza è sempre e soprattutto un atto d’amore. Lago Maggiore LetterAltura ripropone, fuor da consunte retoriche, quelle forme di esistenza nelle quali la laboriosa tenacia e l’impegno strenuo sono resistenza in atto. Vivere in montagna in certe condizioni è già di per sé una resistenza. E ogni (r)esistenza è ancora, come fu durante il fascismo ed è in ogni situazione di censura e di oppressione, un’azione a difesa della libertà. La libertà di esistere resistendo alla globalizzazione. La libertà di non rinunciare alla propria specificità e alla propria differenza. Di non rinunciare alla memoria, al canto, al senso innato di ospitalità e solidarietà che, da sempre e per sempre, caratterizzano le terre alte, avvezze alle privazioni come non lo saranno mai i luoghi dell’opulenza e del superfluo. Ne parleremo allora con: Predrag Matvejevic e Furio Colombo, Sandro Gastinelli e i rappresentanti del Centro Culturale Coumboscuro, Luisito Bianchi e Giorgio Boatti, il Coro Valgrande, Boris Pahor e Gianni Oliva, Eliana Bouchard, Massimo Maggiari e Mirella Tenderini. Ecco gli eventi: Venerdì 26 giugno ore 12.15 a Verbania, Il Chiostro dell’Hotel Il Chiostro La maledizione della porta accanto Predrag Matvejevic dialoga con Furio Colombo Evento in collaborazione con la Rappresentanza a Milano della Commissione Europea A meno di mezzo secolo dalla fine del conflitto che la ridusse in macerie, l’Europa ha conosciuto una nuova "guerra in casa" con la partizione violenta della federazione jugoslava. La ferocia a cui non sfuggono concetti quali identità, religione, cultura ha fornito l’armamentario ideologico esibito dagli accademici non meno che dalle soldataglie che si sono accaniti su una terra che a lungo era parsa un riuscito, pur problematico, esempio di convivenza. Ne parleranno il professore e scrittore Predrag Matvejevic e il giornalista Furio Colombo. Venerdì 26 giugno ore 21.00 a Verbania, Auditorium dell’Hotel Il Chiostro Darreire L’Ourisount La scuola che non vuole morire: Sancto Lucìo de Coumboscuro Cine-incontro con la presentazione del regista Sandro Gastinelli e della delegazione di Coumboscuro Coumboscuro, Valle Grana, profonda provincia Cuneese, territorio intrappolato nella montagna, nel cuore di ghiaccio della Provenza italiana. L’escolo di Sancto Lucìo è una realtà che resiste strenuamente dagli anni Quaranta, quando all’interno di un’aula ricavata in una canonica, la stessa in cui ancora oggi si fa lezione, il poeta provenzale Sergio Arneodo fonda la prima pluriclasse alpina, seguendo il modello di Don Milani, come atto di difesa di fronte al continuo spopolamento della sua valle. La scuola, cuore pulsante di Coumboscuro, pur essendo frequentata da soli tre alunni, non è disposta a cedere le armi, ma anzi resiste più agguerrita che mai ed è anche grazie a lei che la cultura provenzale continua a essere gelosamente coltivata e tramandata con orgoglio. Sabato 27 giugno ore 15.00 a Verbania, Società Operaia La gratuità della Resistenza Don Luisito Bianchi dialoga con Giorgio Boatti La Resistenza quale atto d’amore, e perciò gratuito, finalizzato al bene altrui, appartiene alle grandi narrazioni dell’umanità in cammino. Il dono di sé aggiunge senso a un evento corale e consente di ricondurre all’uomo ciò che altrimenti resta mera categoria ideale. L’esperienza di don Luisito Bianchi ripercorre l’evento e la sua storicizzazione attraverso il lavoro quotidiano e la preghiera. Ne parlerà con il giornalista Giorgio Boatti, esperto di storia contemporanea. Sabato 27 giugno ore 21.30 a Verbania, Piazza San Vittore Montagne di guerra, montagne di pace Spettacolo del Coro Valgrande I canti delle nostre montagne sono spesso canti di uomini in guerra: comunicano in maniera forte la rabbia, l’orgoglio, il coraggio e la paura di chi ha vissuto quell’esperienza. Vi sono però anche brani che ci portano emozioni diverse: l’amore per il creato, lo stupore di chi guarda la montagna con semplicità di spirito. Questi due aspetti si succedono, nello spettacolo presentato dal coro Valgrande, grazie all’accompagnamento di letture e immagini che riprendono e sottolineano i temi cantati. Gli spettatori vengono così coinvolti in un percorso che, partendo dal vissuto della guerra, arriva ad affermare il desiderio di pace, attraverso la celebrazione della bellezza della natura e della semplicità delle genti di montagna. Domenica 28 giugno ore 12.15 a Verbania, Il Chiostro dell’Hotel Il Chiostro Prigionieri delle frontiere Boris Pahor dialoga con Gianni Oliva Boris Pahor ha conosciuto la condizione di straniero nella propria città, Trieste, fino alla prigionia in un campo di concentramento, a causa dell’appartenenza a una nazione, a una lingua, considerata "nemica". Le tensioni tra nazionalismi opposti, i rivolgimenti geopolitici e, oggi, le risorgenti rivendicazioni identitarie mettono a prova la natura di frontiera quale feconda area di scambio. Lo scrittore ripercorrerà i suoi ricordi e commenterà la situazione attuale con il giornalista e storico Gianni Oliva. Domenica 28 giugno ore 15.00 a Verbania, Società Operaia Cinquecento anni di resistenza valdese Incontro con Eliana Bouchard. Letture di Gisella Bein La forza data dal coraggio delle proprie idee e dell’attaccamento alle proprie tradizioni è elemento caratterizzante del popolo valdese. Per secoli perseguitati, isolati, martoriati – nel fisico e nella mente – ma mai sopraffatti, ancora oggi continuano con orgoglio e risolutezza ad affermare la propria identità e la propria fede. Un popolo fiero che invece di disgregarsi ha creato comunità e fatto dell’unicità una bandiera. In questa atmosfera di lotta comunitaria, la vicenda personale e privata di una donna, caparbia e controcorrente, disposta a tutto pur di non perdersi. Letture di Gisella Bein tratte dal libro Louise. Canzone senza pause. Domenica 28 giugno ore 16.30 a Verbania, Piazza San Vittore Tra ghiacci, slitte e cultura inuit: in viaggio intorno al Circolo Polare Artico Massimo Maggiari dialoga con Mirella Tenderini L’autore-viaggiatore Massimo Maggiari, dialogando con Mirella Tenderini, attenta e minuziosa "ricercatrice di tracce" e biografa di grandi avventurieri, ci trasporterà in un mondo innevato, tra le aree geografiche che coprono quel vasto territorio che va dall’Islanda all’Alaska attraverso la Groenlandia e il Canada artico di Nunavut, ma anche le Alpi, che per anni sono state per l’autore una palestra di apprezzamento del sublime. Tenendoci per mano, ci insegnerà a conoscere il popolo Inuit, con le sue credenze e la sua mitologia, e ci farà entrare nel mondo artico, il luogo forse più antico, da cui la vita si è irradiata come una luce immensa sull’intera crosta terrestre. Eventi organizzati in collaborazione con Commissione Europea, Regione Piemonte, Provincia del VCO, CCIAA VCO, Fondazione Comunitaria del VCO, Fondazione Cariplo, Fondazione Banca d’Intra

  • 23/6/2009, ore 00:00 - Novara - Lumellogno

    Novara Millenovecentoventidue

    Il 23 giugno 2009, iniziano le riprese del docu-film "Novara Millenovececentoventidue", promosso da questo Istituto in collaborazione con Immagina, del regista Vanni Vallino, e dal Comitato di quartiere di Lumellogno. L’iniziativa ha il sostegno della Film Commission Torino Piemonte, dell’ATL di Novara, della Provincia di Novara e della Sarpom di S. Martino di Trecate Scheda di presentazione NOVARA MILLENOVECENTOVENTIDUE produzione IMMAGINA regia VANNI VALLINO da un’idea di CARLO MIGLIAVACCA supervisione storica MAURO BEGOZZI con NINO CASTELNUOVO, MARCO MORELLINI, BRUNA VERO, MARIA CRISTINA DI NICOLA, SERGIO DANZI, ILEANA SPALLA, LA POPOLAZIONE DI LUMELLOGNO, IL GRUPPO TEATRALE LARIBALTA FARE STORIA Ricordare e raccontare! Raccontare per tramandare! Tutto ciò significa «Fare storia»; e fare storia con la cinepresa è un modo diverso ed efficace rispetto al farlo con i documenti scritti che pure hanno la loro importanza sostanziale e imprescindibile. È comunque il modo più pratico per ricreare e fissare nel tempo quegli avvenimenti, quei fatti, quelle testimonianze, quelle persone le quale hanno fatto la storia stessa. «Fare storia» attraverso le immagini è un momento di sintesi che permette di ricostruire e condensare ciò che documenti e testimonianze scritte da più persone ci hanno tramandato. Il film però, inteso come ricostruzione, deve essere rigoroso dal punto di vista storico, deve far emergere i momenti salienti delle testimonianze riferite ai fatti di cui si vuole narrare. Il tempo, purtroppo, porta a cancellare i luoghi della memoria, ma non può, per nessun motivo, modificare ciò che è stato, ciò che la storia ci ha consegnato. Chi dice che non c’è futuro senza memoria ha ragione, ma la memoria non può diventare soltanto un ricordo lontano che prima o poi finirà per sfumare nella polvere del tempo. È con questa convinzione e certezza che l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "Piero Fornara", in collaborazione con il Comitato di Quartiere di Lumellogno e Immagina del regista Vanni Vallino e con Carlo Migliavacca, ha voluto realizzare questa docu-fiction sull’anno 1922 nel territorio novarese, partendo dall’episodio di Lumellogno del 15-16 luglio quando una squadra di fascisti tentò di dare l’assalto alla Frazione, ma venne respinta una prima volta e ritornò accanendosi contro la popolazione causando tre morti e numerosi feriti; per la cronaca, altri tre contadini morirono, in seguito, per le ferite riportate. Per quell’atto di resistenza antifascista la città di Novara è stata insignita, il 25 aprile 2007, della Medaglia d’oro al Merito Civile dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la seguente motivazione: "La popolazione di Lumellogno, "Frazione rossa" del Comune di Novara, animata da profondi ideali di Libertà e di Democrazia, si rese protagonista di un eroico episodio di resistenza ad un raid punitivo di fascisti, sopportando la perdita di alcuni dei suoi figli migliori. Nobile esempio di spirito di sacrificio e di elevate virtù civiche". 15/16 luglio 1922 – Fraz. Lumellogno (NO)

  • 20/6/2009, ore 20:00 - Verbania-Casa della resistenza

    Porrajmos - Mostra e concerto

    Sabato 20 giugno 2009, ore 20.00 - 23.00 Casa della Resistenza Via Turati 9 Verbania Fondotoce "Quanti conoscono la parola Porrajmos? Pochissimi. Questo è l’indizio più significativo di come la memoria dei popoli che ci ostiniamo a chiamare zingari e nomadi fatichi a trovare ascolto e cittadinanza in Italia. Porrajmos è la parola che nelle lingue Sinte e Rom definisce il ‘divoramento’ subito in Europa tra il 1934 e il 1945". L’Associazione Casa della Resistenza, in collaborazione con la Regione Piemonte, Assessorato alla Cultura, organizza una giornata di riflessione sul tema della discriminazione e della persecuzione verso le popolazioni Rom e Sinte attraverso la mostra storica Porrajmos. Sulle tracce della memoria che sarà presentata dal curatore, Carlo Berini, ricercatore dell’Istituto di cultura Sinta di Mantova. Rom Cabaret Spettacolo con testi e musica popolare di artisti Rom di Dijan Pavlovic con Diana Pavlovic, Jovica Balval, Marta Pistocchi "La convivenza tra comunità diverse in un medesimo territorio – non solo possibile, ma anche auspicabile – passa anche attraverso l’incontro e la conoscenza delle reciproche culture, unica via per dissipare incomprensioni, pregiudizi, luoghi comuni, diffidenze di tutti i tipi". Alla presentazione della mostra seguirà lo spettacolo teatrale Rom Cabaret di Dijana Pavlovic, con Jovica Balval e Marta Pistocchi. Lo spettacolo è nato come occasione di incontro tra la cultura Rom e la rappresentazione che ne ha fatto la tradizione occidentale attraverso l’immagine romantica del mondo zingaro. Di fronte alle vicende drammatiche degli ultimi anni, che a partire dal caso di Opera sono culminate nella cosiddetta "emergenza Rom", è nata l’esigenza di attualizzare lo spettacolo e trasformarlo in uno strumento non solo di conoscenza e confronto, ma anche di denuncia. Attraverso poesie e racconti, musica e canzoni popolari, interviste e immagini si racconta la storia del popolo Rom (anche nei suoi momenti più drammatici, come lo sterminio nei campi di concentramento nazisti) e la condizione attuale dei Rom in Italia tra sgomberi e pregiudizi. Il tono è ora poetico, ora amaro e drammatico, senza dimenticare l’ironia e anche l’autoironia delle barzellette Rom. Con il patrocinio di: Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara"

  • 14/6/2009, ore 00:00 - Verbania e Baveno

    65° Anniversario degli eccidi di Fondotoce e Baveno

    Città di Verbania Provincia del Verbano Cusio Ossola Città di Baveno Associazione Casa della Resistenza 65°Anniversario dell’Eccidio dei 42 Martiri di Fondotoce e dei 17 Martiri di Baveno Giovedì 11 giugno 2009 ore 18.00 Cappella della Pace, Madonna di Santino S. Messa in ricordo di tutti i Caduti Partigiani nelle valli Sabato 13 giugno 2009 ore 21.30 Casa della Resistenza Proiezione del film "Trarego, memoria ritrovata", di Lorenzo Camocardi ore 21.45 VILLA CARAMORA Partenza della fiaccolata commemorativa diretta al Sacrario di Fondotoce Ore 22,30 arrivo della fiaccolata a Fondotoce a Baveno ore 20.30 Deposizione corona al Cippo dei 17 Martiri sul lungolago. Orazioni Ufficiali delle autorità; partenza della fiaccolata dal Cippo per Fondotoce Domenica 14 Giugno ore 9,30 S. Messa nella Chiesa Parrocchiale "Beata Vergine Addolorata" di Fondotoce ore 10.30 da Piazza Adua: partenza del Corteo con l’accompagnamento dell’Ente Musicale Verbania. ore 10.45 Arrivo al Sacrario, Parco della Memoria e della Pace Saluto del Presidente della Provincia del V.C.O. e del Sindaco di Verbania Orazione Ufficiale ore 12.15 Casa della Resistenza Sala delle conferenze Presentazione della nuova edizione del libro "Partigiani nel Verbano" di Mario Manzoni con Gianmaria Ottolini, Arialdo Catenazzi, Paola Manzoni e Claudio Zanotti Da domenica 14 a domenica 21 giugno "IL SENTIERO CHIOVINI" XI edizione della camminata popolare transfrontaliera a tappe lungo i sentieri dei partigiani in Valgrande nel giugno ’44. Arrivo al Sacrario di Fondotoce alle ore 11,00 di domenica 21 giugno Sabato 20 e domenica 21 giugno - Stadio comunale, Intra 26a ed. della Manifestazione podistica 24x1ora - Trofeo "42 Martiri" Domenica 6 luglio A Pogallo: Commemorazione dei caduti

  • 13/6/2009, ore 00:00 - Cannobio-Fondotoce

    XI EDIZIONE DEL SENTIERO CHIOVINI

    Sentiero Chiovini 13 -21 giugno Promosso da Comunità Montana Valle Vigezzo, Comunità Montana Valle Cannobina, Casa della Resistenza di Fondotoce. Progetto Memoria delle Alpi Organizzazione e informazioni Valgrande Società Cooperativa Tel/Fax 0323/468506 - Cell. 368/201688 mail: valgrandelavori@societar3.191.it Il percorso del Sentiero Chiovini, edizione 2009, l’ormai classico trekking tra Svizzera e Italia lungo i sentieri percorsi dai partigiani per sfuggire al rastrellamento della Val Grande del Giugno ’44, anche quest’ anno partirà da Cannobio e, dopo 9 tappe, giungerà alla Casa della Resistenza, Parco della Memoria e della Pace, a Fondotoce (Verbania). 13 giugno: Cannobio - Rif. Al Legn (CH) 14 giugno: Rif. Al Legn (CH) - Palagnedra (CH) 15 giugno: Palagnedra (CH) - L’ Alpino 16 giugno: L’ Alpino - Montevecchio 17 giugno: Montevecchio - Finero - Alpe Cortechiuso 18 giugno: Alpe Cortechiuso - Alpe Pian di Boit 19 giugno: Alpe Pian di Boit - Alpe Prà 20 giugno: Alpe Prà - Cicogna - Corte Buè - Alpe Ompio 21 giugno: Alpe Ompio - Fondotoce (VB) Il trekking completo è gratuito (escluso vitto e alloggio). E’ comunque possibile iscriversi alle singole tappe. Sentiero Cucciolo II Edizione 23 agosto Quest’anno la II edizione del Sentiero Cucciolo, variante del Sentiero Chiovini, si svolgerà in un’unica tappa che ci porterà da Ponte Falmenta, attraverso alcuni luoghi della resistenza partigiana, a Socraggio, per partecipare alla festa campestre del paese. 23 agosto: Ponte Falmenta - Falmenta Crealla - Luera - Calachina - Socraggio Il trekking è completamente gratuito.

  • 9/6/2009, ore 09:00 - Verbania Fondotoce

    I GIOVANI E L’EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE

    60° ANNIVERSARIO COSTITUZIONE REPUBBLICA ITALIANA (1948-2008) 60° ANNIVERSARIO DICHIARAZIONE UNIVERSALE DIRITTI DELL’UOMO (1948-2008) "I GIOVANI E L’EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE" Anno Scolastico 2008—2009 L’Ufficio Scolastico Provinciale del VCO, la Scuola media statale "Ranzoni", Scuola Polo della provincia del V.C.O. della Rete Regionale Cittadinanza Attiva, e l’U.T.S. di Storia del V.C.O. con sede presso la Direzione Didattica 4° Circolo di Verbania, hanno bandito un concorso destinato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado del Verbano Cusio Ossola dal titolo: "I GIOVANI E L’EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE". Il concorso, che si colloca nell’ambito delle iniziative programmate in occasione del sessantesimo anniversario della Carta Costituzionale della Repubblica italiana, intende richiamare i giovani ai valori e ai principi fondanti la società civile, attraverso la lettura e la conoscenza ragionata degli articoli fondamentali della Costituzione e/o delle altre parti di cui si compone. Il concorso intende, inoltre, educare i ragazzi ad acquisire la consapevolezza dei principi, dei valori, delle regole, dei diritti e dei doveri della Costituzione e delle Carte dei Diritti. Gli elaborati delle scuole saranno esposti nelle attività commerciali in collaborazione con la Confcommercio del V.C.O. con lo scopo di creare un collegamento tra scuola e territorio. 9 giugno 2009 Casa della Resistenza – Via Turati 9, Verbania –Fondotoce Premiazione degli elaborati Programma Ore 9.00 Saluti delle Autorità Introduzione La Costituzione spiegata dai ragazzi Intervento di Antonella Braga, Sezione didattica dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" Cerimonia di premiazione delle opere vincitrici Le scuole protagoniste: presentazione di alcuni lavori artistici a cura dei ragazzi (proiezione degli elaborati multimediali) Inaugurazione della mostra delle opere realizzate dai ragazzi. PRESENTAZIONE DEI LAVORI ARTISTICI A CURA DELLE SCUOLE Casa della Resistenza – Via Turati 9, Verbania –Fondotoce Martedì 9 giugno 2009 – Venerdì 19 giugno 2009, Ore 14.30-18.30 Inaugurazione: 9 giugno 2009, ore 9.00-12.00 SCUOLE PARTECIPANTI: DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO – VERBANIA Scuola primaria: plessi di Trobaso Vignone Unchio Arizzano Torchiedo SCUOLA SECONDARIA I GRADO "F. M. BELTRAMI" – OMEGNA Sezioni di Omegna e Valstrona ISTITUTO COMPRENSIVO "A. FOGAZZARO" – BAVENO Scuola secondaria I grado SCUOLA SECONDARIA I GRADO "D. RANZONI" – VERBANIA Sezione di Trobaso e Piancavallo ISTITUTO COMPRENSIVO "INNOCENZO IX" – CRODO Scuola secondaria I grado IPSIA "C.A. DALLA CHIESA" – OMEGNA Scuola secondaria II grado – Indirizzo MODA ITCPACLE – OMEGNA Scuola secondaria II grado – Indirizzo Periti Aziendali Promosso da: Prefettura - Ufficio territoriale del Governo del Verbano Cusio Ossola MIUR – Ufficio scolastico Regionale per il Piemonte, Ufficio scolastico provinciale del VCO Unità Territoriale Scolastica per la Storia del Verbano Cusio Ossola, c/o D.D. IV Circolo Verbania Scuola secondaria I grado "D. Ranzoni" – Verbania, Polo provinciale VCO Rete regionale Cittadinanza attiva Confcommercio – Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle P.M.I della Provincia del VCO

  • 29/5/2009, ore 17:00 - Novara - Sede Istituto

    Per il ciclo ’I venerdì con l’autore’: Marta Bonzanini

    Quarto appuntamento per i "venerdì con l’autore" presso la "Sala Bonfantini" al secondo piano della Sede dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" in Corso Cavour, 15 a Novara Venerdì 29 maggio ore 17,00 Con le armi e con la penna. Poesia clandestina della Resistenza a cura di Marta Bonzanini con una lettera di Mario Rigoni Stern, pp. 192, Interlinea, Novara 2009, euro 20 Esce per la collana "Parole in archivio" di Interlinea un volume che mancava: Con le armi e con la penna, poesie clandestine della resistenza con testo di Mario Rigoni Stern. È il frutto di minuziose ricerche d’archivio di Marta Bonzanini e presenta un’ampia scelta di poesie composte in clandestinità apparse sulla stampa partigiana tra il settembre 1943 e il maggio 1945. Un omaggio importante a quella libertà di parola difesa a costo della persecuzione che ha un immenso valore di lascito riscoperto e di eredità salvata dall’oblio che fino all’uscita del libro ricopriva questi testi. Uno sguardo nuovo, forte, che trae vigore proprio dai vincoli che vorrebbero fiaccarne la voce e la potenza espressiva: «Non ci è concessa la libertà di parola: ce la prendiamo». La ragione delle scritture e della stampa clandestina è già nella dichiarazione che apre il volume tratta dal periodico fiorentino "Non mollare". Parole in cui c’è già la struttura del volume, gli intenti, le motivazioni, l’insopportabile condizione di oppressione culturale e umana che porta a reagire, appunto, Con le armi e con la penna. Tra le altre riviste antologizzate si citano "Baita"; "La Stella Alpina" (Biellese, Valsesia Ossola); "Scarpe rotte" (Torino); "La Roccia" (Cuneo e le sue valli); "Il Compagno" (Langhe e Monferrato); "Il Partigiano" (Alessandria)"Il Ribelle" (Milano e Brescia) "Guerriglia" (Emilia Romagna) e "Partigiani della strega" (Romagna, Marche e Viterbo). Ma si troveranno anche altri testi inediti, come quelli di Pedro Ferreira trascritti dal muro del carcere torinese dove erano graffiti a matita, «perché non si combatte solo con le armi, bensì anche con la penna», si legge sul n. 1 del foglio "Baita". Come scrive Mario Rigoni Stern, «più che mai ora abbiamo bisogno di memorie. Anche se da noi non ci sono dittature e fascismo ma l’oblio al quale ci porta il vivere contemporaneo. Andiamo allora a leggere le lapidi, le memorie, a pensare…». Dialogano con l’autrice Roberto Cicala e Mauro Begozzi

  • 27/5/2009, ore 00:00 - Verbania Scuola Media ranzoni

    Cittadinanza e Storia

    GRUPPO DI LAVORO SU CITTADINANZA E STORIA (FEBBRAIO-MAGGIO 2009) Educazione alla cittadinanza. Progetto per la costruzione di un curricolo verticale tra scuola primaria e secondaria di I grado. Promosso in collaborazione con la Scuola Polo Rete per la costruzione e sperimentazione del curricolo in provincia di Verbania e la Scuola Media "Ranzoni". Gli incontri sono una delle prime occasioni in ordine di tempo per analizzare i temi connessi all’insegnamento della disciplina "Cittadinanza e Costituzione" di recente istituzione. Coordinatrice degli incontri: Antonella Braga (Istituto storico della Resistenza "P. Fornara") Tutor: prof.ssa Patrizia Bambara (SMS "Ranzoni" Verbania") Date degli incontri presso la Scuola Media "Ranzoni" di Verbania Mercoledì 25 Febbraio, ore 16.45-18.45 Martedi 24 Marzo, ore 16.45-18.45 Mercoledi 22 Aprile, ore 16.45-18.45 Martedi 5 Maggio, ore 16.45-18.45 Mercoledi 27 Maggio, ore 16.45-18.45 Il programma del gruppo di lavoro prevede il confronto sui seguenti temi: - competenze chiave di cittadinanza - educazione alla cittadinanza nell’ambito storico - ipotesi per un curricolo verticale di educazione alla cittadinanza tra scuole primarie e sec. di I grado  confronto sulle progettualità in atto nelle varie scuole  pubblicazione di un dossier riassuntivo

