Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Eventi e news: archivio 2005-2011

Eventi e news degli istituti della rete INSMLI Tipologia: avviso


  • 25/4/2012, Milano

    Nuovo portale della rete INSMLI

    In prossimità del 25 aprile 2012, 67° anniversario della Liberazione, sarà on line il nuovo portale dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia.

    Notizia di: Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea - Milano


  • 22/12/2011, ore 00:00 - Novara

    Chiusura dell'Istituto

    Dal pomeriggio del 22 dicembre al 2 gennaio compresi L'Istituto sarà aperto al pubblico fino alle ore 12 di giovedì 22 dicembre. Riaprirà martedì 3 gennaio 2012.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 28/11/2011, ore 10:30 - Bari, piazza Libertà

    Commemorazione assassinio Benedetto Petrone

    L’Amministrazione Comunale di BARI in collaborazione con l'IPSAIC, il Comitato 28 Novembre e l’ANPI intende ricordare, con la deposizione di una corona, il 34° anniversario della scomparsa di Benedetto Petrone. La cerimonia si svolgerà lunedì 28 novembre 2011: - alle ore 10.30 in Via Benedetto Petrone presso la targa stradale - alle ore 10.45 in piazza Libertà presso la lapide commemorativa. - alle ore 11,00, presso la sala Consiliare “E. Dalfino” di Palazzo di Città avrà luogo, promossa dal dott. Sebastiano Gernone, la proiezione del documentario storico di Cecilia Mangini “All’armi siam fascisti!” (1961). Interventi del Prof. Pasquale Martino del direttivo ANPI e del Prof. Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’IPSAIC

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 4/11/2011, ore 10:00 - Fontanelice

    Celebrazione del 4 novembre del Comune di Fontanelice

    In occasione della celebrazine del 4 novembre, il Comune di Fontanelice ha organizzato il seguente programma: ore 10:00 Santa Messa nella Chiesa Arcipretale ore 10:45 Corteo e deposizione corona al monumento ai Caduti presso le Scuole Elementari G. Mengoni Saranno presenti alla manifestazione il Prof. Roberto Fabio Baroni, Presidente del CIDRA, e la Prof.ssa Giuliana Zanelli, Vice Presidente del CIDRA, impegnata in un progetto di ricerca storica sulle testimonianze di cittadini della Vallata del Santerno sulla Grande Guerra

    Notizia di: Cidra, Centro imolese documentazione Resistenza antifascista - Imola


  • 4/11/2011, ore 17:00 - Bari, piazza Umberto

    Omaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Monumento delle vittime del 28 luglio 1943

    Bari- Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sarà presente, Venerdì 4 novembre al Monumento che ricorda le vittime dell'eccidio del 28 luglio 1943, nei giardini di Piazza Umberto alle ore 12,00. L'iniziativa è promossa dal Comune di Bari,dall'ANPI, dall'IPSAIC e dall'ANPPIA. Saranno presenti i familiari delle vittime e rappresentanze del Circolo Didattico "Mazzini", della Scuola Media "Tommaso Fiore" e del Liceo Classico "Orazio Flacco. L'iniziativa si colloca nella giornata del 4 novembre dedicata all'Unità nazionale e alle Forze Armate, che per la prima volta si terrà a Bari, alla presenza del Capo dello Stato.

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 27/10/2011, ore 17:00 - Sala Vanoni del Palazzo BIM

    Assemblea annuale dei soci ISSREC 2011

    Assemblea annuale dei soci ISSREC 2011 Ordine del giorno: - Approvazione del rendiconto finanziario 2010 - Rinnovo delle cariche associative - Versamento della quota associativa - Organizzazione della Giornata della Memoria 2012 - Organizzazione del Giorno del Ricordo - Organizzazione e catalogazione dell'Archivio di Giulio Spini - Progetto Fondazione Cariplo - Convegno fine novembre - Varie ed eventuali

    Notizia di: Istituto sondriese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Sondrio


  • 20/10/2011, ore 9:00 - Istituto Storico Rimini, via Gambalunga 27

    Stampe Sughi

    Quest’anno il nostro Istituto ha compiuto quarant’anni di attività. Abbiamo promosso ricerche storiche, organizzato convegni, allestito mostre, edito volumi, fatto iniziative didattiche nelle scuole. Per il nostro compleanno due grandi intellettuali italiani, il pittore Alberto Sughi e il giornalista Sergio Zavoli, ci hanno fatto un dono prezioso: una litografia ed un testo. Le abbiamo riprodotte in una cartella, grazie anche all’editore Pietroneno Capitani, in 199 copie numerate e firmate. La copia numero 1 l’abbiamo donata al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione della sua visita a Rimini il 21 agosto nel corso di un colloquio avuto con Lui al Grand Hotel. Le altre copie le stiamo mettendo in vendita per finanziare l’attività di ricerca storica del nostro Istituto. Ci rivolgiamo dunque a Voi per chiedere il Vostro sostegno alla divulgazione di questa notizia. La cartella, contenente la litografia firmata e numerata di Alberto Sughi e il testo di Sergio Zavoli dedicato ai Tre Martiri, viene messa in vendita al prezzo di E. 120,00. Per averla ci si può rivolgere presso la sede dell’Istituto Storico (al piano terra della Biblioteca Gambalunga) tutte le mattine (dalle 9.00 alle 12.00) o chiamando l’editore Capitani (uffici 0541.778634; cell. 337.374750). Il Presidente: Dott. Paolo Zaghini

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 28/9/2011, A Tutte le scuole della Provincia Di Rimini

    Programmazione didattica 2011-2012

    Anche quest'anno l'Istituto Storico propone a tutte le scuole di ogni ordine e grado una vasta e articolata programmazione didattica: progetti, lezioni, laboratori di macro e micro storia e monografici di approfondimento da proporre alle classi. Non mancano poi seminari e corsi di formazione e aggiornamento rivolti a tutto il personale docente. In allegato a questa notizia e nella sezione Didattica del sito, alla voce 'Iniziative e progetti', è possibile trovare ogni dettaglio.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 25/9/2011, ore 14:00 - Marghera (Venezia), prima zona industriale

    Una passeggiata patrimoniale nella prima zona industriale di Marghera

    Nell'ambito delle GEP (Giornate Europee del Patrimonio) 2011, l'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea è tra i promotori della passeggiata patrimoniale nella prima zona industriale di Marghera. La visita, rivolta ai cittadini che potranno iscriversi gratuitamente, vuole essere un’occasione per conoscere la storia del più antico insediamento industriale di Marghera, ma anche un'occasione per un confronto tra ieri e oggi, ora che in questa zona sono in corso cambiamenti e riconversioni radicali che rischiano di cancellare la memoria visiva di quella che è stata la zona più antica dell'area e del porto industriale di Marghera. Per informazioni clicca il link sottostante.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • l’Aquila-Sulmona

    VII^ edizione "Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane"; premi "Martiri di Cefalonia" e "Ettore Troilo"

    L’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea ha organizzato a L’Aquila e Sulmona dal 21 al 24 settembre la VII^ edizione delle "Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane". Mercoledì 21 a l’Aquila, presso l’auditorium della Cassa di Risparmio, si terrà il convegno su "L’Esercito ed i Carabinieri nel 150° dell’Unità", nel corso del quale verrà assegnato il premio "Martiri di Cefalonia". Giovedì 22, presso la tensostruttura di piazza Duomo, saranno esposte immagini sui fatti di Cefalonia, sull’intervento in Afghanistan, sui "Nove Martiri Aquilani". venerdì 23 i "Nove Martiri Aquilani" verranno ricordati con la partecipazione degli studenti delle scuole superiori ad una marcia da L’Aquila a Collebrincioni, lungo il sentiero percorso dopo l’8 settembre 1943 da quanti volevano ricongiungersi ai primi gruppi di resistenti nel teramano. Sabato 24 a Sulmona, presso l’Archivio di Stato, verrà conferito il premio "Ettore Troilo" a Nicola Troilo, autore di "Storia della Brigata maiella 1943-1945", ed. Mursia.

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 21/9/2011, l’Aquila-Sulmona

    VII^ edizione "Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane"; premi "Martiri di Cefalonia" e "Ettore Troilo"

    L’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea ha organizzato a L’Aquila e Sulmona dal 21 al 24 settembre la VII^ edizione delle "Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane". Mercoledì 21 a l’Aquila, presso l’auditorium della Cassa di Risparmio, si terrà il convegno su "L’Esercito ed i Carabinieri nel 150° dell’Unità", nel corso del quale verrà assegnato il premio "Martiri di Cefalonia". Giovedì 22, presso la tensostruttura di piazza Duomo, saranno esposte immagini sui fatti di Cefalonia, sull’intervento in Afghanistan, sui "Nove Martiri Aquilani". venerdì 23 i "Nove Martiri Aquilani" verranno ricordati con la partecipazione degli studenti delle scuole superiori ad una marcia da L’Aquila a Collebrincioni, lungo il sentiero percorso dopo l’8 settembre 1943 da quanti volevano ricongiungersi ai primi gruppi di resistenti nel teramano. Sabato 24 a Sulmona, presso l’Archivio di Stato, verrà conferito il premio "Ettore Troilo" a Nicola Troilo, autore di "Storia della Brigata maiella 1943-1945", ed. Mursia.

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 29/7/2011, ore 9:30 - Via Niccolò dell'ARCA - Bari

    Ricorrenza

    In via N. dell'Arca il 28 luglio 2011, alle 9,30 si ricorderanno le vittime della strage del 1943. L'iniziativa, organizzata dall'IPSAIC con la partecipazione dell'Anpi, del Comune di Bari e della Regione. Intervento del sindaco di Bari e di rappresentanti dell'Istituto e dell'Anpi.

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 28/7/2011, ore 18:00 - Reggio Emilia

    68° Anniversario dell’eccidio delle Officine “Reggiane”

    68° Anniversario dell’eccidio delle “Reggiane” 28 luglio 1943-28 luglio 2011 Ex Officine “Reggiane” (ingresso da via Agosti), ore 18.00 dall’ingresso delle Officine alla lapide corteo dei Gonfaloni del Comune, della Provincia e delle bandiere delle Associazioni Partigiane e Sindacali per ricordare i 9 operai uccisi dall'esercito: Antonio Artioli, Vincenzo Bellocchi, Nello Ferretti, Eugenio Fava, Armando Grisendi, Gino Menozzi, Osvaldo Notari; Domenica Secchi; Angelo Tanzi i fatti del 28 luglio 1943 Deposizione di corone alla presenza delle Autorità cittadine Saluto di GIANLUCA CHIERICI, Presidente del Consiglio Provinciale Interventi di MIRCO CARRATTIERI; Presidente Istoreco; CESARE MELLONI, Segreteria Regionale CGIL Intervento musicale a cura di Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri” Simone Novellino fagotto, Giacomo Bigoni chitarra Musiche di Vivaldi, Bellafronte, Saint-Saens, Albeniz, Dyens, Koskin

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 30/6/2011, ore 00:00 - WEB - Youtube

    Video presentazione

    La rete piemontese degli Istituti storici della Resistenza e della società contemporanea e l'Archivio Nazionale Cinematografico di Torino presentano i loro patrimoni e le loro attività sul territorio: storia, memoria, identità a sostegno di una cittadinanza attiva. Il Video è visualizzabile nel sito http://www.youtube.com/watch?v=5lZD9lDk56g&feature=share

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 19/6/2011, ore 10:00 - Verbania Fondotoce

    67° anniversario degli eccidi di Fondotoce e Baveno

    Domenica 19 giugno dalle ore 10.00, presso il Parco della Memoria e della Pace di Fondotoce, celebrazione del 67°anniversario dei 42 martiri di Fondotoce e dei 17 di Baveno. Questo il programma di massima: VERBANIA Casa della Resistenza, via Turati 9, Fondotoce l VENERDÌ 17 GIUGNO, ore 21.00 Concerto dell’Ente Musicale Verbania l SABATO 18 GIUGNO Tradizionale corsa 24 x 1 ora sul lungolago di Pallanza, dalle ore 15.00 Fiaccolata commemorativa con partenza da Intra e da Baveno l DOMENICA 19 GIUGNO, ore 10.00: Manifestazione 67° anniversario degli Eccidi di Fondotoce e Baveno Saluti del Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza Vittorio Beltrami. Coordina la vice Presidente Irene Magistrini. Interventi delle autorità Orazione ufficiale di Antonella Braga, ricercatrice dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio-Ossola “Piero Fornara” di Novara. Consegna da parte del Prefetto delle onorificenze ai deportati ed ex internati Inaugurazione della mostra fotografica “Le valli della memoria” di Michele Morosi Presentazione del libro “La Prima Stella. Valgrande 1944”, di Guido Petter. A cura di Roberto Cicala e Mauro Begozzi

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 30/5/2011, ore 17:30 - Bagno a Ripoli (Firenze) giardini "I Ponti" - Porta della Memoria, via Roma

    Una medaglia al valore civile per Bagno a Ripoli

    Cerimonia per la consegna, da parte del prefetto di Firenze, della medaglia conferita dal Presidente della Repubblica per il valoroso comportamento tenuto dalla popolazione durante la Resistenza. Interverranno: Luciano Bartolini, sindaco di Bagno a Ripoli, Luigi Remaschi, presidente Anpi comunale e Paolo Mencarelli, docente dell'Istituto Storico della Resistenza in Toscana

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza in Toscana - Firenze


  • 21/5/2011, ore 17:30 - Omegna

    Il Premio Omegna a Bianca Guidetti Serra

    Sabato 21 maggio 2011 ore 17.30 Cerimonia di premiazione del: PREMIO LETTERARIO DELLA RESISTENZA CITTA’ DI OMEGNA 2010-2011 assegnato a: BIANCA GUIDETTI SERRA E SANTINA MOBIGLIA per i libro "Bianca la rossa", ed. Einaudi Auditorium del Forum, Parco Maulini 1, Omegna

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 13/5/2011, ore 9:00 - L'Aquila, I.T.I.S.

    150 anni dell’Unita’ d’Italia

    venerdì 13, dalle ore 9,00, presso l'I.T.I.S. de L'Aquila, avranno luogo una serie di iniziative sui 150 anni dell’Unita’ d’Italia: • “ Fratelli d’Italia “ eseguito dal coro dell’ITIS • proiezione del video “ IMMAGINI DEL RISORGIMENTO”realizzato da Anna Laura Tatananni e Margherita Paoletti ( 4 A chimica) • saluti del dirigente scolastico prof. Gianna Colagrande • proiezione dvd “ L’Abruzzo verso l’unità” • Interventi: prof. Davide Adacher “ l’Abruzzo verso l’unità” Orafo Piero Verna “ l’oreficeria risorgimentale” Fulvio D’Amore : “ la vicenda del generale Borges” prof. Pasquale di Prospero: “ Il brigantaggio nell’Aquilano” • Chiusura Musicale “ la bella Gigogin” a cura del coro dell’ITIS aula BIBLIOTECA • Inaugurazione mostra “ W l’Italia” Illustrazione del materiale librario, documenti, lettere e stampe a cura della prof. Patrizia Tocci. Il materiale è stato gentilmente fornito dall’editore Marco Solfanelli, Leonida Giardini, Fulvio d’Amore, Giuseppe Ranucci • Fumetti realizzati dalla Classe 3 CLST • Lettura poesie risorgimentali a cura della classe 3 B LST e 4 B LST

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 1/5/2011, ore 00:00 - Stanze della Memoria, via Malavolti 9, Siena

    Progetto Memoria e Territorio

    Serie di incontri con associazioni di volontariato e culturali del territorio con visite (Mesi Maggio-Giugno tutti i giovedì pomeriggio, su appuntamento) ai tre poli museali dell’Istituto (Stanze della Memoria a Siena, Laboratorio didattico di Casa Giubileo a Monteriggioni, Podere Pietraporciana a Chianciano) presenti nella provincia di Siena. Durante tali incontri vengono offerti approfondimenti storici sui seguenti temi: - la nascita del fascismo a Siena e provincia - lo squadrismo fascista - il tribunale speciale a Siena e la repressione dell’antifascismo - le leggi per la difesa della razza - fascismo e scuola elementare - la vita quotidiana durante la seconda guerra mondiale - Antifascismo e Resistenza nel sud della provincia di Siena Per fissare gli appuntamenti chiamare in Istituto (da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13) allo 0577271510 chiedendo della Prof.ssa Patrizia Cioni

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza senese - Siena


  • 29/4/2011, ore 10:00 - Sacrario Caduti Oltremare - Bari

    Cerimonia 25 aprile

    L'Anpi (prov. Bari) e l'IPSAIC organizzano una celebrazione del 25 aprile a ricordo dei militari italiani caduti dopo l'8 settembre 1943 nella guerra di Liberazione dell'area Mediterranea (Cefalonia, Corfù, Lero, Koos, Rodi) e blacanica (Jugoslavia e Albania). Partecipano la Regione Puglia, le autorità militari del Presidio, il Comune di Bari, la provincia di Bari e alcuni comuni della regione. All'iniziativa saranno presenti alcuni testimoni e protagonisti. Hanno dato, fra gli altri, la loro adesione diversi docenti e alcune scuole secondarie superiori.di Bari.

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 29/4/2011, ore 18:00 - Galleria delle immagini, via Gambalunga 27 Rimini

    La Nostra Storia. Quarant'anni 1971-2011

    Il nostro Istituto Storico di Rimini compie Quarant'anni. Alla galleria delle immagini del Palazzo Gambalunga, sarà inaugurata, venerdì 29 aprile alle ore 18, la mostra sulla nostra storia con: fotografie, documenti d'archivio, pubblicazioni, manifesti e proiezioni delle più recenti attività didattiche svolte nelle scuole dalle insegnanti comandate presso l'Istituto. All'inaugurazione saranno presenti tra gli altri il Presidente dott. Paolo Zaghini e il Direttore prof. Angelo Turchini; la mostra rimarrà in esposizione fino al 7 maggio.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 25/4/2011, ore 10:30 - Marche, Emilia Romagna, Toscana

    In bicicletta sulla Linea Gotica. La staffetta della memoria

    Pedalata in omaggio ai valori inscritti nelle feste del 25 Aprile e del Primo Maggio: giustizia, libertà, solidarietà, pace, lavoro. E l'unità del paese. Iniziativa promossa dalla Cooperativa Sociale Costess e dall'Istituto Storia Marche. Dal 25 Aprile al Primo Maggio una staffetta di ciclisti effettuerà un itinerario che ripercorre il tracciato della Linea Gotica recando con sè una copia della Costituzione. Lungo il percorso sono previste soste per incontri con il pubblico e raccolta di firme in calce alla Costituzione.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche - Ancona


  • 25/4/2011, Macerata, piazza Cesare Battisti

    Manifestazione provinciale per la festa della Liberazione

    Alle ore 10,00 si terrà la consueta manifestazione provinciale per celebrare il 25 aprile, in piazza Cesare Battisti. L'orazione ufficiale sarà pronunciata dalla prof.ssa Paola Magnarelli, docente di Storia Contemporanea dell'Università di Macerata. In serata, ore 21.30, in piazza Mazzini, concerto del 25 aprile con i gruppi Vincanto e Punkabbestia: "Canti popolari per la libertà"

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 25/4/2011, ore 00:00 - Provincia di Macerata

    Programma delle manifestazioni provinciali per il 25 aprile

    Lunedì 25 aprile 0re 10.00 - MACERATA Piazza Cesare Battisti Manifestazione provinciale Saluto delle Autorità Oratore ufficiale: Paola Magnarelli (Università di Macerata) Nel corso della manifestazione l'ANPI diffonderà il volantino sulla mobilitazione contro l'abolizione della disposizione transitoria e finale della Costituzione Italiana che vieta la ricostituzione del partito fascista. ore 21.30 - MACERATA Piazza Mazzini Concerto Gruppo Folk Vincanto Gruppo Punkabbestia

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 25/4/2011, ore 9:00 - Territorio del Comune di Venezia

    Anniversario della Liberazione: iniziative nel Comune di Venezia

    Programma completo delle iniziative organizzate in occasione dell'anniversario della Liberazione nel territorio del Comune di Venezia, in collaborazione con l'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (Iveser)

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 13/4/2011, Comune di Rimini

    IL CONFINE PIU' LUNGO.Mostra fotografica itinerante Informazioni sulle modalità di prestito gratuito

    Il titolo "Il confine più lungo" individua la lunga fascia che dalle Alpi Giulie scende lungo la costa dalmata fino alle Bocche di Cattaro. É questa infatti l'area in cui fra '800 e '900 è avvenuto il processo di formazione parallela e competitiva dell'italianità e dello jugoslavismo, che hanno continuato a confliggere fin oltre la metà del secolo scorso. Questo processo, e i suoi tragici esiti, sono il tema della mostra: Primo allestimento in Italia di notevole livello e rigore, con documenti di archivio, materiali video e testimonianze, la mostra si propone l'obiettivo di portare a Rimini e,successivamente, in tutta Italia, il frutto della ricerca di un gruppo di storici e ricercatori legati all'IRSML del Friuli Venezia Giulia, al Dipartimento di scienze politiche e sociali dell'Università di Trieste e all'Associazione delle Comunità istriane, coniugando da un lato l'approfondimento storico e dall'altro una conoscenza diretta dei luoghi di cui si cercherà di individuare caratteristiche e problematiche. Per richiedere in prestito gratuito la mostra contattare: Istituto Storico Parri via Sant'Isaia, 18-40123 Bologna Tel 051 3397211 fax 051 3397272 e-mail: istituto@istitutoparri.it www.istitutoparri.it

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 7/4/2011, ore 10:00 - Fragheto di Casteldelci (RN)

    La strage di Fragheto, Casteldelci (RN). Giornata commemorativa

    Il 7 aprile 1944 i militari tedeschi, dopo uno scontro a fuoco con un distaccamento partigiano in località Calanco, consumarono una strage nel vicino borgo di Fragheto, uccidendo trenta persone - la metà dell’ intera popolazione - fra cui numerose donne e bambini. La furia tedesca si accanì anche contro le abitazioni che vennero in gran parte incendiate, assieme alla chiesa e alla canonica. Dopo un lungo periodo di oblio, agli inizi degli anni 80 il film documentario di F. Vancini ripropose, all'attenzione generale, la strage di Fragheto. Studiosi locali e storici ricostruirono la trama degli eventi individuando i responsabili dell'eccidio-le truppe nazi-fasciste- restituendo, almeno sul piano storiografico, onore e giustizia ai cittadini inermi di Fragheto. Alla giornata commemorativa interverranno le massime autorità locali e provinciali.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 04/4/2011, ore 9:30 - Obitorio dell'Ospedale Civile di Rimini

    Saluto civile ad Augusto Randi

    Il 2 Aprile 2011 è deceduto all'Ospedale di Rimini Augusto Randi all'età di 89 anni. Augusto è stato Presidente del nostro Istituto dal 1976 al 2000. Alcune generazioni di ricercatori e studiosi hanno svolto la loro attività grazie alla sua instancabile capacità organizzativa. Per tutti noi, membri del Direttivo e Soci dell'Istituto, scompare un amico carissimo, la cui intelligenza politica ci mancherà moltissimo. Alla moglie, al figlio e ai parenti tutti giungano le nostre più sentite condoglianze e la nostra vicinanza in questo triste momento. Il saluto civile ad Augusto avverrà lunedì mattina, 4 aprile, alle 9.30 presso la sala dell'Obitorio dell'Ospedale Civile di Rimini.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 1/4/2011, Sala del Buonarrivo, Corso d'Augusto 231 Rimini

