Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.reteparri.it/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837
Seleziona una pagina

Fonti orali in Italia: archivi e ri-generazioni

Venerdì 25 e sabato 26 ottobre 2019
Polo del ‘900
Torino, Via del Carmine 14
Sala Didattica

Fonti orali in Italia: archivi e ri-generazioni

Convegno promosso da: ISTORETO, Fondazione ISEC, AISO, Istituto Nazionale Ferruccio PARRI, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta

Con il contributo di:  SPI CGIL – Sindacato pensionati italiani – Torino Piemonte

Iniziativa gemellata con la Giornata di Studio sugli archivi sindacali e le memorie popolari promossa dalla Fondazione Giuseppe di Vittorio (sistema archivi, biblioteche e centri di documentazione della Cgil), Cgil Matera e Cgil Basilicata a Matera, il 31 ottobre 2019 e in occasione del World Day for audiovisual heritage – UNESCO (27 ottobre).

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Data la limitata capienza della sala si richiede di inviare una conferma di partecipazione all’indirizzo archivio@istoreto.it  entro mercoledì 23 ottobre

Programma

I sessione: Dal conversare al conservare. Lo stato dell’arte delle fonti orali in Italia

Venerdì 25 ottobre 14.00 – 19.00

14.00 – Registrazione partecipanti

14.15 – Saluti
Annalisa Rossi (Soprintendente archivistica e bibliografica per il Piemonte e la Valle d’Aosta)
Sergio Soave (Presidente Fondazione Polo del ‘900)
Dimitri Brunetti (Regione Piemonte – Settore Archivi, Biblioteche e Istituti Culturali)
Alberto Artioli (SPI CGIL – Torino Piemonte)

14.45-15.00 – Apertura dei lavori  Elisa Salvalaggio (ISTORETO)

15.00-15.45 – Relazioni
Irene Bolzon (Istituto nazionale Ferruccio Parri): “Il censimento degli archivi sonori e audiovisivi nella rete degli Istituti della Resistenza”
Maria Francesca Stamuli (Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana) “Lavori in corso per la redazione di un vademecum condiviso per la descrizione, l’uso e il riuso delle fonti orali. Stato dell’arte”
Paolo Guarda (Università degli studi di Trento): “Protezione dei dati personali e ricerca storica: quando è lecito ascoltare?”

15.45-17.15 – TAVOLA ROTONDA  “Le fonti orali e il ruolo che possono giocare gli Istituti e le Istituzioni”
Modera: Diego Robotti (Soprintendenza archivistica e bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta)
Intervengono: Stefano Vitali (Istituto centrale per gli archivi – ICAR), Antonella Mulè (Direzione Generale Archivi – DGA), Antonella Fischetti (Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi – ICBSA), Elena Musumeci (Istituto centrale per il catalogo e la documentazione – ICCD), Carla Scognamiglio (Istituto centrale per il catalogo unico – ICCU), Enrico Pagano (Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia) e Francesca Socrate (Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza – IRSIFAR)
Dibattito

17.15-17.30 – Pausa

17.30-18.15 – VOCI SUL CAMPO: RICORDI E NUOVE ESPERIENZE
Elisa Castellano (Fondazione G. Di Vittorio, coordinatrice nazionale archivi e biblioteche della Cgil) e Stefano Bartolini (Fondazione Valore Lavoro Cgil Pistoia, responsabile dell’archivio storico) “Archivi e biblioteche sindacali e fonti orali: un censimento in corso e il convegno di Matera”
Dora Marucco e Cristina Accornero (Università degli Studi di Torino) “La vocazione internazionale di Torino attraverso le testimonianze di sessanta protagonisti. La raccolta delle video interviste presso la Sezione Piemonte/Valle d’Aosta della SIOI”

18.15-19.00 – Ricordo di Bianca Guidetti Serra
Goffredo Fofi “Le vite degli altri. Le “storie” di Bianca Guidetti Serra e tanti altri, dal dopoguerra agli anni Sessanta”