  • 22/5/2009, ore 17:00 - Novara - Sede Istituto - Sala Bonfantini

    Per il ciclo ’I venerdì con l’autore’

    I venerdì con l’autore Riprendono dal mese di maggio le presentazioni di libri e gli incontri con gli autori presso la "Sala Bonfantini" al secondo piano della Sede dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" in Corso Cavour, 15 a Novara Venerdì 22 maggio ore 17,00 Giovanni A. Cerutti, Giacomo Luigi Borgna. Un popolare alle origini della nostra democrazia, collana "I nostri maggiori", Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P: Fornara", Borgomanero, 2008 L’edizione è stata promossa dalla famiglia Borgna nel quarantesimo anniversario della morte. L’autore è Giovanni A. Cerutti, ricercatore dell’istituto storico, che, con il consueto rigore scientifico, nel tratteggiare la vita di Borgna fornisce uno spaccato interessantissimo degli anni che lo videro protagonista della vita politica Borgomanerese. Il testo ripercorre gli anni fondamentali della formazione e dell’adesione al Partito Popolare insieme ad Achille Marazza, poi il capitolo "la fine delle libertà comunali" ricostruisce in maniera dettagliata gli ultimi anni di vita democratica borgomanerese prima dell’avvento del fascismo. Il racconto prosegue con gli anni del regime, e delle angherie subite da Borgna per la scelta di non iscriversi al partito per arrivare al grande capitolo della resistenza nella brigata Valtoce e della direzione del Cvl accanto a Mattei. Non meno rilevanti gli anni del dopoguerra e l’operato di Borgna come sindaco della ricostruzione. Il testo esalta il ruolo di modernizzatore del sindaco, le scelte coraggiose e lungimiranti di quegli anni, con grandi investimenti nelle scuole, nelle opere pubbliche, il macello, l’illuminazione, la costituzione della Metano Borgomanero che permisero alla città un salto di qualità decisivo. Interessante notare che al termine dei suoi mandati Borgna realizzò degli opuscoli per descrivere l’attività svolta, una scelta decisamente all’avanguardia per quegli anni. Molto dettagliata anche la descrizione della conclusione della parabola politica di Borgna, dove Giovanni Cerutti ricostruisce tutti i passaggi degli eventi borgomaneresi, ma sottolinea anche il parallelo con la fine della leadership di Alcide De Gasperi e dell’ala popolare all’interno della Democrazia Cristiana. Giovanni A. Cerutti (Borgomanero, 1962) è membro del Comitato scientifico dell’Istituto storico "P. Fornara" Tra le sue opere si segnala presso l’editore Interlinea (2005) la pubblicazione del diario di Carolina Bertinotti Ma la fortuna dei poveri dura poco. Storia della mia vita (Diario 1883-1945), che ha vinto la sezione "scaffale" del Premio della Resistenza "Città di Omegna" e La lezione civile di Achille Marazza, Quaderno del Premio di poesia e traduzione poetica "Achille Marazza", anno 2007 Dialoga con l’autore Mauro Begozzi. Sono previsti interventi della famiglia Borgna

  • 16/5/2009, ore 16:00 - Oleggio (No)

    Crimini fascisti in Africa

    Oleggio - Teatro comunale - Auditorium della Associazioni, via Roma 45 Sabato 16 maggio 2009 ore 16,00 Conferenza di Angelo Del Boca su ’I crimini fascisti in Africa" Organizza l’Anpi, sez. Ovest Ticino, in collaborazione con l’Istituto Angelo Del Boca (Novara 23 maggio 1925) scrittore, storico, ha partecipato alla Resistenza. Da quarant’anni si occupa di storia del colonialismo e dei problemi dell’Africa d’oggi. Fu il primo a denunciare le atrocità compiute dalle truppe italiane in Libia, Etiopia, Eritrea e Somalia: l’impiego massiccio di armi chimiche come iprite, fosgene ed arsine; creazione di veri e propri campi di concentramento; deportazioni ed uccisioni di massa. Fondatore e animatore della rivista "I sentieri della ricerca", lo scorso 9 maggio ha costituito con Anwar Fekini il Centro di documentazione arabo-africano a Crodo. La conferenza sarà preceduta dalla proiezione della prima parte del documentario prodotto dalla BBC Fascist Legacy – Regia di Ken KIRBY

  • 15/5/2009, ore 17:00 - Novara - Sede Istituto - Sala Bonfantini

    Per il ciclo ’I venerdì con l’autore’

    I venerdì con l’autore Riprendono dal mese di maggio le presentazioni di libri e gli incontri con gli autori presso la "Sala Bonfantini" al secondo piano della Sede dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" in Corso Cavour, 15 a Novara Venerdì 15 maggio ore 17 Emilio Renzi, Comunità concreta. Le opere e il pensiero di Adriano Olivetti, con prefazione di Giuseppe Galasso, Napoli, Alfredo Guida Editore, 2008 In questa monografia Renzi traccia tutti gli aspetti delle straordinarie attività di Adriano Olivetti (1901-1960), imprenditore di successo, promotore dell’industrial design italiano fra gli anni trenta e Sessanta, sostenitore di un’urbanistica e di una fabbrica al servizio della persona. Le capacità imprenditoriali si univano in lui alla visione alta del ruolo dell’industriale nella società. Adriano Olivetti fu anche il padre dell’informatica italiana. L’autore del libro, Emilio Renzi, insegna Semiotica alla facoltà di design del Politecnico di Milano/polo Bovisa. laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Milano con Enzo Paci. ha lavorato alla Olivetti, Direzione Relazioni Culturali. Dialoga con l’autore Massimo Bonfantini

  • 15/5/2009, ore 21:00 - Arona (Novara)

    La Costituzione italiana: ieri,oggi,domani

    L’Associazione Partecipazione Solidarietà di Arona e l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" Con il patrocinio del Comune di Arona organizzano Venerdì 15 maggio 2009 ore 21 Aula Magna del Comune di Arona La Costituzione Italiana: ieri, oggi, domani Incontro con Franco Bile Presidente emerito della Corte Costituzionale

  • 9/5/2009, ore 11:00 - Crodo (Vb)

    Inaugurazione del Centro di documentazione arabo africano Del Boca-Fekini

    Centro Studi Piero Ginocchi Via Pellanda 15 - 28862 CRODO VB Inaugurazione del Centro di Documentazione arabo africano Del Boca-Fekini Programma Ore 10:30 Ritrovo Ore 11:00 Convegno di presentazione Ore 12:30 Inaugurazione Ore 13:00 Aperitivo e buffet Mostra su Giuseppe Scalarini L’implacabile matita contro il potere a cura di Franco Fadda Mostra dei disegni del celebre vignettista dell’Avanti! a sessant’anni dalla morte Biblioteca Vittorio Resta 9-18 maggio 2009 ore 17:00-19:30 CRODO 9 maggio 2009 Via Pellanda 15 Il Centro di Documentazione arabo africano nasce dalla volontà di Angelo Del Boca di donare il suo patrimonio di libri, scritti e immagini al Centro Studi Piero Ginocchi di Crodo. Trova subito il sostegno morale, economico e di partecipazione dell’amico e avvocato libico Anwar Fekini che si impegna a reperire documenti in lingua araba. Con il consiglio direttivo di amministrazione del Centro Studi vengono pianificati i lavori e gli spazi all’interno della biblioteca Vittorio Resta. Il progetto definitivo è presentato all’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte che aderisce all’iniziativa con un contributo economico. La mostra L’implacabile matita contro il potere su Giuseppe Scalarini, organizzata da Franco Fadda e presentata in questa giornata inaugurale, vuole testimoniare le enormi possibilità di intreccio culturale che il Centro di Documentazione arabo africano potrà realizzare. Con il patrocinio della Regione Piemonte Assessorato alla Cultura ANGELO DEL BOCA Angelo Del Boca (Novara 23 maggio 1925) scrittore, storico, ha partecipato alla Resistenza. Da quarant’anni si occupa di storia del colonialismo e dei problemi dell’Africa d’oggi. Fra i suoi libri recenti: Gheddafi. Una sfida dal deserto. La disfatta di Gars Bu Hàdi. Italiani, brava gente? Da poco è uscito, per i tipi della Baldini Castoldi Dalai A un passo dalla forca, con il quale ricostruisce la vicenda di uno dei protagonisti della resistenza libica all’occupazione italiana, Mohamed Fekini. ANWAR FEKINI Anwar Fekini (Tripoli, 26 marzo 1957), libico, avvocato internazionale residente a San Diego in California. Laureato alla Sorbona esercita la sua professione con uffici in numerose città, tra le quali: Parigi, Londra, Tripoli, San Diego. È il nipote di Hadj Mohamed Khalifa Fekini, capo della cabila dei Tarabulsi e Rogebani, per vent’anni oppositore alla dominazione degli italiani sulla Li

  • 9/5/2009, ore 10:00 - Novara - Liceo Classico ’Carlo Alberto’

    Il laboratorio delle trame. Genealogia del terrore

    Memoria è tutto l’anno Percorsi tra passato e presente contro l’intolleranza, la discriminazione il razzismo. Ultimo incontro Nella Giornata dell’Europa 9 maggio 2009, ore 10.00-13.00 Giorno dedicato alla memoria delle vittime del terrorismo Liceo classico "Carlo Alberto", Novara, Baluardo La Marmora, 8/c "Il laboratorio delle trame. Genealogia del terrore" Rappresentazione scenica con Mimmo Franzinelli (voce narrante) Mauro Slaviero (sassofono tenore e flauto) due voci (Bruna Vero e Andrea Gherardini) per letture sceniche proiezione di immagini e diffusione di registrazioni d’epoca letture tratte da La sottile linea nera di Mimmo Franzinelli (Rizzoli, 2008) musiche assemblate ed eseguite da Mauro Slaviero regia di Flora Zanetti Musica, immagini e letture sceniche accompagnano lo spettatore in un itinerario attraverso l’eversione nera, dentro l’Italia degli anni Sessanta. I riferimenti a personaggi, documenti, azioni e complicità non sono affatto casuali ma si basano su una rigorosa ricostruzione storica, che dà vita a una pièce dall’impatto drammatico. Al centro della scena, la progettualità dei gruppi neonazisti di Franco Freda e Guido Giannettini, in un rapporto contraddittorio – di sinergia e reciproca strumentalizzazione – con i servizi segreti. La sensazione di impunità, originata da impensabili connivenze, si coniuga con la volontà di esasperare, attraverso il terrore e la morte indiscriminata, la richiesta di un ordine nuovo. La strage di piazza Fontana del 12 dicembre 1969, gli attentati ai treni, la bomba di piazza della Loggia del 28 maggio 1974 s’inquadrano nel progetto di una società gerarchica dominata dalla casta dei guerrieri. Il laboratorio delle trame focalizza retroscena e tecniche della complessa strategia imperniata sulle tecniche dell’infiltrazione nei gruppi della sinistra estrema, anzitutto anarchici, per accrescere la confusione e rigettare le responsabilità degli eccidi su obiettivi di comodo. La proiezione di rare immagini d’epoca s’intreccia alla narrazione e alla lettura di documenti, dentro un percorso musicale assolutamente suggestivo, composto ed eseguito da uno dei più creativi jazzisti italiani. MIMMO FRANZINELLI – Storico del fascismo e dell’Italia repubblicana, è autore di numerosi volumi, tra cui I tentacoli dell’Ovra (Bollati Boringhieri, Premio Viareggio 2000), Squadristi (Mondadori, Premio Benedetto Croce 2003), L’amnistia Togliatti (Mondadori, Premio Basilicata 2006). Nel 2002 è stato insignito del Premio internazionale Ignazio Silone. - www.mimmofranzinelli.it MAURO SLAVIERO – Liutaio in quel di Cremona, diplomato in clarinetto e virtuoso del sassofono tenore, Mauro Slaviero è un musicista eclettico e ispirato, che dal 1983 si alterna in gruppi stabili e come sideman, nella collaborazione con artisti il cui repertorio spazia dal jazz al blues sino al funky. Ha fatto parte dell’Orchestra della RAI e ha suonato con James Brown, Luciano Ligabue, Arthur Miles, Jeff Siegel... FLORA ZANETTI – Autrice di pièces ispirate a figure e momenti della cultura letteraria e artistica in genere, con immagini e musica dal vivo, tra cui Prima che il gallo canti su Pavese e la pittura italiana coeva, Baudelaire. Invito al viaggio nella poesia di Baudelaire, La Chanson Française da Brassens a Brel, Le clessidre dell’ignoto su alcune figure femminili del 900 e del concerto-racconto Ricordando Fabrizio de André. Si ringraziano per la partecipazione e la collaborazione a titolo gratuito gli attori Bruna Vero e Andrea Gherardini. Si ringrazia per l’ospitalità il Preside del Liceo Classico "Carlo Alberto" di Novara, prof. Paolo Fratta. L’iniziativa è promossa dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" in collaborazione col Consiglio Regionale del Piemonte - Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e di principi della Costituzione Repubblicana.

  • 8/5/2009, ore 17:00 - Novara - Sede istituto - Sala Bonfantini

    Per il ciclo ’I venerdì con l’autore’

    I venerdì con l’autore Riprendono dal mese di maggio le presentazioni di libri e gli incontri con gli autori presso la "Sala Bonfantini" al secondo piano della Sede dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" in Corso Cavour, 15 a Novara Venerdì 8 maggio ore 17,00 Filippo Colombara,Vesti la giubba di battaglia. Miti, riti e simboli della guerra partigiana, DeriveApprodi, 2009 Durante la guerra di Liberazione, come in altre circostanze simili, lo scontro tra i contendenti avviene sul piano dell’offesa armata, della distruzione di corpi e cose, ma anche su quello dei segni e dei significati culturali: un conflitto parallelo tra contrapposte visioni del mondo che uomini e donne impiegano per mostrare le proprie ragioni, per distinguersi, per esistere. Dall’universo simbolico che scaturisce, dalla forte carica emotiva spesa da quanti rimasero coinvolti nasce il senso di questo libro. Riti, consuetudini, apparati simbolici e miti sono gli argomenti che si indagano dell’avventura partigiana; un’avventura inizialmente priva di precise norme e, per questo motivo, capace di dare sfogo a una sorta di «creatività a caldo» che, nell’immediatezza degli eventi, costruisce e controlla l’immaginario. Questa ricerca, tramite un ampia e diversificata documentazione (carte d’archivio, fonti orali, scritti di memoria, immagini) offre una particolare lettura della Resistenza attraverso gli atteggiamenti culturali dei combattenti e della popolazione di un’importante area dell’Italia Nord Occidentale (Verbano Cusio Ossola, Novara, Biella e Vercelli). Filippo Colombara (1952) si occupa di storia e cultura dei ceti popolari. Fa parte del collettivo di lavoro dell’Istituto Ernesto de Martino; è membro del comitato scientifico dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola. Tra le sue pubblicazioni: La terra delle tre lune. Classi popolari nella prima metà nel Novecento in un paese dell’alto Piemonte, Milano 1989; Uomini di ferriera. Esperienze operaie alla Cobianchi di Omegna, Verbania 1999; Pietre bianche. Vita e lavoro nelle cave di granito del lago d’Orta, Verbania 2004. Dialogano con l’autore Francesco Omodeo Zorini e Gianni Cerutti

  • 30/4/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 30 aprile 2009, ore 15.00, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara Una storia inedita di Resistenza Presentazione del libro di Carlo Costa, Lorenzo Teodonio, Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola, Roma, Iacobelli, 2008.

  • 30/4/2009, ore 00:00 - Novara

    I segni e la memoria

    I segni e la memoria, a cura di Vedogiovani, Provincia di Novara, Borgomanero 2009 In occasione del 60° anniversario del 25 aprile, l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Novara, in collaborazione con le Scuole superiori, con l’Istituto storico "P. Fornara" e Vedogiovani, ha promosso un progetto triennale per ricordare cosa avvenne nel novarese tra l’autunno del 1943 e la primavera del 1945. Ciò partendo dai segni che sul territorio aiutano a fare memoria: infatti la toponomastica, i cippi, i monumenti, le lapidi, le targhe, le vecchie scritte sui muri oggi ci possono aiutare a ricordare. Al progetto, i cui risultati sono raccolti nel volume, hanno partecipato il Liceo Classico "Carlo Alberto" e il Liceo Scientifico "Antonelli" di Novara, l’Istituto Don Bosco e l’ITI "Leonardo Da Vinci" di Borgomanero. In diciassette località della provincia (Arona, Barengo, Borgomanero, Bellinzago Novarese, Borgoticino, Casalino, Castelletto Sopra Ticino, Cressa, Fontaneto d’Agogna, Galliate, Gozzano, Granozzo con Monticello, Invorio, Meina, Novara, Romagnano Sesia, Suno) sono stati allestiti tabelloloni informativi, mentre è stato predisposto un apposito sito web con altre schede e informazioni (www.resistenzanovarese.it). Chi fosse interessato alla pubblicazione deve rivolgersi alla Provincia di Novara

  • 25/4/2009, ore 00:00 - Torino, Asti, Alessandria, Cuneo, Novara, Verbania, Biella-Vercelli

    Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà

    Aderiamo all’iniziativa promossa dal Coordinamento delle Associazioni Resistenza, Deportazione, Internamento Militare e Perseguitati Politici del Piemonte, denominata "Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà" che si propone un raccolta di firme per contrastare il Progetto di Legge n. 1360 che istituisce l’Ordine del Tricolore e di fatto intende equiparare tutti i combattenti della Seconda Guerra Mondiale, parificando chi ha combattuto per la libertà e la democrazia e chi ha servito il regime nazifascista. Chi volesse aderire firmando on line può farlo attraverso il sito www.no1360.it che è stato appositamente creato Chi volesse saperne di più può contattare uno di questi numeri attivi in ogni capoluogo di Provincia del Piemonte Torino - 011/521.16.79 Asti - 0141/35.33.08 Alessandria - 0131/44.38.61 Cuneo 0171/60.36.36 Novara 347/22.17.941 Verbano-Cusio-Ossola 0323/58.68.02 Biella-Vercelli 0163/52.005

  • 24/4/2009, ore 21:00 - Cureggio

    Dalla Sicilia per la Libertà

    Organizzano i Comuni di Cureggio e Maggiora nel quadro delle iniziative per il 64° annniversario della Liberazione Venerdì 24 aprile – Sala Consigliare di Cureggio (Novara) Dalla Sicilia per la Libertà ore 21,00 - Saluto del Sindaco di Cureggio Introduzione a cura di Anna Cardano, Presidente Anpi Provinciale ore 21,15 - Il contributo dei siciliani alla lotta di Resistenza in Piemonte, a cura di Mauro Begozzi direttore Istituto storico "P. Fornara" ore 22,00 - Memorie piemontesi di un partigiano siciliano, a cura di Vincenzo Grimaldi "Bellini" Interventi del pubblico ore 23,00 Rinfresco Nel corso della serata si esibiranno il Coro dei bambini "Amico è" e il Coro Alpe Pianello

  • 20/4/2009, ore 00:00 - Bellinzona (Ch)

    Bando di Concorso

    La redazione di Bellinzona del Dizionario storico della Svizzera (DSS) cerca una redattrice/un redattore. In allegato il bando

  • 16/4/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 16 aprile 2009, ore 15.00, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara Una voce dal ghetto di Varsavia: la figura e il messaggio di Janusz Korczak Presentazione dei libri di: Giuliana Limiti, I diritti del bambino. La figura di Janusz Korczak, Milano, Proedi, 2007 e Dario Arkel, Ascoltare la luce. Vita e pedagogia di Janusz Korczak, Atì Editore, 2009. Proiezione del film: Dottor Korczak di Andrzej Wajda (1990).

  • 4/4/2009, ore 9:30 - Novara- SMS "Leone Ossola"

    Quale scuola per quale società?

    Associazione per la Pace Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" Coordinamento "Salviamo la scuola pubblica" di Novara e dell’Alto Novarese Quale scuola per quale società? Storia, esperienze, prospettive per la scuola della Repubblica Convegno di formazione Novara, Scuola media "Leone Ossola", Via Juvarra, Sabato 4 aprile 2009 Prima sessione. La scuola della Repubblica: storia e prospettive ore 9.30-13.00 Saluti delle autorità e degli enti organizzatori Introduzione al convegno Interventi: Sergio Lariccia, Università "La Sapienza" Roma La scuola della Repubblica nella Costituzione Italiana Mario Ambel, direttore della rivista CIDI "Insegnare" Partecipazione, integrazione, collegialità: tre parole chiave per la scuola della Repubblica Eros Barone, insegnante e ricercatore Quale cultura per quale scuola, quale scuola per quale società? Reginaldo Palermo, dirigente scolastico Passato, presente e futuro della scuola primaria Nicola Fonzo, dirigente scolastico A dieci anni dalla legge sull’autonomia scolastica: opportunità e occasioni mancate Seconda sessione. La scuola della Repubblica: esperienze e volontà di riscatto ore 14.30-18.00 Interventi (brevi presentazioni di esperienze, 15/20 min. ciascuna): Nanni Omodeo Zorini, dirigente scolastico L’esperienza del Movimento di cooperazione educativa (MCE) nel Novarese Gian Carlo Grasso, neuropsichiatra infantile Marcella Balconi e il Centro pisco-medico-pedagogico a Novara Angelo Vecchi, insegnante L’anno prima del ‘68: esperienze di integrazione e innovazione pedagogica a Novara Carlo Bergamaschi, dirigente scolastico L’esperienza delle 150 ore Maide Cossutta, insegnante Progettare e vivere il tempo pieno in una scuola novarese Emanuela Boria/ Tonino Passalacqua, insegnanti Integrazione e interculturalità

  • 30/3/2009, ore 16:30 - Invorio (No)

    INSEGNARE LA COSTITUZIONE

    Promosso da: Istituto Comprensivo del Vergante PROVINCIA di NOVARA Assessorato all’Istruzione Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" Istituto Pedagogico della Resistenza Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione Repubblicana Rete provinciale di educazione alla cittadinanza attiva Lunedì 30 marzo Sede: Scuola Secondaria di 1° grado Invorio (NO) Orario: 16:30-19:00 Convegno Insegnare la Costituzione Saluto delle autorià Introducono: dott. Nicola Fonzo Dirigente scolastico Istituto Comprensivo del Vergante dott. Roberto Placido Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte e Presidente del comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione Repubblicana Relatori: Prof. Guido PETTER Docente emerito di Psicologia Università di Padova "Si può insegnare la Costituzione?" Prof. Ermenegildo FERRARI Centro Iniziativa Democratica degli Insegnanti Milano "Insegnamento di cittadinanza e Costituzione: la norma (Legge 30 ottobre 2008, n. 169; documento d’indirizzo del 4/3/209) e il dibattito" Prof. ssa Antonella BRAGA Responsabile sezione didattica Istituto storico della Resistenza Novara "Percorsi per insegnare la storia e la Costituzione. L’attività dell’Istituto storico della Resistenza "Piero Fornara" nelle scuole" Ai docenti sarà rilasciato attestato di partecipazione, valido ai fini del riconoscimento come attività di formazione.

  • 26/3/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 26 marzo 2009, ore 15.00, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara La persecuzione di Rom e Sinti tra passato e presente Presentazione dei libri di Mariella Mehr, La bambina, Milano, Effigie, 2006 e Mario Cavatore, Il seminatore, Torino, Einaudi, 2008. Introduce: Carlo Berini (Istituto di Cultura Sinta di Mantova)

  • 26/3/2009, ore 00:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    26 marzo-16 aprile 2009, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara Esposizione della mostra Porrajmos: altre tracce sul sentiero per Auschwitz, realizzata dall’Istituto di Cultura Sinta di Mantova e dall’Associzione Nevo Drom di Bolzano (per visite guidate rivolgersi all’Istituto storico della Resistenza "P.Fornara": tel. 0321 392743).