    Dentro la storia che il luogo ricorda. Fragheto, 7 aprile 1944

    Nell’aprile del 1944, nella zona di Fragheto, si concentrarono numerose truppe tedesche, affiancate dai militi della Repubblica di Salò, con lo scopo di “ripulire “le retrovie della Linea gotica dalla presenza dei gruppi partigiani della Brigata Romagna,futura 8ˆ Brigata Garibaldi. DENTRO LA STORIA CHE IL LUOGO RICORDA, nasce come quaderno didattico, di un 'fare' storia raccogliendo le testimonianze dei sopravvissuti, da parte degli insegnanti ed alunni della scuola elementare di Casteldelci. Per non dimenticare una strage che colpì nel cuore l'intera comunità. Interverranno: Lorenzo Valenti Istituto Storico della Resistenza di Rimini, Paolo Pezzino Università di Pisa, Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano, Associazione Clio '92. Saranno presenti le autrici: Donatella Giulietti, Istituto Storico Pesaro, Lidia Gualtiero, Istituto Storico Rimini.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 25/3/2011, ore 16:45 - Sala del quartiere 5-Centro commerciale I Portici- via XXIII settembre 124 Rimini

    Rimini 1861-2011

    Il 25 marzo 2011 è l'anniversario della storica Battaglia delle Celle che si combatté a Rimini il 25 marzo del 1831. Il sindaco del Comune, Alberto Ravaioli, sarà presente alla cerimonia celebrativa che avrà inizio alle ore 16.00 (nei pressi del supermercato Coop Celle), via XXIII settembre, con la deposizione di corone ai cippi commemorativi. Seguirà, nella sala del quartiere 5, un'introduzione storica del periodo risorgimentale e la presentazione, ad opera di Giancarlo e Marco Renzi, del volume 'Storia dei fatti che provocarono l'Unità d'Italia'.Interverrà il prof. Angelo Turchini, Direttore dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Italia Contemporanea della provincia di Rimini.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 5/3/2011, ore 10:00 - Cisterna d'Asti

    Commemorazione Ufficiale Battaglia di Cisterna

    In occasione del 66° Anniversario della battaglia di Cisterna d'Asti e Santo Stefano Roero sono previste le seguenti atività: Ore 10:15 presso il Palazzo comunale, inaugurazione mostra itinerante "1914-1918 - L'inutile massacro" a cura di Nicoletta Fasano (Ricercatrice ISRAT). Inaugurazione degli striscioni con le etichette della Costituzione realizzate dai bambini delle scuole di Cisterna. Ore 11:00 in Piazza Rino Rossino, Commemorazione Ufficiale alla presenza delle autorità, interverrà Renzo Peletto, Sindaco di Cisterna. Gli alunni della classe quinta della scuola primaria di Cisterna presentano "Rino Rossino... un ragazzo come noi" Orazione Ufficiale del Comandante Gino Cattaneo, Vice Presidente Nazionale A.N.P.I. Ore 11:50 ricevimento offerto dall'Amministrazione Comunale di Cisterna Durante la manifestazione "PRO-MUOVIAMO LA COSTITUZIONE" i bambini della scuola dell'infanzia e primaria pubblicizzano la Costituzione.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 21/2/2011, ore 8:30 - Pescara - Liceo Marconi

    La Giornata della Storia

    Lunedì 21 febbraio, dalle ore 8.30, presso il Liceo Marconi di Pescara avrà luogo la “Giornata della Storia”. Il tema è “L’Unità d’Italia 150 anni dopo – Riflessioni spunti approfondimenti per l’Italia del XXI secolo”. Nel corso della “Giornata della Storia” si terranno seminari su fatti e personaggi dell’Unità d’Italia e laboratori didattici di geostoria, di storia nella fotografia, di ricerca in archivio.

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 5/2/2011, ore 10:00 - L'Aquila, aula magna I.I.S. "O. COLECCHI"

    "Un treno per Auschwtiz": gli studenti raccontano

    Sabato 5 febbraio alle ore 10.00 a L'Aquila, nell'aula magna dell'I.I.S. "O. Colecchi", avrà luogo l'incontro su "Un treno per Auschwitz". Dieci studenti dell’I.T.G. “O. Colecchi” dell’Aquila -unici in Abruzzo- hanno preso parte dal 12 al 16 novembre 2010 alla sesta edizione dell’iniziativa “Un treno per Auschwitz” organizzata da “Officina Memoria” Centro studi per l’educazione allo sviluppo, alla pace, all’interculturalità, alla cittadinanza consapevole di Brescia. Il convoglio di dieci vagoni, partito da Brescia con destinazione Cracovia ed Auschwitz, ha portato oltre 450 studenti di tutta Italia a visitare uno dei luoghi simbolo del ‘900. Nel corso del viaggio, nel treno sono stati organizzati momenti di riflessione, di condivisione, seminari. Ogni gruppo a Cracovia ha avuto un suo spazio per proprie iniziative nel campo dell’educazione alla cittadinanza. Per la preparazione didattica è stato utilizzato il Laboratorio Abruzzese di Didattica della Storia, presente nel “Colecchi” in cogestione con l’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea. L’incontro con i partecipanti dell’edizione 2010 e con rappresentanti di “Officina memoria”, è finalizzato a condividere l’esperienza passata, e a preparare l’edizione 2011 che si svolgerà nel mese di novembre, preceduta da una serie di seminari sin da questo anno scolastico, e a costruire azioni di partecipazione alla città di oggi e percorsi di convivenza pacifica e di rispetto dei principi di uguaglianza in un sistema di rete tra cittadini, lavoratori e studenti.

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 27/1/2011, ore 15:00 - Stanze della Memoria, Via Malavolti 9, Siena

    Visite guidate per gruppi o visite singole

    Nella ricorrenza della Giornata della Memoria, le Stanze della Memoria saranno aperte al pubblico giovedì 27 gennaio dalle ore 15.00 alle ore 18.00

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza senese - Siena


  • 27/1/2011, ore 16:30 - Biblioteca civica Gambalunga-Sezione Ragazzi

    Conoscere...per crescere

    La Shoah raccontata a bambini e ragazzi, a partire dai 9 anni, a cura dei volontari del Festival mare di Libri. Sarà disponibile in Biblioteca Ragazzi una selezione di romanzi, racconti, fumetti ed albi illustrati per ripensare alla Shoah. Per informazioni: Biblioteca civica Gambalunga, Sezione Ragazzi via Gambalunga, 27-Rimini Tel. 0541704486

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 27/1/2011, ore 17:30 - Cineteca Rimini, via Gambalunga 27

    Conoscere...per crescere

    Presentazione agli insegnanti di una bibliografia a cura della Dott.ssa Alice Bigli Presidente dell'Associazione Culturale Mare di Libri. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni: Biblioteca civica Gambalunga, Sezione Ragazzi via Gambalunga, 27-Rimini Tel. 0541704486

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 27/1/2011, ore 10:00 - PROVINCIA DI MACERATA

    Giornata della memoria 2011

    Programma provinciale per la giornata della memoria 2011

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 23/11/2010, ore 00:00 - Asti - ISRAT

    Didattica e Software Libero

    All'interno del sito dell'ISRAT, nella sezione "Sportello Scuola" è stata creata una nuova area dedicata al progetto "Didattica e Software Libero", che ha avuto avvio durante l'incontro dello scorso 10 novembre. Il progetto intende sostenere la diffusione e l’uso del software didattico libero nelle scuole della provinc...ia di Asti, attraverso la costituzione di un gruppo composto da insegnanti interessati, che potranno contare sulla presenza e l’appoggio dell’Israt e dell’Associazione Progetto Radis di Asti. All'interno della nuova area è possibile: - scaricare il materiale distribuito - accedere al risultato complessivo del questionario - iscriversi al gruppo di lavoro E' inoltre disponibile una copia del DVD contenente: il sistema operativo SO.di.Linux (con numerosi software didattici), il software per la LIM e il software per l'aula multimediale interattiva. Chi fosse interessato a riceverne una copia, può contattare direttamente l'ISRAT all'indirizzo didattica@israt.it o telefonando al numero 0141-590003. Grazie a tutti per l'interesse e la motivazione dimostrati.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 21/11/2010, ore 9:00 - Fossoli, Carpi (MO)

    Visita guidata alla mostra «L’occupazione italiana della Libia». Visita guidata

    Le sezioni didattiche degli Istituti Istoreco e Cervi Organizzano per domenica 21 novembre 2010 una mattina di formazione per i docenti e operatori interessati alla mostra foto-documentaria L’occupazione italiana della Libia Violenza e colonialismo 1911-1943 La visita guidata e il dibattito che ne seguirà saranno condotti dallo storico e curatore dell’esposizione Costantino Di Sante Programma: ore 9 - partenza da Casa Cervi Gattatico ore 9.30 - arrivo e partenza Bus a Istoreco Via Dante,11 (ex Stalloni) ore 10.30 – arrivo a Fossoli di Carpi e inizio della visita guidata alla mostra allestita presso la baracca ristrutturata del campo ore 13 – partenza per Reggio Emilia e Gattatico Costo: 10 euro Per i docenti che lo richiederanno sarà disponibile l’attestato di partecipazione. Per informazioni e iscrizioni: Giulia Cocconi segreteriadidattica@istoreco.re.it Cell. 331-6171740

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 11/11/2010, ore 00:00 - Venezia, sede Iveser

    Nuova acquisizione documentaria: l'archivio Luigi Scatturin

    Dal mese di novembre 2010 l'Iveser inizierà ad acquisire l'importante archivio documentario dell'avvocato Luigi Scatturin (Venezia 1919 - Binasco 2009) che è stato donato dalla famiglia osservando le sue volontà testamentarie. La documentazione si riferisce soprattutto agli anni '70/'80, periodo che aveva visto Scatturin partecipare con profondo interesse a quelle vicende, conformemente e coerentemente con il suo modo di esercitare la professione di avvocato nel corso di più di 50 anni di vita professionale. Il primo versamento, raccolto in 34 faldoni, è relativo ad alcuni processi politici e all'attività professionale svolta in favore del Sunia di Venezia, successivamente saranno selezionati e versati materiali sul processo al Petrolchimico di Porto Marghera (1° e 2° gradi giudizio) di cui Scatturin fu difensore di Medicina Democratica costituitasi come parte civile.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 10/10/2010, ore 10:45 - Domodossola

    66° DELLA REPUBBLICA PARTIGIANA DELL'OSSOLA

    66° anniversario della Repubblica partigiana dell'Ossola 9 settembre - 21 ottobre 1944 Domenica 10 ottobre 2010 ore 10,30 – Piazza Matteotti. Ritrovo presso il Monumento alla Resistenza. Ricevimento e onori al Gonfalone della Città di Domodossola decorato di M.d’O. al V.M. e ai Medaglieri. Alzabandiera e deposizione corona. ore 10,45 – Formazione corteo e sfilata per le vie cittadine: da Corso Paolo Ferraris a Piazza Mercato ore 11,00 – Teatro Galletti. Saluto delle Autorità. Commemorazione della storica ricorrenza con "letture sceneggiate" tratte da libri e documenti dell'epoca, a cura dell'Associazione l'Altro Teatro. Sarà presente il Civico Corpo Musicale

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 3/10/2010, Asti - Sotterranei Palazzo Ottolenghi

    Visita guidata al rifugio antiaereo

    Anche per il 2010, l'associazione culturale COMUNICA, organizza la rassegna I MESI DEL GIALLO, che propone percorsi tra letteratura, storia, investigazione e cronaca nera nella città di Asti. Domenica 3 ottobre, nei sotterranei di Palazzo Ottolenghi, si terrà la visita guidata al rifugio antiaereo. Conducono Nicoletta Fasano, ricercatrice dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti, e Roberto Nivolo, architetto. La visita sarà preceduta da una breve conversazione su Asti al tempo della Seconda Guerra Mondiale. Partecipazione limitata a 100 persone. Prenotazione obbligatoria: 0141.399243 - 0141.399288 (lunedì-venerdì dalle ore 8:30-14:00, martedì e giovedì anche dalle 15:00-18:00)

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 9/9/2010, ore 13:00 - Palazzo vecchia Dogana - porto di Bari

    67° anniversario della Resistenza a Bari

    Giovedì 9 settembre, alle ore 10,00 al palazzo della Vecchia Dogana, l’Amministrazione Comunale di Bari, l’Ipsaic e l'Anpi ricorderanno, la difesa del porto e del Palazzo delle Poste, dall’azione distruttiva dell’esercito nazista. Si distinsero in quella giornata tra i diversi reparti militari, marinai, finanzieri, genieri, ex legionari, giovani ufficiali dell’esercito, il generale Nicola Bellomo e numerosi civili tra cui i ragazzi della borgo antico, come si evidenzia dalle due lapidi apposte sulla facciata esterna del Palazzo della Dogana che ricordano le vittime e la resistenza spontanea alla violenza germanica. Interverrà il Sindaco, dott. Michele Emiliano

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 09/9/2010, ore 10:00 - Macerata

    Progetti didattici ISREC Macerata

    Sono stati pubblicati ed inviati alle scuole i progetti didattici dell'ISREC per l'a.s. 2010-2011. Particolare rilievo è stato dato a percorsi di ricerca/azione relativi a tematiche legate al 150° dell'unità d'Italia, soprattutto mirati ad indagare la formazione dell'identità nazionale e la necessità di "fare gli Italiani".

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 08/9/2010, ore 18:00 - Monumento ai soldati caduti 8-9 settembre 1943, Reggio Emilia

    Commemorazione 8 settembre 1943

    Nel 150° dell'Unità d'Italia 8 Settembre 2010 Mercoledì ore 18 Pubblico incontro ex Caserma Zucchi Università di Modena e Reggio Presso Monumento ai soldati caduti 8-9 settembre 1943 per la patria e la libertà Deposizione corona - bandiere istituzionali - Tricolore Brevi interventi di: - rappresentante del Comune di Reggio Emilia - presidente Istoreco Mirco Carrattieri - rappresentante UNUCI: cap. Fabio Zani Promotori: Assoc. Naz. Com. Primo Tricolore - Comitato democratico – Ass. d'Arma - Partigiane - Patriottiche - Ass. culturali – sociali - Istoreco - Comune - Provincia di RE Presiedono Gen. CARLO CALATRONI On. OTELLO MONTANARI

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 7/9/2010, Cittanova

    Riaprire il processo Valarioti

    Narcomafie nel numero di agosto dedica ampio spazio a Giuseppe Valarioti, intellettuale e politico calabrese ucciso dalla 'ndrangheta, e all'appello dell'Istituto "Ugo Arcuri", sottoscritto da molti intellettuali italiani, rilanciando, insieme a decine di blog, la campagna di adesioni per riaprire il processo. All'appello hanno aderito, tra gli altri, alcuni Istituti storici della Resistenza, dirigenti di Amnesty International Italia, Assopace, Fondazione Feltrinelli, il Centro interculturale donne per l'autodeterminazione di Torino, l'Anpi della Toscana, l'Anpi di Catania, le riviste "Sud Contemporaneo" e "Giornale di Storia Contemporanea", giornalisti di "Narcomafie","Lettere Meridiane", Passato e presente", "Nuovo Corriere di Firenze". In allegato appello e adesioni.

    Notizia di: Istituto "Ugo Arcuri" per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea in provincia di Reggio Calabria - Cittanova


  • 5/9/2010, ore 00:00 - ISREC Macerata

    Before and beyond Auschwitz vola in Europa

    L’Istituto storico della resistenza e dell’età contemporanea di Macerata e il suo Osservatorio di genere si sono aggiudicati un progetto nell’ambito di un programma europeo, l’“Active European remembrance”. Il progetto intitolato Before and beyond Auschwitz trae ispirazione da un convegno internazionale realizzato a Macerata nel 2010 dall’Isrec-Osservatorio di genere e dal Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata in collaborazione con l’Assemblea Legislativa delle Marche, l’Anpi-Comitato provinciale di Macerata, il Comune di Macerata, il Comune di Recanati, il Comune di Caldarola e il Comune di Tolentino. Grazie a quell’esperienza e agli stimolanti spunti di riflessione sollevati dagli studiosi durante i lavori del convegno, nasce l’idea di ampliare il dibattito sulla memoria di Auschwitz ma anche sulla democrazia e sulla cittadinanza europea, attraverso la pubblicazione di due opere collettanee in lingua italiana e l’elaborazione, cura e grafica di un estratto delle stesse in lingua inglese, contenente gli abstract di tutti i saggi pubblicati nei volumi e di dieci saggi integrali da pubblicare sul web. Before and beyond Auschwitz ha subito incontrato l’entusiasmo di diverse associazioni ed istituzioni italiane ed internazionali che hanno accettato di sostenere a vario titolo il progetto e di partecipare in qualità di partner: il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata; il Comune di Macerata; l’Anpi-Comitato provinciale di Macerata; il Department of Modern Languages della Utrecht University; il Transnational Memories research group della Faculty of Humanities della Utrecht University; la Bangor University (UK); l’University of Edimburgh (UK); la Facultad de Geografía e Historia, Universidad de Oviedo (España); la Fondazione ARTEM di Bratislava. L’Istituto storico della resistenza e dell’età contemporanea di Macerata - Osservatorio di genere si occuperà di coordinare l’intero progetto, mentre il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata contribuirà con un cofinanziamento alla pubblicazione dei volumi e, insieme al Comune di Macerata e all’Anpi di Macerata, parteciperà all’organizzazione di una giornata di studio in occasione del Giorno della memoria 2011. Il Department of Modern Languages della Utrecht University, la Bangor University (UK) e la Facultad de Geografía e Historia, Universidad de Oviedo (España) invece ospiteranno tre giornate di studio in cui sarà possibile da una parte presentare i volumi e dall’altra promuovere una riflessione sulla democrazia e sulla cittadinanza europea, attraverso la condivisione di valori e di momenti storici che hanno segnato l’origine ed i principi dell’Europa stessa. Tutte le associazioni e le istituzioni partner del progetto si impegneranno nella diffusione e nella promozione del progetto e in particolare provvederanno a pubblicare la brochure in inglese sottoforma di ipertesto sui propri siti web. Il progetto vuole non solo mantenere vivo il ricordo di Auschwitz, rivitalizzando un’idea di memoria non meramente conservativa che tenti di stabilire raccordi con l’oggi, ma anche e soprattutto offrire alle nuove generazioni italiane ed europee strumenti comprensibili per una lettura più consapevole della storia recente.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 27/8/2010, ore 00:00 - hfhcfhfhf

    sdsdsdsds

    sdsdsd

    Notizia di: Istituto abruzzese per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea - L'Aquila


  • 3/8/2010, ore 18:00 - Venezia, Riva Sette Martiri

    Commemorazione eccidio Sette Martiri

    Il giorno 3 agosto 2010, alle ore 18.00, sarà ricordata la ricorrenza dell'eccidio dei Sette Martiri avvenuto il 3 agosto 1944 per mano nazista. Il corteo partirà alle ore 18.00 dalla sede dell'Anpi di via Garibaldi per percorrere via e viale Garibaldi ed arrivare al monumento alla Partigiana veneta di Murer, dove verrà deposta una corona d'alloro. Il corteo riprenderà per Riva sette Martiri e si concluderà sotto la lapide con gli interventi del vicesindaco di Venezia Sandro Simionato e di Maria Teresa Sega dell'Iveser.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 28/7/2010, ore 18:00 - ditta TEREX (ex Officine "Reggiane"), reggio Emilia

    67° Anniversario dell' eccidio delle "Reggiane" - Commemorazione

    Saranno ricordate le vittime:Antonio Artioli, Vincenzo Bellocchi,Nello Ferretti, Eugenio Fava, Armando Grisendi, Gino Menozzi, Osvaldo Notari,Domenica Secchi, Angelo Tanzi. Le vittime furono uccise dal fuoco di un battaglione di bersaglieri. Avevano dato vita, insieme ai loro colleghi, ad una manifestazione per chiedere la fine della guerra, sfidando le disposizioni estremamente ferree firmate da Badoglio. Corteo dei Gonfaloni del Comune della Provincia e delle bandiere delle Associazioni Partigiane e Sindacali dall'ingresso delle Officine alla lapide Deposizione di corone alla presenza delle Autorità cittadine Saluto di Graziano Del Rio - Sindaco di Reggio Emilia Interventi di Piero Rragazzini - Segretario Nazionale CISL Delegato RSU Fantuzzi - Reggiane Recita per voce e pianoforte dedicata ai Martiri del 28 luglio '43 Il vento sulle labbra Maria Antonietta Centoducati - voce recitante Ovidio Bigi - Pianoforte Le iniziative sono promosse da: Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Confederazioni Sindacali CGIL CISL UIL, Associazioni Partigiane ANPI ALPI-APC, Circoscrizione Nord Est, Comitato ex Operai ed Impiegati delle Reggiane, Comitato Provinciale Democratico Costituzionale

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 19/7/2010, ore 9:00 - Venezia, sede Iveser

    Sospensione estiva

    S'informano soci, amici, navigatori, che dal 19 luglio al 20 agosto 2010 l'Istituto resterà chiuso per la pausa estiva; per comunicazioni o informazioni scrivere all'indirizzo info@iveser.it (la posta la leggiamo sempre...). Ci risentiamo a fine agosto: in cantiere c'è un ricco programma di iniziative tra settembre e ottobre 2010. Buone vacanze...

