Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Abstracts della rivista

Hai selezionato:

I processi ai partigiani nell’Italia repubblicana. L’attività di Solidarietà democratica 1945-1959 di Michela Ponzani pubblicato su Italia Contemporanea n. 237 , dicembre 2004

Il saggio vuole proporre nuove ipotesi interpretative relative al fenomeno della persecuzione giudiziaria antipartigiana d’età repubblicana. Si tratta della sintesi di un più ampio lavoro di ricerca in corso riguardante l’eredità della Resistenza nell’Italia repubblicana e i processi, mentali e culturali, di costruzione della Repubblica. L’offensiva giudiziaria che, dall’estate del 1945 fino ai primi anni sessanta, portò alla condanna di migliaia di ex partigiani e di intere bande per fatti connessi alla guerra di liberazione, fu il principale elemento di contestazione della legittimità della Resistenza, incompatibile con il paradigma dell’unità celebrativa della lotta partigiana, fondato sullo schema narrativo agiografico del "secondo Risorgimento" e pienamente realizzato con la concessione di benefici e onorificenze agli ex combattenti della liberazione. Di questi processi si vuole qui offrire una rilettura critica attraverso il ricorso alle carte del Comitato nazionale di solidarietà democratica, fonte finora inedita, e lo studio delle sentenze di condanna e delle strategie di accusa, elaborate dalla magistratura italiana. Le carte di Umberto Terracini, promotore dei Comitati di difesa pro partigiani, dimostrano come la repressione giudiziaria trovasse una sua spiegazione non solo nella mancata epurazione degli organi giudicanti, ma soprattutto negli orientamenti ideologici e nelle politiche anticomuniste delle classi dirigenti di allora. Tali politiche, attive soprattutto negli anni del centrismo degasperiano, unite alla propaganda moderata dei partiti dell’area di governo, misero in discussione il valore e il peso morale della Resistenza, animando un’accesa polemica politica sulla liceità giuridica degli atti di guerra partigiana.


Il portale dell'Istituto Nazionale è realizzato grazie al contributo di
Il contenuto di questo portale è protetto da copyright dal protocollo Creative Commons Attribution 3.0 Italy License