  • 23/3/2009, ore 00:00 - Baveno Lago Maggiore

    Premio nazionale di Poesia ’Alessandro Manzoni’

    BANDO Per celebrare Manzoni nei luoghi, sul Verbano, dove egli visse con Rosmini la sua più intensa stagione spirituale, viene bandita, con il patrocinio del periodico "Eco Risveglio", la diciannovesima edizione del Premio Nazionale di Poesia Alessandro Manzoni. Il Premio è suddiviso in due sezioni: a) per un’opera di poesia in lingua italiana pubblicata in Italia o nella Svizzera italiana tra il 30 giugno 2005 e il 30 ottobre 2009; b) per una o più poesie inedite in lingua italiana, a tema libero, per un massimo di cinque composizioni. La giuria del Premio, il cui giudizio è inappellabile, è costituita da Gianfranco Lazzaro (Presidente), Ariberto Segàla, Mauro Rampinini, Tiziana Amodei. Le opere e gli elaborati concorrenti, in cinque copie, vanno spediti, con plico postale raccomandato, alla Segreteria del Premio Manzoni di Poesia, Casella Postale n. 1, 28831 Baveno-Feriolo (VB) Lago Maggiore, entro il 15 novembre 2009. La tassa di iscrizione è di Euro 25,00 per ciascuna Opera edita e di Euro 15,00 per ogni raccolta di poesie inedite. Gli elaborati che parteciperanno alla sezione "B" devono pervenire, se trattasi di più poesie, ordinati in fascicoletti. La premiazione dei vincitori, ai quali verranno assegnate le Targhe "Alessandro Manzoni", avrà luogo nella suggestiva cornice dell’Hotel Lido Palace, in Baveno, entro il 30 maggio 2010. Ai vincitori e ai finalisti sarà comunicato l’esito della Giuria. Le opere e gli elaborati inviati alò Premio non saranno restituiti. La tassa di iscrizione deve essere versata mezzo vaglia postale, o assegno bancario, intestato a "Premio Nazionale di Poesia Alessandro Manzoni", Casella Postale 1, 28831 Baveno-Feriolo (VB). La partecipazione al Premio implica l’accettazione di tutte le clausole del presente Bando. Per tutto quanto non è contemplato nel presente Bando è competente a deliberare la Giuria. I Bandi e le informazioni vanno richiesti alla Segreteria del Premio Manzoni di Poesia, Casella Postale 1, 28831 Baveno-Feriolo (VB), Tel. 0323/28.158. Una sezione del Premio sarà dedicata alla Poesia sulla Resistenza, con assegnazione di specifica Targa.

  • 19/3/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 19 marzo 2009, ore 15.00 , ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara L’invenzione della razza: le razze non esistono, i razzisti sì Presentazione del libro di Luca e Francesco Cavalli-Sforza, Ada Piazza, Razza o pregiudizio? L’evoluzione dell’uomo fra natura e storia, Torino, Einaudi Scuola, 1996. Introduce: Alberto Piazza (Università di Torino).

  • 09/3/2009, ore 00:00 - Novara, Vebania, Borgomanero

    CREG Corso di formazione 2°

    Concorso regionale di storia contemporanea. Proposta di formazione per docenti e studenti delle scuole secondarie di II grado. a.s. 2008/2009 Seconda parte. Preparazione ai viaggi Gli incontri si terranno dal 12 marzo al 28 aprile. In allegato il calendario degli incontri

  • 5/3/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo memoria è tutto l’anno

    Giovedì 5 marzo 2009, ore 15.00, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara La menzogna della razza. Politica, ideologia e immagine del razzismo fascista Presentazione dei libri di: Francesco Cassata, "La Difesa della razza". Politica, ideologia e immagine del razzismo fascista, Torino, Einaudi, 2008 e Matteo Dominioni, Lo sfascio dell’impero. Gli italiani in Etiopia (1936-1941), Roma-Bari, Laterza, 2008.

  • 28/2/2009, ore 15:30 - Novara - Sede Istituto

    Giornata Mario Bonfantini

    Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" e Associazione per la memoria di Mario Bonfantini presentano GIORNATA DI STUDIO "MARIO BONFANTINI" I "rossi liberi"Mario e Corrado Bonfantini e Guido Quazza tra storia e azione Novara 28 FEBBRAIO 2009 ore 15,30 Sala Bonfantini . 2° piano Sede Istituto storico "P. Fornara" Corso Cavour, 15 - Novara Ne parlano: Massimo A. Bonfantini, Mauro Begozzi, Cesare Bermani, Luciano Boccalatte, Carlo Bonfantini

  • 26/2/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 26 febbraio 2009, ore 15.00, ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara L’offesa della razza. Le leggi anti-ebraiche nell’Italia fascista Presentazione del libro di Adriana Muncinelli, Even. La pietruzza della memoria. Ebrei 1938-1945, Torino, Edizioni Gruppo Abele, 2006 (prima ed. 1995).

  • 25/2/2009, ore 21:00 - Novara

    Ma l’amor mio non muore

    Il Cineforum Nord-Lumiere in collaborazione con l’Istituto presenta, in occasione del Giorno della Memoria, l’anteprima del film Ma l’amor mio non muore di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio (TodoModo). Progetto fotografico di Luca Prestia., Italia/Italy, 2007, 52’, DVD Proiezione al Cineforum Nord di Novara il 25 febbraio 2009 are 21,00 Interviene Mauro Begozzi Attraverso le storie di vita di alcuni partigiani e partigiane che parteciparono alla Resistenza nella zona del Cuneese, si racconta quell’esperienza di ribellione e di lotta vissuta da una generazione cresciuta interamente durante il ventennio della dittatura fascista. Chi sono e come vivono oggi i protagonisti di allora, come leggono gli avvenimenti di quegli anni anche alla luce dei continui tentativi revisionistici e più in generale di fronte al crescente rischio dell’oblio? Alla fine essere partigiani e partigiane non vuol dire solamente aver vissuto un’esperienza di 20 mesi di guerra civile, tanto che gli echi di quella storia risuonano ancora oggi sia nelle vite dei protagonisti di allora che nelle contraddizioni della contemporaneità.

  • 21/2/2009, ore 10:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Sabato 21 febbraio 2009, ore 10.00, Aula Magna Università Piemonte orientale "Avogadro", Via Perrone, Novara – organizza l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Novara. Incontro con Nedo Fiano, fiorentino deportato ad Auschwitz e autore del libro: A5405. Il coraggio di vivere, Ed. Monti, 2003. Lucilla Giagnoni leggerà alcuni passi significativi del testo.

  • 13/2/2009, ore 21:00 - Verbania-Fondotoce

    Profughi

    Casa della Resistenza, Fondotoce Venerdi 13 Febbraio alle ore 21 Nell’ambito dell’iniziativa MEMORIA È TUTTO L’ANNO in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" e del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana l’Associazione Casa della Resistenza in occasione della GIORNATA DEL RICORDO invita alla proiezione del film documentario "Profughi – racconti di italiani arrivati nella Novara del dopoguerra" Alla proiezione sarànno presenti i curatori

  • 12/2/2009, ore 15:00 - Novara

    Per il ciclo Memoria è tutto l’anno

    Giovedì 12 febbraio 2009, ore 15.00 , ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara Profughi a Novara nel dopoguerra Presentazione del video Profughi. Racconti di italiani arrivati nella Novara del dopoguerra, a cura di Antonio Leone, Mauro Begozzi, Eligio Pastrovicchio, realizzato dall’Istituto storico della Resistenza "P. Fornara", Novara, 2009, con il contributo della Provincia di Novara.

  • 30/1/2009, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    Giorno della memoria 2009

    Casa della Resistenza, Fondotoce in collaborazione con l’Istituto e il patrocinio del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della resistenza e in principi della Costituzione repubblicana, Provincia del VCO, Comune di Verbania Venerdì 30 gennaio 2009 ore 10.00 Saluto di Vittorio Beltrami Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza Coordinatrice Irene Magistrini Vice Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza ore 10.30 incontro con gli studenti Testimonianza di Marcello Martini autore del libro "Un adolescente nel Lager. Ciò che gli occhi tuoi hanno visto" Marcello Martini nasce a Prato il 6 febbraio 1930. E’ catturato a Montemurlo il 9 giugno 1944 e trasferito nelle carceri fiorentine delle Murate, quindi nel campo di transito di Fossoli e da qui deportato a Mauthausen il 21 giugno, dove fu immatricolato con il numero 76430. ore 11.30 Proiezione del film "44145 Anna" testimonianza di Anna Cherchi. Anna Cherchi Ferrari (1924), partigiana, viene catturata in combattimento nel marzo 1944. Deportata a Ravensbruck e immatricolata col numero 4414, sarà successivamente trasferita al sottocampo di Schönefeld (Berlino), dove le viene assegnato il numero 1721. INAUGURAZIONE Mostra documentaria di Dario Venegoni e Leonardo Visco Gilardi "Oltre quel Muro La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45" Dal 30 gennaio al 20 febbraio 2009

  • 28/1/2009, ore 00:00 - Novara

    MEMORIA E’ TUTTO L’ANNO

    Giorno della Memoria e Giorno del Ricordo 2009 Un giorno solo non basta … La memoria è un ricordo che persiste e si approfondisce confrontandosi con le sfide del presente Percorsi tra passato e presente contro l’intolleranza, la discriminazione, il razzismo 12 febbraio 2009 – 30 aprile 2009, ore 15-18 ITI "Omar", Baluardo Lamarmora 12, Novara Iniziativa promossa dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" in collaborazione con Il Consiglio regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Provincia di Novara, Polo Provinciale per l’educazione alla cittadinanza attiva - Liceo Scientifico "Antonelli" e ITI "Omar" Novara. In allegato il Programma degli incontri che sono poi ripresi data per data LE RAGIONI DI UN’INIZIATIVA Il Giorno della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, è stato istituito dalla Legge 20 luglio 2000, n. 211. Qualche anno dopo è seguita l’istituzione del Giorno del Ricordo con la legge del 30 marzo 2004, n. 92, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale. A partire dalla data di emanazione delle due leggi, si sono moltiplicate in tutto il Paese le iniziative culturali e didattiche in ricordo di tali vicende. Benché meritorio, questo fiorire di iniziative non è però immune dal rischio di ridursi a un rituale celebrativo e di esaurirsi, appunto, nello spazio di una giornata, a cavallo tra le due date (27 gennaio per il Giorno della Memoria e 10 febbraio per il Giorno del Ricordo). E’ un rischio concreto che vorremmo evitare di correre proprio per rispetto alla memoria delle vittime. Pertanto quest’anno, oltre al sostegno offerto alle iniziative promosse da scuole, enti pubblici, associazioni intorno alle date del 27 gennaio e del 10 febbraio, abbiamo deciso di commemorare le due ricorrenze con un’iniziativa di più largo respiro, che oltrepassi i limiti temporali stabiliti e che confronti la memoria delle drammatiche vicende del passato con le sfide di un difficile presente. Lo faremo attraverso un percorso unitario contro l’intolleranza, la discriminazione e il razzismo, che si snoderà tra la memoria dei perseguitati del passato e l’urgenza di ascoltare la voce dei perseguitati di oggi, durando da febbraio a maggio 2009 e comprendendo la ricorrenza del 25 aprile come festa di liberazione per tutti. Di volta in volta l’occasione sarà la presentazione di un libro o di un video che offrirà lo spunto per ricordare e per riflettere . Tutti gli incontri sono aperti a studenti e docenti delle scuole e a tutti i cittadini interessati. NOTA BENE Gli incontri pomeridiani inseriti nel programma possono essere replicati nelle stesse date, in orario mattutino, programmando specifiche lezioni con gli studenti presso le singole scuole che ne faranno richiesta entro il prossimo 10 febbraio all’indirizzo email: didattica@isrn.it o al numero di fax 0321 399021. PER INSEGNANTI E STUDENTI L’INSMLI (Istituto per la storia del movimento di liberazione in Italia) e la rete degli Istituti associati (tra cui l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea "Piero Fornara") sono soggetti accreditati presso il MIUR per la formazione e l’aggiornamento dei docenti. L’attestato di frequenza sarà rilasciato agli insegnanti che ne faranno richiesta. Analogo attestato sarà rilasciato agli studenti delle scuole secondarie di II grado che parteciperanno agli incontri.

  • 16/12/2008, ore 15,00 - Omegna (Vb)

    Il Premio Omegna a Boris Pahor

    L’edizione 2008 del Premio letterario della Resistenza Città di Omegna è stata vinta da Boris Pahor per il suo libro Necropoli, Fazi editore, 2008, in cui narra la vicenda della sua deportazione nel campo di sterminio di Natzweller-Struhof. Boris Pahor, triestino di madrelingua slovena, più volte candidato al Premio Nobel, ha oggi 95 anni. Il Premio scaffale è stato assegnato a: Uwe Timm, L’amico e lo straniero, Mondadori 2007 Bella Guttermann e Marcello Pezzetti, Album Auschwitz, Einaudi 2008 Oe Kenzaburo, Note su Hiroshima, Alet edizioni 2008 La cerimonia di Premiazione si terrà il 16 dicembre alle ore 15,00 al Forum di Omegna. Al mattino Pahor incontrerà gli studenti al Teatro sociale

  • 11/12/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    IL ROSSO L’AZZURRO IL VERDE

    I colori della Resistenza nelle bandiere delle formazioni partigiane del Novarese, del Verbano Cusio Ossola, della Valsesia, del Vercellese e del Biellese. Dall’11 dicembre 2008 (inaugurazione alle ore 10,00) sino al 15 gennaio 2009 sarà possibile visitare nella Sala esposizioni della Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania la mostra dedicata alle bandiere delle formazioni partigiane. Oltre alle bandiere "della" Resistenza, sono esposte anche alcune bandiere originali dell’immediato dopoguerra delle Associazioni partigiane, nonché alcuni preziosi cimeli. Mostra promossa da: Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara" Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nelle province di Biella e Vercelli "C. Moscatelli" In collaborazione con: Agenzia "immaginazione e lavoro" di Novara Anpi di Omegna , Verbania, Biella, Varallo Sesia, Borgosesia, Vercelli, Valsessera, Novara , Oleggio, Cerano Associazione Verde Azzurra di Galliate Comune di Castelletto Ticino Museo Civico Etnografico "C.G. Fanchini" di Oleggio Museo partigiano di Villadossola Museo di Ornavasso Si ringraziano anche tutti i partigiani che hanno messo a disposizione le bandiere da loro custodite E il patrocinio di Provincia del VCO Comune di Verbania Regione Piemonte La mostra è curata da: per le ricerche: Federica Piciaccia e Mauro Begozzi per la comunicazione e gli allestimenti: Roberto Begozzi, Gabriella Piccioli, Paola Durante, arch. Dario Martinelli La mostra resterà aperta sino al 15 gennaio 2009 in orario d’apertura della Casa della Resistenza Per informazioni: Casa della Resisteza di Fondotoce Via Turati, 9 Verbania Fondotoce Tel 0323/58.68.02 fax. 0323/58.66.49 e-mail: segreteria@casadellaresistenza.it sito www.casadellaresistenza.it

  • 9/12/2008, ore 18:00 - Novara

    Novara anni trenta. Immagini dall’archivio dei fratelli Lavatelli

    Novara anni trenta. Immagini dall’archivio dei fratelli Lavatelli, a cura di Giuseppe Veronica, Interlinea editore, Novara 2008 La pubblicazione, promossa dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara", con il patrocinio della Regione Piemonte e della Fondazione BPN per il territorio sarà presentata martedì 9 dicembre 2008 alle ore 18,00 presso l’Auditorium della BPN (g.c.) in Via Negroni a Novara Con il curatore Giuseppe Veronica intervengono Michele Ghigo della Società fotografica Novarese Mauro Begozzi, dell’Istituto storico "P. Fornara" Saranno proiettate le migliori immagini inedite del libro

  • 30/11/2008, ore 10:00 - Omegna - Forum

    Cent’anni

    Organizzato dall’Anpi zona Cusio, Casa della Resistenza di Fondotoce, Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nelle province di Biella e Vercelli "C. Moscatelli", Istituto storico della Resistenza e della società contempranea nel novarese e nel VCO "P. Fornara" Con il patrocinio del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Provincia del VCO, Provincia di Novara, Comune di Omegna, Comune di Pieve Vergonte, Comunità montana Cusio Mottarone Con il sostegno della Fondazione CARIPLO e della Fondazione comunitaria del VCO Con la collaborazione della Novacoop e di CGIL, CISL, UIL del Verbano Cusio Ossola Domenica 30 novembre 2008 al Forum di Omegna, Parco Maulini, 1 Incontro pubblico nel centesimo anniversario della nascita di Filippo Maria Beltrami, Albino Calletti, Gianni Citterio, Pippo Coppo, Vincenzo Moscatelli e in occasione del 65° anniversario della prima "calata in Omegna" dei partigiani Programma Presiede Francesco Omodeo Zorini, presidente dell’Istituto storico "P.Fornara" ore 10,00 - Saluto delle Autorità ore 10,30 - Ricordo di: Filippo Maria Beltrami a cura di Mauro Begozzi Albino Calletti a cura di Lorenzo Morganti Gianni Citterio a cura di Zelindo Giannoni Pippo Coppo a cura di Filippo Colombara Vincenzo Moscatelli a cura di Bruno Ziglioli ore 11,30 - Conclusioni di Raimondo Ricci, Vicepresidente nazionale vicario dell’Anpi Mercoledì 3 dicembre alle ore 14,30 nel salone della Scuola Materna Statale di omegna, Via Fossalone, inaugurazione di una targa in ricordo del sacrificio del piccolo Luciano masciadri, ferito il 30 novembre 1943 da un milite fascista e deceduto il 3 dicembre 1943

  • 28/11/2008, ore 21:00 - Cerano

    La Costituzione di carta

    Incontro per il 60° anniversario della Costituzione italiana L’Anpi di Cerano, con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" organizza un incontro (con poiezione del discorso di Piero Calamandrei ai giovani del 26 gennaio 1955) sul tema "La Costituzione di carta" Venerdì 28 Novembre 2008 alle ore 21,00 presso la sala "G.B. Crespi" a Cerano Interventi di dott. Flavio Gatti, Introduzione alla Costituzione dott. Mauro Begozzi, Il Novarese negli anni della Costituente Durante la serata verranno consegnate copie della Costituzione (con i primi 44 articoli tradotti in dieci lingue) ai giovani Ceranesi del 1990 L’iniziativa è favorita da Giovanni Enrcio Vesco, Assessore alle politiche del Lavoro della Regione Liguria, e dalle Associazioni Il Cerro e L’Agave

  • 23/11/2008, ore 10:00 - Castelletto Ticino

    Centenario della nascita di Albino Calletti "Capitano Bruno"

    Il 23 novembre 1908 nasceva a Castelletto Ticino Albino Calletti, "Capitano Bruno". Per ricordarne la figura in occasione del centenario della nascita la famiglia, in collaborazione con l’Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel novarese e nel VCO "P: Fornara", ha dato alle stampe una pubblicazione che ne ripercorre la vita e l’impegno politico e civile. Cent’anni di gratitudine. Memorie del Capitano Bruno, a cura di Vanessa Landini e Lorenzo Morganti Il volume verrà presentato a Castelletto Ticino, domenica 23 novembre 2008 alle ore 10,00 nella sala polivalente "Albino Calletti" di Via Gramsci Interventi di Francesco Viale, Sindaco di Castelletto Ticino Mauro Begozzi, Direttore dell’Istituto storico "P. Fornara" Anna Cardano, Presidente dell’Anpi di Novara A nome della famiglia porterà una testimonianza Sergio Vedovato, Presidente della Provincia di Novara L’attrice Giulia Viana interpreterà il suo testo Le rotaie della memoria, monologo sulla vita di Bruno

  • 15/11/2008, ore 9:30 - Arona (Novara)

    Il Valore di un’Idea

    Il Comune di Arona unitamente all’ Istituto storico della Resistenza "P.Fornara" e all’Associazione Casa della Resistenza Fondotoce, con il patrocinio di Regione Piemonte, Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Provincia di Novara, Provincia del Verbano Cusio Ossola organizzano un Convegno di studi dedicato a Carolo Torelli dal titolo Il valore di un’Idea L’esperienza umana e politica di Carlo Torelli (Arona, 1904-1994) Sabato 15 novembre 2008, ore 9.30-18.00 Arona, Aula Magna, Palazzo Comunale Via San Carlo 2 Programma Prima sessione, ore 9.30 Carlo Torelli antifascista: dall’adesione al Partito popolare alla Liberazione Saluti delle Autorità e degli Enti Promotori Introduzione al convegno Presiede: Giannino Piana , Università di Urbino Interventi Aspetti e caratteri del cattolicesimo democratico dal fascismo al secondo dopoguerra Mauro Forno, Università di Torino L’adesione al Partito popolare e la scelta antifascista Pier Giorgio Longo, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" L’esperienza di commissario prefettizio, la Resistenza e l’esilio in Svizzera Giovanni A. Cerutti, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" La carte Torelli: testimonianza umana e politica Antonella Braga, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" Testimonianze Ricordi famigliari Antonio e Anna Torelli, Arona L’attività professionale e l’esperienza forense Lorenzo Rotondi, Arona Seconda sessione, ore 15.00 Carlo Torelli amministratore pubblico e senatore della Repubblica Presiede: Vittorio Beltrami, Casa della Resistenza di Fondotoce Interventi La Democrazia Cristiana alla prova del dopoguerra nel Novarese Mauro Begozzi, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" Carlo Torelli ad Arona: amministratore pubblico Giovanni Di Bella, Biblioteca "Sen. Carlo Torelli", Arona Carlo Torelli Senatore della Repubblica. L’attività di legislatore Anna Cardano, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" Curare e non punire: il disegno di legge promosso da Carlo Torelli sulla tossicodipendenza (presentazione di documenti) Testimonianze La Sinistra democristiana e il Centro Sinistra nel Novarese Alessandro Giordano, Novara Carlo Torelli e gli Aronesi (testimonianze di amici e collaboratori)

  • 7/11/2008, ore 16:00 - Roma

    Ernesto Rossi (1897-1967); una lezione ancora viva

    La F.I.A.P. Federazione italiana Associazioni Partigiane in collaborazione con la Fondazione Critica Liberale, l’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" e la Fondazione Ernesto Rossi – Gaetano Salvemini organizzano il Convegno ERNESTO ROSSI (1897-1967) Una lezione ancora viva: antifascismo, Europa unita, etica pubblica, laicità e lotta alla miseria che si terrà presso la Casa della Memoria e della Storia Via S. Francesco di Sales, 5 – Roma Venerdì 7 Novembre 2008, dalle ore 16,30 alle 20,00 Programma Ore, 16,30 Inaugurazione della mostra "Utopia e riforme – L’attualità dell’insegnamento di Ernesto Rossi". La mostra resterà aperta fino al 12 Novembre 2008. 0re 17,00 Convegno Porteranno il saluto: Dott. Enzo Marzo – Presidente Fondazione Critica Liberale Prof. Alessandro Figà Talamanca – Presidente Fondazione E. Rossi – G. Salvemini Ore 17,45 Relatrice: Dott.ssa Antonella Braga (Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea "P. Fornara"), autrice del volume Un federalista giacobino. Ernesto Rossi pioniere degli Stati uniti d’Europa, Bologna, Il Mulino, 2007. Interventi: Dott. Fabio Galluccio – segretario del Circolo Giustizia e Libertà di Roma Dott. Edmondo Paolini – storico e biografo di Altiero Spinelli Coordina: Vittorio Cimiotta – Presidente F.I.A.P. - Roma

  • 28/10/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    Il Presidente Scalfaro per la Costituzione

    Martedì 28 ottobre 2008, alle ore 10.00 presso la Casa della Resistenza di Fondotoce il Presidente Emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, già componente l’Assemblea Costituente, incontrerà il mondo della Scuola del Verbano Cusio Ossola e le Comunità locali per una riflessione sull’impegno nella difesa dei valori della nostra Carta Costituzionale in occasione della celebrazione del sessantesimo anniversario della sua promulgazione.

  • 18/10/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    Nelle verdi vallate dei tassi: la libertà

    L’Associazione Casa della Resistenza in collaborazione con il Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana organizza la presentazione dell’ultimo libro di Gianni Alasia, Nelle verdi vallate dei tassi: la liberta!", Visual Grafica Edizioni, con un’introduzione di Marco Travaglini. All’iniziativa, che si terrà sabato 18 ottobre alle ore 10,00 presso la Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania oltre lo stesso Travaglini, sarà presente l’autore. Il libro è una trasposizione in chiave eco-fanta-storica della Resistenza nel territorio del Verbano. Le avventura si snodano sullo sfondo scenografico del Grande Lago e di una Montagna..... Alasia, torinese, militante nel Psi clandestino e nelle Brigate Matteotti, dopo la guerra è stato Segretario della Camera del Lavoro di Torino, consigliere comunale e provinciale, nonché Assessore regionale e deputato del Pci. Attualmente è membro del Comitato piemontese del Patito della Rifondazione comunista. Ha pubblicato presso Emmelibri Nostra Spagna; Partito armato, amaro partito; Il fascino discreto della classe operia, anni 1960-70 le lotte per le riforme; Il caso della Venchi Unica: un patrominio dilapidato e da Edizioni Don Milani, Le ville dei pescecani.