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 02/7/2010, ore 12:00 - Italia

    Un’iniziativa della Rete Insmli per studenti, ricercatori e docenti del Nord America

    Study of Contemporary History in Italy L’Insmli in collaborazione con The Italian Scientists and Scholars in North America Foundation (ISSNAF), offre a studenti universitari, dottorandi, ricercatori e docenti delle Università degli Stati Uniti e Canada la possibilità di conoscere e utilizzare la ricca documentazione di notizie, fonti e studi delle proprie biblioteche e dei propri archivi (cartacei e fotografici), relative alla storia italiana del Novecento con particolare riferimento alle seguenti aree di ricerca: (a) Fascismo e antifascismo (b) Colonialismo e post-colonialismo (c) Seconda guerra mondiale e Resistenza (d) Storia degli Ebrei e dell'Olocausto in Italia (e) Storia del movimento operaio e delle lotte sindacali (f) Mafia, Terrorismo e Anni di piombo (g) Donne e militanza politica (XX sec.) (h) Memoria pubblica e memoria privata: luoghi, musei, linguaggi e simboli Per saperne di più clicca sul link sottostante.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 21/6/2010, ore 00:00 - Istituto storico di Modena

    Eletti i nuovi 0rgani dirigenti dell'Istituto storico 2010-2013

    In sede assembleare il 18 giugno 2010 sono stati eletti i nuovi organi dell'Istituto storico di Modena che rimarranno in carica fino a giugno 2013. Presidente Giuliano Albarani Vice Presidente Angela Benassi Consiglio Direttivo Giuliano Albarani, insegnante Greta Barbolini, presidente ARCI provinciale Angela Benassi, consulente risorse umane Lorenzo Bertucelli, docente universitario Giulia Bondi, giornalista pubblicista Paola Borsari, insegnante Yuri Costi, Assessore cultura sport e ambiente Comune di Prignano Caterina Dellacasa, assessore promozione della città e del territorio, Comune di Mirandola Tommaso Dondi, ex partigiano, designato dall'ALPI Alessandro Flisi, funzionario, Comune di Carpi Fausto Gianelli, assessore politiche culturali Comune di Pavullo Vilson Marchi, dirigente cooperativo in quiescenza, indicato dalla Legacoop Daniele Mislei, consigliere del Comune di Vignola e dell‟Unione Terre di castelli Alberto Molinari, insegnante Aude Pacchioni, presidente dell'ANPI, designata dall'ANPI Andrea Panaccione, docente universitario, indicato dall'Università di Modena e Reggio Emilia Onelio Prandini, ex senatore, presidente Fondazione Modena 2007 Fiorella Prodi, dirigente sindacale della Cgil, indicata dalla Cgil Maurizio Serofilli, consulente professionale, indicato dalla Provincia di Modena Carlo Alberto Sitta, poeta, designato dalla FIAP Giuliano Zanaglia, operatore culturale, Fanano Comitato Esecutivo Giuliano Albarani, Greta Barbolini, Angela Benassi, Giulia Bondi, Vilson Marchi Collegio Revisori dei Conti Carlo Albano, Adriano Zavatti, Luciana Labanti

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 18/6/2010, ore 16:30 - Carpi, Sala del Consiglio comunale di Carpi

    Assemblea straordinaria dell'Istituto storico di Modena

    L'Assemblea straordinaria dell'Istituto storico di Modena, prevista in prima convocazione per giovedì 17 giugno alle ore 9.00, è convocata per Venerdì 18 giugno 2010 alle ore 16.30 presso la Sala del Consiglio comunale di Carpi. Ordine del giorno: • Resoconto attività 2009-2010 • Programma attività 2010-2011 • Bilancio consuntivo 2009 • Bilancio preventivo 2010 • Elezione consiglio direttivo L’appuntamento annuale con l’Assemblea straordinaria costituisce un passaggio importante della vita associativa dell’Istituto (che festeggia nel 2010 il sessantesimo anno di vita), utile ad una riflessione collettiva sulle politiche culturali, sulle scelte economiche e, soprattutto, sulle prospettive future. L’Assemblea – che dopo la positiva esperienza della “trasferta” a Montefiorino nel 2009, si svolgerà quest’anno a Carpi - avrà il compito di eleggere il nuovo Consiglio direttivo, in carica per il triennio 2010-2013, al quale spetterà poi l’elezione del Presidente. Come da prassi consolidata abbiamo voluto arricchire il nostro momento assembleare con una proposta culturale, che sono sicuro incontrerà il tuo favore e consentirà, anche grazie al momento conviviale conclusivo, un dialogo più informale e proficuo fra amici, soci, dirigenti ed operatori dell'Istituto. Ti proponiamo quindi per la giornata di venerdì 18 giugno, prima dell’Assemblea, una visita guidata alla mostra A noi fu dato in sorte questo tempo. 1938-1947 (www.iltempoinsorte.it), allestita presso l’ex campo di Fossoli; dopo l’Assemblea – che dovrebbe concludersi intorno alle ore 18.30 – una visita ai luoghi carpigiani della Seconda guerra mondiale, cui farà seguito la cena. Per ragioni di tipo organizzativo ti chiedo di segnalare a Mara Malavasi, all'indirizzo mail segreteria@istitutostorico.com o al tel. 059 242377, entro e non oltre mercoledì 16 giugno 2010: - la partecipazione alla visita guidata, dalle 15 alle 16, alla mostra allestita presso il campo di Fossoli (segnalando eventuali difficoltà di trasporto per raggiungere il campo); - la partecipazione alla visita guidata, dalle 18.30 alle 19.30, ai luoghi carpigiani della Seconda guerra mondiale; - la partecipazione alla cena delle 20 (quota pro-capite euro 20 circa). L’occasione mi è infine propizia per invitarti a sottoscrivere o rinnovare l'adesione all'Istituto per il 2010, per poter così partecipare non solo all'assemblea ma alla vita associativa dell’Istituto nel suo complesso. Chi non avesse la possibilità di passare in Istituto prima dell'assemblea può segnalare la volontà di adesione alla segreteria, e ritirare la tessera compilata il giorno stesso dell'assemblea (rivolgersi anche in questo caso a Mara Malavasi, tel. 059 242377, e-mail segreteria@istitutostorico.com).

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 01/6/2010, ore 10:00 - Roma

    Comunicato stampa dell'"Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane"

    Gli Istituti dell’AICI (Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane) a proposito del Decreto Legge sulla manovra economica e finanziaria del governo.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 17/5/2010, ore 00:00 - Piemonte

    Indagine: Primo Levi nelle scuole in Piemonte - Termine ultimo

    Il Centro Internazionale di Studi Primo Levi si rivolge agli insegnanti piemontesi per saperne di più su come l’opera dello scrittore torinese viene proposta agli studenti. L’obiettivo è di raccogliere informazioni, suggerimenti e proposte utili a realizzare strumenti e iniziative che possano aiutare in futuro l’impegno didattico. I risultati dell'indagine varranno presentati in un incontro che si svolgerà nella prima settimana di giugno (seguirà comunicazione tramite apposita circolare) e pubblicati su questa pagina e sul sito web dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte http://www.usrpiemonte.it/Lists/Primo%20Levi%20nelle%20scuole%20in%20Piemonte/overview.aspx

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 25/4/2010, ore 00:00 - Verbania

    I giorni della semina - Per il 25 aprile

    I giorni della semina per il 25 aprile a Verbania CONFERENZA STAMPA presentazione dell’iniziativa (16 MARZO Ore 17.00 presso La CASA DELLA RESISTENZA) SERATA DI APERTURA: "I GIORNI DELLA SEMINA" (1 APRILE ORE 21 Casa della Resistenza) dedicata alla rilettura di brani e itinerari di riflessione tratti dagli scritti di Nino Chiovini (Conduttore Silvia Magistrini) IRONIKONTEMPORANEO (8 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) Si tratta di un appuntamento per giovani: reading, cabaret e musica per piano e voce con Roberto “Freak”Antoni e Alessandra Mostacci L'INFORMAZIONE, QUESTA SCONOSCIUTA (14 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) serata di riflessione su come viene a proporsi l'informazione ai nostri giorni (1° relatore M. Santoro (da verificare); 2° relatore Walter Passerini PAROLE E CANZONI RESISTENTI (21 APRILE Ore 21 Sala polivalente di Arizzano) Presentazione del libro "14 giorni di agosto - Verbania 1944" di Gianni Maierna, alla presenza dell'autore. Reading e prosa: (Silvia Magistrini, Silva Cristofari) Musica : Concerto gli YOYO MUNDI. RACCONTARE E' ASCOLTARE (24 APRILE Ore 21 Casa della resistenza) La sera del 24 Aprile, alle ore 21, presso la sala grande de "La casa della Resistenza" si svolgerà un evento di esperienze teatrali, letture e musica: Reeding di Alberto Patrucco e Adele Pellegatta sui temi della resistenza e della liberazione, con la partecipazione dei musicisti "Los Chitarones" BICIPace CITTADINA (25 APRILE ore 9,00-12,30) Corteo ciclopacifico “per una memoria del futuro” nel nome della pace e dei diritti di tutti. Partenza dal parcheggio Villa Taranto, passaggio nelle vie di Verbania e arrivo alla Casa della Resistenza. FESTA DEI BAMBINI (ore 14.30 Casa della Resistenza) spettacolo Storia a Pedale (La Furattola) LA VOCE DELLA MEMORIA (25 APRILE Ore 21 Centro di Incontro Sant’Anna) Spettacolo teatrale: Per dignità, non per odio” (Ass. Vento di Teatro) Proiezione del Film “L’Ombra del Lago” regia di Werner Weick. RIDERE PER SPERARE (22 MAGGIO ore 21 Casa della Resistenza) Il 25 Aprile si dovrebbe festeggiare sempre, anche dopo la ricorrenza e d’altra parte i giorni della semina debbono incominciare a dare germogli. Da qui l’idea di un evento a Maggio, che faccia da ponte ideale verso una nuova “stagione” di riflessioni, ricordi, feste, ricorrenze. Si tratta di un intrattenimento dell'intelligenza arguta presentato da Zuzzurro e Gaspare. Con il patrocinio della Regione Piemonte e la collaborazione di: Associazione Casa della Resistenza; Il Baobab; Punto e a capo; SottoSopra; Istituto Evangelico; Agesci Intra; Le coccinelle; Il cerchio; Anpi- Verbania; Arci verbania; Il Mosaico; Emergency; Tante voci; Mani tese; Bicincittà; Coop-Novacoop

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 25/4/2010, ore 15:00 - Tuttinbici, Via Zandonai, Reggio Emilia

    Biciclettata sui luoghi della Resistenza in città

    Ore 15 partenza dalla sede di Tuttinbici in Via Zandonai. Biciclettata sui luoghi della Resistenza in città. A cura di Tuttinbici e Istoreco

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 25/4/2010, ore 10:00 - Bologna, Istituto Parri, via Sant'Isaia, 18-20

    Apertura al pubblico in occasione del 25 aprile

    L'Istituto Parri e il Museo della Resistenza di Bologna, in occasione del 25 aprile, saranno aperti al pubblico dalle 10 alle 19.

    Notizia di: Istituto storico Parri - Bologna


  • 25/4/2010, ore 10:00 - Varallo (Vc), sede dell'Istituto, via D'Adda, 6

    Apertura straordinaria dell'Istituto

    L'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nelle province di Biella e Vercelli "Cino Moscatelli", nella giornata del 25 aprile, sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle ore 19.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia - Varallo


  • 25/4/2010, ore 10:00 - Verona

    Resistere, Pedalare, Resistere! Tradizionale biciclettata sui luoghi della Resistenza a Verona

    Partenza ore 10 dalla sede Amici della Bicicletta (via Spagna 6) alle ore 10. Conclusione in Piazza Bra alle 13 circa Resistere, Pedalare, Resistere! Tradizionale biciclettata sui luoghi della Resistenza a Verona. FIAB Amici della Bicicletta - Verona / Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea. Accompagnatori: Lorenzo Rocca (Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea) e Paolo Fabbri (visualizza la locandina)

    Notizia di: Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Verona


  • 24/4/2010, ore 10:30 - Da Casalino a Ligonchio, Reggio Emilia

    2° passeggiata “Someggiata Resistente”

    Da Casalino a Ligonchio attraverso i sentieri della memoria. Sabato 24: Ritrovo presso l’Ostello dei Balocchi più o meno per le ore 10.30. Trasferimento nel paesino di Montecagno dove inizia il Sentiero Partigiano che porta alla postazione di artiglieria del Monte Rimondatino. La giornata sarà dedicata alla manutenzione del sentiero: sono previste attività di tracciatura dell’intero percorso, lavori di risistemazione e manutenzione. Un modo giusto per vivere una bella giornata all’aria aperta, immersi in un panorama mozzafiato e, soprattutto, per mantenere vivo il ricordo in coloro che visiteranno, nei mesi a venire, questo Sentiero Partigiano. Pranzo al sacco fornito dall’Ostello. Si cena in compagnia e, a seguire, proiezioni di documentari storici sulla Resistenza Emiliana, curati da Istoreco. Domenica 25: Sveglia e colazione. Partenza prevista per le ore 9.30 dall’Ostello dei Balocchi in direzione Ligonchio - Centrale Idroelettrica. Ad accompagnarci, durante tutta la giornata, le nostre Asinelle, che aiuteranno i più piccoli ad affrontare il percorso. Effettueremo alcune soste, dedicate a letture e brani musicali legati alla Resistenza , a cura dei musicanti dei “Ciokapiat” di Bologna. Percorreremo il sentiero 609 CAI attraverso l’incantata valle degli Schiocchi dell’Ozola fino a Ligonchio. Arrivo previsto per l’ora di pranzo: pasta, tigelle, affettati, formaggi e gli immancabili Borlenghi! Durante la giornata sono previste la visita in Centrale, la testimonianza di uno dei Partigiani e la commemorazione dei due Partigiani Sovietici sepolti nel Cimitero di Ligonchio. Rientro in Ostello nel pomeriggio. Costi: Per chi partecipa dal Sabato: Adulti 70 euro, Bambini 55 euro. Per chi partecipa solo alla giornata di Domenica (passeggiata + pranzo): Adulti 25 euro , Bambini 20 euro. I bambini sotto i 3 anni non pagano. Prenotatevi prima possibile, ma entro e non oltre il 22 Aprile. info@ostellodeibalocchi.it Telefono: STEFANO 3474878744 – SARA 3470475779

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 24/4/2010, ore 15:00 - Vinchio (AT)

    SUI SENTIERI DELLA LIBERTA’

    Ass. culturale Davide Lajolo - Comune di Vinchio - Israt MINISTERO BENI E ATTIVITA' CULTURALI - DIREZIONE REGIONALE BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DEL PIEMONTE SETTIMANA DELLA CULTURA 2010 - SUI SENTIERI DELLA LIBERTA’ VINCHIO (AT), 24 APRILE 2010 ORE 15.00 Saluto del Sindaco di Vinchio Andrea Laiolo Visita al Museo di Davide Lajolo “Vinchio è il mio nido”, Via Cap. Ettore Laiolo Monumento alla Resistenza e Memorial della Costituzione Monumento di Davide Lajolo dello scultore Floriano Bodini Casa di Vittorio Benzi, deportato e morto a Mauthausen Passeggiata da Vinchio a Noche sul Sentiero della libertà La tana del rastrellamento del 2 dicembre 1944 con letture di brani di Davide Lajolo (Ulisse) ORE 17.00 Municipio di Vinchio, piazza S. Marco: ● Proiezione di brani dei video La strada più lunga di Nelo Risi, Francesco Scotti e Davide Lajolo. Due storie parallele, Lettura di Marco Baliani e Luciano Nattino da Il voltagabbana di Davide Lajolo ● Presentazione del progetto La casa della memoria della resistenza e della deportazione ● Commenti di Laurana Lajolo, presidente dell’Associazione culturale Davide Lajolo e di Mario Renosio, direttore dell’Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Asti ● Saranno messi in visione documenti partigiani dell’archivio D. Lajolo e dell’archivio ISRAT Al termine verrà offerta una degustazione dei vini della Cantina di Vinchio – Vaglio Serra In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà nel Museo e nella sede del Comune TUTTI SONO INVITATI

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Asti - Asti


  • 24/4/2010, ore 15:00 - Bergamo, via Tasso 4 e piazzale ex convento di Sant'Agostino

    Sulle tracce della libertà - percorsi cittadini per conoscere la Resistenza a Bergamo

    Nell'ambito della iniziativa "i cannoni precedettero il sole" organizzata dall'Isrec Bg per il sessantacinquesimo anniversario della Liberazione si propongono, a insegnanti, studenti e a tutta la cittadinanza, due percorsi guidati per conoscere la Resistenza a Bergamo. Il primo percorso sarà in Città Alta con partenza dal piazzale dell'ex convento di sant'Agostino alle ore 15:00 e alle ore 16:00. Il secondo percorso sarà nel centro di Bergamo con partenza dalla sede dell'Isrec Bg in via Tasso, 4 alle ore 15:00 e alle ore 16:00. Per il complesso delle iniziative si veda l'allegato

    Notizia di: Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Bergamo


  • 24/4/2010, ore 19:00 - Monte Baldo (Verona)

    Notturni Partigiani. Escursione sul Monte Baldo lungo sentieri che attraversano i luoghi dove operavano i Partigiani della Brigata Avesani

    In compagnia di Beppe Muraro. Ritrovo ore 19. Partenza ore 20. Ritorno per le ore 1. Organizzato da Radio Popolare Verona, "Fagiani nel mondo", Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

    Notizia di: Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Verona


  • 23/4/2010, ore 10:00 - Camerino, Sala Verdi Palazzo Comunale

    25 aprile Liberi di...liberi da...liberazione-libertà-legalità e Costituzione

    L'ISREC partecipa alle celebrazioni per la festa della Liberazione con un intervento dal titolo "Le radici storiche della Costituzione italiana: Resistenza ed antifascismo". L'evento si svolge in collaborazione con l'ANPI sez. provinciale di Macerata e con il comune di Cingoli ed è diretto agli studenti delle scuole secondarie di II grado.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 22/4/2010, ore 00:00 - Piacenza

    Bicistaffetta partigiana

    Parte da Piacenza la bicistaffetta partigiana organizzata da ISREC e Amolabici che porterà i partecipanti da Piacenza fino a Mauthausen

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Piacenza - Piacenza


  • 20/4/2010, ore 00:00 - Italia

    Restyling portale

    E' in corso in questi giorni la pubblicazione di una versione rinnovata della grafica del portale. Potrebbero verificarsi dei disagi durante la navigazione.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 1/4/2010, ore 00:00 - Macerata

    Pubblicato il volume collettaneo: "Ai margini della storia"

    "Ai margini della storia. Percorsi individuali e collettivi delle donne in provincia di Macerata" inaugura la collana di "Storia delle donne nelle Marche in età contemporanea", il suo scopo è di mettere al centro dell'indagine e della riflessione le donne della regione e la loro storia muovendo dai problemi che le contingenze politiche e sociali del tempo presente proprongono. Il primo volume contiene dodici saggi che seguono altrettanti itinerari individuali o comuni di donne maceratesi, a conclusione dei quali si è posta un'appendice che offre degli approfondimenti sui toponimi femminili del territorio. Si è disegnato un itinerario che, senza avere la pretesa di offrire una rassegna esaustiva su una tematica tanto vasta quanto polivalente, rende disponibili una serie di analisi critiche, diverse non solo per i contenuti ma anche per approcci disciplinari.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 20/3/2010, ore 11:00 - Istituto Magistrale Statale «Matilde di Canossa» via Makallè, 18 - Reggio Emilia

    Intitolazione biblioteca a Nilde Iotti

    Sabato 20 marzo alle ore 11.00, presso il liceo Matilde di Canossa, la biblioteca dell'istituto sarà intitolata ufficialmente a Nilde Iotti. Con saluti di: Graziano Del Rio, sindaco di Reggio Emilia Sonia Masini, presidente della Provincia di Reggio Emilia Relazione di: prof. Antonio Petrucci, Nilde Iotti Studente Testimonianze di: prof. Ugo Bellocchi, storico e giornalista onorevole Eletta Bertani, ANPI di Reggio Emilia Coordina: prof. Giuliano Fornaciari, preside liceo Matilde di Canossa. Per informazioni: Istituto Magistrale Statale «Matilde di Canossa» via Makallè, 18 - 42124 Reggio Emilia tel. 0522/271223; fax 0522/271627 www.liceocanossa.it L’appuntamento è il quarto di una serie di iniziative di ricordo, riflessione, approfondimento storico e scientifico sulla figura di Nilde Iotti nella sua città natale, promosse dall'istituto Alcide Cervi (in collaborazione con: Comune e provincia di Reggio Emilia, Istoreco, ANPI, ALPI-APC). Eventi che tentano di restituire la complessità di questa figura protagonista della storia italiana del ‘900 in occasione del 10° anniversario della sua scomparsa (4 dicembre 1999) e del 90° della sua nascita (10 aprile 1920).

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 3/3/2010, ore 16:30 - Trieste

    Giorno del Ricordo

    3 marzo 2010 – ore 16.30. Intervento didattico di Roberto Spazzali (Irsml FVG) di aggiornamento disciplinare per insegnanti Presentazione del volume: "Istria, Quarnero, Dalmazia. Storia di una regione contesa del 1796 ai giorni nostri" (M. Cuzzi, G. Rumici, R. Spazzali – I.R.C.I. – Libreria Editrice Goriziana, 2009), Organizzato dalle Comunità Istriane - Trieste.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 01/3/2010, ore 9:00 - Trieste

    Sito Irsml FVG

    Si comunica che il nuovo indirizzo del sito dell'Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia è: www.irsml.eu

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 16/2/2010, ore 00:00 - Reggio Emilia

    Nando Rinaldi è il nuovo direttore di Istoreco

    Nel corso dell’ultima seduta del Comitato direttivo di Istoreco, tenutasi nei giorni scorsi, è stato nominato Nando Rinaldi direttore dell’Istituto. E le prime parole del neo direttore sono state rivolte agli organi direttivi dell’Istituto, con una particolare attenzione a chi lo ha preceduto: “Vorrei ringraziare il presidente Mirco Carrattieri, il comitato direttivo per avere individuato nella mia persona il nuovo direttore. In particolare, vorrei ringraziare il direttore uscente Vanni Orlandini che ha svolto un compito prezioso in questi anni, che ha permesso a Istoreco di consolidarsi e di potere operare nei filoni fondamentali che ne tracciano il profilo: la ricerca, la divulgazione, la didattica e la conservazione della memoria attraverso la gestione del Polo archivistico”. Con Nando Rinaldi, Istoreco prosegue la scelta del cambio generazionale nella sua dirigenza. Infatti, il neo direttore, laureando in Scienze della cultura all’Università di MO-RE, ha 31 anni, ma con una solida esperienza istituzionale che lo ha visto, tra l’altro, prima consigliere circoscrizionale poi comunale a Reggio Emilia; ha presieduto la Commissione scuola, attività e istituzioni culturali del Comune capoluogo ed è stato dal settembre 2005 al giugno 2009 presidente del Consiglio comunale. Dal 2001 è membro del Consiglio provinciale dell’ANPI provinciale. “Il compito di Istoreco – ha detto in conclusione del suo insediamento – è di proseguire nel futuro quell’elaborazione culturale e politica di cui la nostra provincia ha tanto bisogno. Io cercherò di seguire la stessa strada”.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 15/2/2010, ore 9:00 - Venezia

    Progetto registri matricola carcere 1943-1945

    In occasione delle iniziative promosse dal Coordinamento cittadino per il Giorno della Memoria 2010, l’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, assieme alla Comunità Ebraica di Venezia, ha avviato un progetto di ricerca sui registri matricola della Casa circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia. Il progetto – sostenuto dall’Assessorato alla Produzione Culturale del Comune di Venezia e reso possibile dalla disponibilità della Direzione della Casa circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia – prevede lo spoglio integrale dei registri matricola durante il periodo dell’occupazione tedesca (8 settembre 1943 - 27 aprile 1945) al fine di individuare il passaggio e la detenzione dei perseguitati politici, militari e razziali nel carcere cittadino. I registri matricola, infatti, rappresentano un’importante fonte storica già utilizzata in altri studi di carattere scientifico. Lo scopo del progetto è quello di ampliare la conoscenza su queste vicende cercando di determinare il numero complessivo di coloro (uomini, donne, bambini) che, transitando per il carcere di Santa Maria Maggiore, furono poi deportati nei campi di sterminio nazisti dove, in gran parte, trovarono la morte. L’Iveser curerà l’organizzazione scientifica del progetto (coordinata da Marco Borghi), il censimento e la raccolta delle informazioni inizieranno dal 15 febbraio 2010 e sarà effettuata da Giulio Bobbo, ricercatore dell’Iveser. I risultati della ricerca, una volta vagliati ed elaborati, saranno successivamente pubblicati e divulgati; la conclusione del lavoro di schedatura è prevista per l’estate autunno 2010.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 02/2/2010, ore 00:00 - Rimini

    Folgorati lungo la via di Auschwitz?

    La memoria non è (purtroppo) un vaccino contro il male. Una Riflessione di Laura Fontana (Direttore Istituto storico della Resistenza di Rimini e Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini) a dieci anni dall'istituzione in Italia del Giorno della Memoria.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 1/2/2010, ore 9:00 - Trieste

    Giorno del Ricordo

    "Le foibe e l’esodo giuliano-dalmata". Intervento didattico di Roberto Spazzali (Irsml FVG) per gli studenti della classi finali dell’I.T.A.S. “G. Deledda” – Trieste. Con visita all’ex Centro Raccolta Profughi di Padriciano (Trieste).

