Seleziona una pagina

Giorno della memoria

Lectio magistralis di Andrea Riccardi dedicata ai “giusti”, a coloro, uomini e donne, che, ascoltando la propria coscienza, hanno solidarizzdato con i perseguitati e li hanno aiutati opponendosi con gesti concreti alle atrocità della Shoah.

27 Gennaio

Istituzione del Giorno della Memoria: Legge 20 luglio 2000, n. 211

Parlamento Italiano Legge 20 luglio 2000, n. 211 (“Gazzetta Ufficiale” n. 177 del 31 luglio 2000)

Istituzione del “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti

Art. 1 1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Art. 2 1. In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

Registrato il: 21 Novembre 2006 Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2007

Percorsi tematici per il Giorno della Memoria

15annimemoria

Dossier “La didattica della Shoah” su Novecento.org. Dossier a partire dalla Summer school 2019, svoltasi ad Assisi dal 29 al 31 agosto 2019

Eventi e news inerenti al Giorno della Memoria

Eventi programmati o in corso nei prossimi trenta giorni (a partire da oggi)


Eventi trascorsi o già iniziati (prima di oggi)


Per eventi precedenti il 1° gennaio 2012 consultare l’archivio iniziative.

In particolare vi segnaliamo:

I sardi e le tappe del Trasporto 81

Incontro promosso dall’Istituto sardo per la storia dell’antifascismo (Issasco), dal Polo bibliotecario “Falzarego 35” e dalla Biblioteca universitaria di Sassari giovedì 27 gennaio (online e in presenza) in occasione del Giorno della Memoria 2022.

Raccontare la memoria

Evento in diretta streaming per le scuole secondarie di secondo grado organizzato da ISTASAC Nuoro. Appuntamento giovedì 27 gennaio 2022, ore 10.00 – 11.00.

I me ciamava per nome: 44.787 – Risiera di San Sabba

Venerdì 28 gennaio alle ore 10, al Teatro Pime di Milano, il comitato In Treno per la Memoria e il Teatro della Cooperativa – con il contributo dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri – presentano lo spettacolo teatrale “I me ciamava per nome: 44.787 – Risiera di San Sabba”.

Bruchstücke ’45. Frammenti di memoria

Iniziativa a cura del Centro studi movimenti di Parma. Appuntamento il 27 gennaio 2022 alle ore 17. Prenotazioni su App Parma 20+21. L’incontro sarà anche trasmesso in streaming sul Canale YouTube di Città di Parma

Il folle volo di Ulisse

Per celebrare la Giornata della memoria l’Istituto pavese per la storia della resistenza e dell’età contemporanea ha organizzato, insieme alla Biblioteca Universitaria, un incontro dedicato a Primo Levi, Dante e il “Canto di Ulisse” quale occasione per una riflessione sulla memoria nella storia e come metodo per addentrarsi nella complessità della conoscenza.

Giorno della Memoria e calendario civile

Presentazione online del fascicolo 296 della rivista “Italia contemporanea”, la cui sezione monografica è dedicata a “Memoria pubblica e calendario civile in Italia: Interazioni, Competizioni e dinamiche conflittuali”. Appuntamento su FacebookLive il 24 gennaio alle ore 18:00.

Run for Mem

Novara, domenica 23 gennaio 2022: quinta edizione della Run for Mem, la corsa per una memoria consapevole organizzata dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia.

Narrare l’internamento militare attraverso il disegno

Attraverso la presentazione dei disegni realizzati dalla Scuola Comics, Istoreto propone una riflessione sulle modalità di trasmissione attraverso il disegno della storia e della memoria dell’internamento militare. Appuntamento il 24 gennaio a Torino.

Il portale dell'Istituto Nazionale è realizzato grazie al contributo di
Il contenuto di questo portale è protetto da copyright dal protocollo Creative Commons Attribution 3.0 Italy License