  • 17/10/2008, ore 17:00 - Novara

    PRIGIONE DI TRINCEE

    L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" e il Centro Novarese di Studi Letterari con il patrocinio della Regione Piemonte e della Fondazione BPN per il Territorio in occasione del novantesimo anniversario della prima guerra mondiale sono lieti di invitare la S.V. alla presentazione del libro Prigione di trincee Memoriale inedito della Grande Guerra di Giuseppe Cuzzoni a cura di Roberto Leggero (Interlinea) che si terrà VENERDÌ 17 OTTOBRE ALLE ORE 17 nella sala M. Bonfantini dell’Istituto storico "P. Fornara" , a Novara in corso Cavour 15 (secondo piano) Introdurranno il curatore del libro ROBERTO LEGGERO il direttore dell’Istituto MAURO BEGOZZI e il presidente del Centro ROBERTO CICALA. Questo libro riporta alla luce un documento di eccezionale valore per la vita quotidiana durante la prima guerra mondiale: è il diario redatto da un soldato italiano, novarese, che può assumere un grande interesse documentario e culturale, anche per un pubblico di giovani, soprattutto in occasione dell’attuale novantesimo anniversario della fine della Grande Guerra (1918). Scrive il curatore: «Affermare che si sa già tutto, che non è interessante la testimonianza d’occasione di chi, come Carlo Cuzzoni, restò silenzioso per tutto il resto della sua lunga vita, significa non comprendere che ascoltare i testimoni oculari restituisce loro dignità e consente al lettore di avanzare nella conoscenza di se stesso». GIUSEPPE CUZZONI. Nato a Grumello al Monte (Bg) il 21 agosto 1896, Giuseppe Cuzzoni si trasferisce ben presto a Mortara al seguito della famiglia. Qui il padre di Giuseppe, Ercole, è stato nominato direttore del consorzio agrario. Solo tre dei sei figli dei coniugi Cuzzoni sopravvivono Maria, Cesare e Giuseppe, mentre altri tre morirono in tenera età. Dopo i primi studi Giuseppe si iscrive ai corsi dell’Istituto Tecnico Mossotti di Novara dove, nel frattempo, la famiglia si è trasferita. Immediatamente dopo il diploma, cioè nel febbraio del 1915, Giuseppe trova impiego presso la Banca Popolare di Novara. Proprio in quell’anno, tuttavia, la classe 1896 viene chiamata alla leva e, il 25 novembre, il diciannovenne Giuseppe parte per Modena per frequentare il corso allievi ufficiali di fanteria; verrà smobilitato cinque anni dopo, il 15 maggio del 1920 dopo 54 mesi di ferma. La sua esperienza di guerra viene descritta nel Memoriale 1915-1918 che, nonostante il titolo, copre un arco temporale un po’ più ampio. Il Memoriale, composto probabilmente nel 1923, rimane inedito e conservato con grande discrezione. La stessa figlia di Giuseppe, Elena, pur essendo a conoscenza dell’esistenza di due quaderni nei quali il padre aveva raccontato la sua esperienza (in forma di "diario" nel primo e come "impressioni liriche" nel secondo), poté leggerli solo poco tempo prima della morte del genitore. Ritornato alla vita civile il tenente Cuzzoni ottiene il suo vecchio impiego presso la Banca Popolare che aveva potuto svolgere solo per pochi mesi nel 1915. Nel 1923, dopo aver frequentato un corso di aggiornamento, Cuzzoni ottiene la promozione a capitano. Nel 1924 si sposa con Maria Rosa Bianchi dalla quale ha due figli, Massimo ed Elena. Durante il periodo fascista Giuseppe Cuzzoni, secondo la testimonianza della figlia, rimane appartato; pur essendo iscritto all’U.N.U.C.I., e pur partecipando assiduamente in divisa da ufficiale dell’esercito alle celebrazioni del 4 novembre, viene richiamato dalle autorità per le sue ripetute assenze al "sabato fascista". Allo scoppio della guerra viene dichiarato "personale indispensabile" dalla Banca Popolare, cosa che gli consentirà di evitare un nuovo periodo di servizio. Giuseppe Cuzzoni svolgerà per molti anni una attività di volontariato presso la società di San Vincenzo in un periodo nel quale era rara la presenza maschile nelle file dell’associazionismo caritativo cattolico. Nel 1958 ottiene il pensionamento e da allora in poi si dedicherà alla lettura e alla musica classica (la passione per il pianoforte viene ricordata anche nel Memoriale). Nel secondo dopoguerra Giuseppe volle ritornare a vedere i luoghi dove era stato ferito, riportandone un’impressione molto viva. Insignito dei titoli di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana e di Cavaliere di Vittorio Veneto, Giuseppe Cuzzoni muore a Novara 22 dicembre 2001.

  • 10/10/2008, ore 00:00 - Novara

    On line la collezione di Resistenza unita e Nuova Resistenza unita

    Avvicinandosi il 40° anniversario dell’uscita del 1° numero di "Resistenza unita", gennaio 1969, per oltre trent’anni notiziario delle Associazioni partigiane e del nostro Istituto (dal 2001 divenuta poi voce dell’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania come "Nuova Resistenza unita"), unitamente alla Casa della Resistenza abbiamo deciso di digitalizzare l’intera collezione e metterla gratuitamente a disposizione del pubblico attraverso i rispettivi portali: www.isrn.it e www.casadellaresistenza.it. Nella home page di ciascun sito, cliccando sul riquadro con le due testate, è possibile accedere al database. Verrà richiesta una semplice registrazione (cognome, nome ed e-mail) a cui seguirà un messaggio che comunicherà la password d’accesso. Ciò consentirà la consultazione e la ricerca. E’ infatti possibile una duplice ricerca visualizzare, pagina per pagina, ogni singolo numero cercare qualsiasi autore, parola o frase nel titolo, nel sottotitolo o nel testo

  • 26/9/2008, ore 00:00 - Lesa-Belgirate

    Identità, diritti e cittadinanza in una società in trasformazione

    L’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola e la Consulta torinese per la laicità delle Istituzioni in collaborazione con LabiSAlp (Laboratorio per la storia delle Alpi ) – Mendrisio e Osservatorio della vita politica – Bellinzona IRIS (Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia ) – Milano Polo provinciale per l’Educazione alla cittadinanza attiva (Liceo scientifico "Antonelli" e ITI "Omar") – Novara Società Filosofica Italiana (SFI) – Novara Comitato Salviamo la Costituzione; Associazione Casa della Resistenza di Verbania 60° anniversario della Costituzione Repubblicana e della Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo (1948-2008) Identità, diritti e cittadinanza in una società in trasformazione Per un’educazione alla cittadinanza attiva e alla cultura costituzionale Seminario di formazione per docenti delle scuole secondarie di I e II grado Lesa (NO) – Belgirate (VB), Venerdì 26 settembre e Sabato 27 settembre 2008 Venerdì 26 settembre 2008 Prima sessione. Cittadinanza, democrazia, costituzione: dalla costituzione repubblicana alla cittadinanza globale Lesa, Salone Comunale ex Società operaia, Piazza Vittorio Veneto 1, ore 9.00-13.00 Saluti della Autorità e degli Enti promotori Introduce e presiede: Alessandro Pizzorusso, Comitato nazionale Salviamo la Costituzione Relatori: Mario Dogliani, Dall’Italia all’Europa: una costituzione da difendere, una da costruire (Università di Torino) Luigi V. Majocchi, Identità europea: una questione aperta (Università di Pavia) Francesco Belvisi, Società multiculturale, costituzione e diritto (Università di Modena e Reggio Emilia) Joerg Luther, Diritti umani e pace (Università del Piemonte Orientale, sede di Alessandria) Oscar Mazzoleni, Il modello elvetico di integrazione politica alla prova delle nuove logiche competitive (Osservatorio della vita politica, Bellinzona, CH) Seconda sessione. Identità multiple e diritti di cittadinanza Lesa, Salone Comunale ex Società operaia, Piazza Vittorio Veneto 1, ore 14.30-18.00 Introduce e presiede: Francesco Remotti (Università di Torino) Relatori: Alberto Piazza, Geni, popoli e lingue: identità e identificazioni (Università di Torino) Annamaria Rivera, Processi d’identificazione e strategie identitarie nel mondo globalizzato (Università di Bari) Roberto Leggero, Etnie e religioni all’origine dell’Europa (LabiSAlp, Laboratorio di Storia delle Alpi – Mendrisio, CH). Angelo Vecchi, I Turchi a Novara: un percorso nell’immaginario e nella storia (Liceo artistico "Casorati", Novara) Tavola rotonda: Laicità delle istituzioni e dialogo interreligioso Belgirate, Hotel Villa Carlotta, Via Sempione 121/125, ore 21.00 Coordina: Centro di documentazione, ricerca e studi sulla cultura laica "P. Calamandrei", Torino Introduce e presiede: Massimo L. Salvadori (Università di Torino). Partecipano (in ordine alfabetico): Don Piermario Ferrari (Seminario diocesano Novara) Tullio Monti (Consulta torinese per la laicità delle istituzioni) Giuseppe Platone (Comitato Interfedi Comune di Torino) Umar (Comunità islamica torinese) Sabato 27 settembre 2008 Terza sessione. Vivere la democrazia e costruire una cittadinanza attiva: il ruolo della scuola Lesa, Salone Comunale ex Società operaia, Piazza Vittorio Veneto 1, ore 9.00-13.00 Introduce e presiede: Aurora Delmonaco (Laboratorio Nazionale per la Didattica della Storia, Bologna) Relatori: François Audigier, Educazione alla cittadinanza europea (Università di Ginevra) Marina Medi, La revisione interculturale dei curricoli di storia (Direttivo IRIS e formatrice CRES) Daniela Invernizzi, Educazione alla cittadinanza. Il diritto alla partecipazione degli under 18. (Child Rights Advisor and Educator) Maurizio Gusso, Educazione alla cittadinanza attraverso le canzoni come fonti storiche (Presidente IRIS) Quarta sessione. Dalla teoria alla pratica: progettare percorsi didattici di educazione alla cittadinanza attiva Lesa, Scuola secondaria di I grado (Istituto comprensivo di Invorio), Piazza Lanzetti 1, ore 14.30-18.00 Introduce e presiede: Antonio Brusa (Università di Bari e Pavia), Discipline e intercultura: tra miti e realtà scolastica Laboratori (per gruppi): 1) Educazione alla cittadinanza europea (coordinano: Eleonora Salvadori, Maria Teresa Di Palma) 2) Storia e intercultura attraverso il cinema (coordina: Marina Medi) 3) Educazione alla cittadinanza partecipata (coordina: Daniela Invernizzi) 4) Educazione alla cittadinanza attraverso le canzoni come fonti storiche (coordina: Maurizio Gusso) Con il patrocinio di: Consiglio Regionale del Piemonte Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione Repubblicana Provincia di Novara Provincia del Verbano Cusio Ossola Prefettura di Novara Prefettura del Verbano Cusio Ossola Ufficio scolastico provinciale di Novara Ufficio scolastico provinciale del Verbano Cusio Ossola Comune di Lesa (NO) Comune di Belgirate (VB) Si ringraziano il Comune di Lesa, l’Istituto comprensivo di Invorio e l’Hotel Villa Carlotta per l’ospitalità offerta presso le proprie strutture. In allegato la scheda di partecipazione e le informazioni utili per i partecipanti

  • 19/9/2008, ore 17:00 - Novara

    Un maestro della letteratura: Carlo Dionisotti tra storia e filologia (1908-2008)

    Mostra bibliografica Biblioteca Civica Negroni, corso Cavallotti 4, Novara 19 settembre-20 ottobre 2008 orari: lun-ven 15-19; mar gio ven mattina 9,30-13,30; mer 9-19; sab 8,30-12,30 promossa da Centro Novarese di Studi Letterari Interlinea con Comune di Novara , Biblioteca Civica Negroni di Novara con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Centro per il Libro (progetto "Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura") Regione Piemonte, Assessorato alla Cultura e Università del Piemonte Orientale "Amedeo Avogadro" Università Cattolica di Milano Dipartimento di studi medioevali, umanistici e rinascimentali con libri e documenti provenienti anche da British Library, Londra; Biblioteca dell’Università Cattolica, Milano; Archivio storico Einaudi, Torino; Archivio storico dell’Università di Torino; Archivio e Biblioteca del Centro Novarese di Studi Letterari; Archivio del Centro Studi Matteo Maria Boiardo , Scandiano; Archivio privato Carlo Dionisotti, Londra-Romagnano Sesia; Archivio Lalla Romano; Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea "P. Fornara", Novara; a cura di Roberto Cicala con la consulenza di Mirella Ferrari e Anna Carlotta Dionisotti e la collaborazione di Alessandra Alva, Silvia Benatti, Maria Cesa e Mauro Ferrara progetto Centro Novarese di Studi Letterari, infocentro@letteratura.it Inaugurazione VENERDÌ 19 SETTEMBRE 2008 ALLE ORE 17 Dopo i saluti delle autorità e della direttrice della Biblioteca Maria Carla Uglietti sono previsti gli interventi di Roberto Cicala, curatore della mostra, e di alcuni amici e conoscenti provenienti da molte università italiane e straniere, alla presenza della figlia dello studioso Anna Carlotta Dionisotti Sarà disponibile per l’occasione il volume Un maestro della letteratura: Carlo Dionisotti tra storia e filologia con testi di Claudia Villa, Mirella Ferrari, Giuseppe Frasso, Marziano Guglielminetti, testimonianze, immagini, inediti e bibliografia (Interlinea edizioni) Carlo Dionisotti moriva dieci anni fa a Londra, dove si era trasferito nel dopoguerra per insegnare a Oxford e poi nell’università della capitale inglese. In occasione del centenario della nascita, avvenuta nel 1908 a Torino – la città in cui si laureò con amici come Bobbio, Pavese, Lalla Romano, Argan, Garosci e collaborò al "Giornale storico della letteratura italiana" –, Dionisotti è ricordato nella Novara con cui mantenne sempre forti legami soggiornando fino all’ultimo, d’estate, nella villa di famiglia a Romagnano Sesia. Lettore eccellente di testi umanisti e rinascimentali nelle maggiori biblioteche, dalla Vaticana alla British Library, collaborò con prestigiosi docenti come Calcaterra, Cian, Sapegno e Momigliano e fu legato a Croce, un maestro che poi superò, studiando Bembo, Manuzio, Machiavelli (da cui le sue Machiavellerie) ma anche l’Ottocento di Foscolo e Manzoni, sempre attento agli aspetti filologici e linguistici e alle implicazioni storico-politiche (non si dimentichi l’impegno in Giustizia e Libertà negli anni della guerra vissuti a Roma). È stimato a livello internazionale il maggiore storico della letteratura italiana del secondo Novecento, grazie alla visione nuova, unanimemente accolta, della Geografia e storia della letteratura italiana, titolo del primo dei suoi non molti – e per questo più preziosi – libri, frutto delle sue molteplici e autorevoli collaborazioni a riviste di studio (da "Italia medioevale e umanistica" a "Italian Studies"). Come scrisse nel celebre saggio Chierici e laici, che volle ristampare a parte negli ultimi anni rivolgendosi ai giovani, «se il presente vuol fare, su fondamenta nuove, paragone di sé col passato, deve, come già gli uomini del Risorgimento fecero a loro tempo e a misura dei loro bisogni, gettare fondamenta nuove con volontà e mente intese al futuro; non può illudersi di trovarsi quelle fondamenta già fatte e solide sotto i piedi, sicché basti difenderle». La mostra bibliografica è un piccolo omaggio a un grande maestro: la lezione di Dionisotti è ancora viva nella cultura di oggi e nei libri di testo più di quanto s’immagini, soprattutto nell’idea che la storia e le opere della letteratura ci aiutano sia a comprendere com’è importante conoscere la tradizione per affrontare il futuro sia a capire che lingue e culture diverse possono e devono convivere.

  • 6/9/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    Il mio 8 Settembre. Voci e ricordi dei giorni dell’armistizio

    Programma Ore 10.00 Omaggio al Sacrario dei Caduti della Resistenza e deposizione di fiori al Monumento agli Internati Militari Italiani. Ore 10.30 Saluto del Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza, Vittorio Beltrami Interveranno i rappresentanti di Regione Piemonte Consiglio Regionale del Piemonte Prefettura del Verbano Cusio Ossola Provincia del Verbano Cusio Ossola Comune di Verbania Provincia di Novara Fondazione Cariplo Conclusioni di Mario Paracchini, Presidente A.N.E.I. Ore 11.30 "Il mio otto settembre: voci e ricordi dei giorni dell’armistizio" Interpretato da Silvia Cristofari Coordinamento di Irene Magistrini, Vice Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza La cerimonia si concluderà con la Inaugurazione ufficiale dell’apertura al pubblico della Biblioteca "Aldo Aniasi" il cui catalogo è stato recentemente informatizzato e di una Mostra di libri (tratti dalla medesima biblioteca) sul tema dell’8 settembre. Illustrerà l’iniziativa il Dott. Andrea Cassina Direttore della Biblioteca Civica "Ceretti" di Verbania

  • 24/8/2008, ore 00:00 - Boleto-Castagneia

    Sentiero Nello

    Boleto (Madonna del Sasso)-Castagneia (Comune di Breia) 24 agosto 2008 Nel 64° anniversario della morte di Nello Olivieri, 5° edizione della camminata aperta a tutti Organizzano: Comunità montana Cusio-Mottarone, Comuni di Madonna del Sasso, Breia, Cellio, Villafranca Lunigiana (Ms), Istituto storico "P.Fornara, Istituto storico "C. Moscatelli", Casa della Resistenza, Anpi Basso Cusio, Borgosesia, La Spezia, Omegna e Zona Cusio. Programma: ore 8,00 - Ritrovo in Piazza Nello a Boleto e partenza per Alpe Cambocciolo-Monte Briasco accompagnati dai volontari della locale squadra AIB oppure ore 9,00 Ritrovo a Castagneia e partenza per il Monte Briasco lungo il Sentiero della Libertà ore 11,30 Arrivo al Monte Briasco ore 12,00 Pranzo al sacco o su prenotazione ore 14,00 Prosecusione per Castagneia. Trasferiemnto in pullman da Breia a Valpiana ore 16,30 Arrivo a Merlera, presso la Lapide del Capitano Nello commemorazione tenuta da Carla Moscatelli. ore 17,30 - Rientro a Boleto o a Breia con possibilità di utilizzare da Valpiana il pullman gratuito. In caso di maltempo si terrà comunque la commorazione alla lapide di Merlera alle 16,30 All’organizzazione collabora il Soccorso Alpino stazione di Omegna Per informazioni rivolgersi alla Comunità Montana Cusio Mottarone, Via De Angeli 35/a Omegna tel. 0323/61687 Eventi: Dal 15 al 24 agosto Presso il Museo dello Scalpellino a Boleto Mostra "Donne e Resistenza" Il 23 agosto alle ore 21,00 a Boleto, in Piazza Europa Spettacolo Teatrale Voci e Luoghi. Guerra e Resistenza 1940-1945- Lettura e Musica

  • 16/8/2008, ore 00:00 - Cireggio di Omegna- Megolo

    Sentiero Beltrami 2008

    Cireggio-Alpe Camasca- Valstrona-Campello Monti-Megolo 16-17 agosto Camminata aperta a tutti Organizzano: Comunità Montana Cusio Mottarone – Comunità Montana dello Strona e Basso Toce – Comuni di: Omegna, Quarna Sotto, Quarna Sopra, Valstrona, Pieve Vergonte Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce ANPI di Omegna e Zona Cusio - Consorzio Alpe Camasca – VCO Trasporti srl – Collaborano: Consorzio Guide Alpine ed Accompagnatori Wilderness, Associazione GEA Vco Guide Escursionistiche Ambientali Vco ed il Soccorso Alpino Stazione di Omegna "SENTIERO BELTRAMI" Cireggio – Alpe Camasca – Valstrona – Campello Monti – Megolo Nel 64° Anniversario della Battaglia di Megolo e nel centenario della nascita del Capitano 16 – 17 agosto 2008 PROGRAMMA Sabato 16 AGOSTO Ore 8.00 Ritrovo a CIREGGIO di OMEGNA, presso il Monumento Capitano F. Beltrami Ore 8.30 Partenza per Quarna Sopra, seguendo la mulattiera del Fontegno Ore 10.30 Passaggio da Quarna Sopra Ore 12.30 Arrivo previsto all’Alpe Camasca ed incontro con il gruppo proveniente dalla Valstrona Pranzo Ore 14.30 Presentazione iniziativa e commemorazione tenuta da LUCA BELTAMI figlio del Capitano Ore 15.30 Prosecuzione della camminata sino a Valstrona o rientro a Quarna Sotto Ore 18.00 Arrivo in Comune di Valstrona e aperitivo di benvenuto offerto dal Comune Ore 18.30 Possibilità di utilizzare l’autopullman gratuito per il rientro da Valstrona a Cireggio oppure serata libera e pernottamento in Valstrona Domenica 17 AGOSTO Ore 7.20 Ritrovo a Omegna in Piazza Beltrami e partenza con l’autopullman gratuito (prenotazione obbligatoria) per CAMPELLO MONTI Passaggio a Valstrona alle ore 7.30 di fronte al Municipio e a Forno alle 7.45 Ore 8.00 Partenza da Campello Monti per Megolo in Comune di Pieve Vergonte Sosta al LAGO DI RAVINELLA Ore 13.00 Pranzo all’ALPE ORCOCCO Ripresa della camminata Ore 17.30 circa: arrivo a MEGOLO, conclusione dell’iniziativa e aperitivo presso il Circolo, offerto dal Comune di Pieve Vergonte Ore 18.30 Rientro gratuito ad Omegna con autopullman(prenotazione obbligatoria) IN CASO DI MALTEMPO: nei due giorni previsti venerdì 17 agosto, avrà luogo la manifestazione di Megolo, prevista per le ore 17.30. Le camminate avranno luogo sabato 1 e domenica 2 settembre 2007. Per informazioni telefonare all’Ufficio Agricoltura, Foreste ed Ambiente della Comunità Montana Cusio Mottarone - 0323 61687

  • 7/8/2008, ore 00:00 - Verbano-Ossola

    Sentiero ’Teresa Binda’

    Prima edizione del sentiero partigiano dedicato alla Medaglia d’Oro al Merito civile a Teresa Binda come simbolo di tutte le donne Cadute per la Libertà In allegato il programma dell’iniziativa promossa dall’Anpi provinciale del VCO, in collaborazione con l’Istituto e la Casa della Resistenza di Fondotoce, il contributo di: Regione Piemonte, Provincia del VCO, Comuni di Verbania, Beura Cardezza, Domodossola, Gravellona Toce, Vogogna, Premoselllo Chiovenda, San Bernardino Verbano, Malesco, Cossogno, Anpi Domodososla, Parco Nazionale della Valgrande e Comunità montane: Valle Cannobina, Val Vigezzo, Valle Ossola, Alto Verbano. Il sentiero si svolgerà tra il 7 e il 10 agosto 2008 tra la Val Grande e la valle Cannobina sulle montagne tra il Verbano e l’Ossola.

  • 17/7/2008, ore 00:00 - Ponte Falmenta (Vb)

    Sentiero "Cucciolo"

    Dopo la positiva esperienza sperimenale dello scorso anno, parte la prima edizione del sentiero dedicato a Ubaldo Cavallasca, il partigiano ’Cucciolo’ a cui fu intitolata la volante distrutta a Trarego Ecco il percorso della I edizione del Sentiero Cucciolo, variante del Sentiero Chiovini, che quest’anno con quattro tappe ci porterà da Ponte Falmenta, sconfinando in territorio elvetico, a Falmenta attraverso i luoghi della resistenza partigiana. 17 luglio: Ponte Falmenta - Gurrone - le Biuse M. Limidario - Rif. Al Legn (CH) 18 luglio: Rif. Al Legn (CH) - Cortaccio - Prati d’ Agro S. Bartolomeo - Cannobio 19 luglio: Cannobio - Trarego - Socraggio - Crealla 20 luglio: Crealla - Alpe Fornà - Falmenta Il Trekking è completamente gratuito Pr informazioni contattare la Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania 0323/58.68.02

  • 02/7/2008, ore 00:00 - Novara

    Orario estivo

    Durante i mesi di luglio e agosto l’Istituto storico "P. Fornara" di Novara osserverà un orario ridotto e sarà aperto al pubblico solo al mattino, sempre dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,00. E’ inoltre prevista la chiusura totale nella settimana dall’11 al 15 agosto

  • 18/6/2008, ore 21:00 - Stresa

    Incontri cinematografici italo-svizzeri

    Gli "Incontri cinematografici italo-svizzeri" si propongono come una manifestazione cinematografica a vocazione internazionale ed hanno ad oggetto il confronto fra il cinema svizzero e il cinema italiano. Nell’arco di cinque giorni, in una delle cornici più prestigiose d’Italia, si alterneranno proiezioni, eventi ed incontri, al fine di esplorare e promuovere i rapporti tra le esperienze cinematografiche italiana e svizzera. Al centro dell’iniziativa vi è il cinema a produzione indipendente – una realtà sommersa e poco conosciuta, che raramente gode dei canali di distribuzione ufficiali e, non di rado, resta inedita. Oltre a dare una panoramica non scontata della cinematografia dei rispettivi paesi, si intende offrire a tali opere una concreta possibilità di farsi conoscere anche al di fuori dei rispettivi confini nazionali. Cuore della manifestazione sono gli incontri professionali fra esponenti del cinema italiano e di quello svizzero (produttori, distributori, autori, industrie tecniche), che occuperanno le giornate conclusive degli Incontri: tre giornate di lavori all’insegna di quell’idea di incontro e di conoscenza reciproca che sottende l’intera iniziativa. Sono aperte le iscrizioni per la terza edizione degli Incontri Cinematografici Italo-svizzeri (Stresa, 18-22 giugno 2008). Possono essere accettati solo lungometraggi di finzione e/o d’animazione; saranno ammesse unicamente opere di produzione (o coproduzione maggioritaria) con origine in Italia o Svizzera. La scadenza per la partecipazione è il 5 maggio 2008. Non sono previsti costi di iscrizione. Tra gli eventi speciali, da segnalare la serata di apertura, il 18 giugno, organizzata in collaborazione con la Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania ed il Museo Nazionale della Montagna di Torino, con la proiezione di Dynamit am Simplon di Werner Schweizer (Svizzera, 1989 - film sui tentativi di sabotaggio alla galleria del Sempione durante la II Guerra Mondiale) e il documentario La repubblica dell’utopia di Daniele Cini (Italia-Svizzera, 2008). Saranno presenti in sala alcuni ex partigiani e il regista Werner Schweizer.