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 31/1/2010, ore 10:30 - Venezia

    La Città di Venezia per il Giorno della Memoria 2010

    Esiste un contagio del male: chi è non-uomo disumanizza gli altri, ogni delitto si irradia, si trapianta intorno a sé, corrompe le coscienze e si circonda di complici sottratti con la paura o la seduzione al campo avverso (Primo Levi, dalla prefazione a J. Presser, La notte dei girondini). Se continuare a “ricordare” attraverso la ricorrenza del Giorno della Memoria non può sicuramente rappresentare un vaccino sufficiente al contagio del male, come lucidamente definito da Primo Levi in queste righe, e non è certo attraverso il disbrigo di una formalità commemorativa che immunizza il terreno sociale dai semi dell’odio, ciò nonostante la Città di Venezia si impegna anche quest’anno a dare il suo contributo perché la “verità” sia raccontata ancora una volta, e non cali il sipario dell’oblio sul punto più basso della storia degli uomini, e soprattutto dei non-uomini. In questo senso, di stagione in stagione, la ricorrenza del Giorno della Memoria rafforza le proprie ragioni di resistenza ad una formula rituale di evocazione remota, assumendo al contrario i caratteri aggiuntivi, tutti contemporanei, di un'intrinseca necessità. Anche quest'anno, gli eventi che da varie parti si preparano a celebrarla sembrano issare sul vessillo esibito della "memoria" una rinnovata battaglia, nel rifiuto di ogni "mostro" generato dalle (s)ragioni della diversità e non uguaglianza umana e sociale. “Salonicco ’43”, piéce teatrale di Ferdinando Ceriani celebrata in Israele e assai apprezzata nel nostro paese, assume il ruolo di evento principale delle celebrazioni promosse quest’anno dalla città di Venezia, e punta i riflettori su un’altra figura di “giusto” dimenticata dalla storia, quella dell’ambasciatore Guelfo Zamboni console a Salonicco, il quale, resistendo alla paura ed alla “seduzione del male”, salvò centinaia di ebrei dalla deportazione nel 1943. Accanto a tale evento, numerose sono le iniziative curate dalle Associazioni e dagli enti cittadini, in una partecipazione spontanea che rappresenta l’elemento più significativo rispetto a una manifestazione prevista dalla legge italiana, ma che per la stragrande maggioranza continua a costruirsi dal basso, attraverso il fiorire di tante, diverse, iniziative convergenti, per le quali si rinvia al dettagliato programma. La partecipazione attiva della Città conferma, quindi, anche in quest’occasione il segnale incoraggiante della volontà di “fare fronte comune” contro la rimozione della verità storica ed al rischio di un suo offuscamento, ribadendo la necessità di identificare nella “Memoria” un segnalibro fisso delle coscienze, nel percorso intrapreso dal nuovo secolo. Il programma prevede una serie di iniziative ed eventi, anche in collaborazione con l'Iveser, dal 19 gennaio al 5 febbraio 2010, con la cerimonia ufficiale si terrà il giorno 31 gennaio (ore 10.30) al Teatro Goldoni di Venezia, seguirà la piéce teatrale “Salonicco ’43” di Ferdinando Ceriani.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 30/1/2010, ore 9:30 - Rivalta (Reggio Emilia)

    Commemorazione dei Martiri del 30 gennaio 1944

    Il 30 gennaio 2010 si celebra il 66° anniversario della fucilazione dei Martiri: Ferruccio Battini Romeo Benassi Don Pasquino Borghi Umberto Dodi Dario Gaiti Destino Giovannetti Enrico Menozzi Contardo Trentini Enrico Zambonini Il Comune e la Provincia di Reggio Emilia (in collaborazione con ANPI, ALPI-APC, Istoreco e Istituto Cervi) ha deciso di commemorarli presso l’Istituto Don Pasquino Borghi, via Pascal, 81 – Rivalta (RE). Programma della mattinata: 9.30 – Poligono di Tiro Deposizione della corona alla presenza delle autorità cittadine 10.00 - Istituto Comprensivo Don Pasquino Borghi, via Pascal 81 Rivalta Commemorazione dei Martiri del 30 gennaio 1944 Saranno presenti: - Comune di Reggio Emilia - Provincia di Reggio Emilia - Segretario Provinciale Associazioni Partigiane ALPI-APC dell’ANPI 10.30 – Istituto Comprensivo Don Pasquino Borghi Spettacolo teatrale, organizzato per gli studenti dell’istituto D. Pasquino Borghi e della Scuola Media Dalla Chiesa, della Compagnia Bonaventura, liberamente tratto da ‘La tregua’ di Primo Levi. L’incontro con gli studenti vuole essere un’occasione per ricordare i tragici avvenimenti avvenuti il 30 gennaio 1944 e per approfondire fatti storici con i giovani, che non hanno vissuto questi eventi dolorosissimi che hanno ferito il nostro Paese. Si è pensato di commemorare le vittime in modo nuovo e diverso rispetto alle scelte adottate negli scorsi anni: riteniamo che incontrare le giovani generazioni e avvicinarle fatti storici avvenuti nella nostra terra sia un modo per dare attualità alle scelte di libertà che fecero i nostri padri al costo della propria vita e sia mantenere viva la memoria storica, in modo che i giovani facciano proprio questo patrimonio che caratterizza l’Italia democratica nata dall’Antifascismo.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 27/1/2010, ore 00:00 - Rimini

    Lettera aperta alla cittadinanza

    Pubblichiamo on line la lettera aperta alla cittadinanza dell'ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI d'ITALIA sul senso e sul valore della giornata della Memoria, 27 GENNAIO 2010.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 19/1/2010, ore 15:30 - Trieste

    Autonomia e curricolo

    Martedì 19 gennaio 2010, alle ore 15.30, presso l'Aula video dell'I.C. "D. Alighieri" di Trieste, Fabio Todero (Irsml FVG) conduce il terzo incontro del laboratorio provinciale per la didattica della storia dedicato all'elaborazione di un curricolo in verticale per comnpetenze della disciplina storica.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 18/1/2010, ore 00:00 - Verona

    Seconda udienza del processo per la strage di Cervarolo

    Giovedi 17 dicembre 2009 si è tenuta la seconda udienza dibattimentale del processo penale al Tribunale Militare di Verona, presieduto dal presidente Vincenzo Santoro, dal giudice Antonio Bonafiglia e dal capitano dell’Esercito italiano Andrea Guerra. I sei imputati sono accusati dell’eccidio di 390 inermi cittadini, tra cui donne, bambini e invalidi, nella zona della linea gotica dal 18 marzo 1944 al 10 aprile 1944. Nessuno di essi si è presentato al processo. Gli avvocati di parte civile, su richiesta del tribunale, hanno apportato alcune correzioni e rettifiche sulle precedenti deposizioni. I legali hanno poi richiesto la costituzione in giudizio di numerose nuove parti civili. Questa udienza infatti era l'ultima utile per poterlo fare. L'elenco dei nuovi ammessi conta, tra i privati cittadini Ines Rossi e Luisa Paini, rispettivamente vedova e figlia della vittima della strage Paini Pio, patrocinate dall’avvocato Vainer Burani del foro di Reggio Emilia. Tra gli enti pubblici si sono aggiunte le Regioni Toscana ed Emilia-Romagna, le Province di Reggio Emilia, Modena, Arezzo e Massa Carrara, i Comuni di Villa Minozzo, Palagano, Stia, Bibbiena, Pratovecchio, San Godenzo e Fivizzano. Il PM Marco De Paolis, in chiusura dell’udienza, ha comunicato di aver inoltrato, in data 16 febbraio 2009, l'avviso della conclusione delle indagini nei confronti di altri sei indagati per gli stessi reati. L’udienza preliminare per questi nuovi indagati dovrebbe tenersi a fine febbraio e, se saranno messi a giudizio, si aggiungeranno ai primi sei e si provvederà alla trattazione unitaria dei due procedimenti. L’obiettivo è quello di arrivare all’unificazione dei due tronconi processuali, all’udienza del 4 marzo 2010, data fissata per la prossima udienza del procedimento in corso. Nell’aula del tribunale erano presenti parenti e famigliari delle vittime della strage di Monchio, Susano e Costrtrignano (Mo), una delegazione dell’ANPI di Modena e Reggio Emilia, il Sindaco di Villaminozzo Luigi Fiocchi, il coordinatore del comitato famigliari delle vittime della strage di Cervarolo Italo Rovali e una delegazione di Istoreco, incaricata di curare le riprese video dell’intero processo.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 12/1/2010, ore 15:30 - Trieste

    Autonomia e curricolo

    Martedì 12 gennaio 2010, alle ore 15.30, presso l'Aula video dell'I.C. "D. Alighieri" di Trieste, Fabio Todero (Irsml FVG) conduce il terzo incontro del laboratorio provinciale per la didattica della storia dedicato all'elaborazione di un curricolo in verticale per comnpetenze della disciplina storica.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 12/1/2010, ore 00:00 - Trieste

    Qualestoria

    E' uscito il n. 2 di "Qualestoria", dicembre 2009. Vi troverete tra l'altro: I. Goldstein, Alcune considerazioni sulla storiografia croata: dallo spirito di partito al revisionismo degli anni Novanta; Andrea Dessardo, Giornalismo e politica: cattolici democratici, Chiesa e Democrazia cristiana a Trieste attraverso le pagine di "Vita nuova" (1945-1965); P. Malni: Da Plava ad Asiago: un nno al fronte nelle memorie di guerra di August Loni; Memorie di guerra di Augusto Loni; D. Nanut, Boris Pahor: appunti per un itinerario umano e spirituale; D: Nanut: Intervista con Boris Pahor.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 9/1/2010, Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza

    Alberto Cesa: l'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza ha perso un amico carissimo

    Vogliamo far partecipi tutti gli amici della rete degli Istituti storici di una perdita di cui profondamente ci rammarichiamo: l'amico e preziosissimo collaboratore dell'Ancr Alberto Cesa è scomparso nella notte del 6 gennaio. Funerale a Grugliasco (TO) sabato 9 gennaio. Sicuramente Alberto Cesa lo hanno conosciuto o apprezzato per la sua attività e la sua opera tanti che negli Istituti lavorano o ad essi sono vicini; val comunque la pena di richiamare che Alberto Cesa ha cantato per quarant´anni i passaggi più importanti della storia del ´nostro´ Novecento, la Guerra civile spagnola, la Resistenza, l´antifascismo nei più vari contesti, il movimento operaio, le lotte di liberazione (dal Vietnam all´Irlanda...), l´emigrazione dall´Italia, incessantemente ricercando le modalità più rispettose e corrette ma anche più efficaci per contribuire a far vivere nel presente le tradizioni di ribellione e di lotta all´oppressione, il lungo e multiforme impegno di tanti per l´eguaglianza, la libertà, la pace e la giustizia. Alla canzone popolare nella sua versione più ´combattiva´, alla "nuova canzone popolare" a cui ha contribuito come autore con canzoni bellissime, ha accostato, con passione e dedizione, la riscoperta e la valorizzazione della tradizione etno-folklorica piemontese e occitana, ma anche francese e spagnola, nella chiave di una ricchezza popolare da salvaguardare e contro ogni suo uso strumentale discriminatorio. Da lui costituito (nel 1974) e da lui guidato, lo ha supportato per molti anni nel suo lavoro di ricercatore, cantautore, cantante, chitarrista, ghirondista, esperto in strumenti tradizionali e intellettuale militante il gruppo “Cantovivo”. Con l´Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza Alberto Cesa ha lavorato molto negli ultimi anni, aprendo alcune nostre rassegne con le sue performances, ricostruendo ed eseguendo vecchi canti partigiani riscoperti nel nostro lavoro di ricerca e, in primo luogo, accettando di organizzare con noi e poi di interpretare il film "Colonne sonore della Resistenza", sul canzoniere partigiano piemontese. Ricordare in modo attivo e fattivo Alberto è per noi che abbiamo lavorato con lui (e da lui molto imparato) una necessità profonda irrinunciabile e un dovere. L'invito che vogliamo fare a tutti è quello di ricordare lui e la sua opera nel prossimo futuro, nei modi che a ciascuno appariranno più confacenti...

    Notizia di: Archivio nazionale cinematografico della Resistenza - Torino


  • 25/12/2009, ore 00:00 - Novara

    I nostri auguri

    Immaginando di dover riempire un pacco. E se quest’anno provassimo a riempierlo di altre “cose"? Magari un po’ di solidarietà (per tutti quelli che hanno perso il posto di lavoro o non ce la fanno più); magari un po’ di libertà (per tutti quelli che l’hanno perduta o non l’hanno ancora conosciuta); magari un po’ di legalità (per chi ancora si ostina a credere che essere furbi è il massimo); magari un po’ di giustizia (anche per chi crede che se ne può fare a meno). E non dimentichiamoci un po’ di antifascismo, che certo non guasta, un po’ di memoria, un po’ di salute che è come la libertà (ci si accorge di quanto è importante quando manca). E se proprio vogliamo.... non dimentichiamo la frutta secca. Auguri dagli amici dell’Istituto di Novara

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 24/12/2009, ore 00:00 - Novara

    Chiusura Istituto

    L'Istituto di Novara resterà chiuso al pubblico dal 24 dicembre 2009 al 6 gennaio 2010. Riapertura il 7 gennaio. Buone Feste

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 15/12/2009, ore 15:30 - Trieste

    Autonomia e curricolo

    Martedì 15 dicembre 2009, alle ore 15.30, presso l'Aula video dell'I.C. "D. Alighieri" di Trieste, Fabio Todero (Irsml FVG) conduce il primo incontro del laboratorio provinciale per la didattica della storia dedicato all'elaborazione di un curricolo in verticale per comnpetenze della disciplina storica.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 1/12/2009, ore 15:30 - Trieste

    Autonomia e curricolo

    Martedì 1 dicembre 2009, alle ore 15.30, presso l'Aula video dell'I.C. "D. Alighieri" di Trieste, Fabio Todero (Irsml FVG) conduce il primo incontro del laboratorio provinciale per la didattica della storia dedicato all'elaborazione di un curricolo in verticale per comnpetenze della disciplina storica.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 16/11/2009, ore : - Verona

    Processo di Verona rinviato al 17 dicembre

    La nuova data dell’udienza del processo ai responsabili della strage di Cervarolo e di altre compiute in diversi comuni emiliani è stata fissata, sempre a Verona, per il 17 dicembre 2009, alle ore 9.30. I giudici del tribunale militare di Verona, chiamati a giudicare gli autori della strage di Cervarolo e di altri eccidi nazifascisti compiuti nella primavera del 1944 sull’Appennino tosco-emiliano, a causa della mancata notifica in tempo utile del documento a 4 dei 6 imputati, hanno dovuto disporre la ri-notificazione della citazione a giudizio prevista per il giorno di San Martino, 11 novembre. Nell’aula del tribunale militare di Verona erano presenti i rappresentanti dell'Associazione famigliari delle vittime, dell'ANPI e di Istoreco, oltre a un centinaio di cittadini e di numerose telecamere delle tv nazionali francesi e tedesche. Alla prima udienza era presente, tra gli altri amministratori dei comuni emiliani, il sindaco di Villa Minozzo Luigi Fiocchi. Un evento importante per la memoria nazionale che Istoreco, dalla prossima udienza e per tutto il corso del processo, filmerà e che sarà reso consultabile a tutti presso il Polo Archivistico di via Dante 11 a Reggio Emilia. Ricordiamo che la precedente udienza preliminare del 6 ottobre si era conclusa con il rinvio a giudizio - per il reato di concorso in violenza con omicidio contro privati nemici, pluriaggravate e continuata - di tutti e sette (ma solo sei sono i sopravvissuti) gli ex ufficiali tedeschi della III Divisione Corazzata Goering che trucidarono la popolazione del il paese. Nel frattempo il pm Marco De Paolis ha concluso l’altro troncone di indagine che sarà riunificato a quello di Cervarolo: altri sette ex ufficiali tedeschi hanno già ricevuto l’avviso di conclusione dell’indagine preliminare. L’obiettivo, dopo la fissazione dell’udienza preliminare, sarà l’unificazione dei due tronconi entro dicembre. IstoreComunicazione ANPI Associazione famigliari vittime stragi

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 11/11/2009, ore 00:00 - Verona

    Istoreco al processo di Verona

    Istoreco filma l’intero maxi processo e invita le scuole della montagna Cervarolo, si apre il dibattimento di Ambra Prati Il Giornale di Reggio 10 nov 2009, pag 11. «Istoreco filmerà e documenterà perintero il maxi processo perl’eccidio di Cervarolo e le stragi nazi-fasciste della primavera del 1944 sull’Appennino tosco-emiliano. Spiega Matthias Durchfeld, collaboratore Istorecoe responsabile degli scambi internazionali: «Lo scopo è di creare un documentoa disposizione di tutti, anche in futuro, perché cisaranno testimonianze maisentite e il processo è il piùimportante della provincia, dopo Bettola (che non finiràmai in aula per sopraggiuntodecesso dei responsabili, ndr). L’istituto storico filmerà tuttele udienze, che, tra diversimesi, saranno consultabilipresso il polo archistico. Istorecoinvita anche le scuoledella montagna ad assistere:insieme all’Anpi organizzeremo pullman per le udienze piùinteressanti» Non è il caso dell’udienza prevista per domani al tribunale militare di Verona. Nonostante segni l’inizio del dibattimento, quella di domani sarà una udienza di prammatica finalizzata ad ammettere ulteriori parti civili (finora 120 tra enti e istituzioni, 110 privati, di cui 45 quelli reggiani), alla lettura dei capi d’imputazione e alla calendarizzazione delle prossime udienze. Per questo motivo è stato rinviato il pullman previsto dal Comune di Villa Minozzo per portare i testimoni; solo l’Anpi organizza un trasporto collettivo per gli interessati. Ricordiamo che la precedente udienza preliminare del 6 ottobre si era conclusa con il rinvio a giudizio - per il reato di concorso in violenza con omicidio contro privati nemici, pluriaggravate e continuata - di tutti e sette (rimasti sei, uno è morto) gli ex ufficiali tedeschi della III Divisione Corazzata Goering che trucidarono il paese. Nel frattempo il pm Marco De Paolis ha concluso l’altro troncone di indagine che sarà riunificato a Cervarolo: altri sette ex ufficiali tedeschi hanno già ricevuto l’avviso di conclusione dell’indagine preliminare ed entro questa settimana il pm depositerà la richiesta di rinvio a giudizio. L’obiettivo, dopo la fissazione dell’udienza preliminare, sarà l’unificazione dei due tronconi entro dicembre».

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 9/11/2009, Bosco di Mestre, via Forte Cosenz, Mestre

    Visita al Bosco "Ottolenghi" e al “Bosco di Franca"

    stituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea rEsistenze - Associazione per la memoria e la storia delle donne nel Veneto Istituzione Bosco di Mestre Città di Venezia lunedì 9 novembre 2009 Un bosco per la memoria Incontro tra ragazzi argentini e italiani Bosco di Mestre, Via Forte Cosenz , Favaro Veneto ore 10.30 Visita al “Bosco di Franca" e al Bosco "Ottolenghi" Castagne e cioccolata Auditorium Palaplip, via S. Donà n°195, Mestre ore 12.00 Partecipano: Vera Vigevani Jarach, madre di Franca, esponente dell’Associazione Madres de Plaza de Mayo - Linea fundadora Mariolina Toniolo, Presidente Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre Michele Mognato , vice Sindaco del Comune di Venezia Gabriele Scaramuzza, Presidente della Municipalità di Favaro e Campalto Studenti del Liceo National di Buenos Aires, Liceo Ariosto di Ferrara, Istituto tecnico per il Turismo A. Gritti di Mestre; convittori dell’Istituto nautico S. Venier di Venezia Film “Argentina 1976-1983. Lo sterminio di una generazione" di F. Silvestre e F. Iannello – RAI MEDITA 2008 Musiche dal vivo di Stefano Gavagnin e Mario Cardona Coordina Maria Teresa Sega, IVESER L’iniziativa è promossa da: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, LANDIS-laboratorio nazionale didattica della storia, AICEW Pozzuoli, rEsistenze-memoria e storia delle donne in Veneto, nell’ambito del progetto nazionale Incontri di storia e memoria Italia-Argentina.

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 29/10/2009, Milano

    Scuola Superiore di Studi di Storia Contemporanea - Bando di concorso per borse di studio - anno 2009-2010

    Nella pagina web segnalata è stato pubblicato il bando di concorso per n° 5 posti di ricerca per l'anno 2009-2010 e la relativa modulistica. Le domande dovranno pervenire a mezzo fax al numero 02.66101600 entro il 17 novembre 2009.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 9/10/2009, Rimini-Parigi

    Rimini partner privilegiato per l'Italia del Mémorial de la Shoah di Parigi

    Il direttore del Mémorial de la Shoah di Parigi, Jacques Fredj, ha nominato Laura Fontana "Responsabile per l'Italia del Mémorial de la Shoah", affidandole il coordinamento di tutte le iniziative di formazione della Shoah e trasmissione della memoria che la prestigiosa istituzione francese promuoverà sul territorio italiano. Il Mémorial de la Shoah è la più antica istituzione al mondo per la conservazione e trasmissione della storia e della memoria della Shoah (fondato come CDJC Centro di Documentazione ebraica contemporanea nel 1943, durante l'occupazione nazista della Francia, poi ampliato e rinomato come Mémorial de la Shoah nel 2005) e il principale organismo in Europa per la formazione storica, la ricerca e l'insegnamento del genocidio di ebrei. Individuando in Laura Fontana che cura da molti anni il Progetto di educazione alla memoria del Comune di Rimini, la nostra città ottiene un ulteriore riconoscimento per l'impegno, la serietà e il rigore che contraddistinguono la propria attività, rivolta principalmente alle giovani generazioni, per tenere viva la memoria della Shoah. Il prossimo luglio, Laura Fontana interverrà all'Università estiva di Parigi "Enseigner l'histoire de la Shoah", rivolta ai docenti francesi con una lezione sul linguaggio nazista. Pubblichiamo in allegato il programma dell' Université d’ été "Enseigner l’histoire de la Shoah"

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 26/9/2009, ore 9:00 - Venezia, isola della Giudecca

    Giornate Europee del Patrimonio

    L’Iveser partecipa all’edizione 2009 delle Giornate Europee del Patrimonio – ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei – collaborando nell’organizzazione della passeggiata patrimoniale “Dopo le fabbriche: passeggiata nei luoghi della riconversione industriale alla Giudecca" che si terrà il 26 settembre 2009. Per info e prenotazioni (obbligatoria la registrazione) http://www.unfaropervenezia.it/dopo-fabbriche-269-h900-1200

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 25/9/2009, ore 9:00 - Campus di Arcavacata di Rende (CS)

    "RIVISTA CALABRESE DI STORIA DEL '900"

    L'Istituto calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea ha pubblicato il 3° numero del suo periodico "Rivista Calabrese di storia del '900". Interventi: Saverio Napolitano, "Pierre Vidal- Naquet: uno storico per la verità e la memoria"; Antonio Orlando, "Le nuove strade del revisionismo storico"; Vittorino Fittante, "Francamente razzisti. Nel Giorno della Memoria. Per ricordare"; Vincenzo Antonio Tucci, "Il Movimento cattolico calabrese nel Novecento: un bilancio"; Saverio Napolitano, "1960-1970: la classe politica calabrese tra meridionalismo e localismo"; Alfonsina Bellio, "Giuditta Levato. Il silenzio, la lotta, il riscatto"; Oscar Greco, "La 'Repubblica' rossa di Caulonia. Storia di un tentativo rivoluzionario nel profondo Sud"; Rocco Liberti, "Il 'lager della morte' e un internato calabrese: Francesco Mittica"; Leonardo Falbo (a cura di), "Lettere dal fronte: un soldato reggino nel primo conflitto mondiale"; Antonio Bagnato, "Il ritorno del vampiro morto-non morto"; Enzo D0'Agostino, "Aspetti e momenti di vita consacrata nel Mezzogiorno"; Francesco C. Volpe, "Un comune calabrese: Amantea nella storia del '900".