II sessione: Cosa resterà di questi anni Ottanta. Una rilettura della rivista “Fonti orali. Studi e ricerche” (1981-1987)

Sabato 26 ottobre 9.00 – 13.00

9.00 Registrazione partecipanti

9.15 – Saluti e introduzione
Gianguido Passoni (Presidente Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci)

9.30 – 9.45 Apertura dei lavori: Sara Zanisi (Fondazione ISEC)

9.45 – 10.15 – Relazione
Alessandro Casellato e Giovanni Contini (Aiso): Ri-generazione di “Fonti orali”

10.15- 11.30 – TAVOLA ROTONDA “Fonti orali”: una rivista o qualcosa di più?
Modera: Marcella Filippa (Fondazione Vera Nocentini)
Intervengono: Daniele Jalla, Leo Gambino, Gianni Dore, Tullio Telmon, Liliana Lanzardo (tra i redattori e gli autori della rivista “Fonti orali”)

11.30-11.45 – Pausa

11.45-12.15 – VOCI SUL CAMPO: RICORDI E NUOVE ESPERIENZE
Franco Castelli (Centro Ricerca Etnomusica e Oralità) e Paola Olivetti (Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza) “Unire le forze ANCR+CREO: un dialogo per salvare e valorizzare il patrimonio audio e video di cultura e di memoria popolare”

12.15-13.00 – Ricordo di Nuto Revelli
Marco Revelli (Presidente Fondazione Nuto Revelli)  e Silvia Giordano (responsabile ricerca Archivio sonoro Nuto Revelli) “La voce di Nuto Revelli. Un viaggio nei suoi metodi di ricerca” con ascolto di registrazioni tratte  dall’archivio e proiezione di contributi video tratti da “Il popolo che manca” (Italia 2011, 104’)

Un convegno per affrontare il tema delle fonti orali da diversi punti di vista, discutendo di produzione, conservazione, uso e riuso delle fonti, sia sul piano tecnico-scientifico sia su quello divulgativo, con l’intento di mettere a confronto diverse generazioni di ricercatori e operatori.
Oggetto delle relazioni sono: il censimento in corso degli archivi sonori e audiovisivi presso la rete degli Istituti per la storia della Resistenza, i lavori in corso per la redazione di un vademecum sulla conservazione, descrizione, e ri-uso delle fonti orali, l’impatto sulla storia orale del regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, le esperienze virtuose di conservazione e riuso degli archivi sonori, la costituzione di archivi di testimonianze orali come atto di democrazia, la solidarietà tra generazioni di storici e storiche orali.
Il convegno si articola in due sessioni, Dal conversare al conservare. Lo stato dell’arte delle fonti orali in Italia e Cosa resterà di questi anni Ottanta. Una rilettura della rivista “Fonti orali. Studi e ricerche”, e prevede un ricordo e un riascolto di Nuto Revelli e Bianca Guidetti Serra.
In particolare, sarà presentata la pubblicazione on line, nel sito dell’AISO, della collezione completa della rivista “Fonti orali. Studi e ricerche”, primo organo di collegamento del movimento delle storiche e degli storici orali italiani, uscita tra il 1981 e il 1987. Nell’occasione, sarà conferita la “tessera onoraria” dell’AISO a tutti i componenti del comitato scientifico della rivista, nel segno della solidarietà delle generazioni che hanno fatto la storia orale.
L’iniziativa, a cura di ISTORETO, Fondazione ISEC, Soprintendenza archivistica e bibliografica per il Piemonte e la Valle d’Aosta, AISO e Istituto nazionale Ferruccio Parri, realizzata con il contributo di SPI CGIL Torino-Piemonte, si tiene in occasione del World Day for audiovisual heritage dell’UNESCO (27 ottobre) ed è gemellata con la “Giornata di studio sugli archivi sindacali e le memorie popolari” promossa dalla Fondazione Giuseppe Di Vittorio (Sistema Archivi, biblioteche e centri di documentazione della Cgil), da Cgil Matera e Cgil Basilicata, che si terrà a Matera il 31 ottobre 2019.
E’ previsto un attestato di partecipazione.