  • 17/6/2008, ore 17:30 - Novara

    Dando eis locum idoneum

    Novara - Istituto storico della Resistenza "Piero Fornara" - Corso Cavour n° 15 – Sala Bonfantini – Secondo piano. Presentazione del volume Dando eis locum idoneum. Identità politica delle comunità rurali del Novarese in età medievale, di Roberto Leggero Il volume verrà commentato dal prof. Angelo Vecchi, mentre la prof.ssa Antonella Braga presenterà nella stessa occasione il seminario residenziale di formazione per docenti delle scuole secondarie, dedicato a: Identità, diritti, cittadinanza in una società in trasformazione. Per un’educazione alla cittadinanza attiva e alla cultura costituzionale che si svolgerà i prossimi 26 e 27 settembre 2008. Sarà possibile acquistare il volume (12 euro) e il ricavato della serata sarà destinato all’associazione "Libera - Contro le Mafie". Scheda del testo Roberto Leggero, Dando eis locum idoneum, Lampi di stampa, 2008, 12 Euro. Si può parlare di azione politica delle comunità rurali in età medievale? E se si entro quali limiti? Il volume propone un contributo al tema della "costruzione dello Stato dal basso", presentato ad un convegno internazionale dedicato a tale argomento tenutosi recentemente ad Ascona ("Building State from below", Ascona [CH] 2005). Attraverso l’analisi delle azioni di alcune comunità rurali del Lago Maggiore (Intra e Pallanza), dell’area pedemontana (Armeno) o collocate lungo le aste fluviali del Novarese (Bellinzago), l’autore delinea un quadro articolato del territorio e delle comunità che ne consenta una comprensione in termini di identità (mutevole, articolata, cangiante, "debole") e di consapevolezza politica. Il volume è stato pubblicato grazie al contributo del LabISalp (Laboratorio di Storia delle Alpi dell’Università della Svizzera Italiana).

  • 6/6/2008, ore 18:00 - Novara

    Tutti pazzi o tutti eroi, di Vincenzo Grimaldi

    Venerdì 6 giugno 2008 alle ore 18, nella Sala Bonfantini dell’Istituto storico, in Corso Cavour 15, al secondo piano, sarà presentato il volume Tutti pazzi o tutti eroi, Memorie del Comandante Bellini, 8 settembre 1943 - 25 aprile 1945, edito da Bonanno, scritto da Vincenzo Grimaldi, Novarese di adozione da quasi cinquant’anni. Parteciperanno all’incontro: l’autore, la vicepresidente della Provincia di Novara Paola Turchelli, il direttore dell’Istituto storico Mauro Begozzi, l’editore Mauro Bonanno, la curatrice della pubblicazione Michela Cella e l’attrice Maria Rosa Franchini leggerà alcuni brani del libro. Il volume, presentato in anteprima alla Fiera del Libro di Torino l’11 maggio scorso, ha una prefazione di Marco Ruzzi, storico contemporaneo, e un’introduzione di Mauro Begozzi, direttore dell’Istituto Storico "P. Fornara" di Novara". Vincenzo Grimaldi è nato a Caltagirone (CT) nel 1922, ma vive a Novara dal 1962, dove ha prestato servizio nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza con il grado di Maresciallo. Michela Cella, curatrice della pubblicazione e nipote del partigiano "Bellini" lo ha definito non l’ennesimo diario di guerra, ma un importante spaccato della Resistenza al nazifascismo nelle vallate del cuneese, un’umanissima e calda rievocazione di fatti, luoghi e persone testimoni del viaggio, anche interiore, di un giovane siciliano catapultato dalla grande storia lontano dal paese nativo e che, nel poco tempo concesso dagli eventi, ha dovuto maturare presa di coscienza e scelte di vita definitive. In pensione dal 1977 Vincenzo Grimaldi fa parte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Dal 1985 al 2000 ha svolto l’incarico di Amministratore del periodico mensile Resistenza Unita. Partecipa periodicamente a incontri nelle scuole del Novarese e del Cuneese, raccontando i fatti vissuti durante la Resistenza partigiana al nazifascismo.

  • 5/6/2008, ore 21:00 - Varallo Pombia - Sala Consiliare di Villa Soranzo

    60° anniversario della Costituzione

    Organizzata dal Comune di Varallo Pombia conferenza per i 60 anni della Costituzione italiana Intervengono: Mauro Begozzi Anna Maria Cardano Elisabetta Rampi

  • 26/5/2008, ore 21:00 - Baveno

    Io ti racconto...

    Lunedì 26 Maggio 2008 ore 20:30 presso la Sala Teatrale "Nostr@domus" - Piazza della Chiesa n.2 - Baveno Onda Teatro / Residenza Multidisciplinare "Dalla montagna al lago" e Comune di Baveno presentano Io ti racconto... Narrazione teatrale sul tema della memoria realizzata dai bambini della classe quinta della scuola Scuola primaria di Baveno progetto realizzato con il patrocinio e il contributo di Regione Piemonte - Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili Provincia del VCO Comuni di Gravellona Toce, Casale Corte Cerro, Baveno e Mergozzo Ideazione, drammaturgia e regia a cura di Bobo Nigrone e Francesca Guglielmino con la collaborazione di Anna Maria Daniele e le insegnanti della Scuola Primaria di Baveno Istituto Comprensivo "A.Fogazzaro" Si ringraziano Il Prof. Giovanni Galli per la consulenza storica Rosario Daniele per le riprese video Direzione artistica e organizzativa Onda Teatro

  • 20/5/2008, ore 21:00 - Gozzano (No)

    La grande casa comune

    Dal 20 al 25 maggio, in occasione del 60° della Costituzione italiana, l’Amministrazione comunale e la biblioteca di Gozzano allestiscono la mostra realizzata da Sistema bibliotecario del Medio Novarese - centro rete di Borgomanero "La grande casa comune" sui principali articoli della Costituzione. Martedì 20 maggio alle ore 21 conferenza del dott. Mauro Begozzi, direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" sul tema: "60 anni e non li dimostra"

  • 11/5/2008, ore 16:00 - Torino - Fiera del Libro

    Tutti pazzi o tutti eroi

    In occasione della Fiera del Libro presso il Lingotto di Torino, domenica 11 maggio alle ore 16.00 sarà presentato il breve saggio storico Tutti pazzi o tutti eroi, edito da Bonanno scritto da Vincenzo Grimaldi, Novarese di adozione da quasi cinquant’anni. Michela Cella, curatrice della pubblicazione e nipote del parigiano "Bellini" lo ha definito non l’ennesimo diario di guerra, ma un importante spaccato della Resistenza al nazifascismo nelle vallate del cuneese, un’umanissima e calda rievocazione di fatti, luoghi e persone testimoni del viaggio, anche interiore, di un giovane siciliano catapultato dalla grande storia lontano dal paese nativo e che, nel poco tempo concesso dagli eventi, ha dovuto maturare presa di coscienza e scelte di vita definitive. Il volume ha una prefazione di Marco Ruzzi, storico contemporaneo, e un’introduzione di Mauro Begozzi, direttore dell’Istituto Storico "P. Fornara" di Novara". Vincenzo Grimaldi è nato a Caltagirone (CT) nel 1922, ma vive a Novara dal 1962, dove ha prestato servizio nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza con il grado di Maresciallo. In pensione dal 1977 fa parte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Dal 1985 al 2000 ha svolto l’incarico di Amministratore del periodico mensile Resistenza Unita. Partecipa periodicamente a incontri nelle scuole del Novarese e del Cuneese, raccontando i fatti vissuti durante la Resistenza partigiana al nazifascismo.

  • 10/5/2008, ore 21:00 - Novara - Teatro Coccia

    Un paese ci vuole

    Anteprima del film di Vanni Vallino nel centenario della nascita di Cesare Pavese La Fondazione Cesare Pavese e Immagina di Novara presentano in anteprima il film Un paese ci vuole Un film per il centenario della nascita di Cesare Pavese (1908-2008) Regia di Vanni Vallino Soggetto di Bruno Gambarotta Sceneggiatura: Bruno Gambarotta, Vanni Vallino, Franco Vaccaneo Con: Marco Morellini, Iaia Forte, Eugenio De Giorgi, Nino Castelnuovo, Michela Giacoma Fattorin, Bruno Gambarotta, Saverio Vallone, Danilo Bertazzi, Bruna Vero, Sergio Danzi, Simona Codrino Musiche di Paolo Innarella ingresso euro 12,00 incasso interamente devoluto a Casa Shalom di Ponzana prevendita biglietti Teatro Coccia

  • 26/4/2008, ore 17:00 - Novara - Sede Istituto

    40 ANNI NON SONO POCHI

    Festa di compleanno dell’Istituto storico "P. Fornara" Programma ore 17,00 Saluto di benvenuto del Presidente e del Direttore dell’Istituto e inaugurazione simblica dei nuovi archivi ore 17,30 - Cinque minuti a chiunque voglia parlar bene o male dei nostri primi 40 anni ore 18,00 - Mauro Sabbione presenta GRAMSCI BAR TOUR 2008 Musiche dalla Resistenza e dalla Guerra civile spagnola ore 19,00- Aperitivo

  • 24/4/2008, ore 17:30 - Laveno-Mombello

    Aristide Marchetti. Un ribelle per la libertà

    24 aprile 2008 ore 17.30 Laveno Mombello - Villa Frua – Sala consiliare HOEPLI EDITORE in collaborazione con il Comune di Laveno Mombello – Società storica varesina è lieto di presentare il volume Ribelle di ARISTIDE MARCHETTI in occasione del Convegno di studi dedicato all’autore Intervengono: MARINO VIGANO’ - ricercatore associato al Laboratorio di storia delle Alpi dell’Università della Svizzera Italiana (Usi). Ha pubblicato libri e saggi su temi di storia della Seconda guerra mondiale e curato memorie di protagonisti del periodo della Rsi e della Resistenza nel 1943-45. GENNARO ARIOLI - Sindaco di Laveno Mombello dal 1956 al 1964 e assessore dal 1951 al 1956 con Marchetti sindaco. ADALBERTO CANGI - Già segretario provinciale della Democrazia cristiana e assessore agli Enti locali della Regione Lombardia. GIUSEPPE ADAMOLI - presidente della Commissione speciale per la redazione dello Statuto della Regione Lombardia. ARISTIDE MARCHETTI - Nato a Laveno il 2 giugno 1920. Entrò nella Resistenza diventando ufficiale partigiano prima nella «Quarna» di Filippo Beltrami, poi nel «Gruppo Patrioti Ossola» e nella divisione «Valtoce» di Alfredo Di Dio ed Eugenio Cefis. Con il nome di battaglia «Aris» visse le complesse e sofferte vicende militari di quelle formazioni. Scampato il 13 febbraio 1944 alla trappola di Megolo, continuò a battersi nel nuovo raggruppamento creato e guidato da Di Dio, divenendo una figura di riferimento del mondo partigiano cattolico. Caduta la «zona libera» dell’Ossola e sciolta la Giunta provvisoria di governo, modello di autogoverno democratico nell’Italia non ancora liberata, riparava in Svizzera il 21 ottobre 1944, veniva internato nel campo ufficiali di Mürren (Canton Berna) e diventava capocampo in quello di Thoringen. Perdeva intanto il fratello Anselmo, pure partigiano, fucilato dai nazi-fascisti nel novembre 1944. Rimpatriato a guerra finita, nell’ottobre 1945 fu incaricato dal Cln di Laveno Mombello di costituire la locale sezione dell’Anpi di cui fu anima e presidente. Nella vita civile divenne dirigente d’azienda, membro del Consiglio d’amministrazione della Cassa di risparmio, dell’Ortomercato e della Sea. Legato da forte amicizia con Enrico Mattei, partigiano cattolico come lui, rappresentante della Democrazia cristiana nel Corpo volontari della libertà nel 1944-45, poi fondatore dell’Ente nazionale idrocarburi (Eni) e militante democristiano, Marchetti costituì e diresse numerose pubblicazioni politiche e culturali. Nel 1947 pubblicò il libro autobiografico «Ribelle». Fu sindaco di Laveno Mombello dal 1951 al 1956 e subito dopo, fino al 1962, presidente della Provincia di Varese. Nel 1968 fu eletto deputato, rieletto poi nel 1972 e nel 1976; eletto senatore nel 1983. In qualità di presidente della Commissione esteri seguì a fondo e con grande passione la questione dei ristorni dei benefici assicurativi dei lavoratori frontalieri italiani in Svizzera, portanto a termine un accordo-quadro di portata storica che garantì a migliaia di lavoratori la possibilità di utilizzare in Italia i benefici mutualistici guadagnati con la loro attività all’estero. Negli anni ’50 diresse il periodico «Prospettive» del movimento culturale «La Base» e fu espulso dal partito per un breve periodo nel 1955 per aver proposto un’alleanza con il Partito socialista italiano: un incidente di percorso nella sua lunga e appassionata militanza politica. Morì a Roma il 9 dicembre 1994.

  • 20/4/2008, ore 10:00 - Galliate (No)

    Le radici della democrazia

    Secondo volume a cura di Lorenzo Borelli e Roberto Cardano dedicato ai testimoni e ai ricordi degli anni di guerra a Galliate Organizzano: Comune di Galliate, Provincia di Novara, Istituto storico "P. Fornara". Domenica 20 aprile ore 10,00 al Castello Visconteo-Sforzesco di Galliate Saluti Arturo Boccara e Wilma Montano, Sindaco e Assessore alla cultura del Comune di Galliate Paola Turchelli, Vicepresidente Provincia di Novara Giovanni Cerutti, istituto storico "P. Fornara" Guido de Carli, Presidente Raggruppamento "Alfedo Di Dio" Interventi Lidia Brisca Menpace, Senatrice e testimone Ugo Perone, Università "A. Avogadro" Claudio Vercelli, Istituto "Salvemini" di Torino Lorenzo Borelli e Roberto Cardano, autori Elena Airoldi, Giulia Borelli, Andrea Cantone, Valeria Mantellino, Giulia Mentasti, Vanessa Mucchietto, studenti collaboratori Dante Mena e Sergio Cirri, testimoni Immagini di Giuseppe Bozzola, Videocinefotoclub "Il Campanile"

  • 28/3/2008, ore 16:30 - Novara

    La militanza femminile antifascista (1926-1939)

    Le Edizioni NUOVE SCRITTURE e L’istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola "Piero Fornara" di Novara organizzano la presentazione del libro di Caterina Arena "La militanza femminile antifascista (1926-1939)" che si terrà venerdì 28 marzo 2008 alle ore 16.30 nella Sala Bonfantini dell’Istituto Storico della Resistenza di Novara Corso Cavour, 15 – (secondo piano) - Novara Interverrano con l’autrice Caterina Arena Dott. Francesco Omodeo Zorini (Presidente Istituto "P. Fornara") Dott. Mauro Begozzi (direttore Istituto "P. Fornara" ) coordinerà Gabriella Colletti (collaboratrice della rivista "Odissea")

  • 14/3/2008, ore 00:00 - Fondotoce di Verbania

    I COLORI DELLA MEMORIA

    L’Associazione Casa della Resistenza e l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" promuovono dal 14 marzo al 25 aprile prossimi una mostra di opere d’arte. La mostra è aperta al pubblico alla Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania dal martedì alla domenica dalle ore 15,00 alle ore 18,30 "Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei lager dove furono sterminati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione". Le parole di Piero Calamandrei fanno da sfondo a questa rassegna di opere d’arte di varia natura e provenienza, allestita per proporre ai visitatori un itinerario, semplice ma esemplare, fra diverse espressioni e rappresentazioni sul significato della memoria. Si tratta di un percorso tra sensibilità e forme espressive dissimili, a volte distanti, ma comunque in grado di suscitare, attraverso le immagini, emozioni e il ricordo di quel momento storico contrassegnato da grandi ideali e da altrettante tragedie, dalla violenza, dal sacrificio e al contempo dalla speranza. Accostarsi alla mostra senza pregiudizi di natura estetica crediamo sia la chiave per apprezzare il lavoro di chi ha voluto rendere un omaggio, puro e semplice, a tutti coloro che si batterono per sconfiggere la dittatura nazifascista. Duplice la provenienza delle opere. Accanto ai quadri, ai disegni, alle grafiche di noti e meno noti artisti che tra il 1986 e il 1999 donarono all’Istituto storico "P. Fornara" un loro lavoro, una loro idea, per la produzione e distribuzione agli studenti di una cartolina commemorativa, vengono esposti altrettanti lavori donati nel tempo alla Casa della Resistenza per arricchirne il patrimonio culturale e lasciare tangibile testimonianza di adesione ai valori custoditi.

  • 8/3/2008, ore 16:00 - Oleggio (No)

    Le streghe della notte

    Nel 100° anniversario dell’8 marzo giornata internazionale della donna, la sezione Anpi Ovest Ticino e l’Istituto storico "P. Fornara", con il patrocinio del Comune di Oleggio organizzano per sabato 8 marzo alle ore 16,00 presso la Sala 2 del Teatro Comunale di Oleggio una conferenza sul tema: Storia dell’aviazione femminile in Urss (1941-1945) Con una proiezione di scene del film di Umberto Asti, "La vittoria non ha le ali" e di un documentario della Tsi. Relatrice: Marina Rossi, dell’Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione del Friuli Venezia Giulia di Trieste. Per l’occasione verrà allestita nell’atrio dell’ingresso la mostra fotografica La donna nella Resistenza italiana e Foto delle aviatrici sovietiche di Evgenij Chaldej

  • 23/2/2008, ore 16:00 - Oleggio (No)

    Confine orientale

    Per non dimenticare. Per conoscere le complesse vicende del confine orientale. Il Comune di Oleggio, Comitato XXV Aprile, la sez, Anpi e l’Istituto organizzano sabato 23 febbraio alle ore 16,00 alla sala 2 del Teatro Civico una conferenza su: "Confine orientale. Campi di concentramento fascisti, crimini di guerra, foibe ed esodo" Con la proiezione di documenti e immagni Intervengono: Alessandra Kersevan, ricercatrice storica di Udine Giacomo Scotti, scrittore e ricercatore storico

  • 9/2/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania

    Per il Giorno del Ricordo

    Organizza la Casa della Resistenza con il patrocinio della Provincia e del Comune di Verbania Incontro - Sabato 9 febbraio 2008 - Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania - ore 10.00 Introduzione Vittorio Beltrami Presidente dell’Ass. Casa della Resistenza Saluto delle Autorità Dott. Domenico Cuttaia Prefetto del Verbano Cusio Ossola Dott. Paolo Ravaioli Presidente Provincia VCO Dott. Claudio Zanotti Sindaco di Verbania Moderatore Ettore Carinelli Consigliere della Casa della Resistenza Interverranno Avv. Giuseppe Guzzetti Presidente della Fondazione Cariplo Avv. Francesco Berti Arnoaldi Presidente Nazionale della FIAP Nell’occasione sarà inaugurata la Nuova Sala Esposizioni e la mostra "La tragedia dei confini orientali"

  • 8/2/2008, ore 10:00 - Novara

    Donne, memoria e confine. Voci dalla letteratura femminile istriana

    Convegno internazionale Organizzato dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, e la collaborazione dell’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania, Provincia di Novara, Provincia del Verbano Cusio Ossola, Comune di Verbania La memoria del confine orientale, dalla seconda guerra mondiale ai nostri giorni, attraverso le esperienze e i ricordi di quattro autrici di diverse generazioni, nate in Istria e impegnate nella Comunità italiana in Slovenia e in Croazia e nella Comunità di esuli in Italia. Venerdì 8 febbraio 2008, ore 10.00 Novara, Aula Magna dell’Università del Piemonte orientale (ex Caserma Perrone) Saluti delle Autorità e degli Enti promotori Presiede PAOLA TURCHELLI Assessore all’Istruzione, Provincia di Novara Introduce MAURO BEGOZZI Direttore Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" Interventi di ANNA MARIA CARDANO XIV Commissione Parlamentare "Politiche dell’Unione europea" ROMANA SANSA Esule istriana, Consulente parlamentare in tema di Migrazioni presso il Senato della Repubblica; esponente della "Mailing list Histria" (www..mlhistria.it) ALESSANDRA ARGENTI TREMUL Giornalista e Segretaria della Società di studi storici e geografici di Pirano (Slovenia) CARLA ROTTA Scrittrice, giornalista, Presidente della Comunità Italiana di Dignano d’Istria (Croazia) ELIS DEGHENGHI OLUJI Critico letterario e docente di Letteratura italiana presso il Dipartimento per gli studi in lingua italiana dell’Università di Pola (Croazia) In conclusione saranno proiettate alcune sequenze del video Voci in esilio. Ricordi di esuli dall’Istria, Fiume e Dalmazia prodotto dall’Associazione per la Cultura Fiumana Istriana e Dalmata nel Lazio e sarà presentato il documentario Profughi, in corso di realizzazione da parte dell’Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" con testimonianze di profughi istriani, fiumani e dalmati a Novara

  • 7/2/2008, ore 10:00 - Verbania

    Donne, memoria e confine. Voci dalla letteratura femminile istriana

    Convegno internazionale di studi Organizza l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, e la collaborazione dell’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania, Provincia di Novara, Provincia del Verbano Cusio Ossola, Comune di Verbania La memoria del confine orientale, dalla seconda guerra mondiale ai nostri giorni, attraverso le esperienze e i ricordi di quattro autrici di diverse generazioni, nate in Istria e impegnate nella Comunità italiana in Slovenia e in Croazia e nella Comunità di esuli in Italia. Programma Giovedì 7 febbraio 2008, ore 10.00 Verbania, Aula Magna ITI "Cobianchi", Piazza Martiri di Trarego Saluti delle Autorità e degli Enti promotori Presiede LILIANA GRAZIOBELLI Assessore all’Istruzione e per le Pari Opportunità, Provincia del VCO Introduce ANTONELLA BRAGA Sezione didattica, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" Interventi di ANNA MARIA CARDANO XIV Commissione Parlamentare "Politiche dell’Unione europea" ROMANA SANSA Esule istriana, Consulente parlamentare in tema di Migrazioni presso il Senato della Repubblica; esponente della "Mailing list Histria" (www..mlhistria.it) ALESSANDRA ARGENTI TREMUL Giornalista e Segretaria della Società di studi storici e geografici di Pirano (Slovenia) CARLA ROTTA Scrittrice, giornalista, Presidente della Comunità Italiana di Dignano d’Istria (Croazia) ELIS DEGHENGHI OLUJI Critico letterario e docente di Letteratura italiana presso il Dipartimento per gli studi in lingua italiana dell’Università di Pola (Croazia). In conclusione saranno proiettate alcune sequenze del video Voci in esilio. Ricordi di esuli dall’Istria, Fiume e Dalmazia prodotto dall’Associazione per la Cultura Fiumana Istriana e Dalmata nel Lazio e sarà presentato il documentario Profughi, in corso di realizzazione da parte dell’Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" con testimonianze di profughi istriani, fiumani e dalmati a Novara.