    Notizia di: Istituto calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Arcavacata


  • 21/9/2009, ore 11:00 - Rimini

    65° anniversario della Liberazione di Rimini

    Lunedì 21 settembre 2009 avrà luogo la cerimonia commemorativa con posa di corone d'alloro, in occasione del 65° anniversario della Liberazione di Rimini. Si allega il file con relativo programma.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 8/9/2009, Reggio Emilia

    Prendi il tempo a.s. 2009/2010

    L'attività didattico-formativa di Istoreco Martedì 8 settembre 2009, h 17, c/o il Polo Archivistico di Reggio Emilia, via Dante 11, ci sarà la presentazione dell’attività didattica e di formazione di Istoreco ai docenti e operatori interessati. Parteciperà l’assessore provinciale all’Istruzione. L’attività della sezione Didattica/Formazione di Istoreco per l’a.s. 2008-09 è ufficialmente terminata. Ora è in corso il bilancio complessivo dell’attività svolta e la stesura della nuova programmazione per l’anno scolastico 2009-2010. La bozza della nuova programmazione è stata inviata ai docenti in indirizzo e alle scuole della provincia, tenendo conto delle imminenti scadenze scolastiche, ossia prima dell’ultimo collegio docenti e prima dell’inizio della maturità. Una scelta dettata per consentire di comunicare tempestivamente al dirigente di riferimento la partecipazione dei docenti ai corsi di formazione che sceglieranno di frequentare. Ricordiamo che i docenti hanno il diritto a 5 giorni di Formazione.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 08/9/2009, ore 00:00 - Montefiorino, Museo della repubblica partigiana

    Chiusura del Museo della Repubblica partigiana di Montefiorino

    Motivi imprevisti legati ai lavori di recupero e rifunzionalizzazione della Rocca di Montefiorino hanno imposto la chiusura del Museo per un periodo imprecisato. Il Comune di Montefiorino e la direzione del Museo si scusano con i visitatori e danno loro appuntamento all'inaugurazione dei nuovi spazi della torre, del castello e del museo prevista per la primavera2010.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 17/8/2009, ore 00:00 - Istituto Storico della Resistenza Senese

    Chiusura estiva dell'Istituto Storico della Resistenza Senese

    La Segreteria dell'ISRS comunica che l'Istituto resterà chiuso dal 17 al 30 agosto 2009. Riaprirà con l'orario regolare il primo settembre.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza senese - Siena


  • 5/8/2009, Venezia

    Memoria della Resistenza veneta: osservazioni al Ptrc regionale

    L’Iveser ha inviato alla Regione del Veneto alcune osservazioni al PTRC (piano territoriale di coordinamento regionale) – in particolare sul paragrafo d) dell’art. 60 (trascritto sotto) – che dopo il 13 luglio 2009 diventerà effettivo. L'articolo in questione tratta del riconoscimento di un valore alto ad alcune categorie di luoghi in ragione della loro rappresentatività testimoniale, storica, culturale. Fin qui nulla di male, se non che si tratta di una norma di principio, che non trova conseguenza diretta dal punto di vista territoriale, ma che rimanda piuttosto a (definende) politiche (e azioni) di settore. Quello che riteniamo debba essere senz'altro corretto è il richiamo alla sola Grande Guerra come "testimonianza del patrimonio di valori umani e civili", una norma che di fatto copre con uno spesso velo (una coperta) il trentennio successivo, Resistenza compresa, e fa scomparire dal territorio, del resto ben dotato di monumenti e ricordi della prima guerra mondiale, la memoria (spesso neppure segnata in loco) delle ridotte partigiane (Cansiglio, Vette Feltrine, rilievi vicentini, ecc.) e mille altri luoghi ove ben migliaia di veneti e di venete testimoniarono valori umani e civili. Per questi motivi l'Iveser ha ritenuto opportuno inviare un testo (allegato alla fine) che chiede di modificare l’articolo 60 affinché la "memoria" della Resistenza veneta (che tanto ha contribuito per la cultura democratica di questo Paese) non sia cancellata e dimenticata. ARTICOLO 60 - Sistemi culturali territoriali 1. La Regione favorisce e sostiene le strategie di sviluppo che, a partire dalla risorsa culturale, costruiscono relazioni con il sistema dei servizi e le filiere produttive che gravitano intorno ad essa. 2. Al fine di massimizzare gli effetti socio-economici indotti dalle azioni di valorizzazione, sono individuati alcuni "luoghi" privilegiati, caratterizzati da identità culturale comune, dove costruire specifiche politiche basate sulle relazioni virtuose che intercorrono tra la componente culturale del territorio (patrimonio archeologico e architettonico, insediamenti storici) servizi alla fruizione e i settori ad essa collegati (turismo, produzione artigianale, l'educazione scolastica, la comunicazione, le manifestazioni culturali). 3. I sistemi culturali prioritariamente individuati dal PTRC sono i seguenti: a) Percorsi archeologici delle vie Claudia Augusta e Annia e Popilia con le città antiche di Altino e Concordia Sagittaria, Adria e Padova La Regione del Veneto, anche con il concorso di altri Enti a vario titolo competenti, promuove processi di valorizzazione delle vestigia dei tracciati delle antiche strade romane, attraverso azioni volte a favorirne la conoscenza e a salvaguardarne i principali contesti territoriali interessati. La realizzazione di "sistemi culturali" strutturati attorno ai tracciati viari va identificata con apposita segnaletica distribuita capillarmente lungo il percorso. Le antiche infrastrutture romane costituiscono il cardine su cui attestare iniziative mirate alla valorizzazione culturale ( sviluppo dell'attività museali lungo il tracciato, promozione delle campagne di scavo, azioni di valorizzazione ambientale e di miglioramento paesaggistico dei contesti interessati, di recupero delle antiche tradizioni, sviluppo di progetti editoriali per la divulgazione della conoscenza dei siti). b) Città murate La Regione promuove la costituzione di un sistema culturale diffuso rappresentato dalla rete delle città murate medioevali e rinascimentali del Veneto e incentiva l’elaborazione congiunta di strategie finalizzate alla individuazione delle potenzialità della risorsa culturale, al recupero delle strutture edilizie caratterizzanti degradate, alla riqualificazione dei contesti significativi per la percezione dei luoghi, alla promozione delle attività connesse alla valorizzazione e fruizione di beni culturali e allo sviluppo delle discipline attinenti al restauro degli stessi. I Comuni, nei propri strumenti di pianificazione, individuano le iniziative idonee a favorire l’inserimento o il consolidamento di funzioni, anche di eccellenza, con riferimento al carattere di città murata e predispongono, sulla base di tali indicazioni, gli studi di fattibilità di cui alla L.R. n. 15/2003, al fine della costruzione di “quadri di coerenza programmatici” condivisi fra Regione ed enti locali. c) Ville venete La Regione, d’intesa con l’Ente Regionale Ville Venete, appoggia la costituzione di un sistema culturale diffuso rappresentato dalla rete delle dimore storiche del Veneto e favorisce l'elaborazione di strategie finalizzate alla tutela delle stesse, alla salvaguardia dei contesti paesaggistici storicamente connessi, alla promozione della loro conoscenza, al miglioramento della fruizione, allo sviluppo dell'offerta culturale-turistica, alla ricerca e all'incremento delle ricadute sullo sviluppo territoriale del contesto d) Luoghi della Grande Guerra La Regione, a testimonianza del patrimonio di valori umani e civili espressi nel corso della prima guerra mondiale promuove l’individuazione, il censimento, la catalogazione, il recupero e la valorizzazione dei beni storici, architettonici e culturali correlati a tale evento, nonché dei contesti ambientali di particolare valenza naturalistica . La Regione favorisce altresì la lettura complessiva dei segni del conflitto bellico dando impulso ad iniziative comuni a tutti i siti interessati volte all' approfondimento dei fatti accaduti, alla conservazione della memoria storica, allo sviluppo culturaleturistico dei luoghi. e) Luoghi dell'archeologia industriale La Regione, anche con la collaborazione di altri enti, promuove la valorizzazione dei siti di archeologia industriale del Veneto attraverso studi, ricerche, censimenti, riguardanti i manufatti architettonici, l'ambiente, il paesaggio e le infrastrutture, le fonti documentarie e archivistiche, i macchinari e le attrezzature, i saperi produttivi, le vicende della produzione industriale e gli aspetti della storia tecnica, sociale ed economica collegati. La Regione sostiene inoltre la catalogazione, la conservazione e la sviluppo della conoscenza del patrimonio industriale attraverso la salvaguardia di archivi, macchine e altre testimonianze della civiltà industriale e del lavoro, la formazione degli operatori e la promozione culturale-turistica del patrimonio industriale. f) Luoghi della fede La Regione promuove la tutela e la valorizzazione dei santuari, dei sacri monti e dei complessi monastici isolati nonché dei lori percorsi monumentali di accesso e delle vie della fede che li collegano. 3. La Regione riconosce in particolare: a) i sistemi lineari ordinatori del territorio da valorizzare: via Ostiglia; b) il sistema delle polarità culturali e storico ambientali: urban labor di Rovigo; c) il sistema delle politiche per la valorizzazione del territorio; d) i sistemi difensivi regionali di epoca moderna e contemporanea

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 18/7/2009, Reggio Emilia

    Pronti per il mitra', e-mail minatoria a Istoreco: denunciato imprenditore

    La dichiarazione di Mirco Carrattieri, presidente Istoreco "A nome di Istoreco - ha dichiarato il presidente di Istoreco Mirco Carrattieri – ringrazio la Digos reggiana per la brillante operazione che ha permesso di scoprire l’autore che il 7 febbraio scorso inviò all’Istituto una e. mail con insulti e minacce di morte. Per noi la vicenda finisce qui, non avendo intezione di procedere nei confronti dell’imprenditore mantovano. Ci auguriamo che fatti come questo non si verifichino più. Noi li condanniamo, comunque, chiunque sia la vittima come condanniamo gli episodi vandalici accaduti di recente a Cervarolo e Cernaieto". 'Pronti per il mitra', e-mail minatoria a Istoreco: denunciato imprenditore La Digos ha identificato l'autore di una email inviata il 7 febbraio REGGIO EMILIA (16 luglio 2009) - La Digos della della Questura di Reggio Emilia, in seguito a un'articolata attività investigativa, ha denunciato il 68enne S.A., imprenditore residente nel Mantovano, risultato l'autore di una e-mail inviata lo scorso 7 febbraio all'Isituto storico reggiano Istoresco. Il messaggio aveva per oggetto "Caso Pelicelli", e il testo recitava: "Ho letto i comunicati stampa di codesto verminaio. Squallidi, sciacalli e delinquenti quali siete stati, rimanete e sarete maledetti da dio in eterno, e pronti per il mitra delle brigate nere. mai morti". Il personale della digos, informata dell'accaduto, ha subito svolto mirati accertamenti con la collaborazione della polizia postale e, dopo alcuni mesi, ha scoperto che l'e-mail era stata inviata da un computer collegato ad un’utenza telefonica installata presso l'abitazione del denunciato. Nella mattinata di ieri, gli agenti hanno quindi eseguito una perquisizione dommiciliare, trovando nell’archivio della posta elettronica del computer l'email di minacce. Il 68enne si è assunto la completa responsabilità, mentre il file è stato sequestrato. L'indagato ha spontaneamente dichiarato di aver agito in un momento di collera successivo alla lettura di un articolo stampa su un quotidiano reggiano relativo alla vicenda "Pelicelli", persona scomparsa nell’immediato dopoguerra e riconducibile ai delitti rientranti nel cosiddetto "triangolo della morte", fatto che l'imprenditore accomunava ad alcune vicende famigliari. (da 4minuti-16 luglio 2009-Giornale di Reggio)

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 16/7/2009, ore 00:00 - Sede Istituto

    Sospensione estiva

    Si comunica che dal 13 luglio al 22 agosto 2009 l'Istituto resterà chiuso per la pausa estiva. Per comunicazioni o informazioni scrivere all'indirizzo info@iveser.it (la posta la leggiamo sempre...)

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 7/7/2009, Imola

    Paola Andalò seconda classificata al concorso Idee per Imola con una tesi sulla Resistenza in Emilia Romagna.

    Si è svolta mercoledì 24 giugno, alla Bocciofila, la premiazine della seconda edizione del concorso "Idee per Imola", per tesi di laurea redatte da studenti imolesi su argomenti del territorio. Si è classificata seconda Paola Andalò con la tesi "La resistenza partigiana in Emilia Romagna. Il caso Osteriola". Tesi redatta consultando l'archivio del Cidra e i documenti prodotti da Ezio Zanelli, messi a disposizione dalla prof.ssa Giuliana Zanelli, Vice presidente dell'Istituto.

    Notizia di: Cidra, Centro imolese documentazione Resistenza antifascista - Imola


  • 1/7/2009, ore 00:00 - Novara

    Orario Estivo

    L' Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “P. Fornara” durante i mesi di luglio e agosto osserverà un orario ridotto e sarà aperto al pubblico solo al mattino, sempre dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,00. E' inoltre prevista la chiusura totale nella settimana dal 10 al 14 agosto. Riapertura il 17 agosto

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 17/6/2009, Milano

    In memoria di Ivan Della Mea

    Pubblichiamo il toccante testo che Mimmo Franzinelli ha scritto in ricordo di Ivan Della Mea.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 16/6/2009, Reggio Emilia

    Attività didattica a.s. 2009-2010

    L’attività della sezione Didattica/Formazione di Istoreco per l’a.s. 2008-09 è ufficialmente terminata. Ora è in corso il bilancio complessivo dell’attività svolta e la stesura della nuova programmazione per l’anno scolastico 2009-2010. La bozza della nuova programmazione è stata inviata ai docenti in indirizzo e alle scuole della provincia, tenendo conto delle imminenti scadenze scolastiche, ossia prima dell’ultimo collegio docenti e prima dell’inizio della maturità. Una scelta dettata per consentire di comunicare tempestivamente al dirigente di riferimento la partecipazione dei docenti ai corsi di formazione che sceglieranno di frequentare. Ricordiamo che i docenti hanno il diritto a 5 giorni di Formazione. Martedì 8 settembre 2009, h 17, c/o il Polo Archivistico, via Dante 11, ci sarà la presentazione dell’attività didattica e di formazione di Istoreco ai docenti e operatori interessati. Parteciperà l’assessore provinciale all’Istruzione. La bozza del programma per l’a.s. 2009-2010 è possibile richiederla alla Dott.ssa Alessandra Fontanesi ISTORECO responsabile sezione Didattica via Dante, 11- 42100 Reggio Emilia – Italy tel +39 0522 437327fax; +39 0522 442668 mob +39 335 1294582 didattica@istoreco.re.it

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia - Reggio Emilia


  • 14/6/2009, ore 00:00 - Verbania e Baveno

    65° Anniversario degli eccidi di Fondotoce e Baveno

    Città di Verbania Provincia del Verbano Cusio Ossola Città di Baveno Associazione Casa della Resistenza 65°Anniversario dell’Eccidio dei 42 Martiri di Fondotoce e dei 17 Martiri di Baveno Giovedì 11 giugno 2009 ore 18.00 Cappella della Pace, Madonna di Santino S. Messa in ricordo di tutti i Caduti Partigiani nelle valli Sabato 13 giugno 2009 ore 21.30 Casa della Resistenza Proiezione del film "Trarego, memoria ritrovata", di Lorenzo Camocardi ore 21.45 VILLA CARAMORA Partenza della fiaccolata commemorativa diretta al Sacrario di Fondotoce Ore 22,30 arrivo della fiaccolata a Fondotoce a Baveno ore 20.30 Deposizione corona al Cippo dei 17 Martiri sul lungolago. Orazioni Ufficiali delle autorità; partenza della fiaccolata dal Cippo per Fondotoce Domenica 14 Giugno ore 9,30 S. Messa nella Chiesa Parrocchiale "Beata Vergine Addolorata" di Fondotoce ore 10.30 da Piazza Adua: partenza del Corteo con l’accompagnamento dell’Ente Musicale Verbania. ore 10.45 Arrivo al Sacrario, Parco della Memoria e della Pace Saluto del Presidente della Provincia del V.C.O. e del Sindaco di Verbania Orazione Ufficiale ore 12.15 Casa della Resistenza Sala delle conferenze Presentazione della nuova edizione del libro "Partigiani nel Verbano" di Mario Manzoni con Gianmaria Ottolini, Arialdo Catenazzi, Paola Manzoni e Claudio Zanotti Da domenica 14 a domenica 21 giugno "IL SENTIERO CHIOVINI" XI edizione della camminata popolare transfrontaliera a tappe lungo i sentieri dei partigiani in Valgrande nel giugno ’44. Arrivo al Sacrario di Fondotoce alle ore 11,00 di domenica 21 giugno Sabato 20 e domenica 21 giugno - Stadio comunale, Intra 26a ed. della Manifestazione podistica 24x1ora - Trofeo "42 Martiri" Domenica 6 luglio A Pogallo: Commemorazione dei caduti

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 6/6/2009, ore 17:30 - Venezia, Giardini della Biennale

    Cerimonia di scopertura del monumento alla Partigiana veneta

    Sabato 6 giugno il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, presente a Venezia per l’inaugurazione della Biennale d’Arte, alle 18,30 scoprirà il monumento alla Partigiana veneta di Murer-Scarpa restaurato, collocato nella riva davanti ai Giardini. In occasione della cerimonia l’Iveser, l’Associazione rEsistenze, l’Anpi di Venezia (con l’adesione di tutti gli istituti storici della Resistenza del veneto) organizzano, alle 17.30, un incontro con le partigiane venete presso i Giardini della Biennale. per informazioni: 041 5287737; info@iveser.it

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 1/5/2009, ore 10:00 - Bologna, Museo della Resistenza, via Sant’Isaia 20

    Apertura straordinaria Museo della Resistenza di Bologna

    In occasione del 1° maggio, il Museo della Resistenza di Bologna sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 19 con orario continuato. Negli stessi orari sarà visitabile anche la mostra "Con il passo dei più deboli. Argentina Altobelli e i suoi tempi" con ingresso da via Sant’Isaia 20. Ingresso gratuito. Info: Istituto Parri, tel. 051 3397211, istituto@istitutoparri.it

    Notizia di: Istituto storico Parri - Bologna


  • 25/4/2009, ore 00:00 - Torino, Asti, Alessandria, Cuneo, Novara, Verbania, Biella-Vercelli

    Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà

    Aderiamo all’iniziativa promossa dal Coordinamento delle Associazioni Resistenza, Deportazione, Internamento Militare e Perseguitati Politici del Piemonte, denominata "Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà" che si propone un raccolta di firme per contrastare il Progetto di Legge n. 1360 che istituisce l’Ordine del Tricolore e di fatto intende equiparare tutti i combattenti della Seconda Guerra Mondiale, parificando chi ha combattuto per la libertà e la democrazia e chi ha servito il regime nazifascista. Chi volesse aderire firmando on line può farlo attraverso il sito www.no1360.it che è stato appositamente creato Chi volesse saperne di più può contattare uno di questi numeri attivi in ogni capoluogo di Provincia del Piemonte Torino - 011/521.16.79 Asti - 0141/35.33.08 Alessandria - 0131/44.38.61 Cuneo 0171/60.36.36 Novara 347/22.17.941 Verbano-Cusio-Ossola 0323/58.68.02 Biella-Vercelli 0163/52.005

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 25/4/2009, ore 10:30 - Piacenza

    Festeggiamo il 25 aprile

    Per la festa della liberazione Piacenza sarà impegnata, durante tutta la giornata, in una serie di eventi: 10:30 - Corteo in Piazzale Genova 11:00 - Cerimonia ufficiale e deposizione delle corone in Piazzetta dei Mercanti 11:30 - Cerimonia religiosa nella basilica di San Francesco 15:00 - Concerto in Piazzetta dei Mercanti con: The Weavers, Zebra Fink, Ants Army Project, Iron Phoenix 17:00 - Spettacoli teatrali in Piazzetta dei Mercanti "La mia storia", parole, musica, immagini per raccontare il contributo delle donne nella resistenza; "A proposito di pace", percorso teatrale da Antigone alla guerra in Bosnia per riflettere sulla pace 17:00 - Proiezioni di filmati originali presso la cooperativa Lupi in via Taverna

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Piacenza - Piacenza


  • 25/4/2009, ore 10:00 - Bologna. Istituto Parri, via Sant’Isaia 18-20

    Apertura biblioteca e Museo della Resistenza di Bologna

    In occasione del 25 aprile la biblioteca dell’Istituto Parri e il Museo della Resistenza di Bologna saranno aperti al pubblico dalle 10 alle 19 con orario continuato. Negli stessi orari sarà visitabile anche la mostra "Con il passo dei più deboli. Argentina Altobelli e i suoi tempi" con ingresso da via Sant’isaia 20. Ingresso gratuito. Info: Istituto Parri, tel. 051 3397211, istituto@istitutoparri.it

    Notizia di: Istituto storico Parri - Bologna


  • 25/4/2009, Marche, Macerata

    25 aprile 2009: programma delle iniziative a Macerata

    L’ISREC di Macerata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Provinciale, l’ANPI di Macerata, l’Amministrazione Comunale di Macerata ha presentato il programma delle inziative promosse per celebrare la Festa della Liberazione in provincia di Macerata. In allegato il programma completo.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 25/4/2009, Comune di Venezia

    Festa della Liberazione: manifestazioni nel Comune di Venezia

    25 aprile 2009: tutte le manifestazioni e gli eventi programmati nel territorio comunale veneziano per il 64° anniversario della Liberazione, con la collaborazione dell’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 22/4/2009, ore 17:00 - Sala del Buonarrivo, Rimini

    22 Aprile 2009

    In occasione del 25 aprile 2009 alle ore 17 nella Sala del Buonarrivo, Corso d’Augusto 231 Paolo Sorcinelli presenterà il libro "IL FASCISMO DEGLI ITALIANI. Una storia sociale" di Patrizia Dogliani. Sarà presente l’autrice. L’iniziativa è promossa dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea di Rimini. PATRIZIA DOGLIANI è docente di Storia contemporanea presso l’Università di Bologna. Svolge anche attività di insegnamento e di ricerca all’estero. E’ autrice di numerosi saggi e libri relativi alla storia italiana ed europea del Novecento. PAOLO SORCINELLI è docente di Storia Sociale presso l’Università di Bologna. Fa parte del Dipartimento di Discipline Storiche e dal 2001 svolge attività didattica nel Polo scientifico Didattico di Rimini (corso di laurea in Culture e Tecniche del costume e della moda). E’ responsabile di ImaGO online.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 22/4/2009, ore 15:00 - Venezia

    Dall’Ospedale Civile al monumento alla Partigiana veneta: visita guidata

    Municipalità di Venezia, Murano, Burano Iveser Dall’Ospedale Civile al monumento alla "Partigiana veneta" Percorso conoscitivo all’interno del sestiere di Castello Visita guidata a cura di Giulio Bobbo, Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea

    Notizia di: Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea - Venezia


  • 9/4/2009, ore 17:00 - Milano

    Chiusura dell’Istituto Nazionale per le vacanze pasquali

    L’Istituto Nazionale chiuderà il giorno 10 aprile 2009 alle ore 16 e riaprirà il giorno 14 aprile 2009 alle ore 9. Con l’occasione si augura Buona Pasqua ai visitatori e ai frequentatori dell’Istituto.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 09/4/2009, ore 17:00 - Milano

    Ripristino della connettività telefonica dell?Istituto Nazionale

    Il pomeriggio del giorno 9 aprile 2009 è stata ripristinata la connettività telefonica dell’Istituto ed è stato quindi possibile scaricare la posta elettronica inevasa dal 31 marzo 2009. Al più presto sarà data risposta a tutti i messaggi.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 08/4/2009, ore 15:00 - Milano

    Interruzione del servizio di connessione telefonica/internet

    Ci scusiamo con gli utenti per il disservizio causato da difficoltà tecniche del fornitore della connessione telefonica/internet dell’Istituto che da una settimana non ci permette di leggere la posta e di comunicare via email. Per contattarci è possibile telefonare al n° 02.6411061, oppure inviare un fax al n° 02.66101600 (che fortunatamente è fornito da un altro fornitore). Cogliamo l’occasione per augurare Buona Pasqua.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 8/4/2009, ore 18:00 - Milano

    Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà

    Questo Istituto aderisce all’iniziativa promossa dal Coordinamento delle Associazioni Resistenza, Deportazione, Internamento Militare e Perseguitati Politici del Piemonte, denominata "Una firma per la democrazia, un fiore per la libertà" che si propone un raccolta di firme per contrastare il Progetto di Legge n. 1360 che istituisce l’Ordine del Tricolore e di fatto intende equiparare tutti i combattenti della Seconda Guerra Mondiale, parificando chi ha combattuto per la libertà e la democrazia e chi ha servito il regime nazifascista. Chi volesse aderire firmando on line può farlo attraverso il sito che è stato appositamente creato, segnalato in allegato a questa notizia. Pubblichiamo anche la riflessione di Claudio Dellavalle, Cavalieri del Tricolore?, e il link alla pagina dell’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea che contiene la documentazione relativa alla proposta di legge, le dichiarazioni di rappresentati di istituti pubblici e privati e i commenti della stampa su questa proposta di legge.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 2/3/2009, ore 09:00 - Bari, sede regione puglia

    Inaugurazione sito internet

    Nell’aula della Giunta della Regione Puglia, lunedì 2 marzo, alle ore 12,00 alla presenza del Governatore Niki Vendola e dell’assesore regionale all’istruzione Lomelo sono stati presentati i risultati del progetto di ricerca per la informatizzazione degli archivi dell’IPSAIC, della Fondazione Di Vagno e della Fondazione Gramsci di Puglia, che hanno dato luogo al sito internet: www.memoriademocraticapugliese.it . Il direttore dell’IPSAIC, V.A.Leuzzi, il presidente della Fondazione Di Vagno, G. Mastroleo, Leonardo Musci cooordinatore della rete archivi del Novecento ed Antonella De Lucia dela Sovrintendenza archivistica regionale hanno illustrato le finalità dell’iniziativa. Per la prima volta in Puglia è disponibile un enorme giacimento storico, sociale, politico e culturale sulla vita democratica della Regione nel Novecento

    Notizia di: Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Bari


  • 11/2/2009, ore 15:00 - Istituto Scolastico Comprensivo Statala di Bellaria Igea Marina

    ESPERIENZE DI CONFINE

    L’Assessorato alla Cultura, la Presidenza del Consiglio Comunale di Bellaria Igea Marina e l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini organizzano una giornata-progetto di eduzazione alla pace e al dialogo interculturale. Interverranno Giacomo Scotti, Vittorio D’Augusta e Fabio Fiori. Il pieghevole in allegato.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 10/2/2009, ore 21:00 - Cineteca Comunale Rimini

    Giorno del Ricordo (L. 92/2004) 10 febbraio 2009

    Incontro con Giacomo Scotti, giornalista e scrittore di Fiume, Gian Carlo Bertuzzi, storico e Presidente IRSML - Istituto regionale per la Storia del Movimento di Liberazione del Friuli Venezia Giulia, Axel Famiglini, Delegato provinciale della ANVGD di Forlì-Cesena (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia). Introduce Lidia Gualtiero, Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini. Nel corso dell’incontro verranno proiettati spezzoni di filmati sull’esodo da Pola, risalenti al 1948.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 10/2/2009, ore 17:00 - Bellaria Igea Marina

    10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO

    Bellaria Igea Marina ore 17:00 Vecchio Macello: il comune di Bellaria Igea Marina e l’Istituto Storico di Rimini organizzano per la Giornata del Ricordo la proiezione del film "La città dolente". Introdurrà il critico cinematografico Paolo Pagliarani. In allegato pubblichiamo il volantino

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 08/2/2009, rrrrrrrrrrrrr

    rrrr

    rrrrrrrrrrrrrrrrrrr

    Notizia di: Area dimostrativa -


  • 04/2/2009, ore 09:00 - Grosseto, Sede dell’ISGREC

    Giornata del Ricordo 2009 - Istituto aperto "per ascoltare, vedere, leggere … storie e memorie dal Confine Orientale"

    Il 13 febbraio, in occasione delle commemorazioni per la Giornata del Ricordo, l’Istituto rimarrà aperto dalle ore 9 alle ore 18 "Per ascoltare, vedere, leggere … storie e memorie dal Confine Orientale". L’iniziativa si inquadra nel programma delle celebrazioni "E adesso semo comò pagia al vento…Istriano-dalmati tra espulsione, esilio, accoglienza". Info: Istituto Storico Grossetano della Resistenza e dell’Età Contemporanea (ISGREC), Via De’ Barberi, 61 - 58100 - Grosseto tel e fax 0564 415219 www.isgrec.it - segreteria@isgrec.it

    Notizia di: Istituto storico grossetano della Resistenza e dell'età contemporanea - Grosseto


  • 27/1/2009, ore 18:00 - Como - Municipio, Sala del Consiglio, via Vittorio Emanuele II 97

    Cerimonia di consegna da parte del prefetto delle prime medaglie d’onore concesse, ai sensi della legge n. 39/2006, ai deportati e internati della provincia di Como costretti al lavoro coatto nei lager nazisti.

    Cerimonia di consegna di 57 medaglie d’onore organizzata dal Comune, dalla Prefettura e dal Centro Schiavi di Hitler/ Fondo IMI Claudio Sommaruga dell’Istituto Perretta di Como

    Notizia di: Istituto di storia contemporanea "Pier Amato Perretta" - Como


  • 27/1/2009, ore 21:00 - Rimini Teatro degli Atti, Cineteca Comunale, Biblioteca civica Gambalunga, Aula Magna Università di Bologna, Polo Scientifico-Didattico di Rimini

    Giornata della Memoria

    Pubblichiamo in allegato due pieghevoli per la Giornata della Memoria del comune di Rimini. Avranno luogo numerose iniziative. Si rimanda al sito http://memoria.comune.rimini.it per ulteriori informazioni.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 22/12/2008, Grosseto

    Orari di apertura dal 27 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009

    Dal 27 dicembre al 6 gennaio, l’Istituto Storico Grossetano della Resistenza e dell’Età Contemporanea (ISGREC) rimarrà regolarmente aperto nei giorni feriali ma con orario ridotto (ore 9-13).

    Notizia di: Istituto storico grossetano della Resistenza e dell'età contemporanea - Grosseto


  • 13/12/2008, ore 11:30 - Roma

    "Desaparecidos. 1976-78. Argentina: lo sterminio di una generazione"

    Nei giorni 13 e 14 dicembre 2008 sul canale satellitare in chiaro RaiEdu1 (canale SKY 805) andranno in onda le due parti del documentario "Desaparecidos. 1976-78. Argentina: lo sterminio di una generazione". Le puntate saranno trasmesse alle 11.30 e andranno in replica alle 12.30, 18.30, 20.30, 2.30. Le riprese dal vivo (le interviste alle Madri di Plaza de Majo Vera Vigevani Jarach e Lita Boitano, a Jorge Ithurburu, le musiche della tradizione popolare latinoamericana di Gina La Corazza e Tobias Gonzalez Jimenez) sono state realizzate da Medita- Rai Educational il 28 e 29 aprile 2008 nella Biblioteca civica di Pozzuoli (NA) durante il seminario "PERCORSI DI STORIA E MEMORIA: ARGENTINA – ITALIA" organizzato dal Laboratorio storico diffuso composto da Commissione Formazione dell’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia Landis - Laboratorio Nazionale per la didattica della storia con il patrocinio della repubblica Argentina. Aicew – Associazione Insegnanti per la Cooperazione Educativa in Web MEDITA (Mediateca Digitale Italiana), è un progetto di Rai Educationalcon cui l’Insmli, attraverso la Commissione Formazione e il Landis, ha un rapporto di feconda cooperazione.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 24/11/2008, ore 15:00 - Milano

    Lettera al Direttore del quotidiano "Il Giornale" di C. Dellavalle e di G. Perona

    Il giorno 11/11/2008 il quotiddiano "Il Giornale" ha pubblicato un articolo a firma di Emanuela Fontana sugli insegnanti "distaccati" dal MIUR. La risposta che è stata inviata il 12/11/2008 al quotidiano viene ora pubblicata anche nel portale INSMLI.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 16/10/2008, ore 16.00 - presso la sala Vanoni (II piano) del Palazzo BIM( Via L. Mallero Diaz 18) a Sondrio

    Convocazione dei soci ISSREC 2008

    Assemblea dei soci dell’Istituto Sondriese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

    Notizia di: Istituto sondriese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Sondrio


  • 13/10/2008, Museo della Memoria e dell’esilio a la Jonquera (Regno di Spagna)

    Targa commemorativa nel Museo della Memoria e dell’esilio a la Jonquera

    Nel febbraio 1939 repubblicani spagnoli e volontari antifascisti delle Brigate internazionali, sconfitti dall’esercito franchista, percorsero il doloroso cammino della Retirada. Nell’ambito del progetto "Volontari toscani nelle Brigate Internazionali nella guerra civile spagnola", su iniziativa dell’ISGREC è stata posta una targa commemorativa, nello spazio del Museo della Memoria e dell’esilio a la Jonquera, in uno dei valichi della frontiera tra Spagna e Francia. La Jonquera è uno dei luoghi attraversati dai repubblicani spagnoli e dai volontari delle Brigate Internazionali, lungo il percorso della Retirada, nei primi mesi del 1939. La targa vuole ricordare il passaggio dei brigatisti provenienti dalla Toscana, tra cui numerosi da Grosseto. Alcuni erano morti combattendo durante i tre anni di guerra civile; moltissimi, oltrepassato il confine, furono rinchiusi nei campi di concentramento francesi: Argelès, Saint Cyprien, Barcarès, Vernet, Gurs. All’uscita dai campi, non pochi presero parte alla Resistenza in Francia. Al rientro in Italia, per qualcuno ci fu la condanna al confino, ma molti cooperarono da partigiani alla Liberazione dell’Italia dal fascismo.

    Notizia di: Istituto storico grossetano della Resistenza e dell'età contemporanea - Grosseto


  • 3/10/2008, ore 21:00 - Perugia, Teatro della Sapienza, via della Sapienza 6

    Il feroce Saladino. Ovvero storia di una fabbrica di cioccolato

    Nei giorni 3-5 ottobre 2008 verrà messo in scena lo spettacolo teatrale allestito dal Teatro di Sacco che ripercore la storia dell’azienda dolciaria Perugina. L’Isuc è fra i patrocinatori dell’iniziativa.

    Notizia di: Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea - Perugia


  • 2/10/2008, ore 09:30 - Napoli, piazzale Stazione Marittima

    65° Anniversario delle Quattro Giornate di Napoli

    Scoprimento di una lapide in ricordo congiunto dell’entrata in Napoli degli Alleati e dell’insorgenza della Città.

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • 10/2008, Rimini

    PROGETTO LUOGHI E MEMORIE TRA PRESENTE E PASSATO

    Gli Istituti storici di Rimini e Pesaro, in collaborazione con le rispettive Amministrazioni provinciali, le ANPI territoriali,la Comunità Montana dell’Alta Valmarecchia e il Comune di Casteldelci, promuovono un progetto didattico finalizzato alla lettura e alla conoscenza dei luoghi della memoria. Tale progetto intende coinvolgere docenti, studenti e studentesse delle scuole medie inferiori e superiori delle due Province di Pesaro-Urbino e Rimini in un percorso di ricerca storico-didattico che, a partire dalla valorizzazione delle memorie individuali conduca al recupero e alla ricostruzione delle memorie collettive legate al territorio di appartenenza. Sono previste tre fasi di realizzazione del progetto: 1. Strutturazione e diffusione di un bando di concorso "Scoprire e leggere un luogo di memoria del Novecento." rivolto a tutte le scuole secondarie di I° grado delle due Province, da inoltrare all’inizio dell’anno scolastico 2. Promozione di un corso di formazione sulle valenze formative dei luoghi di memoria, rivolto ai docenti di tutte le scuole secondarie di I° e II° grado (in particolare ai docenti che intendono aderire al progetto), con l’intervento di esperti e ricercatori legati alle Università e alla rete degli Istituti Storici 3. Costruzione di un percorso laboratoriale ("Fragheto ieri e oggi: percorso di lettura di un luogo di memoria") da parte dei responsabili della sezione didattica degli Istituti storici coinvolti. Il percorso storico-didattico (strutturato per studenti delle scuole medie inferiori e superiori) verrà proposto, in questo primo anno, agli studenti vincitori del concorso durante il soggiorno studio in località Casteldelci.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 29/9/2008, ore 15:30 - Milano

    Graduatoria dei candidati risultati idonei all’esame di concorso a n° otto ( 8 ) borse di studio per l’anno 2008-2009 della SSSSC

    La direzione della Scuola, preso atto delle delibere della Commissione e dei risultati conseguiti dai candidati nell’esame di concorso a n° otto ( 8 ) borse di studio per l’anno 2008-2009, rende pubblica la graduatoria degli idonei, suddivisi per area geografica, ricordando che risultano vincitori, secondo quanto previsto dal bando: i primi tre candidati dell’area Nord: Gobetti Eric, Bobbo Giulio, Rovatti Toni i primi due dell’area Centro: Natili Daniele, Mazzini Elena i primi tre dell’area Sud: Fonzi Paolo Andrea, De Napoli Olindo, Leonzio Marco Un ulteriore posto, che si è reso disponibile per rinuncia di un titolare di secondo anno, viene assegnato sulla base della graduatoria generale di merito al primo tra gli esclusi con il punteggio più alto, come previsto nel bando di concorso all’art. 6. Il candidato che fruirà della nona borsa è: Ceci Giovanni Mario I candidati vincitori della borsa riceveranno comunicazione personale a breve, per le formalità necessarie. Coloro che desiderassero conoscere il punteggio analitico delle proprie prove d’esame potranno richiederlo alla coordinatrice della Scuola, dott.ssa Colombo Angela, al seguente indirizzo di posta elettronica: angela.colombo.fmd@tiscali.it

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 28/9/2008, ore 10:30 - Napoli

    65° Anniversario delle Quattro Giornate di Napoli

    Deposizione di corone d’alloro nei luoghi simbolo delle Quattro Giornate di Napoli. Intervento delle Autorità

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • 27/9/2008, ore 09:00 - Napoli, ICSR

    "Giornate Europee del Patrimonio": apertura straordinaria del MUDIM

    Nell’ambito dell’iniziativa "Giornate Europee del Patrimonio", l’ICSR manterrà aperta e visitabile la sede del proprio Museo Didattico Multimediale (MUDIM) dalle ore 9 alle ore 13 dei giorni 27 e 28 settembre. L’apertura straordinaria del MUDIM rientra anche nel calendario delle celebrazioni del 65° anniversario delle Quattro Giornate di Napoli.

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • 23/9/2008, ore 10:00 - Firenze

    Composizione della Commissione esaminatrice per il concorso a n° 8 borse di studio, indetto dalla Scuola Superiore di studi di Storia Contemporanea

    La Commissione esaminatrice per il concorso a n° 8 borse di studio, indetto dalla Scuola Superiore di studi di Storia Contemporanea, sarà composta da: Carucci Paola Presidenza della Repubblica - Consulente per l’Archivio Storico D’Agostino Guido Università di Napoli "Federico II" Peli Santo Università di Padova Signori Elisa Università di Pavia Tognarini Ivano Università di Siena

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 23/9/2008, ore 10:00 - Firenze

    SSSSC - Anno 2008

    In allegato si trova l’elenco dei candidati ammessi alle prove di accesso alla SSSSC 2008.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 09/9/2008, ore 10:00 - Roma

    Auguri al Presidente Oscar Luigi Scalfaro

    Oggi il nostro Presidente Oscar Luigi Scalfaro compie 90 anni. Gli siamo tutti vicini con grande affetto e gratitudine per augurare a lui ogni bene e per augurare a noi di poterne sempre godere l’amicizia e la presenza.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 6/9/2008, ore 10:00 - Fondotoce di Verbania - Casa della Resistenza

    Il mio 8 Settembre. Voci e ricordi dei giorni dell’armistizio

    Programma Ore 10.00 Omaggio al Sacrario dei Caduti della Resistenza e deposizione di fiori al Monumento agli Internati Militari Italiani. Ore 10.30 Saluto del Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza, Vittorio Beltrami Interveranno i rappresentanti di Regione Piemonte Consiglio Regionale del Piemonte Prefettura del Verbano Cusio Ossola Provincia del Verbano Cusio Ossola Comune di Verbania Provincia di Novara Fondazione Cariplo Conclusioni di Mario Paracchini, Presidente A.N.E.I. Ore 11.30 "Il mio otto settembre: voci e ricordi dei giorni dell’armistizio" Interpretato da Silvia Cristofari Coordinamento di Irene Magistrini, Vice Presidente dell’Associazione Casa della Resistenza La cerimonia si concluderà con la Inaugurazione ufficiale dell’apertura al pubblico della Biblioteca "Aldo Aniasi" il cui catalogo è stato recentemente informatizzato e di una Mostra di libri (tratti dalla medesima biblioteca) sul tema dell’8 settembre. Illustrerà l’iniziativa il Dott. Andrea Cassina Direttore della Biblioteca Civica "Ceretti" di Verbania

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • Milano

    Chiusura della sede dell’Istituto Nazionale

    Nel periodo periodo 15-24 agosto 2008 la sede dell’Istituto Nazionale rimarra chiusa. I servizi al pubblico riprenderanno il giorno 1 settembre 2008.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 15/8/2008, Milano

    Chiusura della sede dell’Istituto Nazionale

    Nel periodo periodo 15-24 agosto 2008 la sede dell’Istituto Nazionale rimarra chiusa. I servizi al pubblico riprenderanno il giorno 1 settembre 2008.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 15/7/2008, ore 17:00 - Milano

    Scuola superiore di studi di storia contemporanea - Bando di concorso per borse di studio - anno 2008-2009

    Nella pagina http://www.italia-liberazione.it/it/ssscbando.php è pubblicato il bando per l’anno 2008-2009 della Scuola superiore di studi di storia contemporanea dell’Istituto nazionale per la storia del Movimento di liberazione in Italia.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 8/7/2008, ore 18:00 - Roma

    MUSEO DI VIA TASSO: "NON SIAMO ANCORA TRANQUILLI"

    Comunicato stampa del Museo Storico della Liberazione di via Tasso, Roma (www.viatasso.eu). FUGATI I DUBBI SULLA SOPRESSIONE DEL MUSEO COME ATTIVITA’ RESTA INCERTO IL DESTINO DEL MUSEO COME ENTE.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 11/6/2008, Stanze della Memoria, Via dei Malavolti 9, Siena

    Chiusura estiva delle "Stanze della Memoria"

    L’ Istituto Storico della Resistenza Senese comunica che le "Stanze della Memoria " riapriranno al pubblico venerdì 5 settembre 2008. Per visite guidate nel periodo estivo è necessario contattare lo stesso Istituto allo 0577271510

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza senese - Siena


  • 19/5/2008, ore 09:00 - Milano

    Lettera a Vittorio Feltri del 16 maggio 2008 in risposta all’articolo di Finetti pubblicato sul quotidiano "Libero" il 15 maggio 2008

    Testo della lettera in formato pdf inviata a Vittorio Feltri, direttore del quotidiano "Libero" il 16 maggio 2008 in risposta all’articolo di Ugo Finetti pubblicato il 15 maggio 2006.

    Notizia di: Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano


  • 23/10/2007, ore 17:00 - Catania, Liceo scientifico Boggio Lera, Via V. Emanuele 346.

    Riunione del Gruppo didattico

    Riunione del Gruppo didattico. Ordine del giorno: 1) Pianificazione delle attività del Gruppo didattico per l’anno scolastico 2007-2008; 2) 2° edizione del premio "Storia, Memoria, Democrazia" (Giorno della Memoria); 3) Varie ed Eventuali.