  • 4/2/2008, ore 09:30 - Novara

    ’LA ROSA BIANCA’. UNA MOSTRA UN FILM UN CONVEGNO

    Organizzata da: Provincia di Novara, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Istituto storico "P. Fornara" Lunedì 28 gennaio – Venerdì 8 febbraio Università del Piemonte Orientale – Novara, Via Perrone Mostra fotografica LA ROSA BIANCA: VOLTI DI UN’AMICIZIA A cura di Karin Amann, Thomas Ernst, Stefan Glienke, Bärbel Köhler, Gabriele Kühn, Rita Maier, Tanja Piesch, Franz Reimer, Michael Ritter, Annette Schöningh, Rita Sumser, Walter Zipp. (Orari di apertura: 9-16,30 chiuso il sabato e la domenica) Lunedì 4 febbraio ore 21 Cinema Vip – Novara, Via Perazzi Film LA ROSA BIANCA - SOPHIE SCHOLL di Marc Rothemund con Julia Jentsch, Alexander Held, Fabian Hinrichs, Johanna Gastdorf, André Hennicke, Florian Stetter ingresso gratuito Lunedì 4 febbraio ore 9,30 Università del Piemonte Orientale, Aula Magna – Novara, Via Perrone Convegno DISARMATI CONTRO HITLER: LA ROSA BIANCA Programma * Saluti delle autorità * Rosa Bianca:un gruppo disarmato della resistenza tedesca (Paolo Ghezzi, autore di La Rosa Bianca,San Paolo, Sophie Scholl e la Rosa Bianca, Morcelliana) * Mio fratello Willi Graf: testimonianza di Anneliese Knoop-Graf, sorella di uno degli studenti della Rosa Bianca ghigliottinati nel 1943, l’unica persona vivente ad aver conosciuto personalmente tutti i componenti della Rosa Bianca. * Come nasce un resistente: inquietudine, solitudine, coerenza (Paola Rosà, autrice di "Willi Graf, Con la Rosa Bianca contro Hitler, Il Margine 2008, libro presentato in anteprima nazionale a Novara)

  • 28/1/2008, ore 21:00 - Verbania -Pallanza

    Memoria della strage degli ebrei del Lago Maggiore

    Il Comune di Verbania per il Giorno della Memoria a Pallanza - Villa Giulia Memoria della strage degli ebrei del Lago Maggiore Incontro con: Mauro Begozzi direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola Becky Behar sopravvissuta alla strage degli ebrei di Meina

  • 27/1/2008, ore 21:00 - Oleggio (Novara)

    Ricordi fuoriusciti

    Ricordi Fuoriusciti. Parole e musica per esuli di ogni tempo Organizza il Comune di Oleggio per il Giorno della Memoria realizzato da ACTI Teatri Indipendenti Il Circolo dei Lettori Su iniziativa di Centro Studi Piero Gobetti Fondazione Istituto Piemontese Antonio Gramsci Fondazione Rosselli Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini In collaborazione con Fondazione Teatro Stabile Torino Sistema Teatro Torino testo di Beppe Rosso e Marco Gobetti con Tatiana Lepore e Fabrizio Pagella musiche dal vivo YoYo Mundi ricerca storica Gabriela Cavaglià immagini video Alessandro Tannoia aiuto regia Marco Gobetti regia di Beppe Rosso Direzione di produzione Roberta Cipriani Direzione tecnica Massimo Violato e Marco Ferrero Fonico di sala Enrico Tortarolo Ingresso gratuito

  • 27/1/2008, ore 10:30 - Galliate (No)

    Resistere al male. L’opposizione civile al nazismo e al fascismo

    Convegno Organizza il Comune di Galliate, Provincia di Novara, Istituto storico "P. Fornara" Interventi: Esistenza/Resistenza. Storie e memorie di coloro che seppero dire di no, Claudio Vercelli, Istituto di studi storici Gaetano Salvemini di Torino Caratteri della resistenza civile nel Novarese, Giovanni Cerutti, Istituto storico "P. Fornara" di Novara

  • 27/1/2008, ore 11:30 - Baveno

    Una via alla ’Shoah’

    Organizza il Comune di Baveno e la sez. Anpi del Vegante Programma ore 11,30 - Oltrefiume di Baveno (nei pressi del Parco pubblico di Via Mussi) Cerimonia di intitolazione "Via Shoah" con la partecipazione del Corpo Musicale di Baveno. Deposizione corona alla tomba ebraica del Cimitero di Baveno ore 15,00 Sala Nostr@domus proiezione del filmato ’La mente, il cuore e la memoria’ realizzato dagli alunni della scuola primaria di Baveno in occasione del concorso ministeriale ’I giovani incontrano la Shoah’. Intervento di Giovanni Galli, dell’Istituto sorico deòlla Resistenza ’P. Fornara’ in ricordo dei 14 ebrei trucidati a Baveno nel settembre 1943

  • 24/1/2008, ore 10:00 - Verbania - Casa della Resistenza di Fondotoce

    La persecuzione degli ebrei in Italia e in Svizzera 1938-1945

    Per l’edizione 2008 del Giorno della Memoria due mostre e un convegno sulla persecuzione degli ebrei in Italia e in Svizzera (1938-1945) Organizza l’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce, Cdec, Archivio di Stato di Bellinzona, con il Contributo di Regione Piemonte, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Istituto storico "P. Fornara"; e il patrocinio di Provincia del VCO e Comune di Verbania Programma Moderatrice prof. Irene Magistrini Vice Presidente Associazione Casa della Resistenza ore 10.00 Saluti di Vittorio Beltrami Presidente Associazione Casa della Resistenza Interverranno dott. Domenico Cuttaia Prefetto del Verbano Cucio Ossola dott. Paolo Ravaioli Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola dott. Claudio Zanotti Sindaco di Verbania Relatore ufficiale dott.ssa Francesca Pozzoli Ricercatrice ore 11.30 Inaugurazione delle Mostre 1938-1945 La persecuzione degli ebrei in Italia La Svizzera e la persecuzione degli ebrei in Italia 1938-1945 Le mostre 1938-1945 La persecuzione degli ebrei in Italia Una Mostra a stampa della Fondazione Centro di Documenta­zione Ebraica Contemporanea CDEC. La Mostra illustra, con impostazione scientifica e completezza storica, la persecuzione degli ebrei in Italia dal 1938 al 1945. Essa ricostruisce tanto la fase della minorazione dei diritti e della per­secuzione sociale, attuate dal 1938 al 1943 sotto il governo fasci­sta del Regno d’Italia, quanto la fase degli arresti, della deportazione e dello sterminio, attuati dal settembre 1943 alla Li­berazione nelle regioni poste sotto l’occupazione tedesca e la Re­pubblica Sociale Italiana. La Svizzera e la persecuzione degli Ebrei in Italia, 1938-1945 Una mostra a stampa realizzata da Archivio di Stato - Biblioteca cantonale, Bellinzona; Centro di storia della Svizzera "Bruno Caizzi", Università degli Studi di Milano; Associazione per la storia delle culture religiose nella Svizzera Italiana, Lugano. La mostra si sofferma in particolare sugli atteggiamenti verso i perseguitati razziali assunti dalle popolazioni e dalle autorità dei cantoni alla frontiera meridionale (Ticino, Grigiori e Villese) alla fine degli anni Trenta e negli anni della seconda guerra mondiale. Al centro di questa parte vi sono quindi le questioni dell’afflusso di rifugiati, del diritto d’asilo, del rifiuto o dell’accoglienza degli stranieri. Questa parte affronta però anche i temi più generali della presenza ebraica in Svizzera, del riconoscimento del diritto di cittadinanza agli ebrei e delle varie forme di antisemitismo manifestatesi nel Paese. Orario visite: dal 24 gennaio al 24 febbraio Nelle ore di apertura della Casa della Resistenza 9.00/12.00 -15.00/18.00 dal martedì alla domenica

  • 14/12/2007, ore 17:00 - Omegna

    A Roberto Saviano il Premio della Resistenza Città di Omegna

    La Giuria del Premio Omegna, da quest’anno composta da Alba Andreini (presidente), Michele Beltrami, Giovanni Cerutti, Laura Pariani, Oreste Pivetta, Maria Grazia Rabiolo e Anna Ruchat ha assegnato l’edizione 2007 del Premio a: Roberto Saviano, Gomorra, Mondadori, Milano per il suo impegno nella lotta alla camorra. Il "Premio Scaffale" è andato a Carlo Spartaco Capogreco, Il piombo e l’argento, Donzelli, Roma; Giovanni Fasanella e Sabina Rossa, Guido Rossa, mio padre, Rizzoli, Milano; Marco Rovelli, Lager italiani. Rizzoli, Milano La cerimonia di premiazione si terrà al Teatro Sociale di Omegna venerdì 14 dicembre alle ore 17,00. Alle 11,00 lo stesso Saviano incontra gli studenti delle scuole di Omegna.

  • 7/12/2007, ore 21:00 - Borgomanero (No) Casa della Cultura "Achille Mrarazza"

    Protagonist: Primo Levi

    Gianni Galli ricorda ’L’eredità di Primo Levi’ tra storia e letteratura. Anna Boccia leggerà alcuni brani tratti dai libri di Levi e ’I Cunabo’ accompagnano con strumenti e vocalità etnica ebraica antica Organizza l’Anpi di Borgomanero e la Provincia di Novara alla Casa della Cultura "Achille Marazza ", V.le Marazza, 5 a Borgomanero. Nel giro di trent’anni, dal 1914 al 1945, l’Europa, che per tre secoli era stata il centro del mondo, si autodistrugge. Davanti alle rovine e alla distruzioni della guerra, campo designato di battaglia dello scontro tra le nuove potenze, alcuni uomini provano a immaginare quale può essere il suo futuro. Altri cercano di capire come è stato possibile cancellare due secoli di diritti, portando il razzismo sino alla barbarie dei campi di sterminio, segno inequivocabile del declino di una civiltà. Nei due incontri, vengono ripercorse quelle vicende attraverso le figure di due protagonisti: Ernesto Rossi e Primo Levi.

  • 27/11/2007, ore 15:00 - Novara e Verbania

    Corso di formazione per docenti e studenti - Concorso regionale di storia contemporanea

    In allegato il programma del corso di formazione per docenti e studenti delle scuole di II grado che partecipano al Concorso regionale di storia contemporanea per l’anno scolastico 2007-2008- Il Corso si svolge tra novembre e dicembre.

  • 23/11/2007, ore 21:00 - Borgomanero (No) : casa della Cultura "Achille Mrazza"

    Protagonisti: Ernesto Rossi

    Antonella Braga presenta il suo libro ’Un federalista giacobino. Ernesto Rosi pioniere degli Stati uniti d’Europa’ Organizza l’Anpi di Borgomanero e la Provincia di Novara alla Casa della Cultura "Achille Marazza ", V.le Marazza, 5 a Borgomanero. Nel giro di trent’anni, dal 1914 al 1945, l’Europa, che per tre secoli era stata il centro del mondo, si autodistrugge. Davanti alle rovine e alla distruzioni della guerra, campo designato di battaglia dello scontro tra le nuove potenze, alcuni uomini provano a immaginare quale può essere il suo futuro. Altri cercano di capire come è stato possibile cancellare due secoli di diritti, portando il razzismo sino alla barbarie dei campi di sterminio, segno inequivocabile del declino di una civiltà. Nei due incontri, vengono ripercorse quelle vicende attraverso le figure di due protagonisti: Ernesto Rossi e Primo Levi.

  • 26/10/2007, ore 00:00 - Verbania

    Ernesto Rossi. Una vita per la libertà (1897-1967). Bio-bibliografia

    In occasione del Convegno di Verbania (24-28 ottobre 2007) dedicato a Ernesto Rossi nel quarantesimo della morte, l’Istituto ha pubblicato nella collana "I nostri maggiori", un volume bio-bibliografico. Il libro dedicato alla memoria di Carlo Pucci (1925-2003) nipote di Ernesto e tenace custode della sua eredità spirirtuale, pp.254, è stato realizzato con il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione CRT ed è curato da Mimmo Franzinelli e Antonella Braga Questo il sommario: Un nostro maggiore, di Mauro Begozzi e Francesco Omodeo Zorini Ernesto Rossi (1897-1967). Nota biografica, di Antonella Braga e Mimmo Franzinelli Un matrimonio in carcere. Pallanza, 24 ottobre 1931, di Antonella Braga Bibliografia, di Mimmo Franzinelli Il fondo Rossi negli Archvi storici dell’Unione europea, di Andrea Becherucci e Gherardo Bonini

  • 24/10/2007, ore 00:00 - Verbania

    ERNESTO ROSSI (1897-1967). UNA VITA PER LA LIBERTA’

    CONVEGNO DI STUDI NEL 40° DELLA MORTE. Verbania, 24,26,27,28 Ottobre 2007 Economista, storico, polemista, giornalista d’inchiesta tra i più efficaci, Ernesto Rossi(1897-1967) fu tra i fondatori del movimento di "Giustizia e Libertà". Arrestato con Riccardo Bauer, pagò la sua opposizione al fascismo con nove anni di galera (tra i quali uno scontato nel carcere di Pallanza) e quattro di confino sull’isola di Ventotene, dove elaborò con Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni il Manifesto per un’Europa libera ed unita (1941). Per lui Gaetano Salvemini, conosciuto nel 1919, finì per sostituire la figura paterna; e l’affetto era ricambiato: «Se avessi mai potuto fabbricarmi un figlio su misura, me lo sarei fabbricato pari pari come te», gli scriveva Salvemini. Rossi fu anche legato da rapporti di stima e amicizia a Carlo e Nello Rosselli, con i quali aveva già condiviso l’esperienza della pubblicazione clandestina del «Non mollare», a Firenze, nel 1925. Con Altiero Spinelli fu tra i fondatori del Movimento federalista europeo (1943) e ne promosse le battaglie in favore della federazione europea durante gli anni dell’esilio svizzero (1943-1945) e nel dopoguerra, sino all’abbandono dell’attività federalista nel 1954, dopo la delusione per la sconfitta del progetto di costituente europea legato alla CED (Comunità europea di difesa). Sottosegretario alla Ricostruzione nel governo Parri, per più di un decennio, dal 1945 al 1958, Rossi fu presidente di un ente pubblico di primaria importanza nell’economia dell’immediato dopoguerra, l’Azienda per il Rilievo e l’Alienazione dei Residuati bellici (ARAR), incarico che egli ebbe da Ferruccio Parri e nel quale fu confermato da Alcide De Gasperi. L’ARAR fu un caso più unico che raro di ente pubblico che produceva consistenti utili per le finanze dello Stato e che si autoliquidò quando concluse il proprio mandato. Nel dopoguerra Rossi divenne paladino di un’Italia laica, liberale, più civile, combattendo numerose battaglie contro la commistione tra economia e politica, il potere monopolistico della grande industria e dell’altra finanza, la corruzione amministrativa, il conservatorismo delle corporazioni sindacali e le ingerenze clericali nello Stato. Nel dicembre del 1955, Rossi fu tra i fondatori del Partito Radicale. Contemporaneamente si dedicò alla ricerca e al giornalismo d’inchiesta sul «Mondo». Dal 1963 svolse la sua attività di pubblicista su "L’Astrolabio" di Ferruccio Parri. Morì a Roma il 9 febbraio del 1967. Programma MERCOLEDÌ 24 OTTOBRE 2007 Prefettura del Verbano Cusio Ossola, Verbania, Villa Taranto di Verbania, Via Buonarroti 100, Verbania – Pallanza Ore 17 Saluti Domenico Cuttaia - Prefetto del Verbano Cusio Ossola; Roberto Placido, Vice-Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte; Paolo Ravaioli, Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola; Claudio Zanotti, Sindaco del Comune di Verbania Introduce Grazia Masetti, Fondazione "E. Rossi - G. Salvemini" – Firenze, Un matrimonio in carcere: Ada ed Ernesto Rossi, Pallanza, 24 ottobre 1931. Nell’occasione sarà presentata la bio-bibliografia di Ernesto Rossi, curata da Mimmo Franzinelli e pubblicata nella collana "I nostri Maggiori" dell’Istituto storico della Resistenza nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara" VENERDÌ 26 OTTOBRE 2007 Casa della Resistenza, Verbania-Fondotoce, Via Turati 9, Verbania - Fondotoce Ore 15.00 La memoria e le fonti Saluti Alessandro Figà Talamanca, Fondazione "E. Rossi – G. Salvemini"; Giampiero Bonfantini, Comitato Ernesto Rossi – Partito Radicale Transnazionale; Liliana Besta Battaglia, Vice-Presidente Regionale Movimento Federalista Europeo; Davide Lo Duca, Associazione "Libera", sezione "Giorgio Ambrosoli" Presiede Vittorio Beltrami, Associazione Casa della Resistenza Introduce Mauro Begozzi, Istituto storico della Resistenza "P. Fornara" Livio Ghersi, Profilo biografico di E. Rossi Andrea Becherucci, Il fondo Rossi presso gli Archivi storici dell’Unione Europea Gino Sossi, La memoria di Ernesto e Ada Rossi all’Istituto "Vittorio Emanuele II" di Bergamo Inaugurazione della mostra "Utopia e riforme. L’attualità dell’insegnamento di Ernesto Rossi". Introduce Valerio Giannellini, Fondazione "E. Rossi – G. Salvemini", Firenze. VENERDÌ 26 OTTOBRE 2007 Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria, Piazza Giovanni XXIII n. 8, Verbania – Pallanza Ore 21.00 Una spia del regime Proiezione del film Una spia del regime, basato sull’omonimo libro di Ernesto Rossi e trasmesso dalla seconda rete RAI nelle serate del 4-5 novembre 1976, con soggetto di Giovanni Bormioli, Giandomenico Giagni e Vieri Razzini, regia di Alberto Negrin. Copia del film è stata gentilmente offerta dagli archivi delle Teche RAI. Introducono: Mimmo Franzinelli, curatore della nuova edizione di Una spia del regime (2000) e Valter Vecellio, giornalista RAI e direttore "Notizie Radicali". SABATO 27 OTTOBRE 2007 mattino Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria, Piazza Giovanni XXIII n. 8, Verbania - Pallanza Ore 9.15 L’opposizione antifascista e la battaglia per gli Stati Uniti d’Europa Saluti Michele Rizzo, Direttore Scuola di Formazione e Aggiornamento Polizia e amministrazione Penitenziaria, Gabriele Magrin, Progetto regionale Quando la libertà è altrove Introduce e presiede Luigi V. Majocchi, Università di Pavia Arturo Colombo, La collaborazione con Carlo Rosselli e Riccardo Bauer Mimmo Franzinelli, Rossi e il Partito d’Azione Tito Boeri, L’ansia di giustizia: l’attualità di Abolire la miseria. Paolo Sammuri, Rossi censurato: la polizia e l’epistolario dal carcere Rodolfo Vittori, L’umanesimo libertario di Ernesto Rossi e Camillo Berneri. Umberto Morelli, L’insegnamento federalista di Luigi Einaudi Antonella Braga, L’azione federalista con Altiero Spinelli SABATO 27 OTTOBRE 2007 pomeriggio Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria, Piazza Giovanni XXIII n. 8, Verbania – Pallanza Ore 14,30 L’impegno per un’Italia più civile Introduce e presiede Lorenzo Strik Lievers, Università di Milano Bicocca Marino Biondi, Parole e fatti: la scrittura come strumento di battaglia politica. Sergio Bucchi, Rossi editore delle opere di Gaetano Salvemini Luciano Segreto, L’esperienza di manager pubblico: Rossi all’ARAR Mario Signorino, La collaborazione di Rossi a "L’Astrolabio" di Ferruccio Parri Andrea Ricciardi, L’epistolario tra Ernesto Rossi e Leo Valiani Simonetta Michelotti, La battaglia contro il clericalismo per la democrazia Testimonianze di Andrea Chiti Batelli, Ernesto Rossi e il Movimento federalista europeo DOMENICA 28 OTTOBRE 2007 Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria Piazza Giovanni XXIII n. 8, Verbania - Pallanza ore 10.30 L’insegnamento di Ernesto Rossi: Europa unita, etica pubblica, laicità e lotta alla miseria. Una lezione per l’oggi. Tavola rotonda-dibattito Coordina Enzo Marzo, Fondazione "Critica liberale" Introduce Gaetano Pecora, Ernesto Rossi, "pazzo melanconico" Sono stati invitati Mercedes Bresso, Presidente Regione Piemonte, Anna Cardano, Parlamentare Sinistra Europea, XIV Commissione Politiche dell’Unione Europea, Emanuele Macaluso, direzione de "Le nuove ragioni del socialismo", Angiolo Bandinelli, Partito Radicale Transnazionale, Sandro Rogari, Università di Firenze, Tullio Monti, Consulta torinese per la laicità delle istituzioni, Giulio Ercolessi, direzione de "Gli Stati Uniti d’Europa" Consiglio Regionale del Piemonte - Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e della Costituzione repubblicana . Prefettura del Verbano Cusio Ossola – Comitato valorizzazione cultura della Repubblica nel contesto dell’Unita’ Europea. Un’iniziativa del ciclo "Quando la libertà è altrove" Convegno promosso da: Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara", Associazione Casa della Resistenza Verbania-Fondotoce, Fondazione "E. Rossi - G. Salvemini", Fondazione "Critica Liberale". In collaborazione con: Ministero della Giustizia - Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria Scuola di Formazione ed Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria, Partito Radicale Transnazionale – Verbania, Comitato "Ernesto Rossi", Associazione "Libera" – Sezione "Giorgio Ambrosoli"; Movimento federalista europeo, Consulta torinese per la laicità delle Istituzioni. Col patrocino di: Regione Piemonte, Provincia del Verbano Cusio Ossola, Comune di Verbania Sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica Info c/o Istituto storico resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio ossola "P. Fornara" tel. 0321 392743; fax. 0321 399021 e-mail: didattica@isrn.it; www.isrn.it

  • 18/10/2007, ore 21,15 - Novara - Cinema Arlado

    Ricordando Primo Levi

    RICORDANDO PRIMO LEVI GIOVEDÌ 18 OTTOBRE 2007 alle ore 21,15 al Cinema Araldo con la proiezione del film "La strada di Levi" di Davide Ferrario (Italia, 2005) Serata dedicata all’autore di "Se questo è un uomo" e "La tregua" nel ventennale della morte. "La strada di Levi" di Ferrario ripercorre l’odissea di Primo Levi dal campo di concentramento di Auschwitz alla sua Torino, aggiornandone i luoghi in un confronto moderno con la Shoah. Un cinema per non dimenticare. Una serata proposta dal Cineforum Nord - Cineclub Lumiere con l’Istituto Storico Fornara e il Centro Novarese di Studi Letterari.

  • 12/10/2007, ore 17,30 - Novara - Cinema VIP

    RITORNO

    Per Novaracinefestival, fuori concorso, presentazione del "corto" di Ezio Riboni dedicato ad Adriano Bianchi e al ritorno sui luoghi della lotta partigiana: Bagni di Craveggia, Falmenta, Olzeno, Val Cannobina Saranno presenti il regista e Adriano Bianchi.

  • 10/10/2007, ore 00:00 - Verbania

    Nuovo portale della Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania

    E’ on line da qualche giorno il nuovo sito della Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania: www.casadellaresistenza.it

  • 22/9/2007, ore 10:00 - Novara Salone d’onore della Prefettura, P.zza Matteotti 1

    Presentazione del libro "Giuliano Allegra (1956-2006)"

    Provincia di Novara, Prefettura di Novara e Istituto storico "P. Fornara" ricordano il Sindaco di Novara e il Presidente della Provincia avv. prof. Giuliano Allegra (1898-1956) a cinquant’anni dalla morte presentando il volume a lui dedicato. Interverranno Sergio Vedovato, Presidente della Provincia di Novara Fabio Costantini, Prefetto di Novara Mauro Begozzi, Direttore dell’Istituto storico "P. Fornara" Ezio Leonardi, Consigliere dell’Istituto storico "P. Fornara" Presenzierà il Presidente merito della Repubblica, Sen. Oscar Luigi Scalfaro

  • 8/9/2007, ore 10:00 - Verbania Fondotoce

    Cefalonia dopo Cefalonia

    La resistenza della Divisione Acqui nelle isole greche nel settembre 1943. Promossa dalla Regione Piemonte e dal Consiglio regionale, organizzata dalla Casa della Resistenza di Fondotoce in collaborazione con Istituto storico "P. Fornara", Anei, Aned, Anpi, Prefettura di Verbania, Provincia del VCO e Comune di Verbania, l’iniziativa si svolgerà secondo il seguente programma: Ore 10,00 Deposizione Corona al Monumento dei Caduti nei Campi di Concentramento Ore 10.30 Moderatrice Irene Magistrini Vice Presidente dell’Ass. Casa della Resistenza Saluti Presidente dell’Ass. Casa della Resistenza Vittorio Beltrami Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Davide Gariglio Prefetto del Verbano Cusio Ossola Domenico Cuttaia Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola Paolo Ravaioli Sindaco della Città di Verbania Claudio Zanotti Ore 11,00 Interverranno Marcella De Negri figlia del cap. Francesco De Negri, fucilato a Cefalonia il 24 settembre 1943, alla Casetta Rossa Franca Volpe figlia del ten. Giuseppe Volpe, sopravvissuto a Corfù e Internato militare in Germania Ore 12,00 Concludono i lavori Raffaele De Angelis Presidente Sez. Verbanese e Consigliere Naz. A.N.E.I. Guido Bersellini Vice Presidente Ass. Casa della Resistenza In occasione dell’incontro sarà inaugurata una mostra documentaria sulla tragedia di Cefalonia che resterà aperta, in orari d’apertura della Casa della Resistenza, sino al 17 settembre.