    Notizia di: Istituto Siciliano per la Storia dell'Italia Contemporanea "Carmelo Salanitro" - Catania


  • 15/10/2007, Vicenza

    "DALLA GUERRA ALLA PACE. PRATICHE E RETORICHE DELLA SMOBILITAZIONE NELL’ITALIA DEL NOVECENTO": IN USCITA AD OTTOBRE IL LIBRO DI MARCO MONDINI E GURI SCHWARZ, EDITO DA CIERRE-ISTREVI

    Il passaggio dallo stato di guerra allo stato di pace è un tema raramente affrontato dagli storici contemporanei. In Italia, questa lacuna sembra ancora più evidente, considerando che è nelle turbolente stagioni che seguono i due conflitti mondiali che il paese vive le crisi più traumatiche della propria storia unitaria. E proprio l’emergenza dei grandi eventi politici ha spesso messo in ombra la peculiarità e l’autonomia dei dopoguerra. Se il primo è stato spesso e volentieri schiacciato tra la storia della Grande Guerra e la genesi del fascismo, il secondo dopoguerra è stato spesso appiattito sulla ricostruzione della nascita della cosiddetta «repubblica dei partiti» e letto prevalentemente attraverso la lente di una storia istituzionale ridotta a cronaca delle vicende interne delle segreterie delle grandi organizzazioni politiche di massa. Tale prospettiva ha spesso reso assai problematico porre correttamente il problema di come la società italiana, mobilitata non meno dell’apparato industriale o amministrativo, sia uscita dalla guerra, spogliandosi o meno delle proprie strutture mentali finalizzate al conflitto e «de-mobilitandosi» culturalmente. Analizzare il dopoguerra vuol dire fare i conti con processi di smobilitazione lenta, spesso contraddittoria, ma anche con una classe dirigente liberale incapace di gestire, soprattutto sotto il profilo culturale, i bisogni di una società di massa e di quel suo segmento particolare, i combattenti e i reduci, che nella guerra hanno investito (volenti o meno) una parte importante della propria vita, e che di questo sacrificio attendono ora riconoscimento. Che la dirigenza politica chiamata a guidare il paese in questa stagione così delicata fosse composta, nel 1919 come nel 1945, in molti casi dalle stesse persone, è solo uno dei motivi che giustificano la necessità di procedere, anche per il caso italiano, ad una lettura comparata, sinottica, dei due dopoguerra. Ancora più importante è considerare come la classe politica nazionale, nel 1919 come nel 1945, non sia riuscita a confrontarsi con le fratture conflittuali dell’immaginario collettivo, utilizzando meccanismi rituali e simbolici che avrebbero dovuto pacificare e normalizzare gli equilibri sociali ma che invece fallirono, in modi più o meno visibili, alimentando le aporie dell’identità nazionale. «Dalla guerra alla pace» si propone, allo stesso tempo, di indagare sulle cause e la modalità del «mancato ritorno» di reduci e combattenti, mettendo in luce genesi e dinamiche della cultura di guerra nell’Italia del Novecento, evidenziando le continuità e le tare della classe dirigente liberale di fronte ai traumi della guerra di massa e alle inevitabili attese e frustrazioni che i conflitti mondiali, percepiti come crociate e come occasione di resurrezione, avrebbero provocato.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 10/10/2007, ore 00:00 - Verbania

    Nuovo portale della Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania

    E’ on line da qualche giorno il nuovo sito della Casa della Resistenza di Fondotoce di Verbania: www.casadellaresistenza.it

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 30/9/2007, Vicenza

    IN STAMPA, EDITO DA CIERRE-ISTREVI, IL LIBRO DI SONIA RESIDORI, "IL MASSACRO DEL GRAPPA"

    Contrariamente alla vulgata diffusa e accettata da decenni anche dalla storiografia, durante il rastrellamento sul Grappa del settembre 1944 non si verificò un combattimento sanguinoso tra tedeschi e partigiani con centinaia di morti, ma solo alcuni scontri armati, con un numero limitato di perdite. Civili e resistenti, senza alcuna distinzione, furono trucidati dopo, quando l’operazione militare era terminata. Si trattò di un massacro ordinario, compiuto da reparti italiani e tedeschi come brutale risposta alle frustrazioni causate dalla resistenza partigiana, secondo una matrice maschile della guerra. L’interpretazione, culturalmente più antica, del conflitto come scontro militare tra uomini, portò all’esecuzione in massa di uomini e giovani atti alle armi (in quanto guerrieri potenziali) nella forma dell’esecuzione. In tutti i paesi della fascia pedemontana del Grappa si susseguirono per alcuni giorni fucilazioni e impiccagioni di giovani uomini, secondo l’estro o le attitudini dei rastrellatori: alcune furono precedute da tormenti e bastonature, torture o sevizie; altre furono seguite o alternate all’incendio delle abitazioni e al saccheggio. L’esibizione del corpo delle vittime, tesa a terrorizzare la popolazione, s’intrecciò con la prassi opposta della loro sparizione, della cancellazione di ogni traccia della loro morte, con esecuzioni quasi clandestine e distruzione dei corpi. Nel massacro del Grappa, alla varietà dei luoghi e delle scansioni temporali, corrispose la molteplicità degli atti di crudeltà e la divisione del lavoro che diede ai carnefici la possibilità di abbandonarsi alle proprie inclinazioni poiché l’unico dovere di ognuno era quello di contribuire con tutte le sue forze allo svolgersi della violenza. Ad esso parteciparono in gran parte gli italiani, le compagnie della Legione Tagliamento e le Brigate Nere, ma alla fine, tutti gli assassini si raggrupparono in un luogo comune per esaltare il lavoro di distruzione e per festeggiare insieme il trionfo della morte dispensata. Si assistette, quindi, ad un patto scellerato tra carnefici, che aveva colto nel massacro l’occasione per riaffermare la compattezza e la solidità della comunità guerriera. Un patto che ha resistito per oltre sessant’anni.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 23/9/2007, Modena, Istituto storico

    Progetto di valorizzazione della biblioteca Antonio Ferrari

    Il progetto promosso dall’Istituto storico per la valorizzazione della biblioteca, coofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è quello di costruire nell’arco di un triennio un percorso che comprende lo studio delle raccolte di libri e periodici, la loro conservazione e le dotazioni di strumenti per la consultazione e la ricerca.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 25/8/2007, ore 00:00 - Boleto(Madonna del Sasso)-Castagneia (Breia)

    Il Sentiero Nello

    Nel 63° anniversario della morte di Nello Olivieri, 4° edizione della camminata aperta a tutti Organizzano: Comunità montana Cusio-Mottarone, Comunità montana Valsesia, Comuni di Madonna del Sasso, Breia, Cellio, Villafranca Lunigiana (Ms), Istituto storico "P.Fornara, Istituto storico "C. Moscatelli", Casa della Resistenza, Anpi Basso Cusio, Borgosesia, La Spezia, Omegna e Zona Cusio. Programma: ore 8,00 - Ritrovo in Piazza Nello a Boleto e partenza per Alpe Cambocciolo-Monte Briasco accompagnati dai volontari della locale squadra AIB oppure ore 9,00 Ritrovo a Castagneia e partenza per il Monte Briasco lungo il Sentiero della Libertà ore 11,30 Arrivo al Monte Briasco ore 12,00 Pranzo al sacco o su prenotazione ore 14,00 Prosecusione per Castagneia. Trasferiemnto in pullman da Breia a Valpiana ore 16,30 Arrivo a Merlera, presso la Lapide del Capitano Nello commemorazione tenuta da Wanda Canna, staffetta partigiana ore 17,30 - Rientro a Boleto o a Breia con possibilità di utilizzare da Valpiana il pullman gratuito. In caso di maltempo si terrà comunque la commorazione alla lapide di Merlera All’organizzazione collabora il Soccorso Alpino stazione di Omegna Per informazioni rivolgersi alla Comunità Montana Cusio Mottarone, Via De Angeli 35/a Omegna tel. 0323/61687

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 16/8/2007, ore 00:00 - Omegna

    Sentiero Beltrami

    Sentiero Beltrami 2007 Camminata aperta a tutti Dove: Omegna Cireggio-Alpe Camasca- Valstrona-Campello Monti-Megolo Quando: 16-17 agosto Organizzano: Comunità Montana Cusio Mottarone – Comunità Montana dello Strona e Basso Toce – Comuni di: Omegna, Quarna Sotto, Quarna Sopra, Valstrona, Pieve Vergonte Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce ANPI di Omegna e Zona Cusio - Consorzio Alpe Camasca – VCO Trasporti srl – Collaborano: Consorzio Guide Alpine ed Accompagnatori Wilderness, Associazione Escursionismo e Trekking di Fornero Valstrona Trek 2000 ed il Soccorso Alpino Stazione di Omegna Nel 63° Anniversario della Battaglia di Megolo 16 – 17 agosto 2007 PROGRAMMA GIOVEDI’ 16 AGOSTO Ore 8.00 Ritrovo a CIREGGIO di OMEGNA, presso il Monumento Capitano F. Beltrami Ore 8.30 Partenza per Quarna Sopra, seguendo la mulattiera del Fontegno Ore 10.30 Passaggio da Quarna Sopra Ore 12.30 Arrivo previsto all’Alpe Camasca ed incontro con il gruppo proveniente dalla Valstrona Pranzo Ore 14.30 Presentazione iniziativa e commemorazione tenuta dalla dr.ssa Maria Grazia Medali, Sindaco del Comune di Pieve Vergonte e Presidente A.N.P.I. ProvinciA VCO Ore 15.30 Prosecuzione della camminata sino a Valstrona o rientro a Quarna Sotto Ore 18.00 Arrivo in Comune di Valstrona e aperitivo di benvenuto offerto dal Comune Ore 18.30 Possibilità di utilizzare l’autopullman gratuito per il rientro da Valstrona a Cireggio Oppure serata libera e pernottamento in Valstrona VENERDI’ 17 AGOSTO Ore 7.20 Ritrovo a Omegna in Piazza Beltrami e partenza con l’autopullman gratuito (prenotazione obbligatoria) per CAMPELLO MONTI Passaggio a Valstrona alle ore 7.30 di fronte al Municipio e a Forno alle 7.45 Sosta al LAGO DI RAVINELLA Ore 13.00 Pranzo all’ALPE ORCOCCO offerto dal Comune di Pieve Vergonte Ripresa della camminata Ore 17.30 circa: arrivo a MEGOLO, conclusione dell’iniziativa e aperitivo presso il Circolo, offerto dal Comune di Pieve Vergonte Ore 18.30 Rientro gratuito ad Omegna con autopullman IN CASO DI MALTEMPO: nei due giorni previsti venerdì 17 agosto, avrà luogo la manifestazione di Megolo, prevista per le ore 17.30. Le camminate avranno luogo sabato 1 e domenica 2 settembre 2007. Per informazioni telefonare all’Ufficio Agricoltura, Foreste ed Ambiente della Comunità Montana Cusio Mottarone - 0323 61687

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 13/8/2007, ore 00:00 - Novara

    Chiusura Istituto e oraraio estivo a Novara

    L’Istituto resterà chiuso nella settimana tra il 13 e il 17 agosto. Prosegue inoltre sino a fine agosto l’orario d’apertura ridotto (solo al mattino)per il pubblico.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 30/7/2007, ore 12:00 - Istituto storico di Modena

    Chiusura estiva Istituto storico di Modena

    L’Istituto storico di Modena osserverà orario ridotto nel mese di luglio per realizzare il trasloco degli archivi dalla vecchia sede e dal vecchio magazzino nei nuovi depositi messi a disposizione dal Comune di Modena all’interno dell’area dell’ex Mercato ortofrutticolo. In questo modo tutto il patrimonio documentario dell’Istituto sarà facilmente accessibile e consultabile. Nel corso del mese di luglio sarà aperto alla mattina mentre rimarrà chiuso al pubblico dal 6 al 24 agosto. Riapre lunedì 27 agosto.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 30/7/2007, ore 12:00 - Istituto storico di Modena

    Attivo il nuovo servizio di Newsletter dell’Istituto storico di Modena

    L’Istituto storico di Modena offre la possibilità di essere sempre informati sulle diverse iniziative delle quali l’Istituto è promotore o alle quali partecipa come ente collaboratore. Gli iscritti avranno, inoltre, notizia dei più importanti eventi di carattere nazionale, in modo tale da possedere una maggiore conoscenza su ciò che sta avvenendo in ambito storico.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 30/7/2007, Roma, Casa della Memoria e della Storia, via San Francesco di Sales

    Chiusura estiva della Casa della Memoria e della Storia di Roma

    La Casa della Memoria e della Storia di Roma, sede dell’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza, chiuderà per la pausa estiva lunedì 30 luglio e riaprirà lunedì 3 settembre.

    Notizia di: Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza - Roma


  • 30/7/2007, ore 09:00 - Milano

    Chiusura dell’archivio e della biblioteca dell’Istituto Parri di Milano

    Dal 30 luglio 2007 al 31 agosto 2007 l’archivio e la biblioteca dell’Istituto Parri di Milano non svolgeranno servizio al pubblico.

    Notizia di: Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea - Milano


  • 23/7/2007, ore 00:00 - Crodo

    I sentieri della ricerca. Rivista di storia contemporanea n. 5/giugno2007

    E’ uscito il n. 5/giugno 2007 della rivista curata da Angelo Del Boca. Di seguito il sommario del numero. Invitiamo tutti i lettori a sottoscrivere l’abbonamento rimasto invariato a euro 20,00. Questo numero di 280 pagine costa euro 12,00 Sommario gli anni della Resistenza p. 7 – Corrispondenze d’emergenza nella seconda guerra mondiale. I corrieri ossolani: un caso di contrabbando postale di Riccardo Ajolfi p. 45 – Il capitano, il prete, l’ebreo e il tedesco. Una vicenda di solidarietà al di là di schematismi ideologici e religiosi di Michele Beltrami e Vittoria Schunnach p. 61 – La Decima Mas di Junio Valerio Borghese, i comadi tedeschi e le formazioni partigiane di Massimiliano Capra Casadio p. 93 - Eros e Tanathos, morte per protesta contro la patria e morte impolitica. Declinazioni del problema della morte nella memorialistica della Repubblica sociale di Francesco Germinario storia nazionale p. 111 – "La Resistenza è morta, viva il buon vecchio Mussolini" Lo stravolgimento della storia nell’Italia di Berlusconi di Aram Mattioli p. 131 - La cronaca nera sul "Giornale dell’Emilia" nei mesi successivi alla fine della guerra di Matteo Banzola Africa e dintorni p. 159 - La Libia dei lager e l’Etiopia aggredita dal fascismo rivisitate in due convegni di Angelo Del Boca p. 179 – L’espulsione degli italiani dalla Libia nel 1970 di Arturo Varvelli p. 229 – "Il Lavoro" un giornale di fronda in tempo di regime di Stefania Vicari rassegna bibliografica p. 257 - Schede di Massimo Romandini, Angelo Del Boca, Cesare Panizza, Matteo Vecchia, Francesco Omodeo Zorini p. 279 - Notizie sugli autori di questo numero

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" - Novara


  • 16/7/2007, Alessandria

    In libreria il numero 41 del Quaderno di Storia contemporanea

    E’ uscito il numero 41 del Quaderno di storia contemporanea. Come sempre è reperibile nelle principali librerie della provincia di Alessandria o può essere richiesto direttamente al nostro Istituto.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 2/7/2007, ore 12:00 - Istituto storico di Modena

    Nuovi organi dirigenti dell’Istituto storico di Modena

    La 57° assemblea annuale dei soci dell’Istituto storico di Modena, che si è tenuta il 5 giugno del 2007, ha eletto i nuovi organi dirigenti. Il nuovo Consiglio direttivo ha eletto presidente Giuliano Albarani, e vice presidente Angela Benassi.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 14/6/2007, Roma

    Comunicato dell’IRSIFAR e della Casa della Memoria sul decreto del tribunale militare che concede a Priebke la possibilità di lasciare gli arresti domiciliari

    Nel documento allegato, diffuso alla stampa nazionale, sono espresse le motivazioni che fanno ritenere un’offesa alle vittime delle Fosse Ardeatine, e ai loro familiari, il permesso concesso a Priebke di lasciare gli arresti domiciliari.

    Notizia di: Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea - Milano


  • 10/6/2007, Alessandria

    Riedito il cd di Canti partigiani Chicchirichì

    Nell’ambito del progetto Memoria delle Alpi, l’Isral-Centro di cultura popolare "G. Ferraro" ha riedito con alcuni aggiornamenti, il cd Chicchirichì. Canti ed echi della Resistenza in provincia di Alessandria prodotto dall’Associazione Graphonica di Tortona nel 2000, esaurito da tempo e molto richiesto.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 9/6/2007, Alessandria

    "Senza patria. Forme e modi della cittadinanza contemporanea"

    "Senza patria. Forme e modi della cittadinanza contemporanea" è un ipertesto organizzato in forma di lessico elementare della cittadinanza, che si propone di fornire una presentazione storico-critica dei termini e dei concetti più ricorrenti nella discussione pubblica circa i molteplici significati dell’essere cittadini nella società contemporanea. Il lavoro è stato curato da Massimo Cellerino.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 7/6/2007, Alessandria

    "Memoria della Resistenza, resistenza della memoria nell’Acquese", a cura di Vittorio Rapetti

    Il volume di 256 pagine e l’allegato doppio DVD raccolgono una serie di materiali storici e didattici riguardanti la Resistenza nell’Acquese, elaborati nell’ambito del progetto "Memoria della Resistenza nell’Acquese. Dalla Resistenza alla Costituzione" avviato nel 2004 sul territorio di Acqui Terme e dei Comuni del circondario. Il lavoro si articola in diverse sezioni che intendono offrire una "mappa" delle vicende e dei problemi connessi alla memoria resistenziale, arricchendosi di numerose e inedite testimonianze di protagonisti locali delle vicende della guerra e della lotta di liberazione.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 7/6/2007, Alessandria

    Libro d’onore della Resistenza. Partigiani, Patrioti e Benemeriti di Alessandria

    E’ uscito il volume "Libro d’onore della Resistenza. Partigiani, Patrioti e Benemeriti di Alessandria" a cura di Cesare Manganelli. Patrocinato dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Alessandria, con la prefazione di Marco Ravelli, presentazioni a cura di Pier Angelo Taverna e Carla Nespolo, postfazione di Delmo Maestri.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 5/6/2007, Alessandria

    Da Acqui alla Ruhr. Lettere di un "camerata del lavoro" e della sua compagna: 1940-1943 di Luciana Ziruolo

    Pubblicato nella collana dell’Isral il libro Da Acqui alla Ruhr. Lettere di un "camerata del lavoro" e della sua compagna: 1940-1943 di Luciana Ziruolo. Con questo libro viene messo a disposizione del lettore il senso dell’intenso scambio epistolare tra Pierino Maestri e la sua compagna Angiolina Archetti.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Alessandria - Alessandria


  • 17/5/2007, ore 08:00 - Cosenza

    Pubblicata la miscellanea Cornacchioli

    In data odierna vede la luce l’atteso volume "Tra Calabria e Mezzogiorno. Studi storici in memoria di Tobia Cornacchioli", curato da Giuseppe Masi e comprendente numerosi saggi di storia tra età moderna e contemporanea.

    Notizia di: Istituto calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Arcavacata


  • 25/4/2007, ore 17:00 - Napoli, Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi"

    25 Aprile 1945 - 25 Aprile 2007 Antifascismo Resistenza Liberazione

    In occasione delle donazioni, da parte degli eredi, dell’archivio di Roberto Bracco, e dei disegni di Raffaele Lippi, intervengono: Vitaliano Corbi, Aurelia Del Vecchio, Pasquale Iaccio, Franca Lanni, Antonio Memoli. Saranno presenti: on. Rosa Iervolino Russo, on. Dino Di Palma, on. Antonio Bassolino.

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • 25/4/2007, ore 09:30 - Fragheto(PE)

    Per la libertà e contro ogni forma di violenza.

    6° Camminata per la pace Fragheto - Tavolicci Quest’anno il 25 aprile l’appuntamento è a Fragheto, piccolissima frazione del Comune di Casteldelci, che fu vittima, il 7 aprile 1944, di una strage nazi-fascista, nella quale persero la vita 30 persone, in maggioranza bambini, donne, anziani.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini


  • 23/4/2007, Vicenza

    I GIOVANI DELLA RESISTENZA: la guerra, gli ideali, la violenza e la morte

    Ampia, approfondita e ricca di proposte didattiche la Relazione d’Esame che la Sezione Didattica mette a disposizione di studenti ed insegnanti.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 18/4/2007, ore 16:00 - Perugia, Sede dell’Istituto, Piazza IV Novembre 23

    Assemblea soci

    E’ convocata presso la sede dell’Istituto l’Assemblea ordinaria dei soci con il seguente ordine del giorno: 1. Approvazione del verbale seduta precedente. 2. Relazione del Presidente sull’attività svolta nel 2006. 3. Conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2006. 4. Assestamento di bilancio. 5. Varie ed eventuali

    Notizia di: Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea - Perugia


  • 14/4/2007, Vicenza

    UN LIBRO DELL’ISTREVI PER IL CENTENARIO DELLA CGIL NAZIONALE

    E’ uscito in questi giorni il libro "Per una storia della Camera del Lavoro vicentina vol I 1945-1954" (Cierre Edizioni, pagg. 341, euro 12,50) di Giuseppe Pupillo e Filippo Schiavo. Questo primo volume, riguardante gli anni dalla nascita della Cgil unitaria a Vicenza (fine aprile 1945) sino al 1954, riporta, servendosi di una molteplicità di fonti, le più significative vertenze territoriali ed aziendali ed i principali avvenimenti che hanno contrassegnato in quel periodo il movimento sindacale di una delle province più industrializzate d’Italia. Scrive nella prefazione Giorgio Roverato, docente di storia economica all’Università di Padova: «Questo volume conclude idealmente – nel Centenario della costituzione della Confederazione Generale Italiana del Lavoro – un percorso di recupero della memoria della Camera del Lavoro di Vicenza, il cui Centenario ha preceduto di qualche anno quello della Cgil. E’ stato un percorso importante, sia perché ha consentito la ricostruzione di un Archivio storico della Camera vicentina oggi depositato presso gli Archivi Politici Vicentini della Biblioteca Bertoliana, sia perché da quella iniziativa originarono alcune pubblicazioni di notevole interesse. La Cronologia qui pubblicata, che va dalla metà del 1944 alla fine del 1954, vuole essere uno strumento non solo di conoscenza di un periodo cruciale per l’economia vicentina (e a tal fine risultano di pregio le brevi note introduttive ad ogni anno), ma è soprattutto un repertorio che consente – a chi voglia far ricerca su quel periodo – di avere una mappatura degli eventi, piccoli o grandi, che hanno segnato la rinascita economica, politica e sociale della provincia. Si tratta di un repertorio a suo modo unico. Se esistono le cronologie per i grandi eventi nazionali o internazionali, […] nessuno si era mai cimentato nel ripercorrere sui quotidiani locali il succedersi di avvenimenti riferiti ad una realtà così specifica come le vicende economiche, sindacali e sociali di un territorio. Verrebbe da lamentarsi che ciò riguardi solo un lasso limitato di tempo […] ma, appunto, la centralità del periodo fa gioco sulla limitata ampiezza della ricognizione. Il periodo 1944-1954 è infatti quello, densissimo in cui si costruisce il destino del Vicentino, con tutte le sue contraddizioni e dove emergono momenti cruciali di snodo».

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 12/4/2007, ore 18:00 - Catania, Sala riunioni (presso DAPPSI), Palazzo Reburdone, Via Vittorio Emanuele 8.

    Assemblea soci

    Assemblea annuale dei soci dell’istituto. Ordine del giorno definitivo: 1)Comunicazioni del Presidente: - Adesione alla rete dell’INSMLI; - Richiesta comando al MIUR; - Istituzione del Direttore Scientifico; 2)Bilancio consuntivo delle attività dell’Istituto; 3)Cinque per mille; 4)Pianificazione delle attività culturali: - Iniziativa per il 25 aprile. Proiezione del documentario "Fascist Legacy" - Collaborazione con la rivista "Segno"; - Presentazione della biografia di Nelson Mandela; 5)Attività scientifica: - Seminari su "Cittadinanza e Legalità"; - Pubblicazioni dell’Istituto; 6)Varie ed Eventuali. Invitiamo tutti i soci a partecipare In allegato la lettera del presidente Mangiameli sull’attività dell’ISSICO durante l’anno 2006.

    Notizia di: Istituto Siciliano per la Storia dell'Italia Contemporanea "Carmelo Salanitro" - Catania


  • 30/3/2007, ore 10:00 - Macerata

    20 rose bianche

    Il Comune di Macerata e l’Isrec Mario Morbiducci invitano venerdì 30 marzo, ore 10,00 presso la Terrazza dell’ONU dei popoli - Giardini Diaz alla cerimonia di piantumazione di 20 ROSE BIANCHE. Per non dimenticare i 20 bambini ebrei usati come cavie nel campo si sterminio di Auschwitz-Birkenau e poi trucidati nella scuola di Bullenhuser Damm. Per riaffermare la condanna per gli atti di vandalismo ed il valore del ricordo

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 22/3/2007, ore 17:00 - Trieste

    Biblioteca "Teodoro Sala"

    Giovedì 22 marzo 2007, alle ore 17, nella sede dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia, (Trieste, Villa Primc, Salita di Gretta 38,Tel. 04044004), verrà collocata la targa "Biblioteca Teodoro Sala", all’esterno della stanza che raccoglie la biblioteca di lavoro donata dalla famiglia all’Istituto di cui Rino Sala fu per lunghi anni Consigliere e Presidente.