  • 8/9/2007, ore 17:00 - Oleggio (No)

    Inaugurazione nuova sede Anpi Ovest Ticino

    Nei valori della Resistenza le radici e il futuro della democrazia INAUGURAZIONE Sede A.N.P.I. - Sezione Ovest Ticino Sabato 8 settembre 2007 – ore 17 a Villa Trolliet  Viale Paganini, 23 – Oleggio PROGRAMMA Saluto dell’Amministrazione Comunale Sergio Camino  Presidente ANPI sezione Ovest Ticino Piero Beldì  Direttivo Casa della Resistenza di Fondotoce On. Anna Cardano  Presidente ANPI provinciale Novara Per l’occasione verrà esposta la mostra fotografica "Vent’anni di fascismo"; mentre Franco Trincale, il cantastorie che da oltre 40 anni ha messo la sua chitarra e la sua voce al servizio della lotta per la libertà e la giustizia sociale, eseguirà canti della Resistenza e ballate antifasciste. Seguirà un rinfresco

  • 25/8/2007, ore 00:00 - Boleto(Madonna del Sasso)-Castagneia (Breia)

    Il Sentiero Nello

    Nel 63° anniversario della morte di Nello Olivieri, 4° edizione della camminata aperta a tutti Organizzano: Comunità montana Cusio-Mottarone, Comunità montana Valsesia, Comuni di Madonna del Sasso, Breia, Cellio, Villafranca Lunigiana (Ms), Istituto storico "P.Fornara, Istituto storico "C. Moscatelli", Casa della Resistenza, Anpi Basso Cusio, Borgosesia, La Spezia, Omegna e Zona Cusio. Programma: ore 8,00 - Ritrovo in Piazza Nello a Boleto e partenza per Alpe Cambocciolo-Monte Briasco accompagnati dai volontari della locale squadra AIB oppure ore 9,00 Ritrovo a Castagneia e partenza per il Monte Briasco lungo il Sentiero della Libertà ore 11,30 Arrivo al Monte Briasco ore 12,00 Pranzo al sacco o su prenotazione ore 14,00 Prosecusione per Castagneia. Trasferiemnto in pullman da Breia a Valpiana ore 16,30 Arrivo a Merlera, presso la Lapide del Capitano Nello commemorazione tenuta da Wanda Canna, staffetta partigiana ore 17,30 - Rientro a Boleto o a Breia con possibilità di utilizzare da Valpiana il pullman gratuito. In caso di maltempo si terrà comunque la commorazione alla lapide di Merlera All’organizzazione collabora il Soccorso Alpino stazione di Omegna Per informazioni rivolgersi alla Comunità Montana Cusio Mottarone, Via De Angeli 35/a Omegna tel. 0323/61687

  • 16/8/2007, ore 00:00 - Omegna

    Sentiero Beltrami

    Sentiero Beltrami 2007 Camminata aperta a tutti Dove: Omegna Cireggio-Alpe Camasca- Valstrona-Campello Monti-Megolo Quando: 16-17 agosto Organizzano: Comunità Montana Cusio Mottarone – Comunità Montana dello Strona e Basso Toce – Comuni di: Omegna, Quarna Sotto, Quarna Sopra, Valstrona, Pieve Vergonte Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce ANPI di Omegna e Zona Cusio - Consorzio Alpe Camasca – VCO Trasporti srl – Collaborano: Consorzio Guide Alpine ed Accompagnatori Wilderness, Associazione Escursionismo e Trekking di Fornero Valstrona Trek 2000 ed il Soccorso Alpino Stazione di Omegna Nel 63° Anniversario della Battaglia di Megolo 16 – 17 agosto 2007 PROGRAMMA GIOVEDI’ 16 AGOSTO Ore 8.00 Ritrovo a CIREGGIO di OMEGNA, presso il Monumento Capitano F. Beltrami Ore 8.30 Partenza per Quarna Sopra, seguendo la mulattiera del Fontegno Ore 10.30 Passaggio da Quarna Sopra Ore 12.30 Arrivo previsto all’Alpe Camasca ed incontro con il gruppo proveniente dalla Valstrona Pranzo Ore 14.30 Presentazione iniziativa e commemorazione tenuta dalla dr.ssa Maria Grazia Medali, Sindaco del Comune di Pieve Vergonte e Presidente A.N.P.I. ProvinciA VCO Ore 15.30 Prosecuzione della camminata sino a Valstrona o rientro a Quarna Sotto Ore 18.00 Arrivo in Comune di Valstrona e aperitivo di benvenuto offerto dal Comune Ore 18.30 Possibilità di utilizzare l’autopullman gratuito per il rientro da Valstrona a Cireggio Oppure serata libera e pernottamento in Valstrona VENERDI’ 17 AGOSTO Ore 7.20 Ritrovo a Omegna in Piazza Beltrami e partenza con l’autopullman gratuito (prenotazione obbligatoria) per CAMPELLO MONTI Passaggio a Valstrona alle ore 7.30 di fronte al Municipio e a Forno alle 7.45 Sosta al LAGO DI RAVINELLA Ore 13.00 Pranzo all’ALPE ORCOCCO offerto dal Comune di Pieve Vergonte Ripresa della camminata Ore 17.30 circa: arrivo a MEGOLO, conclusione dell’iniziativa e aperitivo presso il Circolo, offerto dal Comune di Pieve Vergonte Ore 18.30 Rientro gratuito ad Omegna con autopullman IN CASO DI MALTEMPO: nei due giorni previsti venerdì 17 agosto, avrà luogo la manifestazione di Megolo, prevista per le ore 17.30. Le camminate avranno luogo sabato 1 e domenica 2 settembre 2007. Per informazioni telefonare all’Ufficio Agricoltura, Foreste ed Ambiente della Comunità Montana Cusio Mottarone - 0323 61687

  • 13/8/2007, ore 00:00 - Novara

    Chiusura Istituto e oraraio estivo a Novara

    L’Istituto resterà chiuso nella settimana tra il 13 e il 17 agosto. Prosegue inoltre sino a fine agosto l’orario d’apertura ridotto (solo al mattino)per il pubblico.

  • 23/7/2007, ore 00:00 - Crodo

    I sentieri della ricerca. Rivista di storia contemporanea n. 5/giugno2007

    E’ uscito il n. 5/giugno 2007 della rivista curata da Angelo Del Boca. Di seguito il sommario del numero. Invitiamo tutti i lettori a sottoscrivere l’abbonamento rimasto invariato a euro 20,00. Questo numero di 280 pagine costa euro 12,00 Sommario gli anni della Resistenza p. 7 – Corrispondenze d’emergenza nella seconda guerra mondiale. I corrieri ossolani: un caso di contrabbando postale di Riccardo Ajolfi p. 45 – Il capitano, il prete, l’ebreo e il tedesco. Una vicenda di solidarietà al di là di schematismi ideologici e religiosi di Michele Beltrami e Vittoria Schunnach p. 61 – La Decima Mas di Junio Valerio Borghese, i comadi tedeschi e le formazioni partigiane di Massimiliano Capra Casadio p. 93 - Eros e Tanathos, morte per protesta contro la patria e morte impolitica. Declinazioni del problema della morte nella memorialistica della Repubblica sociale di Francesco Germinario storia nazionale p. 111 – "La Resistenza è morta, viva il buon vecchio Mussolini" Lo stravolgimento della storia nell’Italia di Berlusconi di Aram Mattioli p. 131 - La cronaca nera sul "Giornale dell’Emilia" nei mesi successivi alla fine della guerra di Matteo Banzola Africa e dintorni p. 159 - La Libia dei lager e l’Etiopia aggredita dal fascismo rivisitate in due convegni di Angelo Del Boca p. 179 – L’espulsione degli italiani dalla Libia nel 1970 di Arturo Varvelli p. 229 – "Il Lavoro" un giornale di fronda in tempo di regime di Stefania Vicari rassegna bibliografica p. 257 - Schede di Massimo Romandini, Angelo Del Boca, Cesare Panizza, Matteo Vecchia, Francesco Omodeo Zorini p. 279 - Notizie sugli autori di questo numero

  • 20/7/2007, ore 17:30 - Borgomanero

    Ricordo di Achille Marazza nel 40° della morte

    Promosso dalla Fondazione "Achille Marazza". Biblioteca Pubblica e Casa della Cultura, Viale Marazza 5, a Borgomanero l’inizitaiva si terrà con il seguente programma: ore 17,30 - S. Messa nella cappella della Villa ore 18,00 - Conferenza del dott. Giovanni Cerutti nel salone d’onore Achille Marazza (Borgomanero 1894 - Suna di Verbania 1967), fondatore della biblioteca pubblica della città di Borgomanero, membro del CLN Alta Italia, uomo politico, sottosegretario e ministro della Repubblica nei primi decenni del dopoguerra e, non ultimo, bibliofilo e mecenate profondamente affezionato al borgo natale. Intensa fu la sua attività politica parlamentare, sociale e culturale

  • 17/6/2007, ore 10:00 - Verbania e Baveno

    Per i Martiri di Fondotoce e Baveno

    63° ANNVERSARIO ECCIDIO DEI 42 MARTIRI DI FONDOTOCE E DEI 17 MARTIRI DI BAVENO Città di Verbania - Comune di Baveno Provincia del Verbano Cusio Ossola Associazione Casa della Resistenza 63°Anniversario dell’Eccidio dei 42 Martiri di Fondotoce e dei 17 Martiri di Baveno Giovedì 14 giugno ore 18.00 Cappella della Pace, Madonna di Santino S. Messa in ricordo di tutti i Caduti Partigiani nelle valli ore 21.00 Casa della Resistenza, Fondotoce: Spettacolo teatrale "Annuskam", regia Ferdinando Vaselli con Rosa Sironi e Teresa Vergalli Sabato 16 e domenica 17 giugno - Stadio comunale, Intra 24a ed. della Manifestazione podistica 24x1ora - Trofeo "42 Martiri" Sabato 16 giugno a Verbania Ore 21,30 Casa della Resistenza – Proiezione del Cortometraggio "I Padroni della Notte" realizzato dai Ragazzi dei Reparti del Gruppo Scaut Verbania 1 . Proiezione DVD "Corti della Memoria". 7 cortometraggi in nome della libertà. ore 21.45 Stadio comunale, Intra Partenza della fiaccolata commemorativa diretta al Sacrario di Fondotoce ore 22,30 arrivo della fiaccolata a Fondotoce a Baveno ore 10.30 Santa Messa al Sacrario dei 17 Martiri ore 20.30 Deposizione corona al Cippo dei 17 Martiri: partenza della fiaccolata dal Cippo per Fondotoce Domenica 17 Giugno ore 9,30 S.Messa nella Chiesa Parrocchiale "Beata Vergine Addolorata" di Fondotoce ore 10.30 da Piazza Adua : partenza del Corteo con l’accompagnamento dell’Ente Musicale Verbania. ore 11.00 Arrivo al Sacrario, Parco della Memoria e della Pace Saluto del Presidente della Provincia del V.C.O. e del Sindaco di Verbania Orazione ufficiale tenuta da Francesco Berti Arnoaldi, Presidente Nazionale FIAP. Al temine: presentazione ufficiale della Bandiera dell’ANPI Provinciale del VCO Sottoscrizione Patto di Gemellaggio fra ANPI Provinciale del VCO e Associazione Antifascista di Rjieka (Croazia) Venerdì 22 giugno A Rjieka (Croazia) ratifica Patto Gemellaggio tra Associazione Antifascista di Rjieka (Croazia) e l’AMPI Provinciale VCO da sabato 9 giugno a domenica 17 giugno "IL SENTIERO CHIOVINI" IX edizione della camminata popolare transfrontaliera a tappe lungo i sentieri dei partigiani in Valgrande nel giugno ’44. Arrivo al Sacrario di Fondotoce alle ore 11,00 di domenica 17 giugno Sabato 23 giugno Ore 21.00 Al Parco della Memoria e della Pace di Fondotoce: Concerto del Gruppo "BeFolk"

  • 3/6/2007, ore 17:00 - Aona. Cinema Teatro San Carlo, Via Don Minzoni, 17

    Nisreen e Ruth. Voci di donne da Gerusalemme. Oltre il muro che divide due popoli

    Organizza il Comune di Arona in collaborazione con Rete "Donne in Nero"; Consulta Femminile; Parrocchia di Arona, Coordinamento provinciale Enti e Associaizoni per la Pace. Introduce l’on Anna Cardano, Commissione Unione Europea della Camera dei Deputati Nisreen Abu Zayyad, palestiense di Gerusalmeme, trendaduenne, laureata in filosofia e storia europea ed ebraica è spcializzatta in scienza della comuncazione. Fa parte del Jerusalem Center for Women e ha collaborato a numerosi progetti e ricerche sulla situazione politica e sociale palestinese e israeliana. Ruth El Raz, nata a Londra, si è trasferita in Israele nel 1954. laureata in sociologia e scultrice, è una delle fondatrici delle Donne in Nero. Tuttora fa parte del Counseling Center for Women, un centro di terapia femminista da lei co-fondato, milita anche in Bat Shalom, Machsom Watch e Israel Commitee Against House Demolitions.

  • 2/6/2007, ore 09:00 - Lumellogno (Novara)

    Lumellogno Medaglia d’Oro al Valor Civile

    Il Comitato per i festeggiamenti del 2 giugno invita la cittadinanza alla manifestazione, che si terrà in Piazza Martiri a Lumellogno ore 9,00, per il conferimento della Medaglia d’Oro al valore Civile conferita al Gonfalone della Città di Novara dal Presidente della Repubblica per l’eroica resistenza dimostrata dai cittadini di Lumellogno il 15-16 Luglio 1922. Di seguito la motivazione ufficiale che recita: "La popolazione di Lumellogno, "Frazione Rossa" del Comune di Novara, animata da profondi ideali di libertà e democrazia, si rese protagonista di un eroico episodio di resistenza ad un raid punitivo di fascisti, sopportando la perdita di alcuni suoi figli migliori. Nobile esempio di sacrificio e di elevate virtù civiche" . 15/16 Luglio 1922 - Fraz. Lumellogno (No)

  • 18/5/2007, ore 14:30 - Novara- Camera del Lavoro

    Bellissime. Il Novecento con gli occhi di Lei

    La CGIL Camera del Lavoro di Novara e l’Istituto Storico della resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel VCO "P. Fornara" Presentano Bellissime. Il Novecento con gli occhi di Lei. Un secolo di lotte e di conquiste delle donne italiane Venerdì 18 maggio 2007 ore 14,30 presso la Camera del Lavoro, via Mameli,Novara Programma: ore 14,30 Introducono Renzo Stievano, Segretario camera del lavoro Anna Cardano, Deputata Rifondazione Comunista-Sinistra Europea Elisabetta Rampi, Deputata Ulivo Proiezione DVD: Bellissime (prima parte) di Giovanna Gagliardo, Ore 16,00 Merenda Ore 16,30 Proiezione DVD Bellissime (seconda parte) di Giovanna Gagliardo Durante il pomeriggio sarà possibile firmare l’adesione alla proposta di Legge Regionale di iniziativa popolare per l’istituzione di centri antiviolenza con case segrete. Al Comitato Promotore, denominato " firmaconnoi" hanno aderito ,tra altri soggetti, Cgil –Cisl- Uil regionali.

  • 16/5/2007, ore 10:00 - Novara - Liceo scientifico "Antonelli"

    L’Europa di domani. L’Ue a cinquant’anni dai Trattati di Roma

    Programma Saluto e introduzione al convegno Giuliano Ladolfi, Dirigente scolastico del Liceo Antonelli Europa in costruzione: dai Trattati di Roma alle sfide del presente. Luigi Vittorio Majocchi, Università di Pavia Un padre fondatore dell’Europa unita: Altiero Spinelli e il progetto federalista. Daniela Preda, Università di Genova Le attività degli studenti e le pagine del sito del Liceo Antonelli relative all’Europa. Studenti del gruppo Europaclub, Liceo Antonelli L’ideale europeo e le organizzazioni federaliste: il caso di Novara. Liliana Besta Battaglia, Movimento Federalista Europeo, sez. Novara Unità europea e federalismo dal dibattito politico nella Resistenza al processo di unificazione nel secondo dopoguerra. Presentazione del CD-Rom realizzato nell’ambito del programma europeo Interreg III – La Memoria delle Alpi, coordinato dalla Regione Piemonte. Antonella Braga, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara" Dibattito. Alla conclusione del convegno sarà distribuita ai docenti presenti copia del CD-Rom «L’Europa di domani». Unità europea e federalismo dal dibattito politico nella Resistenza al processo di unificazione nel secondo dopoguerra, realizzato nell’ambito del programma europeo Interreg III – La Memoria delle Alpi, coordinato dalla Regione Piemonte. Cinquantesimo anniversario dei Trattati di Roma (1957) Centesimo anniversario della nascita di Altiero Spinelli (1907-1986) Quarantesimo anniversario della morte di Ernesto Rossi (1897-1967

  • 9/5/2007, ore 10:00 - Verbania. Aula Magna Istituto Cobianchi

    L’Europa di domani. Il progetto europeo dalla Resistenza alle sfide del presente

    Cinquantesimo anniversario dei Trattati di Roma (1957) Centesimo anniversario della nascita di Altiero Spinelli (1907-1986) Quarantesimo anniversario della morte di Ernesto Rossi (1897-1967) Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara" di Novara Prefettura di Verbania - Comitato per la valorizzazione della cultura della Repubblica nel contesto dell’unità europea Associazione Casa della Resistenza invitano al convegno L’Europa di domani Il progetto europeo dalla Resistenza alle sfide del presente Verbania, Aula Magna Istituto Cobianchi 9 maggio 2007 - ore 10.00/13.00 Alla conclusione del convegno sarà distribuita a tutte le scuole presenti una copia del CD-Rom : "L’Europa di domani" Unità europea e federalismo dal dibattito politico nella Resistenza al processo di unificazione nel secondo dopoguerra. Introduzione al convegno IRENEMAGISTRINI Vice Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza di Fondotoce La Dichiarazione dei rappresentanti delle popolazioni alpine. Gli ideali federalisti ed europeisti della Carta di Chivasso (1943) MARCO TRAVAGLINI Consigliere Regione Piemonte Unità Europea e federalismo dal dibattito politico nella Resistenza al processo di unificazione nel secondo dopoguerra. Presentazione del CD.Rom realizzato nell’ambito del programma europeo Interreg III La Memoria delle Alpi ANTONELLA BRAGA Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara" Europa in costruzione: dai Trattati di Roma alle sfide del presente LILIANA BESTA BATTAGLIA Aede (Associazione Europea Insegnanti) di Novara

  • 4/5/2007, ore 17:45 - Novara

    Genesi del pensiero federalista. Pagine in onore di Ernesto Rossi

    L’Associazione Nuova Europa, il Movimento Federalista Europeo e l’Associazione Amici della Biblioteca di Novara organizzano il 54° Cenacolo dedicato alla Genesi del pensiero Federalista. Pagine in onore di Ernesto Rossi pioniere di una nuova Europa. Venerdì 4 maggio 2007 alle ore 17,45 presso l’Albergo Italia, Via Solaroli,8 a Novara In occasione del 50° dei Trattati di Roma presentazione del libro di Antonella Braga, Un federalista Giacobino. Ernesto Rossi pioniere degli Stati Uniti d’Europa, Il Mulino, 2007. Inteverranno Prof. Luigi Vittorio Majocchi, Università di Pavia Prof.ssa Antonella Braga, Istituto storico della resistenza e della società contemporanea nel novarese e nel VCO "P. Fornara" autrice del libro

  • 3/5/2007, ore 21:00 - Arona (No)

    1957-2007. L’Europa in costruzione

    Il Lions Club Arona-Stresa, con il patrocinio del Comune di Arona e dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "P. Fornara", organizza un pubblico incontro – dibattito nell’aula magna della Scuola Media "Giovanni XXIII" in Via Monte Rosa, 36 giovedì 3 maggio 2007 alle ore 21 1957-2007. L’ Europa in costruzione. Il progetto europeo nel 50° anniversario dei trattati di Roma Saluti delle autorità. Introduzione : Mauro Ramoni, presidente del Lions Club Arona – Stresa Relatrice : Antonella Braga. Dottorato di ricerca in "Storia del federalismo e dell’unità europea". Autrice del volume "Un federalista giacobino. Ernesto Rossi pioniere degli Stati Uniti d’Europa". Collaboratrice dell’ Istituto Storico della Resistenza "P. Fornara". Seguirà dibattito Alla conclusione del convegno sarà presentato il CD-Rom "L’Europa di domani", realizzato nell’ambito del programma europeo Interreg III – La memoria delle Alpi, coordinato dalla Regione Piemonte. Ai rappresentanti delle scuole e delle associazioni presenti ne sarà distribuita una copia in omaggio Cinquantesimo anniversario dei Trattati di Roma (1957) Centesimo anniversario della nascita di Altiero Spinelli (1907 -1986) Quarantesimo anniversario della morte di Ernesto Rossi (1897-1967)

  • 3/5/2007, ore 21:00 - Oleggio (No)

    Per ricordare Antonio Gramsci

    Il Comitato di unità antifascista e antimperialista di Oleggio e l’Istituto organizzano giovedì 3 maggio 2007 alle ore 21,00 presso il Teatro Comunale di Oleggio - Sala 2. Proiezione di documenti sulla vita e l’opera di Antonio Gramsci Interventi di: Aldo Calcidese, storico: Gramsci e l’Ordine Nuovo Mauro Begozzi, direttore dell’Istituto,: Gramsci e la lotta al fascismo

  • 25/4/2007, ore 00.00 - Lumellogno (No)

    Novara Medaglia d’Oro al Valor Civile per i moti di Lumellogno del ’22

    Il prossimo 25 aprile a Roma, nel corso della manifestazioni per la ricorrenza della Liberazione, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, consegnerà alla delegazione della Città guidata dal Sindaco l’alta onorificenza. Tutto merito di Carlo Migliavacca, ex presidente e consigliere della circoscrizione di Lumellogno,il quale, fra lo scetticismo di molti, due anni fa scrisse al Presidente Ciampi e a Scalfaro fornendo tutta la documentazione sui "fatti" del 15-16 luglio 1922 quando i fascisti diedero l’assalto alla piccolo paese. Furono respinti, ma tre antifascisti (Angelo De Giorgi, Pietro Castelli e Giovanni Merlotti) rimasero uccisi. Su quella pagina di lotta, da molti dimenticata, scrisse Cesare Bermani ed Enrico Massara, ma è stato Carlo Migliavacca a riproporla e a valorizzarla in un prezioso libro, "Paese non italiano" , Lumellogno 15-16 luglio 1922, Lumellogno, Cooperativa Casa del Popolo, 2006.

  • 22/4/2007, ore 10,00 - Galliate (No)- Castello Visconteo-Sforzesco

    Le radici della democrazia. Galliate dalla caduta del fascismo alle elezioni dell’ottobre 1946

    Presentazione del volume di Lorenzo Borrelli e Roberto Cardano (introduzione di Mauro Begozzi). Volume Primo. Tra cronaca e storia, edito dal Comune di Galliate. Interventi di: Arturo Boccara, Sindaco di Galliate e Wilma Montano, Assessore alla cultura Anna Cardano, Deputata e Presidente Anpi di Novara Paola Turchelli, Vicepresidente della Provincia di Novara Mauro Begozzi, Direttore dell’Istituto Lorenzo Borrelli e Roberto Cardano, autori Di seguuito Elena Airoli, Andrea Cantone, Valeria Mantellino (Liceo "Antonelli") ; Giulia Mentasti (Liceo "Carlo Albetto") con Giovanni Campagnoli (Ass. Vedogiovane) presenteranno la bacheca "I martiri della Resistenza di Galliate" per il progetto "I segni e la memoria"

  • 21/4/2007, ore 10,00 - Verbania Fondotoce

    Inaugurazione Biblioteca Aldo Aniasi

    Presidente della FIAP, nell`anno 2000 dona all`Associazione Casa della Resistenza 6000 volumi, parte rilevante della nuova Biblioteca a lui intitolata. Il 21 aprile prossimo un altro importante tassello nella costruzione del Centro storico multimediale della Casa della Resistenza di Fondotoce verrà realizzato. Grazie ai contributi di Regione Piemonte e Fondazione Cariplo di Milano, infatti, verrà inaugurato il nuovo spazio appositamente realizzato per accogliere la Biblioteca "A.Aniasi

  • 20/4/2007, Villadossola (Vb)

    La fabbrica di carta 2007

    LA FABBRICA DI CARTA 10° SALONE DEL LIBRO DEGLI AUTORI E EDITORI DEL VERBANO CUSIO OSSOLA "storiae" genti ed eventi di un territorio di frontiera PROGRAMMA 2007 20 aprile, venerdì ore 21,00 – teatro "La Fabbrica" apertura della decima edizione del salone del libro STORIAE Inaugurazione e presentazione a cura del Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, Paolo Ravaioli. Saluto delle Autorità. Intervento di Bruno Gambarotta e presentazione del suo libro "Il Codice Gianduiotto" Rinfresco a cura del Formont Villadossola 21 aprile, sabato Dalle ore 15,00 alle ore 18,00 – "Un foglio salva le foglie" - Laboratorio didattico per la preparazione di fogli con l’uso della carta riciclata con Giovanni Crippa Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16,00  Presentazione del libro: "Sol Omnibus Lucet" – Comune di Viganella ore 17,00  Presentazione del libro "La via delle erbe" di aa.vv. – Editris Torino con la collaborazione della Comunità Montana Antigorio Divedro Formazza ore 18,00  Presentazione del libro "Il Mostro del Lago" di Travaglini Marco Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro "I pesci nel letto" di Laura Pariani – Alet Edizioni con la collaborazione di OCA BLU 22 aprile, domenica Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16,00  Presentazione del libro: "Cronache dal Maranhao" di Giulio Martinoli ore 17,00  Conferenza di Guido Martinotti sul tema "Lo sviluppo socio economico del nostro territorio" ore 18,00  Presentazione del libro: "Monte Solitario" (1° lungo racconto 1940 inedito) e "Il Cammino delle lettere" (carteggio con gli scrittori) di Piero Chiara a a cura di S. Contini - Alberti Libraio Editore. Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro "Trattato di Worms 1743 - Le terre cedute del Verbano Alto Novarese e Valli Ossolane" di Monferrini e Pisoni: (in occasione del 50° dei patti di Roma con introduzione del Prefetto Dott. Cuttaia – Alberti Libraio Editore. 23 aprile, lunedì Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16,00  Presentazione del libro "Pause di luce" di Alberto Poggia ore 17,00  Presentazione del libro: "Staffette" di Marco Zacchera ore 18,00  Presentazione dell’attività del laboratorio territoriale per l’ educazione ambientale della Provincia - LabterVCO a cura del Servizio Ambiente, Energia e Sicurezza Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro: "Villa Caselli e il suo parco" - Centro Studi Valdossola - Comune di Masera - Grossi Editore 24 aprile, martedì Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16.00 Inaugurazione dell’opera "letture" di Alessandro Wesch ore 17.00  Presentazione del libro: "Emozioni – un viaggio nella Storia dell’arte attraverso 20 capolavori" di Alessandro Chiello – ed. Uni service ore 18,00  Presentazione del libro: "La Battaglia di Megolo" di Paolo Bologna edito dal Comune di Pieve Vergonte Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Conferenza sul cinema italiano con il Prof. Bruno Fornara sul tema "Ma chi sono gli Italiani?". 25 aprile, mercoledì Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16,00  Presentazione del libro: "Sotto la neve fuori dal mondo" (c’era una volta la scuola di montagna) di Benito Mazzi – Edizione Priuli e Verlucca ore 17,00  Presentazione del libro: "Clemente Rebora - tra laicità e religione" (nel cinquantesimo della morte) di Franco Esposito edizione Microprovincia ore 18,00  Presentazione del libro: "Dalla Foresta Bavarese" di Adalbert Stifter a cura del Prof. Ettore Brissa dell’Università di Heildeberg – Collana "di monte in monte", Tararà Edizioni. Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione della 2° edizione di "Memorie di Trarego" Collana "Studi" – Tararà Edizioni con Prof. Franco Bozzuto, Gianni Maierna e Gianmaria Ottolini ore 22,00  Proiezione del film "Trarego memoria ritrovata" con la presenza del regista Lorenzo Camocardi a cura della Casa della Resistenza di Verbania 26 aprile, giovedì "LIBRI NOSTRI", gioco a squadre con la partecipazione delle Scuole Medie Superiori della Provincia del Verbano Cusio Ossola. ore 16,00 Si gioca con i libri "Il Messia delle Piramidi" di Marco Botti. e "Un’adorabile bugiarda" di Mariangela Camocardi. Liceo CAVALIERI A Verbania - Liceo SPEZIA A Domodossola ore 17,00 Si gioca con i libri "Passavano di là" di Erminio Ferrari e "Mondi lontani" di Davide Corbo" Liceo CAVALIERI B Verbania - Liceo SPEZIA B Domodossola Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 18,00  Presentazione del libro: "Aspettando la luna nuova" (dialoghi sul sapere delle donne ad Ornavasso nella prima metà del novecento) di V. Paravati a cura di M. Zucchi ¬- Alberti Libraio Editore. Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro: "Splendido Verbano Cusio Ossola" Antologia poetica a cura di S. Magistrini e C. Rapp - Alberti Libraio Editore. 27 aprile, venerdì "LIBRI NOSTRI", gioco a squadre con la partecipazione delle Scuole Medie Superiori della Provincia del Verbano Cusio Ossola. ore 16,00 Si gioca con i libri "Passavano di là" di Erminio Ferrari e "Un’adorabile bugiarda" di Mariangela Camocardi Liceo SPEZIA A Domodossola - Liceo GOBETTI Omegna ore 17,00 Liceo SPEZIA B Domodossola - ITC EINAUDI Domodossola Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 18,00  Conferenza a cura della direttrice Dott.ssa Valeria Morra "La Storia del Verbano Cusio Ossola attraverso i libri e i documenti dell’Archivio di Stato" Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro: "Piante, agricoltura e paesaggio agrario dell’Ossola" di Eraldo Antonimi – Riserva Sacro monte Calvario – Grossi Editore. 28 aprile, sabato Dalle ore 15,00 alle ore 17,00 – Visita guidata all’Archivio di Stato di Verbania "LIBRI NOSTRI", gioco a squadre con la partecipazione delle Scuole Medie Superiori della Provincia del Verbano Cusio Ossola. ore 16,00 Si gioca con i libri "Passavano di là" di Erminio Ferrari e "Il Messia delle Piramidi" di Marco Botti Liceo CAVALIERI A Verbania - Liceo GOBETTI Omegna ore 17,00 Si gioca con i libri "Un’adorabile bugiarda" di Mariangela Camocardi e "Mondi lontani" di Davide Corbo" Liceo CAVALIERI B Verbania - ITC EINAUDI Domodossola Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 18,00  Conferenza del prof. Anselmo Zanalda "Ossola tra Piemonte e Lombardia" presenta Dr. Edgardo Ferrari – con la collaborazione con Grossi Editore Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro: VERBANIA - le mappe della memoria, percorsi nella storia della città."di Antonio Biganzoli - introduce il Prof. Roberto Negroni – Proiezione di immagini – Tararà edizioni 29 aprile, domenica Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 16,00  Conferenza del dott. Luigi Polo Friz "Garibaldi, Risorgimento, Lago Maggiore" in collaborazione con Alberti Libraio Editore ore 17,00  Festa del 50° del CAI sez. Villadossola: Un dottore , la Casa Alpina e le attività del CAI di Villadossola ore 18,00  Presentazione del libro: "Ugo Martinotti – Io sono un pittore" incontro con Silvia Martinotti, Oca Blu Edizioni e presentazione del catalogo della mostra "Ugo Martinotti – Il Monferrato paesaggio dell’anima – luoghi, volti, luci" Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00  Presentazione del libro: "Torri e Castelli in Valdossola" di Maria Cristina Cerutti e Roberta Rossi, Grossi Editore 30 aprile, lunedì Aperitivo Letterario - Spazio Autori: ore 17,00  Presentazione del progetto "Keur Daba : un progetto di agricoltura sostenibile" a cura del Comitato Provinciale per la cooperazione decentrata e la solidarietà internazionale. ore 18,00  Presentazione della rivista trimestrale "Territorio, Turismo, Cultura" a cura della Cooperativa Artistica 2000 di Piedimulera DALLE ore 21,00 ALLE ORE 05,00 "TURNI DI NOTTE IN FABBRICA" con MUSICA, TEATRO, LETTURE , CINEMA, ecc. Vedi programma allegato 1 maggio, martedì Sala Teatro: "LIBRI NOSTRI" si gioca con i libri "Il Messia delle Piramidi" di Marco Botti e "Mondi lontani" di Davide Corbo" ore 16,00 Finali 5° - 6° classificato ore 16,45 Finali 3° - 4° classificato ore 17.30 Finali 1° - 2° classificato Aperitivo Letterario – Spazio Autori: ore 18,00 - Premiazione Concorso "Premio letterario della Resistenza città di Omegna" rivolto alle scuole e presentazione del volume "Storia del Premio Omegna" edito dal Comune di Omega - a cura di Oca Blu.Edizioni Spazio Incontro con gli editori: ore 21,00: Presentazione del libro "Un altro cerino" a cura di Maria Grazia Carboni - Edizioni LA PAGINA di Villadossola ore 22,00: ARRIVEDERCI A LETTERALTURA (Festival di Letteratura di Montagna, Viaggio, Avventura) ore 23,00 - SI CHIUDONO I BATTENTI E APPUNTAMENTO ALLA PROSSIMA EDIZIONE 2008 MOSTRE ESPOSTE: - Vignette di satira "L’ALTRA STORIA D’ITALIA – QUELLO CHE I LIBRI NON VI RACCONTANO" a cura di Dino Aloi con la collaborazione di Claudio Mellana e Alessandro Prevosto – casa editrice Il Pennino - LA STORIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA ATTRAVERSO I LIBRI E I DOCUMENTI DELL’ARCHIVIO DI STATO - MOSTRA FOTOGRAFICA "COME ERAVAMO" - PERSONAGGI E MESTIERI DI MERGOZZO di GIANCARLO PARAZZOLI - IL TRATTATO DI WORMS - IL SEMPIONE NELLA STORIA - LE PRIME DE "LA STAMPA" % La fabbrica di carta anno 2007 Lunedì 30 aprile 2007 TURNI DI NOTTE "IN FABBRICA" con….. Orario Luogo Iniziativa Autore/gruppo 21.00 TEATRO Le confessioni della vecchia signora in nero Due atti di Giovanni Solaro Il Teatro Senza Sfondo- Compagnia del Lago con Silva Cristofari Raffaella Gambuzzi Olivia Curti 22.30 SALONE A Amai la libertà che giace al fondo (da il Canzoniere di U. Saba) Alessandro Quasimodo 23.30 TEATRO Musica jazz Gigi Cifarelli in trio 01.00 SALONE A Letture teatralizzate dal libro di ….. con la scuola teatro Marchetti Alberti – Grossi – Tararà – Oca blu 02.00 TEATRO Musica jazz con i Saxology quintet Marco Rampone, Andrea Cerdelli, Giuliano Crivelli, Giancarlo Ellena, Giancarlo Ciocca Vasino e Renato Pompilio 03.00 SALONE A Letture teatralizzate dal libro di……. Con la scuola teatro Marchetti Alberti – Grossi – Tararà – Oca blu 04.00 TEATRO Musica rock THEE PIATCIONS Gruppo musicale giovanile locale Dalle 21.00 Alle 05.00 SALONE B (BIBLIOTECA) TUTTODUNFIATO Lettura ad alta voce del libro "Compagni segreti. Storie di viaggi, bombe e scrittori" di Eraldo Affinati BIBLIOTECA VB con tanti lettori!!! (a staffetta) Dalle 21.00 Alle 05.00 SALA C (saletta centrale) Proiezione Films (curata dal Prof. B. Fornara): Roma città aperta di R. Rossellini Tutti a casa di L. Comencini Una vita difficile di D. Risi C’eravamo tanti amati di E. Scola La grande guerra di M. Monicelli L’armata brancaleone di M. Monicelli Dalle 21.00 Alle 05.00 SALA D (lato dx del teatro) Proiezione video "la lunga notte di Kre@.TV" Il KANTIERE di Verbania 05.00 BAR TEATRO COLAZIONE offerta a tutti i presenti PRO LOCO

  • 3/4/2007, ore 00:00 - Novara

    L’Europa di domani

    Il CD-Rom «L’Europa di domani». Unità europea e federalismo dal dibattito politico nella Resistenza al processo di unificazione nel secondo dopoguerra, è stato realizzato nell’ambito del programma europeo Interreg III – La Memoria delle Alpi, che ha coinvolto istituzioni locali e enti di ricerca di Italia, Francia e Svizzera ed è stato coordinato dalla Regione Piemonte. Nell’ambito di questo programma, si è deciso di dar vita a un progetto di ricerca dedicato al dibattito sull’unità europea e sul federalismo negli anni della seconda guerra mondiale e della Resistenza che rispondesse a due semplici domande: quand’è nata l’idea d’unità europea? E quando ha cominciato a tradursi in realtà? Il risultato è questo ipertesto bilingue (italiano e francese), di taglio divulgativo-didattico, ma ricco di approfondimenti, rivolto principalmente a docenti e studenti delle scuole superiori, ma anche a ricercatori e semplici curiosi. Per rendere l’ipertesto fruibile nel contesto scolastico, al nucleo centrale del racconto storico, relativo al periodo della seconda guerra mondiale, si sono affiancate altre due sezioni, dedicate all’evoluzione dell’idea d’unità europea nei secoli e alla storia del processo d’unificazione europea dal secondo dopoguerra sino ai nostri giorni. Alla trattazione storica si aggiungono anche alcuni utili apparati per la ricerca e l’approfondimento: una cronologia; un dizionario biografico; alcuni glossari; un dizionario dei periodici europeisti del periodo di guerra; una scelta di citazioni; l’elenco della bibliografia e delle fonti. Il titolo scelto fa riferimento a un volume, L’Europe de demain, pubblicato in Svizzera nel 1945, poco prima della fine della guerra, in cui si auspicava la nascita degli Stati Uniti d’Europa. L’auspicio è che, grazie anche alla conoscenza del processo d’unificazione europea e delle ragioni che ne sostengono la realizzazione, questa pubblicazione solleciti i lettori (soprattutto i giovani) a portare il proprio granello di sabbia alla costruzione della comune casa europea: non domani, ma oggi! Il lavoro è stato coordinato e condotto da Antonella Braga e Francesca Pozzoli

  • 6/3/2007, ore 18,00 - Milano -Casa della Cultura

    Italiani:dall’imperialismo al revisionsmo?

    Angelo Del Boca alla Casa della Cultura a Milano il 6 marzo 2007 ore 18,00 Angelo Del Boca presenta il suo libro "Italiani brava gente?" Premio della Resistenza Città di Omegna 2006. La serata, nella quale verrà anche presentato l’ultimo numero della rivista "I sentieri della ricerca" diretta da Angelo del Boca (n.4/2006) è intitolata: Italiani: dall’imperialismo al revisionismo? Ne discutono con lui: Ferruccio Capelli Mauro Begozzi Massimo Bonfantini

  • 3/3/2007, ore 11,00 - Borgomanero (No)

    Sergio e i due Marii

    L’ Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara", l’ Associazione per la memoria di "Mario Bonfantini" e la Fondazione "Achille Marazza" organizzano la Giornata di studio Mario Bonfantini, che quest’anno è dedicata anche e soprattutto a Sergio Bonfantini e all’amico Mario Soldati Sergio e i due Marii Pittura Cinema Scrittura Borgomanero 3 Marzo 2007 Programma Mattino Biblioteca Maraza – ore 11,00-12,45 Interpreti della civiltà contadina e progressista tra lago e risaia Dialogo con gli studenti e gli insegnanti dell’ ITIS "Leonardo da Vinci" di Massimo Bonfantini e Marco Rosci Presentazione del documentario di Mario Soldati Orta mia Pomeriggio Biblioteca Marazza– ore 15,00-17,00 Presentazione del documentario Il colore di una vita. Pittura che descrive, scrittura che dipinge Ne discutono Mauro Begozzi, Massimo Bonfantini, Giovanni Cerutti, Lino Cerutti, Roberto Moroni , Marco Rosci

  • 26/2/2007, ore 10,00 - Novara-Dopolavoro ferroviario

    Fascismo Foibe Esodo

    L’Istituto storico della Resistenza "P.Fornara", il Dopolavoro Ferroviario di Novara e il Gruppo pensionati organizzano e presentano la mostra curata dalla Fondazione Memoria della Deportazione di Milano: 1918-1956 la tragedia del confine orientale Fascismo Foibe Esodo allestita presso il Dopolavoro Ferroviario di Novara in Via Leonardo da Vinci 16/a (dietro la Stazione) dal 21 febbraio al 1° Marzo 2007 Orario 10,00-18,00 Ingresso libero L’apertura della mostra sarà preceduta dall’introduzione storica tenuta dall’on. Anna Cardano sulle tematiche del confine orientale: Dal trattato di Rapallo al trattatto di Osimo.

  • 16/2/2007, ore 21,00 - Novara

    Memoria del Lavoro

    Presentazione di Memoria del lavoro Presso la Camera del Lavoro di Novara (Via Mameli) il 16 febbraio 2007 - ore 21,00 Nel quadro delle iniziative per il centenario della CGIL saranno presentati i risultati del progetto Memoria del lavoro e gli atti del Convegno "Le carte sul lavoro il lavoro sulle carte" Interventi di: Renzo Stievano, Segretario generale CdL di Novara Francesco Omodeo Zorini, Presidente Istituto storico "P. Fornara" Gruppo di lavoro del progetto: Vanessa Landini, Chiara Lavacchielli, Lorenzo Morganti Il progetto è stato patrocinato e finanziato dalla Fondazione Cariplo, dalla Fondazione della Comunità del Novarese e dalla Regione Pimeonte Durante la serata, verranno altresì proiettati alcuni materiali in video prodotti durante il progetto e il catalogo dell’Archvio sonoro curato da Piero Beldì

  • 5/2/2007, ore 9,30 - Novara - Aula Magna dell’Università - ex caserma Perrone

    L’Istria, l’Italia, il mondo. Storia di un esodo: istriani, fiumani, dalmati in Piemonte

    Mostra e Convegno. In occasione del Giorno del Ricordo 2007, la Regione Piemonte, la Provincia di Novara, l’Istituto presentano la mostra di cui sopra realizzata nel 2005 dall’Istituto di Torino e recentemente ampliata con al cuni pannelli dedicati alla realtà novarese. Come già per Torino la mostra è curata da Enrico Miletto Per l’occasione: Lunedì 5 febbraio alle ore 9,30 - Aula Magna dell’Università - ex caserma Perrone Saluti dei rappresentanti degli enti promotori: Sergio Vedovato, Presidente della Provincia di Novara Mario Valletta, Preside della facoltà di Economia Mauro Begozzi, Direttore dell’Istituto ore 10,00 Interventi di: Gianni Oliva, Assessore alla cultura della Regione Piemonte Enrico Miletto, curatore della mostra Raoul Pupo, Università di Trieste ore 12,30 - Visita alla mostra (che resterà aperta dalle ore 9,00 alle ore 19,00 dal 5 all’8 febbraio)

  • 28/1/2007, ore 16,30 - Ornavasso

    Terezin, il grande inganno

    In occasione del "Giorno della memoria", a commemorazione della liberazione del campo di Auschwitz il 27/01/1945, per non dimenticare deportazione e sterminio del popolo ebraico, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ornavasso insieme al Museo della Resistenza di Ornavasso e con la Biblioteca Comunale organizza domenica 28 gennaio 2007, alle ore 16,30 presso il teatro Comunale uno spettacolo: "Terezin: il grande inganno", patrocinato dalla Casa della Resistenza di Fondotoce, dall’Istituto Storico della Resistenza delle Province di Novara e del Verbano Cusio Ossola e dalla CIPES Piemonte. La voce recitante di Silvia Poletti e l’esibizione al pianoforte di Roberto Bassa ci accompagneranno con musica e testi scelti attraverso ricordi di bambini e loro espressioni grafiche a noi pervenute dal Campo di Terezin. Il tema di fondo è la sofferenza, in particolare quella dei bambini, è l’infanzia negata a causa della deportazione, della prigione, del lavoro forzato, della morte o anche semplicemente dell’esilio, vissuto come rimedio alla fame e alla paura. Terezin: il lager modello, dove dei 15.000 ragazzi sotto i 15 anni, solo un centinaio riesce a sopravvivere. Con questo si vogliono però ricordare anche tutti gli italiani che hanno subito la deportazione per motivi politici (33.000), gli internati militari nei lager nazisti (716.000), zingari ed ebrei (9.000). Le testimonianze di alcuni Ornavassesi che riuscirono a ritornare laceri ed affamati dai campi di concentramento narrano di un trattamento subumano, senza nome, in stato di fame e degrado, con scarsa speranza di vita perchè esposti ai bombardamenti e malnutriti: anche questa è una faccia della Resistenza, meno celebrata, ma di grande valore per il ripetuto "NO" all’arruolamento nella Repubblica Sociale Italiana e per l’esperienza vissuta.

  • 27/1/2007, ore 17,00 - Oleggio (No)

    Il massacro di Oradour: parole e immagini

    "Una tranquilla cittadina francese, nei pressi di Limoges, passata a ferro e fuoco dai nazisti il 10 giugno 1944. 642 vittime, 205 bambini, 325 case incendiate." Organizzano il Comune di Oleggio, Comitato XXV Aprile e l’Istituto storico "P.Fornara" Introduce la proiezione dell’audiovisivo l’avv. Giorgio Binda. Saranno presenti M.Letizia Panighetti e Ferruccio Sbaffi, autori dell’audiovisivo

  • 27/1/2007, ore 20,30 - Baveno

    Baveno per il Giorno della Memoria

    Ricordo dei 14 ebrei trucidati nel settembre 1943 e proiezione del video: 1943. I giorni dell’eccidio L’iniziativa organizzata dal Comune e dall’Anpi si terrà alle ore 20,30 presso la sala Nostra@domus Intervengono: Massimo Zoppi, Sindaco Giovanni Cerutti, dell’Istituto Don Alfredo Fomia, Parroco Dopo la proiezione del video "1943: i giorni dell’eccidio" concluderà i lavori Becky Behar

  • 27/1/2007, ore 10,00 - Galliate Catello Visconteo

    Galliate per il Giorno della Memoria

    Colloquio su: La dignità offesa. Le persecuzioni delle minoranze sotto il nazismo e il fascismo Organizza il Comune di Galliate, la Provincia di Novara e l’Istituto storico "P. Fornara" Interventi di: Claudio Vercelli (Istituto Salvemini di Torino): Storia e memoria della deportazione dei Testimoni di Geova Rosa Corbelletto (Università degli Studi di Torino): La persecuzione di Rom e Sinti nella Seconda Guerra Mondiale

  • 23/1/2007, Novara e Verbania

    Film da ricordare/film per ricordare

    A dieci anni (1997-2007) dalla stagione cinematografica che ha cambiato il modo di raccontare la Shoah Organizzate da: Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, Provincia di Novara, Provincia del VCO, Comune di Verbania, Istituto e Casa della Resistenza le iniziave prevedono a Novara - Cinema Araldo (in collaborazione con il Cineforum Nord) proiezioni 23 gennaio 2007 - ore 21,00 La Tregua, di Francesco Rosi 24 gennaio 2007 - ore 21,00 Train de vie, di Radu Mihaileanu I film sarannno presentati da Enrico Zaninetti. A richiesta delle scuole è possibile organizzare negli stessi giorni proiezioni riservate agli studenti a Verbania - Casa della Resistenza di Fondotoce 24 gennaio 2007 - ore 9,30 Saluti di Vittorio Beltrami, Presidente della Casa della Resistenza, Domenico Cuttaia, Prefetto del VCO, Paolo Ravaioli, Presidente della Provincia del VCO, Claudio Zanotti, Sindaco di Verbania Introduzione di Bruno Fornara Proiezione del film-documentario Memoria, di Ruggero Gabbai

  • 2/12/2006, ore 10,30 - Omegna- Forum

    Menzione speciale del premio letterario della Resistenza "Città di Omegna" a Oscar Luigi Scalfaro

    La Giuria del Premio, formata da Alba Andreini, Mauro Begozzi, Michele Beltrami, Massimo Bonfantini, Laura Pariani, Oreste Pivetta e Dario Voltolini, nell’assegnare l’edizione 2006 ad Angelo del Boca per il suo libro "Italiani, brava gente?" ha altresì voluto ringraziare il Presidente emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro per il suo impegno in difesa della Costituzione con il libro "La mia Costituzione". La cerimonia di consegna della menzione speciale avverà il prossimo 2 dicembre a Omegna.

  • 1/12/2006, ore 17,30 - Novara Itis Omar

    Impararono a osare.

    Anello Poma, un internazionalista dalla Guerra di Spagna alla Resistenza nel Biellese presentazione del libro e del DVD allegato "Autobiografia in video tra passione e militanza politica". Interverranno: Paolo Cattaneo, Consiglio Regionale del Piemonte Francesco Omodeo Zorini, Presidente dell’Istituto "P. Fornara" di Novara Argante Bocchio "Massimo", comandante partigiano nel Biellese Italo Poma, autore del volume L’iniziativa è organizzata per il 70° anniversario della Guerra di Spagna ed è patrocinata dal Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato per la difesa dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, dagli Istituti storici della Resistenza di Torino, Varallo e Novara, dall’Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti in Spagna, dal Centro Studi Generazioni e Luoghi, Archivi Alberti La Marmora e dal Museo Diffuso di Torino