    Notizia di: Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia - Trieste


  • 13/3/2007, Milano

    Italia 1946: le donne al voto

    Sono in corso di svolgimento a cura dell’Istituto lombardo di storia contemporanea alcuni incontri nelle scuole sul tema del voto alle donne. In allegato il dossier preparato nel 2006 in occasione del Sessantesimo: "Italia 1946: le donne al voto", a cura di M. Fugazza e S. Cassamagnaghi.

    Notizia di: Istituto lombardo di storia contemporanea - Milano


  • 6/3/2007, Vicenza

    Il prof. Giovanni Favero nuovo responsabile scientifico dell’Istrevi

    Nella riunione del 6 marzo u. s., il Comitato Scientifico dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea della provincia di Vicenza ha nominato - d’intesa con il Direttivo dell’Istituto - il prof. Giovanni Favero nuovo Responsabile Scientifico, in sostituzione del prof. Renato Camurri, dimessosi dall’incarico per ragioni di lavoro e di studio, al quale è stato rivolto un sentito ringraziamento per l’opera prestata dal 2002 al 2006. Il professor Favero, nato nel 1969, è ricercatore confermato di Storia economica all’Università Cà Foscari di Venezia, Dipartimento di Scienze Economiche. Si è occupato di storia della statitistica e dell’amministrazione nonché di storia dell’impresa e del sindacato. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo i volumi Bassano 1915-1918: istituzioni, società e consumi ( con Marco Mondini, Bassano 1999); Benetton: i colori del successo (Milano, 2005) ed i saggi Una ‘fabbrica breve: la Smalteria Metallurgica Veneto di Bassano del Grappa (1925-1975) in Annali di storia dell’Impresa, XIV, 2003; Corrado Gini and Italian Statistics under Fascism in Il Pensiero Economico italiano, XII (2004); Il sindacato alle Smalterie di Bassano 1945-1975, in Venetica, XXI (2006). Ha in corso di stampa, oltre a numerosi saggi, il volume Una storia recente: Bassano 1945-1980. Nel corso della stessa riunione il Comitato Scientifico ha approvato il programma culturale 2007 e nominato la redazione del semestrale dell’Istituto Quaderni Istrevi che risulta costituita da Alessandro Baù, Giovanni Cisotto, Monica Fioravanzo, Alba Lazzaretto, Marco Mondini, Sonia Residori.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 21/2/2007, Vicenza

    L’Assemblea dei Soci approva il bilancio di previsione 2007

    Riunitasi nel salone delle conferenze della Camera di Commercio di Vicenza, l’assemblea ordinaria dell’Istrevi ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2007 che comporta un impegno di spesa per 51.000 euro. Le maggiori spese previste riguardano l’attività editoriale (20 mila euro), l’attività di ricerca (12 mila euro) e l’organizzazione della Terza Edizione del Premio Gallo ( 9 mila euro). Per quanto riguarda l’attività editoriale è prevista nel corso del 2007 la pubblicazione di due numeri della rivista semestrale Quaderni Istrevi e di cinque volumi, tutti editi dalla Cierre Edizioni. Il primo di essi Per una storia della Cgil vicentina. Vol. I ( 1945-1954) di Giuseppe Pupillo e Filippo Schiavo uscirà a fine marzo nelle librerie. Entro giugno verranno stampati libri di Luca Valente, Marco Mondini-Golo Schwarz, e di Sonia Residori. L’attività di ricerca riguarda tre ambiti di indagini a carattere pluriennale: Il regime fascista nel vicentino; Società, istituzioni, partiti a Vicenza durante la RSI; Politica e Industria nella ricostruzione postbellica nel vicentino.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Vicenza "Ettore Gallo" - Vicenza


  • 27/1/2007, ore 16:00 - Giardino della Memoria, Stradone Farnese 6, Piacenza

    "Il treno della memoria" da Piacenza ad Auschwitz

    In occasione delle celebrazioni della Giornata della memoria 2007 l’Isrec di Piacenza, in collaborazione con l’INSMLI, organizza per 50 studenti delle scuole superiori della provincia di Piacenza il viaggio ad Auschwitz dal 27 al 31 Gennaio. Per i ragazzi partecipanti verranno inoltre organizzati due incontri di preparazione storica sulla Shoah e sulla deportazione locale. Alle ore 16:00, presso il Giardino della memoria (Stradone Farnese 6) la cittadinanza potrà salutare la delegazione in partenza per Auschwitz. Alle ore 18:30, presso la Stazione Centrale di Milano, si assisterà ad una cerimonia ufficiale prima della partenza con la partecipazione delle Associazioni ebraiche.

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Piacenza - Piacenza


  • 27/1/2007, ore 10:30 - Macerata

    I campi di internamento nella provincia di Macerata

    Sabato 27 gennaio alle ore 10,30 presso l’Aula Magna dell’ITC Gentili di Macerata verrà presentato agli studenti delle scuole superiori il CD didattico dal titolo "I campi di internamento nella provincia di Macerata" curato da Federico Albertini e prodotto dall’ISREC Mario Morbiducci

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata


  • 25/1/2007, Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza

    Il Nuovo Spettatore 10

    E’ in uscita l’ultimo numero della rivista annuale, di cinema e storia, pubblicata dall’Archivio, "Il Nuovo Spettatore". Questo numero dello Spettatore esce con un allegato, un cd-rom che raccoglie i dati di affluenza di pubblico, i giorni di programmazione e una breve scheda tecnica di tutti i film, italiani e stranieri, usciti a Torino tra il 1940 e il 1945. Questo lavoro di ricerca, raccolta e organizzazione dei dati, curato da Baldo Vallero e Luciano Perretti, fa parte di un progetto più ampio, che trova spazio nelle pagine di questo numero, ll´interno della corposa sezione Torino, cinema in guerra. La guerra, in generale, è il filo conduttore di tutto il numero, testimoniato dall´intervista a Mario Bernardo, operatore e direttore della fotografia, oltre che autore di svariati saggi tecnici, che è anche una lunga digressione sulla Resistenza veneta, alla quale egli stesso ha preso parte, e dai saggi su guerre più recenti - la Corea, il Vietnam e la Jugoslavia - e sulle loro specifiche modalità di rappresentazione filmica.

    Notizia di: Archivio nazionale cinematografico della Resistenza - Torino


  • 23/1/2007, ore 10.00 - Aosta - Teatro Giacosa

    Alma Rosé - C’era un’orchestra ad Auschwitz

    Spettacolo teatrale di Caludio tomati con Annabella Di Costanzo e Elena Lolli. Musiche originali e strumenti: Mario Buttafava, coordinamento registico:Mauro Maggioni. Alma Rosé è unp spettacolo ispirato al libro testimonianza di Fania Fénolon, Ad Auschwitz c’era un’orchestra. La sceneggiatura riprende alcuni temi del libro realizzando una sintesi fortemente evocativa dell’esperienza concentrazionaria dell’autrice e della compagna di prigionia Alma Rosé, direttrice dell’orchestra del campo di Birkenau. L’iniziativa è organizzata dalla Presidenza del Consiglio della Valle d’Aosta in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta. Lo spettacolo, destinato agli studenti delle scuole superiori, viene replicato mercoledì 24 gennaio a Pont-Saint-Martin (Ao) alle ore 10.00

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d'Aosta - Aosta


  • 6/11/2006, ore 10.30 - Roma, Casa della Memoria e della Storia, via S.Francesco di Sales, 5

    Progetto "Noi ricordiamo"

    L’Irsifar collabora al progetto "Noi ricordiamo" dell’Assessorato alle politiche educative e scolastiche del Comune di Roma. Il progetto, rivolto alle classi finali delle scuole medie inferiori e superiori e realizzato a partire dal 2002, è un contenitore di iniziative sulla memoria, con l’intento di coinvolgere le scuole nelle celebrazioni dei momenti più significativi della Resistenza e della Liberazione. L’Irsifar collabora con una serie di incontri rivolti a studenti e docenti e articolati in temi più strettamente legate al contesto (memoria della Shoah, guerra, Resistenza), insieme a nodi significativi della storia dell’Italia repubblicana (voto alle donne, Costituzione, periodizzazioni della storia repubblicana).

    Notizia di: Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza - Roma


  • 1/10/2006, Genova

    Rivista Storia e memoria

    NUMERO 1 anno 2006 1943: LIBERTA’ E SANGUE A CEFALONIA

    Notizia di: Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea - Genova


  • 28/9/2006, Napoli

    63° Anniversario delle Quattro Giornate di Napoli

    Cerimonie di deposizione di corone d’alloro Ore 10 Mausoleo di Posillipo Ore 10.20 Piazza della Repubblica – monumento Ore 10.40 Piazza Carità – Stele Salvo D’Acquisto

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • 1/9/2006, Roma

    La Casa della Memoria e della Storia, nuova sede delll’IRSIFAR

    Dal 1° settembre 2006 l’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla resistenza ha una nuova sede: la Casa della Memoria e della Storia, via S.Francesco di Sales, 5- Roma 00165- tel.06/6861317- e-mail irsifar@libero.it La Casa della Memoria e della Storia è una istituzione del Comune di Roma alla cui attività e gestione partecipano associazioni che rappresentano la memoria storica dell’antifascismo, della Resistenza, della guerra di Liberazione e Istituti culturali che hanno finalità di ricerca, documentazione didattica, divulgazione della storia e della memoria del Novecento. Oltre all’Irsifar, vi partecipano l’Anei, l’Anppia, l’Anpi, la Fiap, l’Aned, l’Apc, il Circolo "Gianni Bosio". La Casa della Memoria e della Storia conserva e valorizza il patrimonio librario, archivistico, sonoro e audiovisivo di tutti i suoi componenti assicurando il servizio di accesso per il pubblico, gli studiosi, le scuole. LINK www.casadellamemoria.culturaroma.it www.comune.roma.it

    Notizia di: Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza - Roma


  • 9/8/2006, ore 20,30 - Rizziconi - piazza Vecchio Macello

    Ugo Arcuri un pacifista meridionale

    L’Istituto "Ugo Arcuri" in collaborazione con il Comune di Rizziconi organizza un incontro dibattito su "Ugo Arcuri un pacifista meridionale". Sono previsti gli interventi di: Dr. Carlo Mazzù, sindaco della città; Riccardo Anastasi, delegato alla cultura del Comune di Rizziconi; Dr. Rocco Lentini, presidente Istituto "Ugo Arcuri"; prof. Francesco Adornato, preside Facoltà di Scienze Politiche Università di Macerata.

    Notizia di: Istituto "Ugo Arcuri" per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea in provincia di Reggio Calabria - Cittanova


  • 22/7/2006, Pesaro

    Viaggio della memoria a Auschwitz e Treblinka

    L’ISCOP di Pesaro organizza il 5° viaggio della memoria nei luoghi simbolo della Shoah dal 22 al 28 luglio 2006 a Varsavia, Cracovia, Treblinka e Auschwitz. Il viaggio è aperto a tutti gli interessati e vuole approfondire la storia dei ghetti nazisti e dei campi di sterminio in Polonia durante il Terzo Reich. La Provincia di Pesaro e Urbino, ai ragazzi vincitori del concorso scolastico collegato, permetterà la partecipazione gratuita al viaggio. Le adesioni al viaggio dovranno pervenire entro il 30 giugno 2006.

    Notizia di: Istituto di storia contemporanea della provincia di Pesaro e Urbino (ISCOP) - Pesaro


  • 21/7/2006, Grosseto

    Percorsi di ricerca attraverso le fonti archivistiche sul periodo 1943-45 a Grosseto

    E’ arrivato a conclusione un progetto triennale iniziato nel 2002, che l’ISGREC ha potuto realizzare grazie ad un finanziamento della Fondazione del Monte dei Paschi: Percorsi di ricerca attraverso le fonti archivistiche sul periodo 1943-45 a Grosseto.

    Notizia di: Istituto storico grossetano della Resistenza e dell'età contemporanea - Grosseto


  • 13/7/2006, Isola Polvese, Lago Trasimeno (Pg)

    2° SIMposio estivo di storia della conflittualità sociale

    Il Landis parteciperà al 2° Simposio estivo organizzato da SIM (Storie in movimento) e dalla rivista "Zapruder" sul tema "Oltre i confini del Novecento: ricerche e prospettive storiografiche a confronto" Ostello "Il poggio"- Isola Polvese, Lago Trasimeno (Pg) 13-16 luglio 2006 Scarica il programma

    Notizia di: Laboratorio nazionale per la didattica della storia - Bologna


  • 1/7/2006, Modena

    Dizionario storico dell’antifascismo modenese

    E’ partito il lavoro di ricerca per la realizzazione del ’Dizionario storico dell’antifascismo modenese’. L’obiettivo dell’Istituto, grazie al sostegno delle quattro fondazioni bancarie della provincia di Modena, è quello di realizzare un dizionario in due volumi per complessive 1.000 pagine, dedicati il primo ai fatti, problemi, interpretazioni, istituzioni, il secondo alle biografie degli antifascisti e dei personaggi rilevanti del periodo fascista a Modena. Per contatti si può scrivere a antifascismo.modena@gmail.com

    Notizia di: Istituto storico della Resistenza e di storia contemporanea - Modena


  • 8/5/2006, ore 9,00 - Cosenza

    Pubblicazione Rivista Icsaic

    E’ stata pubblicata la Rivista Calabrese di Storia del ‘900, a. I, n. 1, (pp. 191) Semestrale dell’ Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea. Allegato alla stessa, per la Collana Icsaic Memorie di calabresi nelle guerre del Novecento: Un ragazzo calabrese alla conquista dell’Impero-lettere e appunti per un diario mai scritto 1934-1936 (pp. 96), di G. Francesco Milano. Gli istituti associati ne riceveranno copia nei prossimi giorni.

    Notizia di: Istituto calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea - Arcavacata


  • 25/4/2006, ore 10:15 - Tavolicci (FC)

    Marcia della Pace sui Luoghi della Memoria

    Il 25 aprile 2006 si svolgerà la tradizionale Marcia della Pace nei Luoghi della Memoria da Tavolicci a Fragheto: due borghi dell’appennino romagnolo che pagarono il trovarsi sul tracciato della Linea Gotica con 64 trucidati il 22 luglio 1944 (a Tavolicci) e 33 trucidati il 7 aprile 1944 (a Fragheto). Modalità di svolgimento: per i partecipanti residenti nel pesarese e riminese il concentramento è a Casteldelci dove sarà inaugurato il museo a ricordo delle vittime della strage di Fragheto, con marcia Casteldelci - Fragheto; per i partecipanti dell’area forlivese il concentramento è per le ore 10,15 presso la Casa dell’Eccidio di Tavolicci. Alle 10,30 inizierà la camminata che raggiungerà Fragheto alle ore 12,30. Qui porteranno un breve saluto ai convenuti il sindaco di Casteldelci Martina Brizzi e di Verghereto Fedele Camillini. Seguirà un pasto freddo a cura degli organizzatori ed uno spettacolo teatrale sulla strage. Per adesioni: 0543/28999

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena - Forli


  • 24/4/2006, Bologna

    Teodoro “Rino” Sala, grande storico, grande amico.

    L’Istituto storico Parri Emilia-Romagna, con profonda commozione, piange la scomparsa di Teodoro “Rino” Sala, grande storico, grande amico. Viveva a Trieste, nella cui Università aveva insegnato, era consigliere dal 1968 dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli-Venezia Giulia, e ne é stato anche presidente dal 1991 al 1995, era stato a lungo membro del Consiglio direttivo dell’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia, guidandone in anni cruciali la Commissione nazionale Didattica, e del Landis. Per i suoi importanti studi era un punto di riferimento per gli studiosi ai quali, con generosità e modestia offriva sempre qualcosa di prezioso. E, oltre alla scienza, proponeva con dolcezza una serena fiducia nel lavoro e nella vita. La tristezza e il rimpianto sono grandi.

    Notizia di: Istituto storico Parri - Bologna


  • 23/4/2006, ore 10,30 - PALMI (RC)

    In ricordo di Giuseppe Lo Presti martire delle Fosse Ardeatine e Medaglia d’Oro al valor militare

    L’Associazione "Amici Casa della Cultura Leonida Répaci" e il Comune di Palmi celebrano il 25 aprile ricordando Giuseppe Lo Presti, trucidato a soli 25 anni alle Fosse Ardeatine. La cerimonia, preceduta dalla deposizione di una corona di alloro presso la lapide commemorativa sita al campo sportivo della città intitolato a Lo Presti, si svolge nella sala consiliare del Comune di Palmi. Relaziona Rocco Lentini Presidente dell’Istituto "Ugo Arcuri". Intervengono il sindaco della città Antonino Parisi e il Presidente dell’Associazione "Amici Casa della Cultura Leonida Répaci" Antonio Minasi. E’ previsto un Recital con lettura di lettere dei condannati a morte della resistenza calabrese e momenti musicali d’epoca.

    Notizia di: Istituto "Ugo Arcuri" per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea in provincia di Reggio Calabria - Cittanova


  • 22/4/2006, ore 16 - Varallo (Vc), sede dell’Istituto, via D’Adda, 6

    Inaugurazione della sala polifunzionale Isrsc Bi-Vc

    Inaugurazione della sala polifunzionale realizzata dalla Comunità montana “Valsesia” nell’ambito del progetto Interreg IIIA “La memoria delle Alpi”. Nell’occasione saranno presentati il portale web del progetto “La memoria delle Alpi”, l’ipertesto sugli itinerari della Resistenza valsesiana realizzato dall’Istituto, la guida storico-turistica a schede “I sentieri della libertà in Valsesia”.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia - Varallo


  • 21/4/2006, ore 10:30 - Bologna, Istituto Parri, via S. Isaia, 20

    Inaugurazione del Museo della Resistenza di Bologna

    L’Istituto storico Parri Emilia-Romagna apre il Museo della Resistenza di Bologna, la cui realizzazione e la cui gestione gli erano stati affidati dal Comune di Bologna e dall’Anpi. Oggi, dopo la necessariamente lunga stagione del trasferimento e della riorganizzazione dell’Istituto Parri, è possibile dare vita al Museo in un allestimento ancora parziale ma già completo nei suoi contenuti e pienamente fruibile. Nel corso dell’estate sarà compiuto in tutte le sue parti il percorso espositivo, che intende collocare l’evento resistenziale nella storia dell’antifascismo precedente, fin dalle origini dello squadrismo degli anni 1919-1922, e nella lunga storia successiva dell’idea di Resistenza nei sessant’anni di vita dell’Italia repubblicana. Si tratta di un Museo strettamente correlato all’attività di conservazione documentaria, di didattica, di divulgazione e di ricerca dell’Istituto, con i cui locali non vi è soluzione di continuità. Un Museo il cui principale oggetto espositivo è la conoscenza storica stessa, che sarà collegato con i diversi luoghi di memoria, museali e non, relativi a Bologna, al bolognese e alla regione. La vita del Museo, come l’attività di promozione della cultura storica dell’Istituto Parri, sono integrate da mostre temporanee che hanno luogo nella sala dell’ex refettorio del complesso conventuale di San Mattia. Due si sono già svolte dall’inizio dell’anno, mentre 60 testimonianze partigiane accompagnerà i giorni delle celebrazioni della Liberazione di Bologna, del Paese e della fine della seconda guerra mondiale in Europa, tra il 21 aprile e l’8 maggio. Il 19 maggio si inaugurerà una mostra intesa a ricordare il 70° anniversario dell’inizio della Guerra civile spagnola, occasionata da una sollevazione militare di tipo fascista il 17 luglio 1936.

    Notizia di: Istituto storico Parri - Bologna


  • 24/3/2006, ore 16.00 - Roma, Via S.Francesco di Sales 5

    Apre a Roma la Casa della Memoria e della Storia

    Venerdì 24 marzo 2006 si inaugura a Roma la "Casa della Memoria e della Storia", un’istituzione del Comune di Roma alla cui gestione e attività partecipano associazioni e istituti che rappresentano la memoria storica, culturale e sociale del Novecento italiano. La "Casa della Memoria e della Storia" sarà la nuova sede dell’IRSIFAR, Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza e di altri istituti culturali e associazioni (ANEI, Associazione Nazionale Ex Internati, ANPPIA, Associazione Nazionale Partigiani d’Italiam FIAP, Federazione Nazionale Associazioni Partigiane, ANED, Associazione Nazionale Ex Deportati, FIVL/APC, Federazione Nazionale Volontari della Libertà/Associazione Partigiani Cristiani, il Circolo "Gianni Bosio"). La "Casa della Memoria e della Storia" raccoglie, conserva e valorizza il patrimonio librario, archivistico, sonoro e audiovisivo di tutti i suoi componenti, assicurando il servizio di accesso e fruizione per il pubblico, gli studiosi, le scuole.

    Notizia di: Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza - Roma


  • 18/2/2006, ore 17,00 - Polistena (RC)

    Francesco Ierace Internato nei Lager nazisti e sindaco frontista di Polistena. Ricordo di un socio dell’Istituto

    Amnesty International, Comune di Polistena e Istituto "Ugo Arcuri" commemorano l’anniversario della morte del prof. Francesco Ierace. Intervengono Giovanni Laruffa, Marcello Borgese, Antonio Baglio, Piero Cullari e Rocco Lentini presidente dell’Istituto. La cerimonia si terrà nel salone delle feste del comune di Polistena.

    Notizia di: Istituto "Ugo Arcuri" per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea in provincia di Reggio Calabria - Cittanova


  • 2005, Milano

    Chiusura estiva dell'Istituto Parri di Milano

    Si avvisano gli utenti che l'Istituto F. Parri di Milano rimarrà chiuso dal 6 al 19 agosto. L'Archivio dell'Istituto rimarrà chiuso dal 1 al 31 agosto mentre la Biblioteca rimarrà chiusa dal 6 al 26 agosto.

    Notizia di: Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea - Milano


  • 21/2/2005, Campania

    Lezioni sul periodo 1943-1948

    Ciclo di lezioni tenute da G. Buffardi, G. D’Agostino, I. Insolvibile, F, Soverina. Dal 21 febbraio al 28 aprile.

    Notizia di: Istituto Campano per la Storia della Resistenza "Vera Lombardi" - Napoli


  • Auschwitz

    Un treno per Auschwitz

    Dal 27 gennaio al 1 febbraio 2005. L'Archivio Storico "Bigio Savoldi e Livia Bottardi Milani" di Brescia, la Fondazione "Fossoli" di Carpi, il Comune di Borgo San Dalmazzo e la Fondazione Memoria della deportazione di Milano propongono un evento internazionale, un viaggio in treno da Brescia a Cracovia di adulti e di studenti delle scuole medie superiori, caratterizzato da un’estensione europea, ossia dall’invito a studenti di altri Paesi d’Europa, con i quali si sono già instaurate collaborazioni didattiche o relazioni varie, ad una sorta di appuntamento al campo di Auschwitz.

    Notizia di: Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Rete degli istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea - Milano


  • 2/2010, ore : - Rimini

    Folgorati lungo la via di Auschwitz?

    La memoria non è (purtroppo) un vaccino contro il male. Una Riflessione di Laura Fontana (Direttore Istituto storico della Resistenza di Rimini e Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini) a dieci anni dall'istituzione in Italia del Giorno della Memoria.

    Notizia di: Istituto per la storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea della provincia di Rimini - Rimini